Pensioni anticipate 2023, opzione donna: verso modifica su figli, ma TFS a 67 anni?

Pare non esserci fine al peggio per quanto riguarda la misura di pensione anticipata opzione donna, così ci scrivono le donne adirate sul sito, ed effettivamente gli ultimi rumors tratti dal ‘Il Corriere Economia’ non paiono confortanti. Pare, infatti, che la premier Meloni incalzata dalle continue richieste delle lavoratrici e dalle forze sindacali abbia optato per una apertura relativamente alla modifica della proroga di opzione donna nel corso dell’iter legislativo che porterà alla definizione della misura. Ma le modifiche se da un lato potrebbero andare nella direzione di eliminare la variabile figli a lungo contestata e ritenuta discriminatoria , dall’altra aprirebbe ad uno scenario tutt’altro che roseo per le lavoratrici, ossia pagamento del TFS solo raggiunti i 67 anni. I dettagli e lo stralcio del ‘Il Corriere Economia’ pubblicato da Orietta Armiliato, amministratrice e fondatrice del CODS, direttamente sulla pagina del Comitato sotto cui si sono raccolte le nuove rimostranze.

Pensioni anticipate 2023, opzione donna: Tfs solo a 67anni? Altra modifica penalizzante

Così scrive Armiliato per aggiornare le sue iscritte:

🔥🔥Da “IlCorriereEconomia” 11 Dicembre 2022

Quasi sicura è la modifica che avrà nel suo iter legislativo la «Opzione donna» per l’accesso anticipato alla pensione, apertura ventilata anche dalla premier Meloni alle forze sindacali nell’ultimo incontro a Palazzo Chigi. Nella nuova versione dovrebbe scomparire la cosiddetta «variabile figli». Su questa misura si concentra una fetta non trascurabile degli oltre 3.100 emendamenti presentati. L’ipotesi è che il pagamento del Tfs, il «trattamento di fine servizio» destinato alle lavoratrici che intenderanno sfruttare questo strumento, possa però slittare al raggiungimento dei 67 anni per non avere contraccolpi immediati sulla spesa previdenziale dell’Inps.

Le reazioni delle lavoratrici sono state immediate, sdegno, sconforto, rabbia e sentore di essere prese nuovamente in giro. Riportiamo alcuni commenti apparsi subito sotto il post:

Graziano, scrive: “Una proroga deve essere con gli stessi requisiti se no è un’ altra cosa!!!”

Patrizia dalla sua fa notare un’altra discrimine seppur speri di esserne fuori:Questo tfs è solo per lavoratrici statali … giusto? Io che lavoro da privato ho tfr che non c’entra niente … mi confermate?

Cristina fa notare parecchio adirata: “Per le lavoratrici del pubblico impiego esiste già lo slittamento di 2 anni. Adesso vogliono portarlo a 67 anni, così possiamo pagarci la RSA?

Roberta scrive: “OD con requisiti 2021 LE altre proposte a me come penso a molte non interessano . No grazie cara premier !la proposta la rimandiamo al mittente”.

Max scrive allibita: “Quindi per poter togliere il requisito figli si chiede di posticipare l’erogazione del TFS al compimento dei 67 anni. E per eliminare gli altri tre paletti cosa chiederanno ?!

Sonia delusissima, aggiunge: “Ma se sparisce solo la variante figli..quante saranno le dipendenti statali “caregiver” o con oltre 74,% di invalidità che potranno scegliere OD? Quindi che senso ha mungerle del TFS sino al 67emo anno? Ma Non si vergognano a dire (o a scrivere cose senza senso) certe cose?”

Lorena, incredula: “Ma questi le sognano di notte queste assurdità!?“, gli fa eco Alba: Peraltro la liquidazione serve a rimpolpare il basso importo di O.D.

Pensioni anticipate 2023, Il twitter a Tajani: prorogare opzione donna non fare altra misura

Le donne hanno già anche incalzato il Ministro Tajani, vicepresidente del Consiglio dei Ministri del Governo Meloni, con un twitter per chiedere che la misura resti uguale. Una sorta di appello affinché le loro richieste non cadano vane e ci si adoperi per fare una vera proroga dell’opzione donna per almeno 1 anno:

Vice Presidente Tajani, nella manovra È STATA SMANTELLATA OPZIONE DONNA, NATA CON IL GOVERNO BERLUSCONI, ogni giorno SI PARLA DI UNA NUOVA MODIFICA, OPZIONE DONNA VA LASCIATA COSI’ PER UN ANNO. EVENTUALI MODIFICHE DOPO, VOLETE SACRIFICARE LE PARTI PIÙ DEBOLI DELLA SOCIETÀ?

Voi cosa ne pensate di questa nuova proposta? Sareste disposte al rinvio del Tfs pur di ottenere la proroga di opzione donna? Fatecelo sapere nell’apposita sezione’commenti’ del sito.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

70 commenti su “Pensioni anticipate 2023, opzione donna: verso modifica su figli, ma TFS a 67 anni?”

