Pensioni anticipate 2021, ok dall’Inps: chi può uscire dai 61 anni

Pensioni ultimissime oggi: serve alfabetizzazione sociale

Le ultime novità sulle pensioni anticipate giungono direttamente dall’INPS , che con il messaggio n°1169 del 19 marzo 2021, fornisce le istruzione per la presentazioni delle domande per il riconoscimento dello svolgimento di lavori faticosi e pesanti entro il 1 maggio 2021. L’INPS per questi lavoratori più ‘fragili’ riconosce la possibilità di uscire anticipatamente dai 61 anni e 7 mesi. Chi può accedervi e quali sono le modalità per procedere all’istanza?

Pensioni anticipate 2021, chi può accedere alla pensione con 61 anni e 7 mesi?

Ecco elencati tuttii soggetti che potranno accedere alla queiscenza con 35 anni di contributi e 61 anni e 7 mesi d’età, il messaggio dell’inps chiarifica in dettaglio anche cosa occorre per poter effettuare domanda ed i tempi per farla

L’agevolazione é permessa a quanti sia nel settore pubblico quanto in quello privato svolgono mestieri faticosi, definiti ‘usuranti’

  • lavoratori impegnati in mansioni usuranti ,
  • addetti alla linea catena
  • conducenti di veicoli adibiti al servizio pubblico, con capiena almeno pari a 9 posti
  • lavoratori che lavorano in turni notturni o per l’intero anno di notte

Pensioni 2021, per quanto tempo deve essere svolta l’attività gravosa per poter accedere?

Ma per quanto tempo chi rientra nelle categorie suddette dovrà aver svolto tale mansione pe rpoter acecdere alla quiescenza dai 61 anni e 7 mesi? e nello specifico come ed entro quando deve presentare domanda all’Inps?

L’attività gravosa cosidetta usurante deve essere stata svolta per almeno sette anni negli ultimi dieci di lavoro oppure in alternativa bisogna che gli anni lavorati in mestieri faticosi corrispondano almeno alla metà della vita lavorativa complessivamente svolta. Per questi lavoratori sarà possibile accedere alla pensione anticipata con i seguenti requisiti: 35 anni di contributi e 61 anni e 7 mesi d’età. Non verrà applicata nessuna finestra mobile, che generalmente crea non poche tensioni tra i lavoratori che devono attendere diversi mesi di ‘buco’ prima di poter usufruire della pensione, quindi certamente un’ottima notizia per quanti svolgono mestieri gravosi.

Questi lavoratori se riusciranno a centrare i requisiti loro richiesti dal 1 gennaio 2022 al 31 dicembre 2022 dovranno presentare domanda di pensione entro e non oltre il 1 maggio 2021. La domanda dovrà essere presentata per via telematica con il modulo AP45. Sarà poi l’INPS a comunicare al lavoratore che ha sporto domanda se la stessa merita o meno accoglimento, ma anche nel caso l’esito fosse favorevole questa verrà accettata solo con riserva. Perché questa resta subordinata all’accertamento dell’effettivo perfezionarsi dei requisiti entro il 31 dicembre 2022.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

3 commenti su “Pensioni anticipate 2021, ok dall’Inps: chi può uscire dai 61 anni

  1. Sono invalida al 100/100 dal1918 ho 61 anni e 39 di servizio sono dipendente pubblico ci posso rientrare? Grazie

  2. A me è già stata respinta due volte . Perché l’INPS trova appigli si è basata sul codice ISTAT che non coincide, anche se posso dimostrare tranquillamente le mie mansioni di lavoratore gravoso .La ditta non vuole cambiare il codice.Allora che si fa’?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su