Pensioni anticipate, quota 100 ultime novità Baruffi: tre retromarce rilevanti

Le ultime novità al 2 novembre sulle pensioni anticipate riguardano le valutazioni sui contenuti della manovra 2019, che al momento vede fuori sia la quota 100, quanto il reddito di cittadinanza, quanto il ricalcolo delle pensioni d’oro. I provvedimenti dovrebbero poi vedere la luce, almeno i primi due, attraverso un ddl ad hoc, ma la questione tempi, la fa da padrone nelle discussioni sui social, molti si chiedono, ora, specie quanti confidavano di poter accedere alla quiescenza dal 1 gennaio 2019, quanto ci vorrà per vedere approvata la quota 100L’onorevole Davide Baruffi, Pd, dalla sua parla di tre importanti retromarce messe in atto dall’attuale Governo, ecco il suo post sui social che ha generato un ben dibattito nei commenti.

Manovra 2019, Baruffi: ecco le tre retromarce di una certa rilevanza

“Quindi escono dalla manovra sia il reddito di cittadinanza che la riforma della Fornero. Inoltre si rinuncia al ricalcolo delle pensioni d’oro per intervenire successivamente con un contributo di solidarietà (esattamente come nella passata legislatura). Sono tre retromarce di una certa rilevanza.”

Il Signor Michele, scrive sotto al post, forse cercano rassicurazioni:  dicono che ci sarà un ddl ‘ad hoc“, l’onorevole non smentisce e si appresta a rispondere, ma più che rassicurare, pare oggettivamente alimentare ulteriormente i dubbi e le perplessità  di chi già teme che tutto sarà rinviato a data da destinarsi :  “Sarà addirittura collegato, cioè con un iter preferenziale. Però in bilancio ora non ci sono. E ho visto collegati approvati in 2 anni e mezzo”.

Pensioni anticipate 2019, favorevoli e contrari alle mosse del Governo

Mauro D’Achille, amministratore del gruppo Lavoro e pensioni: problemi e soluzioni, che partecipa al dibattito, riferendosi a quanti fanno notare che le risorse da destinare al capitolo pensioni, 6.7 miliardi nel 2019 e 7 nel 2020, e quelle destinate al reddito di cittadinanza, restano comunque ben evidenziate nella manovra 2019, sebbene si rimandino gli interventi a ddl collegati, dice: Gli importi restano lì per non deludere gli elettori, i ddl sono la ritirata di fronte alla commissione UE. La favola continua, e vissero tutti felici e contenti!”

Il Signor Antonio, dalla sua si dice ottimista appoggiando il Governo giallo-verde: “Sarà per la prima volta sento parlare di gente comune non di banche“. L’onorevole Baruffi dalla sua conclude: “Io invece ho aperto i giornali anche stamattina e il ministro dell’economia parla di banche. Anche Giorgetti e Salvini nell’ultima settimana hanno parlato soprattutto di banche. E mi pare che la scelta di tenere fuori i due provvedimenti derivi anzitutto dalla volontà di tenere calmi i mercati e tenersi pronti per intervenire in soccorso delle banche se la febbre da irresponsabilità non scende… Potrei sbagliarmi, ma intanto registro i 3 passi indietro.” Voi cosa ne pensate al riguardo? Ritenete strategica o pericolosa per i lavoratori la mossa dell’esecutivo di lasciare fuori dalla legge di bilancio i provvedimenti più costosi e che più hanno pesato sulla decisione dell’Ue?

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!

Autore dell'articolo: Erica Venditti

Erica Venditti
Mi chiamo Erica Venditti, classe 1981,! Da aprile 2014 sono giornalista pubblicista. Scopri di più

19 commenti su “Pensioni anticipate, quota 100 ultime novità Baruffi: tre retromarce rilevanti

    marco

    (8 novembre 2018 - 9:25)

    Evviva finalmente a forza di piccole retromarce il governo fa saltare ai lavoratori che hanno superato i 40 anni di contributi la speranza di andarsena a quota 41 tanto sciorinata da Salvini.
    Ho voluto dare ancora fiducia alla lega ma mi sono pentito era da sapere troppi annunci e troppe inversioni ed io a 60 che ho iniziato a lavorare nel 1978 devo ancora rimanere al lavoro questo è lo strazio.
    Se ci fosse la volontà vera di sistemare le cose si andrebbero a recupperare gli oltre 120 miliardi di euro annui di evasione fiscale, ma tale volontà non c’è.
    Pensate quante cose si potrebbero sistemare con le somme dell’evasione , dalle pensioni al degrado idrogeologico ecc…
    Alla faccia degli annunci di Salvini che chi ha lavorato 40-41 anni deve poter ritirarsi dal lavoro , balordi come quelli che li hanno preceduti.

    Luigi

    (4 novembre 2018 - 19:22)

    Buona sera,

    https://www.youtube.com/watch?v=8u6w7CQuK-E

    Sig, Salvini dove sono finite le ruspe? Le spedisca ad Ischia, Le faccia lavorare demolendo i corrotti di questo paese, (60 miliardi bruciati annualmente), Le utilizzi contro l’evasione fiscale, Le utilizzi per eliminare seriamente l’indegna norma Fornero, di cui si riempie la bocca senza far nulla di concreto..Le ruspe sono diventate delle semplici palette da spiaggia con il Vostro operato quotidiano, Le false promesse sono sotto gli occhi di tutti. Lei non farà nulla di quanto afferma, lo stiamo riscontrando dalle Sue quotidiane azioni. Scandaloso…

    Mi vergogno per Lei..

    Cordiali saluti,
    Luigi Napolitano

    Francesco

    (3 novembre 2018 - 18:28)

    Abbiamo perso un anno di tempo dietro a quei due imbroglioni!!!!! Hanno la faccia come il culo. Mi auguro soltanto che gli italiani la smettano di stare appresso a sti due personaggi inqualificabili. Sono peggio della Fornero e di tutti quelli che l’hanno preceduta. Spero solo che paghino per tutto questo casino che hanno combinato…

    Alessandro

    (3 novembre 2018 - 16:22)

    Sulle pensioni questo governo ha già perso la faccia, dimostrando che su queste hanno solo montato un grande Bluff prendendo per i fondelli tutti i lavoratori italiani. Gli italiani però non dimenticano facilmente. Renzi era un Pinocchio mentitore, ora gli italiani ne hanno acquistato altri due al prezzo di uno……Di Maio e Salvini. Povera Italia in che mani si è messa.

    Giuseppe

    (3 novembre 2018 - 11:42)

    Forse non si é capito che presentando tutto insieme era evidente la bocciatura.
    Ma in questo caso la colpa non è loro ma dell’Europa, così passano per i salvatori della patria e i problemi rimangono,se volevano potevano distribuire le promesse fatte nei 5 anni.
    Potevano iniziare con l’opzione donna o con qualche cosa con facile attuazione.
    È tutto una farsa come sempre è stato negli anni passati

    giorgio

    (3 novembre 2018 - 7:56)

    Bugiardi come Renzi!!!!!!!!!!!!

    Giovanni 2

    (3 novembre 2018 - 0:02)

    Si ok … ma, scusate … (forse mi sono perso qualcosa) – escludendo ovviamente l’attuale esecutivo presente solo da qualche mese – dove sarebbe o potrebbe essere (in Italia) questa “BRAVA” CLASSE POLITICA? mi fareste qualche nome?

    Renato

    (2 novembre 2018 - 20:49)

    Dovevano smontare la Fornero in 15 giorni ( una legge fatta in 20 giorni, piena di difetti e ingiustizie). La Lega questa legge la sta studiando da oltre 4 anni , ora sono al governo da 5 mesi e ci chiedono altro tempo. 5 mesi per produrre una legge FARLOCCA PIENA DI INGIUSTIZIE E STRANI PRIVILEGI ( solo per avere VOTI ). Sono solo dei buffoni e ciarlatani.

    Renato

    (2 novembre 2018 - 20:32)

    DOVE È FINITO IL BLOCCO DELL’ADV ????LA PROMESSA ERA QUOTA 41 , SI STANNO INVENTANDO LE REGOLE PIÙ ASSURDE PER RESTRINGERE LA PLATEA SEMBRA UN FILM DI FANTASCIENZA 😳 MA RIESCONO A CAPIRE CHE LA PRIMA PIETRA DEVE ESSERE IL BLOCCO DELL’ADV. VOGLIONO FAREI NEL 2020 QUOTA 41 , MA IL PROSSIMO ANNO SI VA IN QUIESCENZA CON 43,3 ANNI ( I PIÙ COGLIONI ) E 38/62 (CHI È PRIVILEGIATO ) INA. QUOTA AD “ HOC “ PER GLI STATALI . UNA VERA VERGOGNA A DIRE POCO UNO SCANDALO.

      Annamaria

      (3 novembre 2018 - 15:06)

      Si …blocco ADV 2019 è la cosa più sensata da fare…forzaaaaaa…e fatela sta legge…ovvia

        Ivo valsecchi

        (4 novembre 2018 - 14:26)

        Si ma con le finestre ne tolgono 5 e ne aggiungono 3 questi farabutti. Matteino mi ex idolo gioca ancora un po’ con gli immigrati che tra poco donne e precoci ti cacciano a calci come hanno fatto con l’ altro buffone di firenze

    fabrizio

    (2 novembre 2018 - 17:28)

    Mi chiedo una cosa, sono ignorante in materia, ma se una legislatura dura 3 anni perché non si parla del 2021 in merito ai miliardi stanziati per le pensioni?Non è strano che il governo parli solo dei prossimi due anni?

      Franco Giuseppe

      (3 novembre 2018 - 18:58)

      Veramente una legislatura dovrebbe durare 5 anni se il governo riesce a rimanere in carica, caso raro in Italia. Purtroppo, stralciate dal DEF queste riforme avranno un iter lunghissimo e anche nelle migliori previsioni non vedranno la luce prima della prossima estate. Resteranno promesse valide giusto giusto per le prossime elezioni europee per i creduloni che in Italia abbondano.

    Enzo

    (2 novembre 2018 - 17:16)

    Purtroppo smettiamola di fare i fighi siamo e continueremo ad essere un paese pieno di debiti perché gestito male negli anni quindi alcune cose si possono fare ed altre no punto e basta dobbiamo renderci conto che il nostro paese deve tassativamente cambiare rotta e recuperare tutti gli anni 200 miliardi di evasione quindi bisogna tassativamente mettere in moto i pagamenti con bancomat e carte di credito tutto il resto si chiama Nero questo è il Cancro della nostra bella Italia nessuno vuole veramente debellare questa cattiva abitudine. Quindi siamo fottuti.

    Antonio

    (2 novembre 2018 - 15:50)

    Lo stralcio dei due “cavalli di battaglia” di Di Maio e Salvini dalla legge di bilancio, alimenta forti sospetti di reale fattibilità che avrà conseguenze non da poco su fiducia e conseguente consenso alle prossime tornate elettorali

    Sergio

    (2 novembre 2018 - 15:28)

    Un vecchio detto dice che: chi troppo vuole nulla stringe.
    Ed ecco che la UE,mercati, etc. ci hanno bocciato tutto, facendo crescere lo spread e così ci troviamo nei prossimi anni a pagare cifre pari a parte delle finanziarie future e quindi a carico delle future generazioni.
    Si doveva fare la politica dei piccoli passi.
    Legge Fornero: un primo passo era il blocco dell’ADV.
    Reddito di Cittadinanza: c’era già il Reddito di Inclusione, si trattava di miglioralo.
    E per il 2019 già sarebbe stato molto.
    Invece non abbiamo avuto niente.
    Essere politici in Italia è facile, basta parlare, parlare e fare sentire alle persone quello che vogliono sentirsi dire.
    Essere statisti è un’altra cosa.
    L’Italia è un bellissimo paese e merita di essere condotto da una brava classe politica.

    Renato

    (2 novembre 2018 - 14:03)

    I fondi sono pochi e hanno preteso di mandare in pensione fino a 5 anni prima, UNA PLATEA ENORME AVENDO POCHE RISORSE. Ora scorporano il provvedimento principe con la falsa promessa di approvarla immediatamente dopo il DEF. I tempi saranno biblici e il blocco dell’ADV che nel 2019 riguarderà almeno 150.000 persone resterà in standby e io sarò tra quelli che si sorbirà i 5 mesi in più ( ALLA FACCIA CHE A 41 TUTTI A CASA ). Con quattro soldi cosa pensavano di fare ( per una campagna elettorale di 250/350 mola nuovi statali ) solo di TFR PER GLI STATALI IL MINIMO COSTEREBBE 20 miliardi. Di Maio alle elementari quando insegnano le tabelline quella del 4 dice: 3X5 = 15 tradotto. 38 anno di anzianità per 50.000€ fanno 15 miliardi, ma questa è una ipotesi più che rosea perché la media del TFR Sarà tra i 60/70 mila € quindi la spesa non meno di 20 miliardi. Hanno sparato cazzate per un anno senza nemmeno fare un minimo di conti!! SONO SOLO DEI BUFFONI E CIARLATANI E SI LAMENTANO CON I TECNICI “PERCHÉ NON CI DANNO I SOLDI “

    Giampiero

    (2 novembre 2018 - 13:37)

    Che dire per un 1957?
    Comunque bravi al nuovo governo.
    Almeno dopo anni ci hanno sostenuto e parlato !
    Di cosa? La riforma fornero è stata troppo ed è SPIETATA E CRUDELE ha colpito sopratutto i lavoratori a fine carriera.Ha trattato tutti come numeri e non come persone in carne ed ossa.
    Adesso non ricordo i nomi , ma ho letto qui di gente che per lavorare si fa un paiolo quadrato.
    Più che uno scalone ha fatto un burrone un precipizio che se ci cadi dentro non ti salvi.
    E qui oggi giorno dei morti una preghiera a quelli che non c’è l’hanno fatta …… e ce ne sono …….tanti.
    Infatti io la fornero la denuncierei ……………….mi fermo qui se no mi annullano il post
    E dopo mi scaldo troppo…….oggi sono in ferie…….va bene così……….

      Sergio

      (2 novembre 2018 - 17:15)

      Giampiero, mi trovo nella tua stessa condizione. Dovremo rassegnarci ad uscire con la vecchia Legge Fornero.
      43 anni e 3 mesi nel 2020 forse. Non capisco come mai 5 mesi di ADV, fino a qualche tempo fa erano 4.
      Sperando che non ci aggiungano 3 mesi da aspettare, senza stipendio e/o pensione,
      E ci diranno che siamo dei fortunati……….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *