Pensioni anticipate 2021, Proietti su Ddl Lega: dopo 41 anni no penalizzazioni

Riforma pensioni Proietti, esclusiva sui lavori gravosi

Le ultime novità sulle pensioni anticipate 2021 giungono da Domenico Proietti con il quale ci siamo confrontati circa l’ultimo disegno di legge depositato dalla Lega a prima firma Claudio Durigon che andrebbe solamente in parte incontro alle esigenze dei precoci. Ossia la proposta numero 2855 che prevedrebbe l’uscita anticipata con 41 anni di contributi ma solo con l’assegno interamente calcolato con il contributivo, su questo aspetto i lavoratori precoci si sono detti del tutto contrari e ci hanno chiesto di provare ad interfacciarci con i sindacati per comprendere cosa ne pensino di tale proposta, che a loro dire se mai passasse, sarebbe addirittura peggiorativa dell’attuale Legge Fornero.

Stamane abbiamo provato a chiedere a Roberto Ghiselli nel corso dell’intervista che ci ha rilasciato in esclusiva cosa ne pensasse e qui potete leggere le sue considerazioni, mentre oggi pomeriggio abbiamo chiesto il parere del sottosegretario della Uil, Domenico Proietti, eccovi cosa ne é emerso. Una cosa su tutte, volendo sintetizzare: ‘E’ necessario puntare su una maggiore flessibilità in uscita e non é possibile pensare che dopo 41 anni di lavoro le persone per andare in pensione debbano essere penalizzate. Eccovi le sue parole:

Pensioni 2021, 41 anni di contribuzione devono bastare e non possono essere previste penalità

Pensionipertutti: Cosa ne pensa la Uil della proposta della Lega depositata l’11 gennaio in cui si ipotizza la concessione della quota 41 per tutti senza limiti anagrafici a patto che l’assegno venga ricalcolato come opzione donna, ossia interamente con contributivo? Ha avuto modo di leggerla?

Domenico Proietti: Certo ho avuto modo di visionarla, guardi noi pensiamo che 41 anni di contribuzione debbano bastare per andare in pensione a prescindere dall’età, questa è una delle proposte che porteremo al tavolo con il governo, dunque su questo siamo in assoluto accordo.

Ma, é qui dissentiamo profondamente con la proposta fatta dalla Lega, crediamo che dopo 41 di contribuzione non debba essere prevista alcun tipo di penalizzazione o di ricalcolo sull’importo di una pensione che arriva al termine di una lunga carriera lavorativa.

Pensioni anticipate 2021: Ddl 2855 peggiorativo rispetto alla Fornero?

Pensionipertutti: Ha preoccupato anche il passaggio il cui parrebbe venire meno la possibilità di uscire con 42 e 10 mesi e 41 e 10 mesi, attuali requisiti previsti dalla legge Fornero, per unificare l’uscita ai 41 anni per tutti, andando anche incontro alle richieste dell’ Ue di uniformare le uscite tra uomini e donne, ma con contributivo. I lavoratori precoci con cui ci siamo a lungo confrontati temono si rischi di peggiorare la Fornero. Cosa ne pensa vi é il rischio accada e paradossalmente proprio, dicono i precoci, per mano della Lega che voleva smontare l’infame, come l’ ha spesso definita Salvini, legge Fornero?

Domenico Proietti: Per noi uguaglianza di genere non significa penalizzare le lavoratrici innalzando l’età di pensionamento, ma consentire loro, qualora lo scelgano di restare al lavoro fino all’età massima consentita.

Non deve quindi essere toccata l’attuale differenziazione, anzi devono essere introdotti meccanismi che valorizzino pienamente il lavoro di cura e la maternità, solo così si potrà davvero andare incontro alle esigenze delle lavoratrici che da tempo chiedono venga considerato anche ai fini previdenziali il lavoro di care giver che fanno del tutto gratuitamente e di cui nessuno sembra tener in giusto conto dandolo, in modo erroneo, per scontato.

Ringraziamo il Segretario confederale della Uil, Domenico Proietti, e ricordiamo a chiunque volesse riprendere parte dell’intervista che, trattandosi di esclusiva, é tenuto a citare la fonte

4 commenti su “Pensioni anticipate 2021, Proietti su Ddl Lega: dopo 41 anni no penalizzazioni

  1. Salve.. speriamo. che tutto questo parlare e non essere d’ accordo non sia solo per.rprendere tempo e spostare ulteriormente decisioni sui precoci.. ricordate. Che aspetta aspetta tanti di noi devono arrivare a 43.

  2. Sono una lavoratrice con 40 anni di contributi metà full time e metà partime. Ho già fatto fare un calcolo per sapere quanto sarebbe l’assegno di pensione con la legge attuale e quanto con il sistema contributivo. Nel primo caso 1.250,00 è nel secondo caso 797,00. Io sono basita!!!!! Non so voi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su