Pensioni anticipate 2024, novità su quota 103 e giovani, parlano Camusso e Tridico

Le ultime novità di oggi 15 dicembre sul mondo delle pensioni, arrivano dalla senatrice del Partito Democratico ed ex sindacalista, Susanna Camusso, che ha esposto le sue riflessioni in merito alle modifiche alle pensioni proposte nella legge di bilanci durante il suo intervento nell’ambito dell’evento “Lavoro e welfare a misura di famiglia”, organizzato da Adnkronos per il progetto Demografica presso il Palazzo dell’Informazione di Roma. Vediamo poi anche le parole di Pasquale Tridico su

Pensioni 2024, le parole di Susanna Camusso sulla legge di bilancio e sui giovani

Con un voto favorevole di 164 e un voto contrario di 115, l’Aula della Camera ha approvato in via definitiva il Decreto Legge sugli Anticipi durante la seduta del mercoledì e pone alcune novità aspettando una riforma delle pensioni nella prossima manovra. Il Decreto Legge sugli Anticipi conferma che, per i pensionati, il conguaglio Inps per recuperare l’aumento dell’inflazione sarà erogato nella mensilità di dicembre 2023. In particolare, coloro che percepiscono un importo fino a 4 volte la pensione minima hanno ottenuto un conguaglio mensile pari a circa il 10% del proprio assegno pensionistico.

L’espressione di delusione e preoccupazione emerge chiaramente nelle parole della senatrice del Partito Democratico, Susanna Camusso, riguardo alle modifiche apportate alla legge Fornero: “Mi aspettavo di tutto tranne che peggiorare la legge Fornero e invece abbiamo visto anche questo. Il grande tema a cui dobbiamo guardare è l’incertezza pensionistica per tutti coloro che hanno dai 40-45 anni in giù”. Camusso prosegue: “Se si cominciasse a pensarci adesso e non quando queste persone arriveranno alla pensione, saremmo in grado di affrontarlo, ma non ne vedo la volontà”.

Pensioni anticipate 202 ultime news: Tridico, NO alla quota 102-103 serve flessibilità non selettiva

Pasquale Tridico durante la presentazione del suo ultimo libro “Il lavoro di oggi la pensione di domani. Perché il futuro del Paese passa dall’Inps” al Dipartimento di Economia dell’Università del Molise a Campobasso è tornato ad affrontare il tema delle pensioni.

L’ex Presidente dell’INPS ha detto che “L’incertezza pensionistica non deve preoccupare in quanto le pensioni mancheranno perché non è questo il problema, ma lo è il lavoro di oggi: salari meglio retribuiti, carriere non interrotte e, quindi, lotta alla precarietà e ai salari bassi che determinano pensioni più alte domani”.

Però, l proposte del governo, “Ovvero le quote, non rappresentano la soluzione per il nostro paese. Sappiamo che i poveri muoiono prima dei ricchi e chi fa lavori gravosi accede alle stesse condizioni per la pensione di fa lavori meno gravosi. Per questo, servono anticipazioni migliori per chi svolge lavori usuranti e non quote rigide come 103, 102 e così via perché la prospettiva è quella dell’aumento in quanto la riforma Fornero è vigente. Ovvero, mettere in campo flessibilità anticipate, ma selettive – ha concluso l’ex presidente Inps – per coloro che hanno carriere più difficili”.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

23 commenti su “Pensioni anticipate 2024, novità su quota 103 e giovani, parlano Camusso e Tridico

  1. La Camusso oggi parlamentare nel Pd nel 2011 ….. ha fatto uno scioperino di tre ore …..ed era a capo della CGIL ….. Bersani votò senza se e senza ma la legge Fornero …. poi era concentrato a smacchiare il giaguaro …..non ha mai detto una virgola sulla legge Fornero, Renzi ridicolizzò chi chiedeva meno asprezza nell’aumentare i requisiti minimi pensionistici correlati all’aspettativa di vita aumentati in caso di pensione per anzianità contributiva per i maschi dal 2012 al 2018 di 37 mesi usando i risparmi della Fornero per la sua campagna elettorale nel 2014 …gli 80 euro (e non a tutti 10 miliardi di euro all’anno)……… i pinocchi legaioli ….. hanno promesso quota100 e quota 41 …… che hanno mantenuto solo per over 62 enni …… lasciando andare i 62 enni prima con soli 38 anni di contributi …..poi con 41 …… poi con quote da gioco del lotto divisive e miserabili …… mai qualcosa uguale per tutti …..e non oltre i tre anni ……… oggi già hanno iniziato a mettere in discussione pensioni dopo 43 anni di contributi pagati ……. per ora allungando il limbo delle finestre …… poi per alcune categorie (divide et impera) modificando i coefficienti di trasformazione e quindi sì peggiorando la legge Fornero …….. l’attuale PdC ….. sempre e solo con la postura da opposizione votò nel 2011 nelle file del PDL berlusconano la legge Fornero senza nemmeno leggerla e gli aspiranti pensionandi se potesse gli eliminerebbe o gli invierebbe come deportati in Albania …….. in futuro ha già fatto capire che anticiperà lo sblocco della correlazione tra traguardi pensionistici ed aspettativa di vita dal 1/1/2027 al 1/1/2025 e penserà anche al taglio di molte pensioni in essere …………….
    Tajani altro votante favorevole alla Fornero ……. grida al miracolo del suo già Presidente
    Nota Bene: i suoi contributi previdenziali (della Meloni o Tajani o Bersani o della donna di plastica è possibile siano sono od in prevalenza di provenienza da incarichi parlamentari ……… come altre o altri 599 individui……….. per un vitalizio futuro con decorrenza anni 65 se con una sola legislatura ……60 anni se più di una e la Meloni credo che sia alla IV^.
    Ergo non solo non saranno ammorbiditi i requisiti delle leggi Sacconi e/o Fornero ….. ma al contrario saranno appesantiti ed irrigiditi ……… forse sarà possibile andare in pensione con 41 anni di contributi ma solo con il calcolo contributivo …… con il 30 il 25 il 20 % in meno …….. e non è possibile 11-12 anni dopo modificare il saldo economico della legge Fornero ………. se non diminuendo drasticamente l’importo di tutte le pensioni in essere o sopprimere per legge milioni di pensionati o di pensionandi…….
    Forse una patrimoniale ………ma è dal 1994 che gli esperti di fondi italiani ed esteri ne parlano …….. e basta.

    1. Jackyx, ti faccio una semplice domanda; prima però ti faccio i complimenti per la conoscenza approfondita; la domanda è questa: a tuo parere decidono i vari parlamentari di turno o l’alta finanza? quell’1 per cento a livello mondiale che detiene il 90% della ricchezza mondiale? secondo te quando bastonano le pensioni pubbliche lo fanno per invogliare o meglio costringere la gente a farsi la pensione privata? saluti a te e ai gestori del sito

  2. I nostri onestissimi e bravissimi politici per Natale ci regaleranno un panettone da mettere in bocca per non farci parlare e un super torrone in culo per non farci cacare. . E vaiiii

  3. La sig.ra camusso era a capo del Sindacato all’epoca della legge Fornaro, e cosa ha fatto come iniziativa di lotta ?
    A memoria direi solo poche ore di sciopero …

  4. … ma scusate: voi veramente pensavate che un Governo di destra avrebbe aiutato il popolo?
    Purtroppo questa è la dura realtà; ricordiamoci quando andremo nella cabina elettorale

    1. Perché? Quello di sinistra cosa ha fatto? Debiti, debiti e ancora debiti… A cominciare dal bonus 110 al reddito di cittadinanza senza prevedere alcun controllo…. Con gli interessi passivi di un solo anno del nostro debito ci finanziamo ai giorni nostri almeno quattro finanziarie. Ci sono voluti anni perché da giovani si sogna ma da adulto affacciato alla terza età ho cominciato a capire che sono tutti uguali, destre, sinistre, centri e non so cosa altro si inventeranno. Sono purtroppo più i ladri, gli avidi ed egoisti che gli onesti ed altruisti in questo paese e gran parte della classe dirigente li supporta. Mi dispiace, soprattutto per le nuove generazioni, i nostri figli…

  5. La sig.ra Camusso non mi è sembrata molto energica quando era a capo del Sindacato ed è stata creata la legge Fornaro …se ben ricordo ci sono state poche ore di sciopero e qualche dichiarazione ininfluente

  6. Mi auguro che per queste festività natalizie i nostri politici ci portino come regalo un aumento delle pensioni e la possibilità di andare prima possibile in pensione.

  7. Se parlassero solo le persone le cui parole vengono prese in considerazione eviteremmo di perdere tempo a leggere inutili articoli.

  8. Credo che le riflessioni fatte dalla Camusso e da Tridico siano parecchio sensate. Quello a cui assistiamo, invece, è che il chirurgo (il governo) taglia con l’ascia ciò che dovrebbe essere asportato con il bisturi!!!!
    Grazie e Saluti ai gestori del sito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su