Pensioni anticipate 2021 ultime oggi 3 aprile: post quota 100 torna lo scalone?

Pensioni quota 100

Ha fatto davvero discutere il nostro articolo pubblicato ieri relativo alla Riforma Pensioni con la spiegazione del progetto della Uil per non tornare alla Fornero. Aspettando la famigerata apertura di un tavolo di confronto tra il Ministro del Lavoro Orlando ed i sindacati per evitare lo scalone che porterà dai 62 ai 67 anni l’età minima per uscire dal mondo del lavoro, vediamo le risposte ricevute dai lavoratori al nostro articolo, con il parere e le opinioni di chi proprio in questi anni deve andare in pensione e rischia di vedersi sfumare l’obbiettivo a pochi mesi dal traguardo.

Pensioni anticipate 2021 ultime oggi 2 aprile: i lavoratori favorevoli a quota 41 e prepensionamento

DOpo che il MInistro Orlando ha ribadito che la pensione anticipata non è una priorità immediata, sono arrivate alcuen risposte dei lettori: Ignazio dice: “Orlando deve ricordarsi che un giorno torneremo a votare, se oggi il PD si ritrova il 3° partito in italia, quasi alla pari di Giorgia Meloni, deve pensare che i futuri pensionandi sono tutti della classe operaia, e se si hanno preso per il culo fino a oggi, con ministri come Orlando, a dire loro del partito che difende la classe operaia, sicuramente faranno la fine che si meritano, spariranno completamente dalla faccia della terra. Non mandateci in pensione con 41 anni di contributi che i prossimi voti gli diamo a Voi…”

Giuseppe invece spiega: “Rivedere il sistema da subito è prioritario , separare previdenza da assistenza e considerare non solo i lavori usuranti ma in particolare le condizioni soggette dei lavoratori dando libertà di scelta in uscita dopo i 60 anni e 36 di contributi com’era fino al 2010″. Infine Roberto ci scrive: “Va bene quota 41, meglio quota 40, va bene la legge dell’ex ministro Damiano, va bene quota 92, va bene la “pensione attiva”. Il lavoratore deciderà quale sarà per lui l’opportunità migliore. Libertà di versare i contributi da riscatto anche ai lavoratori assunti prima del 1996, “pace contributiva” per tutti.

Ultime novità Pensioni anticipate 2021: serve una nuova riforma post quota 100

Franco Giuseppe, nostro storico lettore dopo averi letto l’articolo con la proposta dei sindacati risponde in maniera dura: “Dove eravate quando è stata varata la quota 100 ? Non lo sapevate allora che con 62-38 si andava in pensione e con 61-39 no ? E cosa dovrebbero dire quelli che avevano già 61-42 ? Questi lavoratori sono andati con 62-43, con ben 5 anni di lavoro in più e anche di versamenti in più. Loro non hanno avuto possibilità di scelta, loro sono andati forzatamente con quota 105. Come mai non sono state organizzate forme di protesta per queste discriminazioni ? Con la Fornero 2 ore di sciopero, con la quota 100 nemmeno mezz’ora. Intanto sono passati i tre anni e vi trovate nella melma voi e il governo e migliaia di lavoratori in questi tre anni hanno già subito questa ingiustizia”.

Giulia invece ci spiega la sua ricetta: “Innanzitutto devono separare l’Assistenza dalla Previdenza…se ne parla da tanto ma non si concretizza! La riforma delle Pensioni deve rientrare in una progettualità di ricambio generazionale….quindi 41 anni di servizio sono più che sufficienti!

Infine c’è anche ci non è così duro, un nostro lettore dice: “Io la ritengo una buona proposta di legge. Ma ritengo che bisogna estendere la possibilità di riscattare i contributi non versati, da riscatto, anche ai lavoratori assunti prima del 1996. Libertà di versare i propri contributi mancanti, come la legge prevede per la ”pace contributiva” per i lavoratori assunti dopo il 1995, con la riforma Dini. E voi cosa ne pensate? Alimentate il dibattito nei commenti qui di seguito, vi aspettiamo!

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

9 commenti su “Pensioni anticipate 2021 ultime oggi 3 aprile: post quota 100 torna lo scalone?

  1. A me l’INPS ha perso tre anni di contributi. Ho fatto di tutto per recuperarli portando montagne di documentazione ma , non hanno sentito ragioni. Questa per me è una vera vergogna. Con quei tre anni sarei potuta già andare in pensione con l’Opzione Donna e quest’anno con Quota 100.

  2. sono d’accordo con franco giuseppe; se uno raggiunge la quota 100 a 60 anni ha diritto ad andare in pensione a 60 anni; io personalmente ho già raggiunto la quota 100 da quasi 2 mesi ma siccome sono del 1960 me la prendo……., quanti anni devo pagare ancora? pazienza i 62 anni; l’importante è che non diventino 63-64;

  3. Orlando da che parte sta?
    Vergognoso
    L’aspettativa di vita è diminuita
    41 x tutti e basta con sistema misto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su