  1. Opzione donna va lasciata così com’è ancora per un anno se va cambiata è solo una discriminazione per le donne che lavorano anche a casa ma la presidente del consiglio non è forse una donna? E allora dia una mano alle donne e riveda il reddito di cittadinanza che è una vera porcata in faccia a chi lavora!

    Rispondi
  2. Accetterò una pensione di meno di 800€ al mese per andare in pensione a 60 anni (con la finestra, ci si arriva in un attimo). Il TFS tra 27 mesi mi sarà indispensabile per sostenermi quando avrò dato fondo ai miei risparmi per coprire questo mensile da fame. Non posso aspettare i 67 anni per averlo. Non è possibile!

    Rispondi
  3. Opzione Donna proroga secca per un anno alle stesse condizioni 2022 poi avrete tempo per una modifica strutturale e programmata delle pensioni – paletti e discriminazioni non devono esistere

    Rispondi
    • Io sono del 1965, 37 anni di contributi, caregiver, 2 figli. Aspettavo fiduciosa la decisione di questo governo, pur sapendo che nel mio caso avrei dovuto attendere la riforma complessiva prevista per l’anno prossimo ma, viste le ipotesi sul tavolo per la cosiddetta “proroga”, comincio a perdere le speranze !

      Rispondi
  4. Ok io sono in “femminista” della prima ora. Ma se qui scrivono solo donne…..
    La riforma delle pensioni riguarda tutti.
    Se ognuno guarda al suo, non andiamo da nessuna parte. Io ho quasi 65 anni, non posso usufruire dell’ape social e prendo la miseria dell’RDC. Discriminato come molti che hanno contributi non solo nell’INPS. In Italia siamo messi male sotto tutti i punti di vista.

    Rispondi
  5. Non solo abbiamo profuso welfare gratuito per una vita intera, non solo accettiamo una pensione tagliata del 20%-30% … ora anche il tfs, i paletti per caregiver, invalidità, licenziamenti.
    sono senza ritegno, bugiardi e vergognosi.

    Rispondi
  6. Le campagne elettorali si fanno sempre alla grande. Poi per tre spicci di opzione donna mettono 1500 paletti. Per altro assurdi. Calcolo penalizzato finestre per le autonome addirittura 18 mesi. Io sono una caregiver reale ma sono un autonoma che ha smesso lo scorso anno di lavorare pagando volontarie per raggiungere i 35, però non sono convivente, vado da mia madre ogni giorno, ma il requisito non lo posso far valere……
    Stiamo pagando pensioni baby da 40 anni. Ci sono donne che hanno fatto figli già da pensionate (non della nostra età). E noi qui a pendere dalle labbra di una premier donna che le donne le penalizza. È proprio il teatro dell’assurdo

    Rispondi
  7. 41 senza paletti. Punto e stop. Non vi pare che 41 anni siano abbastanza?????? (sto urlando)
    Sono incazzato (scusate lo sfogo)!!!!
    Lorenzo

    Rispondi
  8. A quanto sento oltre il danno anche la beffa non solo siamo penalizzate con opzione donna ci volete togliere i nostri diritti prendere il TFS a 67 anni, ma state bene con la testa è previsto entro 2 anni e così deve essere. Volete fare spazio ai giovani o bleffate solamente, sono sconcertata io ho 39 anni di contributi e ne ho lavorato 2 senza versamento di contributi, scelgo opzione donna perchè sono stanca e ho il diritto di godermi la mia pensione che ammonterà a circa 1.100,00 € e che cosa faccio con 1.100,00€ dopo aver lavorato per 40 anni . Dovrei anche ringraziarvi ma smettetela e fateci uscire dal mondo del lavoro con dignità smettetela di elargire bonus in genere, privilegiate sempre le stesse persone e noi lavoratori dobbiamo pagarne le conseguenze.
    Sono veramente disgustata.

    Rispondi
    • Hai perfettamente ragione Lina, sono d accordissimo con te. Io 38 anni di contribuzione 62 anni di età mi faccio 100 km tutti i giorni in auto per andare e tornare dal lavoro. Quanto dovrò durare ancora? Fino a che non mi schianto in autostrada, così almeno li risparmiano tutti !!!

      Rispondi
  9. il bello e’ che volevano eliminare la Fornero: invece addirittura, con le proposte OPZIONE DONNA, la peggiorano allungando in una notte di 4/5 anni il pensionamento delle DONNE. in piu’ fatto da UNA DONNA presidente del consiglio

    Rispondi
  10. Fanno schifo. Ma cos’è diventata OD? Una telenovela? Come dipendente pubblico mi sono fatta fare i calcoli in un CAF nell’eventualità… subirei una decurtazione di oltre 600 euro! Ma ci rendiamo conto? Già così com’è favorisce le donne che hanno un marito con uno stipendio decente, figuriamoci con le modifiche… dall’ipotesi di farla diventare strutturale con una penalizzazione minore di quella attuale, in un mese siamo arrivati a proposte irricevibili, ma dove siamo al mercato? La verità è che noi boomers del 1964 dobbiamo rimanere al lavoro per pagare le babypensioni e le pensioni d’oro regalate in passato da una classe politica che chiamarla associazione a delinquere è un eufemismo. Non ci mollano. Rassegnatevi. Inoltre, ha senso ora, tra qualche anno non avrà più alcuna ragion d’essere. Schifo.

    Rispondi
  11. La proroga di Opzione Donna deve essere fatta mantenendo gli stessi requisiti dell’anno scorso, visto che è già molto penalizzante. Aggiungo che se dessero la possibilità di CUMULARE I CONTRIBUTI GRATUITAMENTE a tutte quelle donne che HANNO LAVORATO ma hanno versato in casse diverse sarebbe una opzione molto più equa e giusta. Purtroppo questo punto non viene per niente considerato ma io continuerò a farlo presente perché è una stortura da sanare.

    Rispondi
    • Condivido pienamente e anch’io continuo a far presente la pesante discriminazione riguardo l’IMPOSSIBILITÀ DEL CUMULO GRATUITO
      PER OD.

      Ma quelle donne che hanno versato i 35 anni di contributi in diverse gestioni, sono diverse dalle altre? Devono pagare migliaia di euro per la ricongiunzione e poi anche la decurtazione dell’assegno…
      Ergo, pagano due volte…

      Rispondi
  12. Io sono del 64 e da un anno sto aspettando il rinnovo di opzione donna. Proprio sul traguardo arrivano queste insensate modifiche! Questa è PURA VIOLENZA PSICOLOGICA! Già le donne devono rinunciare ad almeno un terzo della pensione a cui avrebbero diritto! Non vi pare sia già sufficiente? Nel mio caso dopo 37 anni di lavoro mi troverei ad avere lo stesso importo di mia madre che ha lavorato 30 anni. A me pare già una bella rinuncia! Se vengono poi a sentire notizie tipo €5000 ad ogni parlamentare per rinnovo computer e telefono! Se è vero mi chiedo dove prendano questi soldi. Glieli devo pagare io con il risparmiuccio di opzione donna? Infine mi chiedo a cosa serve il risparmio (poco) di quest’anno. Nel 2024-25 la spesa sarà triplicata, ma il governo può sempre bloccare opzione donna, no? Così le donne del 64 e del 65 pagheranno sempre per tutti! Ultima considerazione: ma, in tutti questi anni di Repubblica, non è stato sufficiente il risparmio notevole sugli stipendi femminili sempre vergognosamente più bassi rispetto a quelli maschili e rispetto allo standard europeo? Perché le donne italiane devono sempre essere il fanalino di coda rispetto all’Europa? Devo essere contenta di essere italiana? Un caro saluto.

    Rispondi
  13. Buongiorno,
    Di fatto con queste proposte stanno o forse hanno già smantellato Opzione Donna.
    Paradossalmente verranno proprio penalizzate quelle donne che più a lungo hanno lavorato pagando i contributi ,con meno periodi di aspettativa per i figli o per i genitori seppur con legge 104 ma non conviventi, che hanno tenuto duro con l’intento di andare in pensione qualche anno prima , prendendo molto meno di pensione e facendo fino in fondo il proprio dovere in uno stato dove la politica non riconosce questi valori.

    Rispondi
  14. Opzione donna deve rimanere come è ora.Mia moglie con 38 anni di contributi non ha potuto accedere a OP perché ha compiuto i 58 anni a marzo e ci sperava tanto per questo anno. Svolge un lavoro usurante ed è giusto che si riposi .Opzione donna non si deve cambiare

    Rispondi
  15. Che l’attuale premier sia una donna che odia le donne si sapeva….ma, comunque, perché la riforma delle pensioni si basi soprattutto su opzione donna? Questa opzione conviene solo a donne che hanno a fianco un marito che porta a casa un più che buon stipendio, altrimenti se sei una donna sola che hai cresciuto i figli da sola e magari a 60 anni con 40 anni di contributi ti ritrovi ad avere, ancora, trattenute, per debiti acquisiti, sullo stipendio, le penalità della pensione anticipata non ti permettono di usufruirne. Lasciateci andare in pensione che, dopo 40 anni di lavoro usuranti, sono infermiera, siamo stanche!!!

    Rispondi
  16. OD cosi come proposta sembra una presa in giro. Lavoriamo come dipendenti o autonome,ci dedichiamo alla famiglia,ci prendiamo cura dei nostri anziani e 35 anni di contribuzione pura sono pochi?
    Permettetici di avere un po’ di riposo prima di diventare troppo vecchie.
    Avrei maturato i requisiti questo anno con la norma precedente. Ho quasi 64 anni e sono stanca

    Rispondi
  17. Ciao a tutti… con opzione donna non chiediamo nulla di più di ciò che abbiamo versato per 35 anni e anche di più. Ora è arrivato il momento di ricevere ciò su cui abbiamo dato …. Abbiamo genitori anziani e spesso invalidi da assistere …. E vergognoso….. sig Giorgia dimostri solidarietà femminile…:

    Rispondi
  18. Ma nessuno si accorge del discrimine di quota 103 a danno delle donne ?
    È facile: se gli uomini con la Fornero possono uscire a 42 anni e 10 mesi e le donne con 41 e 10 mesi, non è evidente che, mantenendo un minimo di proporzione , se i primi escono a 41 anni per le donne dovrebbero bastarne 40 ? Invece così gli uomini hanno uno sconto di 1 anno e 10 mesi, le donne di soli dieci mesi !!! Non se ne accorge nessuno ? Mi pare che il clamore su opzione donna, per quanto legittimo, sia molto strumentale!!!

    Rispondi
  19. Assurdo pensare di stravolgere Opzione Donna a farsi beffa di tutte le lavoratrici che da un anno attendono ….in campagna elettorale non lo avevano spiegato ….

    Rispondi
  20. Buonasera, mi chiamo Lucia Festa nata nel 1964, ho a mio attivo 37 anni di contributi nel settore privato, sono d’accordo l’unico sconto per noi Donne è la possibilità di accedere alla pensione con qualche anno di anticipo. Mi sento veramente presa in giro dall’attuale maggioranza. Spero vivamente che applichino quanto promesso in campagna elettorale sia dalla Lega che da F. D’italia. Altrimenti con le regole che stanno cercando di mettere, da 3.000 si passerà a 30-100 nuove Pensionate. Ha più cuore la Dott.ssa Fornero!

    Rispondi
  21. Promesse:
    Pensioni minime a mille euro ( adesso promessa scesa a 600 euro ).
    41 x tutti senza limiti di età ( adesso con il limite dei 62 anni )
    OD rinnovata per un anno ( adesso peggiorata di un anno e tfs tfr a 67 anni ).
    Certo che a 60 anni, credere ancora alle favole, pare una cosa strana. Credere poi ai politici è incomprensibile. Chi non promette nulla non ha promesse da mantenere. Chi promette non mantiene nulla …. se non il proprio posto in parlamento cazzeggiando tutto il giorno in tv. Avete venduto il vostro voto per un piatto di lenticchie mentre loro mangeranno lasagne al forno e cacciagione tutti i giorni. E il dessert ? Se siete poveri compratelo al discount. E l’ammazza caffè ? Ora chiedete troppo !!! Abbiamo già abolito la Fornero con le quote, cosa volete di più.

    Rispondi
  22. Premesso che opzione donna non è un regalo perchè taglia l’assegno pensionistico di circa il30% aggiungere ulteriori paletti è inaccettabile sul tfs si verrebbe a creare una differenza tra lavoratrici del privato e quelle del pubblico ed è assurdo vorrei anche ricordare che tfr o tfs sono soldi dei lavoratori che tutti i mesi vengono tolti dal proprio stipendio e che chi lavora nel pubblico impiego gia subisce una truffa da parte dello stato visto che deve aspettare due anni per riavere i propri soldi.Saluti

    Rispondi
  23. Nessuna di noi sceglie di andare in pensione con opzione donna senza aver considerato la diminuzione della mensilità.
    Si decide perchè si è stanche, in difficoltà a gestire le proprie situazioni personali e le proprie emozioni.
    Speriamo che la prima premier donna non danneggi le altre donne con l’abolizione di fatto di opzione donna

    Rispondi
  24. Non ho parole. Un governo trainato da un leader donna e madre che smantella una legge a favore delle donne introdotta da un uomo. Invece di aiutare le donne nel momento della maternità quando si ha più bisogno di soldi e asili nidi , le manda in pensione due anni dopo e solo se invalide o carghever. Inoltre cosa pensa: di fotterci il TFS per darlo a 67 anni. Caro Presidente le ricordo che le statali già lo prendevano due anni dopo rispetto alle altre. Quei soldi servono a compensare le esigue pensioni calcolate col contributivo (30% in meno)che purtroppo siamo costrette ad accettare per mille motivi. Si metta una mano sulla coscienza se ancora ce l’avete.

    Rispondi
  25. Buongiorno, Opzione Donna è stata utilizzata in campagna elettorale da chi la prometteva come strutturale salvo poi dimenticarsene dopo aver preso i voti. Nelle prossime elezioni regionali verranno ripagati con la stessa moneta. Opzione Donna non deve avere paletti via via sempre più assurdi, discriminanti ed inaccettabili solo per fingere che esiste ancora. Proroga con i requisiti originari, basta prese in giro, il bilancio dello stato con OD non va in malora, i privilegi sono ben altri noi abbiamo versato 35 anni di contributi e dobbiamo vedere flat tax e condoni? No. Da Meloni non ci si aspettava molto ma con questo governo paternalista e misogino stiamo toccando il fondo.

    Rispondi
  26. Mi sembra che ogni volta che questo governo cerchi di mettere mano per modificare i requisiti di O. D. aggravi invece a carico delle donne il contenuto di questa misura che dovrebbe essere semplicemente una opzione, una facoltà per le donne che decidono di rinunciare ad una parte consistente della propria pensione per anticipare l’uscita pensionistica per i più disparati motivi personali. Si parla solo dell’aggravio legato al numero di figli, ma perché non si parla anche di quello legato allo stato di invalidità o di caregiver oltretutto (e lo sottolineo) conviventi? Adesso il rinvio del tfs a 67 anni potrebbe aggiungersi o sostituituirsiagli altri paletti? Credo in questo ultimo caso molte di noi, me compresa, si vedrebbero costrette ad accettare questo nuovo ricatto.

    Rispondi
  27. Questo governo si comporta con le donne come quando si fa giocare il gatto per poi acchiappparlo con la cordella. Le promesse della campagna elettorale riguardanti pensioni sono state tutte disattese. Vogliono smantellare la legge Fornero a parole ma di fatto anno dopo anno allungheranno l’età fino ad arrivare ai 67 anni della legge Fornero in pieno. Invece di aiutare le donne durante la materintià e nei primi anni di vita dei figli, a mantenere il lavoro con leggi e strutture adeguate durante il periodo più importante, forse, della loro vita, le vogliono o riportare a casa a partorire figli perchè se non vengono penalizzate per età alla soglia della pensione, dopo aver versato a fatica 35 anni di contributi e senza contare contestualmente il lavoro di cura profuso per volontà o amore o dovere che sia. Contemporaneamente si sente Durigon che parla di vita lavorativa media delle donne per 28 anni ec he per aumentare l’i mporto pensionistico allora si va a toccare l’età! Presa in giro su presa in giro! Perchè non abbassare gli anni contributivi allora??? e lasciare l’età di 58 (precedentemente 57 per le private)… Vergogna! Sono profondamente sconcertata e allibita di fronte a contanta agressività politica che ci riporta ad un Medioevo Balilla. Mi sento presa in giro da un esecutivo che vuole fare nozze coi fagioli ed un WERLFARE A COSTO ZERO proponendo un aborto di OPZIONE INDICIBILE che vedrebbe coinvolte nemmeno 3000 richieste possibili. Mi sento offesa sia come donna, sia come madre, sia come essere umano per questo grave affronto alla mia intelligenza. Vergogna!
    Spero in una condivisione concettuale ben diversa e che si opponga in maniera sostanziale a questa nuova destra che ha ben poco da vedere con la faccia parsimoniosa e femminile che vuole mostrare.
    Spero in una dissociazione globale da parte di tutte le forze politiche ed un aiuto di tutti i sindacati: dissociarvi da questa destra burattina che come Pinocchio ha seppelito le monete degli italiani disattendendo le promesse fatte. Opzione donna deve essere rinnovata come era stato promesso! Ovvero coi medesimi requisiti (58 anni di età e 35 di contributi), senza paletti, senza restrizioni, che già è stata bistrattata a sufficienza. Confido in una presa di coscienza da parte di tutti gli esponenti moderati, a favore di tutte le donne lavoratrici che per n ragioni non hanno potuto/voluto avere un figlio o due, che hanno aiutato con o senza L.104 i propri familiari, che si trovano ora in uno stato di disoccupazione volenti o nolenti dopo oltre 35 anni di lavoro e di contributi versati. E’ vergognoso da parte del governo questa presa di posizione ed il paradosso è che avvenga con la prima presidente del consiglio donna, Giorgia Meloni.
    Ringrazio del suo tempo Erica Venditti e le auguro un buon lavoro per le donne italiane, tutte.

    Rispondi
      • Ciao Erica, sono pienamente d’accordo con tè sull’analisi fatta, più passano i governi e più mi accorgo che Pinocchio era un santo rispetto a questi politici, bravi predicatori in campagna elettorale per poi scagliarsi contro il popolo di onesti lavoratori (meditate) .

        Rispondi
    • Buongiorno Dascia.

      Mi scusi, non la prenda in modo polemico, perché comprendo fin troppo alcune delusioni avanzate dalle donne ma direi: non ha senso dare la colpa a questa o quella destra, perché io non ho notizia che da sinistra sia pervenuta, in questi 10 ultimi anni di governo, proposta alcuna a favore delle donne.
      Dove è stato il ministro del lavoro per il tempo del governo tecnico? Io non ne ho avuto nuova alcuna; direi non pervenuto!
      Non vorrei sollevare un vespaio ma, soffermandomi alle sole lamentele che (purtroppo) qui leggo, ho l’impressione che in anni più o meno recenti, molti matrimoni siano andati, come suole dirsi, a farsi benedire.
      Troppe sono le donne che si lamentano di essere costrette a sobbarcarsi sul groppone figli e genitori anziani a discapito, anche, della propria attività lavorativa.
      Non è un mistero che storicamente questo accada, ma le posso assicurare che tra i maschietti non è raro trovare comportamenti diversi; nel mio caso, mentre la moglie mirava alla anticipata Fornero, ho accudito agli anziani, senza alcun problema o lamentela.
      Faticoso? Certamente! Abbiamo solo cercato, congiuntamente, di trovare una soluzione per rendere parte di quei favori che i nostri genitori ci hanno fatto riguardo ai nostri figli; come in genere fa buona parte dei nonni italiani, di cui andiamo tanto fieri.
      Fortuna? Può essere!
      Ma sono più portato a pensare che il senso della famiglia … stia andando, a sua volta, a farsi benedire … ma forse è perché, seppur lentamente, ci stiamo europeizzando anche in questo.

      Concluderei invitandola a riflettere su alcune, poche parole, proferite in questi giorni attraverso qualche quotidiano. Parole riferibili all’attuale candidata per la segreteria del PD che cosi sembra essersi espressa: “cambiare il modello di sviluppo neoliberista che si è rivelato insostenibile”.

      Eccolo qui che il coniglio esce dal cappello del mago.

      Racchiuso in solo una decina parole, ma dal contenuto rilevante, un concetto che mi sarebbe piaciuto sentir dire da quella parte che ora tenta di governarci.

      Saluti

      Rispondi
    • Concordo in tutto quello che ha scritto. Anche io profondamente delusa e amareggiata nel vedere questo accanimento contro le donne, soprattutto quando al governo per la prima volta c’è una donna! Si sono riempiti la bocca con la proroga di OD in campagna elettorale, sbandierando parole di tutela per le donne, welfare, e poi, a poco più di 2 mesi dalle elezioni, la hanno letteralmente distrutta, ridotta ad una sorta di toto-scommessa a chi più ne ha più ne metta ! Vergognoso!!!!

      Rispondi
  28. La proroga deve essere totale, prolungare di un altro anno oppure 6/8 mesi alle stesse condizioni altrimenti non si parla di proroga, ma di presa in giro.
    Siamo stufe, devono mantenere quanto promesso in campagna elettorale.
    E poi caregiver conviventi, chi non convive ha anche più difficoltà ad accudire i cari malati, ma è proprio una vergogna!

    Rispondi
  29. Buongiorno! Spero che ” Opzione donna”, non venga modificata e che torni ad essere prorogata con i requisiti originari. Auspico che il Governo Italiano, ” incrementi al milione” gli importi delle pensioni di invalidità civile, per il range 74 – 99%. Grazie infinite a tutti!

    Rispondi
  30. questo governo non mantiene le promesse…..non vogliamo paletti ma gli stessi diritti anni scorsi

    ne’ figli né caregiver né tfs a 67 anni…

    opzione donna vecchi requisiti!

    Rispondi
  31. Non si possono più sentire queste baggianate! Sono settimane di grande stress per noi donne che vediamo OPZIONE DONNA ogni giorno stravolta da bizzarri nuovi limiti inventati da questo governo per cancellare in effetti questa norma, a cui in realtà non riuscirebbe ad accedere quasi nessuna. Sono settimane che scrivo mail a tutti i politici, di ogni colore, ho scritto a tutti i consiglieri della mia regione, la Lombardia, dove si voterà fra pochi mesi, ho scritto a tutti gli europarlamentari italiani… Pochi mi hanno risposto, ma sono convinta che a qualcosa sia servito. Io sono del 1965 e spero che questa norma sarà resa strutturale anche per chi come me avrà i requisiti nel 2023. Ho lottato per tutte coloro che hanno raggiunto quest’anno i requisiti… è scontato che ognuno pensi per sé, ma spero che si continui con la stessa forza a lottare anche per quelle che li matureranno nei prossimi anni perché OPZIONE DONNA deve continuare ad esistere x tutte le Donne che vorranno accedervi. Purtroppo però, considerando le ignobili premesse che questo governo ha “voluto” creare ad hoc per OD, temo fortemente sul quanto ci sarà riservato nella riforma delle pensioni promessa per il prossimo anno… Ma noi non molleremo!! Grazie ad Orietta Armiliato (CODS) ed Erica Venditti

    Rispondi
    • Roberta , non sono solo settimane di stress le mie ,ma di vera e propria disperazione…
      Vedersi sfumare tutto così ,io che sono del 64 , tutto così all’ultimo momento….ho pianto e continuo a piangere …Io non lo trovo più un lavoro decente e stabile alla mia età e OD era il mio gancio in mezzo al cielo …adesso mi sento morire !
      Ma come fanno a fare una cosa del genere ?
      Non mi sarei mai mai aspettato una cosa del genere…😭

      Rispondi
    • Roberta piena solidarietà ma……………………………….; e adesso ti spiego perchè dico ma: parliamo della pensione a 57-58 anni? l’hai capita l’aria che tira? parliamo dei FREGATI DEL 1960: 2021 QUOTA 100 RAGGIUNTA MA NON AVEVO L’ETà; ; 2022: RAGGIUNTA L’ETA MA L’HANNO ALZATA DI 2 ANNI E SECONDA FREGATURA; PER L’ANNO PROSSIMO: 2 ANNI IN MENO L’ETà MA ALZANO DI 3 ANNI I CONTRIBUTI: 3° FREGATURA; io ho terminato grazie alla rita e mi mangio la pensione integrativa e quella ufficiale nel 2027; parliamo di opzione donna: hanno messo nuovi paletti per scoraggiare le persone ad andarsene via; gli fa comodo che tu lavori in modo che risparmiano sulla tua pensione e non devono assumere una persona al posto tuo; tutto chiaro roberta? i paletti che hanno messo sull’età vostra seguono una logica: vuoi andartene via a 58 anni quando agli uomini non bastano i 61? se sei in certe condizioni ti lascio andar via altrimenti aspetti; e la discriminante è il numero di figli; e seguire i genitori anziani? lo fanno solo le donne o anche gli uomini? io sono stato dietro a mia madre, morta nel 2020, a 97 anni fino alla fine sacrificandomi; la mattina, quando mi alzo, ho la coscienza a posto e vuol dire tutto; saluti a te Roberta e ai gestori del sito

      Rispondi
      • Sai Paolo hai ragione quando dici che ci vogliono bloccate lì al ns. posto di lavoro, lo hanno detto anche Bonomi di confindustria , la banca d’Italia… risparmiano in tutti i sensi xche’ lavoriamo x 2, farebbero fatica a sostituirci, e x il governo non è mai tempo di andare in pensione. Perciò i poteri forti sono tutti sulla stessa linea. Ma non dobbiamo dimenticare che noi donne degli anni ’60 abbiamo dovuto anche pagare pegno per entrare nel mondo del lavoro… anni gratis all’inizio, senza contributi, dicevano per imparare…adesso però non ce li abbiamo nell’estratto contributivo, ma li abbiamo lavorati. Ho lavorato 38 anni ma me ne trovo 35 contribuiti, anche per questo OPZIONE DONNA serve. Non sono benestante, ma sono provata da una vita fatta di poca salute, tanto lavoro, e 2 genitori disabili. Un caro saluto.

        Rispondi
    • stressa cosa per me..!!!anche io del 1965 e di gennaio..e speranzosa che il nuovo governo implementasse e rendesse strutturale questa importante opzione..nn molliamo !

      Rispondi
  32. La Presidente Meloni, vuole riscrivere la storia? vuole essere ricordata COME LA PRIMA DONNA PREMIER che SMANTELLA L’UNICO AIUTO VERSO LE DONNE? Sarebbe un bel titolo sui giornali! OPZIONE DONNA DEVE RESTARE COSÌ, PER UN ANNO, MODIFICHE EVENTUALI GRADUALI E DOPO CONFRONTO. Siamo stufe di questo stillicidio che si rinnova ogni anno senza soluzione definitiva, anzi quest’anno peggiora sempre a discapito delle donne.
    Oltretutto visto che già prevede un taglio significativo dell’assegno pensionistico, chiedere anche di posticipare il versamento del tfs è assurdo, oltretutto discriminante dato che voi lavora nel privato il tfr lo riscuote immediatamente

    Rispondi
  33. Ad ogni passaggio OD peggiora. Va prorogata con gli stessi requisiti di sempre altrimenti è una altra norma. Sembra che fanno un regalo ma economicamente non è vantaggiosa ma è appunto una opzione. Taglio delle tasse su profitti finanziari dal 26 al 14% chi lo paga? Ancora noi donne

    Rispondi
  34. Per me l’importante è che tolgano tutti i paletti, non solo quello legato ai figli, e riportino opzione donna agli attuali requisiti, come hanno promesso. Per quanto riguarda il tfs (sono interessata personalmente), se davvero l’INPS ha tanti problemi, si potrebbe far slittare il pagamento di un altro anno, certo arrivare ai 67 anni d’età mi sembra eccessivo.

    Rispondi
    • Anche io concordo perfettamente con quanto ha scritto Nadia.
      Ripristinare opzione donna senza modifiche rispetto a quanto vigente.
      Per il pagamento della liquidazione piuttosto farlo slittare ancora un pochino, tuttavia mi sembra eccessivo attendere i 67 anni..

      Rispondi
  35. Ma secondo voi c’è qualcosa da commentare?
    In quante riusciranno ad andare in pensione, con o senza figli, ci sono dei “paletti’ assurdi….
    Ma lor signori lo sanno che i contributi ce li hanno tolti da quando abbiamo iniziato a lavorare?????
    O non sanno esattamente come funziona?
    La pensione è un diritto NON MERCE DI SCAMBIO

    Rispondi
  36. Un’assurdita’ dietro l’altra…. Possibile che siano i soldi delle donne che potrebbero scegliere OD che tengono in piedi il paese ???? Allora siamo proprio messi male, ma proprio male !! NON SI SA PIU’ COME SCRIVERLO …. OD VA PROROGATA COSÌ COME È SEMPRE STATA , SENZA LACCI ,LACCIOLI E DISCRIMINAZIONI .
    PUNTO E BASTA

    Rispondi
    • Si infatti e proprio questo il bello …. da 2 anni a sta parte non ho fatto che leggere e sentire che OD sarebbe rimasta e anzi diventata prima o dopo strutturale, proprio perché non aveva mai inciso più di tanto sulle casse statali….
      Si siamo proprio messi male
      ….D’altra parte un po di qua e un po di la ,devono pur recuperare i soldi degli evasori fiscali .
      VERGOGNA !

      Rispondi
  37. Vergogna non è giusto penalizzare sempre le donne che hanno un carico di lavoro notevole il triplo degli uomini. È ingiusto e vergognoso discriminandole con questi paletti irraggiungibili e oltre a questo la beffa di dare loro il Tfr a 67 anni quando molte di loro saranno già morte. Mai più Meloni al governo la peggiore donna al potere. Una donna contro le donne.

    Rispondi
  38. Buongiorno, a mio avviso OD andrebbe prorogata, così come è stata fino al 31/12/21, senza stravolgimenti di nessun tipo altrimenti si parla di altro e non è più proroga, come è stato promesso in campagna elettorale dai politici. Ogni tipo di modifica andrebbe a discriminare qualcuna, sempre. Se dovessi guardare la mia situazione personale, lavoratrice dipendente nel privato, potrebbe andar bene anche una proroga secca di 6/8 mesi, ma non sarebbe giusto per altre…..

    Rispondi
  39. OD proroga uguale agli anni scorsi. 35 anni di lavoro DEVONO bastare. Già ci si rimette nel calcolo contributivo. Già per i dip. Pubblici il TFR va a 24 mesi, con una bella tassazione.Chi si prende la pensione da quando aveva 36 anni quanto ha avuto? E quanto prenderà ancora? Quando abbiamo cominciato noi a lavorare le regole di ingaggio erano 25 anni se nn sposata e 20 se sposata, li abbiamo quasi raddoppiati. Adesso anche basta. Pochi, maledetti ma almeno SUBITO.

    Rispondi
  40. Ci si lamentava dei governi precedenti ma questo sta dando il peggio, mai vista una cosa del genere; denota incompetenza e poca serietà, tenendo in scacco psicologico molte donne con proposte che cambiano di continuo. io sono un marito che scrive per conto di una moglie portata al limite della sopportazione. Quello che vi si chiede, in nome di un diritto che vige ormai da 18 anni e per le promesse fatta dalla destra tutta in campagna elettorale, di ripristinare OD con le norme vigenti per l’intero 2023, non fate in modo che le aspettative vengano disattese, le donne se ne ricorderebbero per SEMPRE. Grazie.

    Rispondi
  41. Confermo, opzione donna va lasciata con gli stessi requisiti precedenti !almeno per un anno !Di assurdità su opzione donna ne ho sentite abbastanza ,è stata completamente stravolta nel suo senso,nel suo significato ,in tutta la sua essenza!!

    Rispondi
    • ….almeno per un anno….NO !! va lasciata come era e come è ‘ stata per ben 18 anni … la platea( di caregiver conviventi, altissima % di invalidità, oppure devi essere licenziata) E’ miserrima!! a questo punto lasciamo il paletto(anche quello ass. te assurdo) dei figli…. chissa’ che solo con quel laccio MA SENZA GLI ALTRI ci si riesca ad andare a 60 anni!!!… e per carità lasciateci il tfr….abbiamo generalmente stipendi bassi….anche quello ci togliereste?

      Rispondi
  42. Ciò che state proponendo per Opzione Donna è una vergogna assoluta.
    A nome di tutte le donne che sono costrette ad accettare una penalizzazione pur di usufruire di questa opzione per problemi familiari, a volte drammatici, e che, con le nuove regole, non potranno farlo.In campagna elettorale avevate promesso “Rinnovo opzione donna”. Ciò che state proponendo non lo è.

    Rispondi
  43. Buongiorno.
    Allora io sono dipendente di un ente locale, 58 anni a settembre e 35 abbondanti di contributi. Ho sempre sperato, con l aiuto prezioso di Orietta e Erica, che i requisiti vigenti fossero resi strutturali, magari allineando a 58 anni l età anche per le autonome e considerando tutti i contributi per arrivare ai 35. Specifico che avrei potuto usufruire di OD anche con la prima modifica,per via del numero dei figli e del ruolo di caregiver, tuttavia con commenti, condivisioni e tweet ho sempre lottato perché si rimanga all’attuale. Detto questo vorrei dire che,al di là del fatto che è un mio parere personale, credo che lasciare ad Inps il TFS fino ai 67 anni possa essere il male minore tra le tante voci che girano. Tra l altro credo ci siano già limitazioni per l erogazione del TFS legato a quota 100, quindi ci può stare,al di là che sono soldi nostri e che farebbe piacere a tutte averlo subito. Però se l alternativa è alzare il limite di età, legarlo al numero dei figli, avere clausule capestro, meglio aspettare per il TFS.

    Rispondi
  44. Veramente non c’è limite al peggio…. così non è opzione donna…
    Va prorogata con gli stessi requisiti.
    È vergognoso che un governo con un premier donna prenda in giro in questo modo le donne

    Rispondi
  45. Opzione Donna …. non è una pensione di invalidità …. deve non essere snaturata , è nata per alleviare le donne dal lavoro di Cura…non è la 104 o Ape Sociale.
    Si sta facendo VIOLENZA psicologia nei confronti di molte donne ,che questi signori lo sappiano ….

    Rispondi
  46. Grazie per fare sentire la nostra voce! Tutto quello che propongono è inammissibile con l’unico obiettivo di non darla vinta alle donne, non trovo altri motivi plausibili per le schifezze che riescono a produrre!
    Il Presidente del Consiglio ne fa probabilmente una questione di principio. In questo senso non si lotta
    più sul piano della logica purtroppo…

    Rispondi

Lascia un commento