Pensioni anticipate ultime news oggi: Tria torna su quota 100 e DEF

Le ultime novità di oggi sulle Pensioni anticipate ed in particolare su quota 100 arrivano direttamente dalla Camera, dove dopo la discussione è stata approvata la risoluzione di maggioranza sul Def. A parlare c’è stato anche il Ministro dell’Economia Tria, che è tornato anche su quota 100, sui costi della manovra pensionistica, senza dimenticare ovviamente la discussione sull’IVA e sul debito pubblico che sta tenendo banco in questi giorni.

Ultimissime notizie Pensioni anticipate, parla Tria su quota 100

Nella discussione alla Camera il Ministro Tria ha parlato anche di quota 100 e delle riforme volute dal Governo giallo-verde, spiegando subito che: “Un altro effetto statistico si potrà avere anche come conseguenza di “Quota 100”, perché, se noi abbiamo centinaia di migliaia di persone che vanno in pensione ed escono dal livello di occupazione, evidentemente il riassorbimento, sia nel settore pubblico che nel settore privato, di altre persone a sostituirli, qualunque sia la previsione riguardo il tasso di sostituzione, avrà dei tempi, e quindi bisogna considerare questo aspetto.

Poi sul debito pubblico e soprattutto sulla strategia che comprende la Flat Tax ha spiegato: “Io dico che il rapporto del debito-PIL italiano, ripeto, è un onere per l’Italia, perché crea problemi alla nostra crescita e dobbiamo impegnarci a ridurlo. Dobbiamo impegnarci a ridurlo, da una parte, mantenendo surplus primari, ma sostanzialmente, principalmente, superando i problemi strutturali che mantengono basso il tasso di crescita. La nostra strategia per raggiungere questi obiettivi fondamentali rimane quella già enunciata: investimenti pubblici, a supporto anche del rendimento degli investimenti privati, per aumentare la competitività dell’Italia. Il secondo perno della nostra strategia rimane quello di una riforma fiscale e, quindi, di un’attuazione progressiva del programma di Governo su questo punto, di un sistema chiaramente di flat tax; questo fa parte del programma di Governo e, quindi, quest’anno è iniziata la prima fase, l’anno prossimo si dovrà portare avanti la seconda parte; ne discuteremo tra poco”.

Pensioni anticipate ultime novità: ANP-CIA contro il Governo

Nei giorni scorsi si è tenuta l’ assemblea nazionale dell’ Associazione nazionale pensionati aderente alla Confederazione italiana agricoltori (ANP-CIA), ed il presidente Alessandro Del Carlo è intervenuto criticando la pensione di cittadinanza ritenuto un “provvedimento insufficiente e inadeguato” e chiedendo una vera riforma delle pensioni.

“Non si fa distinzione fra chi ha lavorato e versato i contributi e chi non lo ha fatto. Questa potrebbe essere un’ulteriore beffa dopo l’ultima riforma, che non ha incluso l’agricoltore tra i mestieri usuranti, impedendo l’accesso all’Ape Sociale e obbligando molti a lavorare la terra oltre i settant’anni, senza creare il ricambio generazionale necessario nelle campagne italiane”. Una soluzione per il presidente potrebbe esser “Portare le pensioni minime a 650 euro e a questa pensione di base dovrebbe poi essere sommata la quota maturata con i contributi versati all’Inps negli anni di lavoro”. Voi cosa ne pensate? Fateci sapere e tornate a trovarci per tutte le ultime novità sulle pensioni anticipate!

Stefano Rodinò

Stefano Rodinò

Classe 1981, ho studiato scienze politiche ad indirizzo Comunicazione Pubblica. Scopri di più

5 pensieri riguardo “Pensioni anticipate ultime news oggi: Tria torna su quota 100 e DEF

  • Avatar
    22 Giugno 2019 in 11:01
    Permalink

    Quota 100 anche ai nati 1960…opzione donna troppo penalizzante ….ho diritto alla opzione donna ma ho un abbattimento del 30 40% impensabile andare in pensione.grazie. favorevole aumento minime.

    Rispondi
  • Avatar
    21 Aprile 2019 in 11:27
    Permalink

    il 04/05/2020 avrò 38 anni di servizio e 62 anni di età, quando fare la domanda e come comportarmi senza sbagliare

    Rispondi
    • Erica Venditti
      23 Aprile 2019 in 9:47
      Permalink

      Giuseppe per poter fare la domanda per la quota 100 dovrà necessariamente essere già in possesso dei due requisit, ragione per cui dovrà presentarla dopo il 4/5/2020

      Rispondi
  • Avatar
    21 Aprile 2019 in 8:03
    Permalink

    Spero che quota 100 possa essere donata anche ai nati nel 1960.quindi non tre anni ma 4anni cioè fino al 31/12/ 2022.
    La platea del 1960 ringrazia

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *