Pensioni anticipate ultime INPS da Tridico: ‘Quota 100 è sostenibile’

Pensioni anticipate ultime INPS da Tridico: ‘Quota 100 è sostenibile’

Le ultime novità di oggi 15 giugno 2019 sulle Pensioni anticipate arrivano dalle parole del presidente dell’INPS Pasquale Tridico che da Trieste prova a rassicurare l’Italia sulla sostenibilità di quota 100, dopo l’allarme lanciato dall’ UE.

Ultime novità Pensioni anticipate INPS, Tridico parla di quota 100

Come riporta l’ANSA, Tridico ha risposto a chi gli chiedeva se il rischio dell’apertura di una procedura di infrazione da parte dell’Ue nei confronti dell’Italia e il varo di una manovra finanziaria correttiva da parte del governo possa far saltare il provvedimento. “La Quota cento è una misura che dura tre anni ed è assolutamente sostenibile per i conti dell’Inps”. “Da questa misura – ha replicato – si ricavano dei risparmi. Oggi abbiamo 140mila domande e si può anche intravedere un risparmio rispetto all’iniziale previsto da quel capitolo”.

Poi il presidente dell’INPS prosegue: “Naspi, Rdc, Quota 100 sono tutti provvedimenti che cercano di dare risposte in un contesto economico difficile e hanno una funzione di stabilizzazione sociale oltre che economica. Quando pensiamo ai conti pubblici pensiamo anche che, grazie a quelle misure, l’Inps funge da stabilizzatore automatico della situazione sociale” .

Pensioni anticipate, i dati su quota 100

Paolo Pagliaro, intervenuto durante la trasmissione di La 7 Otto e mezzo, ha parlato dei dati su quota 100, spiegando che “Alle 315 mila uscite previste con Quota 100 dovrebbero corrispondere appena 116 mila ingressi di giovani Under 30. Una percentuale piuttosto inferiore rispetto alle attese del Governo M5s-Lega, con il ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio che si era spinto ad affermare che il nuovo sistema pensioni avrebbe «triplicato i posti di lavoro». Il tasso di assunzione è di 37 su 100. Insomma il turnover generazionale auspicato più volte dal Governo sembra ancora ben lontano. Infine Next Quotidiano sottolinea che nel settore bancario le uscite non verranno rimpiazzate con nuove assunzioni, con i giovani che verranno rimpiazzati da soluzioni di machine learning e artificial intelligence.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!
Stefano Rodinò

Stefano Rodinò

Classe 1981, ho studiato scienze politiche ad indirizzo Comunicazione Pubblica. Scopri di più

6 pensieri su “Pensioni anticipate ultime INPS da Tridico: ‘Quota 100 è sostenibile’

  1. Nel caso c’è ne fosse ancora bisogno….
    Tutto conferma che questi hanno Peggiorato la “Fornero”…
    Incapaci, Infami e Traditori!!!
    Asfaltare abolire cancellare.. Ma de che??
    Neanche l aspettativa di vita sono riusciti a cambiare, così quindi si hanno 3+3 mesi di nulla..
    Almeno con la Fornero lavoravi fino a 41 3 ma con lo stipendio almeno..!!
    Ignobili e Incapaci, che rabbia il mio voto sprecato x dei Bugiardi e Traditori….

  2. Vediamo chi usufruisce di q100:
    1. Lavoratori con diritto ma attualmente disoccupati e senza prospettive dì rientro nel mondo del lavoro
    2. Lavoratori con diritto e stanno bene già economicamente(non gli frega di 100/200 euri al mese in più)
    3. Lavoratori con diritto che sanno dopo la pensione di q100 avere la possibilità di fare un lavoro in nero.
    Vediamo quelli che non usufruiscono di q100:
    Quelli come me a cui manca poco(1/2 anni) e non vogliono ulteriori tagli alla GIÀ MISERA PENSIONE CONTRIBUTIVA che andremo a prendere dopo i 43 anni di contributi gente non siamo più nel retributivo.
    In pochi anni c’è stato un peggioramento enorme per i futuri pensionati e la fornero ci ha fatto cadere nel burrone da un precipizio gente:
    Ringraziamo il signore che ci dà ancora la forza per andare avanti. Noi del 56/57/58. /59 ecc ecc NON MOLLIAMO!!

  3. Prima fregatore
    60+ 41 anni di servizio,ma non posso andare perché non ho 62 anni ( visto i paletti)

    Seconda fregatore
    Sono invalido del 75 per cento
    Due mesi all’anno riconosciuti per anzianità
    Questi mesi non serviranno a niente

    Terza fregatura
    nel 2021 avrò 62 anni ma avrò fatto quasi 44 anni di servizio

    Quarta fregatura
    Mentre nel privato con l’ 80 per cento di invalidità si può andare in pensione nel pubblico no

    In conclusione voglio dire a voi che parlate ,
    Parlate, parlate ,ma poi alla fine non fate gli interessi di nessuno

    Infine uno che ha lavorato 41 anni ,co n tutte le patologie ( cardiopatie – diabete- ipertensione, ma per voi non basta, allora vi va bene se muore prima della pensioni

    Un consiglio chi ha fatto i suoi 40 di servizio deve andare in pensione
    Deve essere sostituito da un giovane,sarà lui a pagare la pensione
    Investire sull occupazione

  4. Tridico..
    Visto che vi “avanzano” dei soldi da q100 perché non mandate almeno in pensione i precoci che lavorano dall età di14 anni e stanno versando contributi da 41 4243 anni, da pres INPS sa lei che il limite della legge italiana dà come limite di coefficienti x l importo della stessa pensione di 40 anni??
    Che poi sarebbe l 80% del lordo finale!!
    Lei ignora..??
    O fa parte della lega traditrice e infame come il vostro ‘capo’!!!

  5. La UE parla ormai per slogan e la sua credibilità sta sotto i tacchi.
    E cosa dicono i catastrofisti compagniucci della parrocchietta?

  6. Insomma, per vincere le elezioni hanno sparato cifre alla ” speriamo che ci caschino”. Quota 100 è un flop, Chi avrebbe la quota, si è fatto fare due conti e li ha mandati a quel paese. Pensione troppo bassa. Unica nota positiva è per quei lavoratori licenziati, che per età e per profilo professionale, non hanno più possibilità di trovare un lavoro stabile. Le note negative sono: qualcuno con un lavoro in nero avrà un doppio reddito, chi il lavoro lo aveva ancora ma stava bene economicamente è riuscito ad anticipare di ben 5 anni rispetto a chi ha iniziato prima e versato più contributi. Rispetto alla Fornero che era più equa e lineare per tutti, la quota 100 è temporanea e determinerà tra tre anni uno scalone vergognoso tra chi ci rientra e chi no anche solo per un giorno. OD è aumentata di un anno rendendola meno attraente, essendo tutta contributiva, rispetto alla quota 100. Esodati e precoci umiliati. Una legge infame e costosa che comunque, anche chi ne ha usufruito, dovrà ripagare con nuove tasse. Tridico non sta gestendo l’ente previdenziale di tutti noi, sta spendendo soldi nostri per la propaganda del governo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *