Pensioni anticipate, ultime novità opzione donna: entrano anche le nate nel 60?

Continua a far discutere la bozza del decreto che sta circolando in questi giorni e che dovrebbe contenere al suo interno l’intero capitolo previdenziale e non solo la quota 100, gli occhi delle lavortarici, ad esempio, sono tutti puntati sulla proroga dell’opzione donna. Facciamo il punto aggiornato ad oggi 8 gennaio, a partire dalle news diffuse in questi ultimi giorni, al fine di avere il quadro più chiaro possibile, giacché i requisiti continuano a cambiare e creare confusione.

Pensioni, proroga opzione donna, chi esce nel 2019?

Fino a poche ore fa le lavoratrici sapevano che le uniche donne a poter accedere alla proroga dal 2019 sarebbero state quelle nate negli anni 58 e 59. Ieri date le polemiche e la delusione delle lavoratrici che avevano compreso, dai post pubblicati mesi fa su Facebook dal vicepremier Di Maio, di poter tutte andare in quiescenza dal 2019 a patto di avere 58/59 anni e 35 di contributi, avevamo contattato il sottosegretario al ministero Durigon che gentilmente ci aveva così risposto ” la proroga di opzione donna sarà usufruibile nel 2019 per le nate del 58/59, poi dal 2020 per le nate nel 59/60 e così via”. La risposta non aveva soddisfatto e la diatriba era proseguita sui social.

Stamane le ultime novità invece menzionano la possibilità di un’ampliamento di platea, come dicevamo ieri la bozza del decreto é effettivamente tale ed ancora in fase di definizione. Eccovi le ultimissime novità emerse e la replica delle donne iscritte al gruppo opzione donna le escluse, che chiedono, giunti a questo punto, ancora un piccolo sforzo al Governo.

Pensioni, opzione donna: entrano anche le nate nel 60?

Il deceto legge in fase di approvazione potrebbe portare con sé un’ulteriore novità per le donne, ossia l’ampliamento del pensionamento anticipato con la misura dell’opzione donna anche per quante sono nate nel 1960. Si tratterebbe di un passo avanti importante da parte dell’esecutivo che porterebbe a ricomprendere già nel 2019 quante al 31/12/2018 abbiano compiuto i 58 anni, ossia le nate nel 1960. La motivazione si legge e da “attribuire ad un’approfondita analisi delle risorse realtive al 2018 dedicate a questo capitolo di spesa che sarebbero rimaste inutilizzate”.

Le donne iscritte al gruppo ‘opzione donna le escluse‘, nello specifico Paola Viscovich , ci hanno pregato di diffondere un ultimo appello al Governo, giacché nulla sembrerebbe ancora definitivo. Eccovelo riportato:

Nuova opzione donna: l’ampliamento non basta

“Apprendiamo che il decreto legge in fase di approvazione potrebbe portare l’ampliamento del pensionamento anticipato Opzione Donna anche alle lavoratrici nate nel 1960. E’ un passo in avanti che non soddisfa le aspettative di tutte le donne che hanno combattuto assieme per l’ottenimento della proroga.

Poi prosegue incalzando il Governo: “E’ necessario specificare DA SUBITO nel decreto che, a partire dal prossimo anno, anche le donne nate entro il 31 dicembre 1961 potranno accedere.Tutte le donne devono poter avere la possibilità di programmare con serenità il proprio futuro; questo è possibile solo fornendo certezze in merito all’evoluzione del sistema previdenziale”


Condividi l'articolo o lascia un mi piace!

Autore dell'articolo: Erica Venditti

Erica Venditti
Mi chiamo Erica Venditti, classe 1981,! Da aprile 2014 sono giornalista pubblicista. Scopri di più

5 commenti su “Pensioni anticipate, ultime novità opzione donna: entrano anche le nate nel 60?

    Giovanna

    (10 Gennaio 2019 - 16:38)

    Sono nata a gennaio 1960 tra pochi giorni compirò 59 anni mi trovo in mobilità che scadrà tra circa 10 mesi , lavoravo in una azienda a tempo determinato ma con la nuova legge ai primi di agosto ’18 non mi hanno rinnovato il contratto al 31/12/18 ho maturato 38 anni di lavoro, dal 1991al 1995 sono stata autonoma , 5 anni da autonoma e 33 da dipendente. Come mi devo considerare per accedere a Opzione donna?

    LIDIA

    (10 Gennaio 2019 - 13:53)

    Salve a tutte. Sono dipendente pubblica ho 58 anni e 38 di contributi. Potrò andare in pensione e come?

      Erica Venditti

      Erica Venditti

      (11 Gennaio 2019 - 12:21)

      Su opzione donna troppe le bozze che stanno circlando, come ho specificato nella’rticolo di stamane non diamo più risposte a nessuna fino alla pubblicazione della norma, non vorremo mai dirle una cosa oggi che domani valga meno di zero. Spero possa comprendere anche la nostra assurda posizione. Grazie molte Lidia

    Fausta

    (8 Gennaio 2019 - 21:05)

    Sono mesi che ci prendino in giro, 57/58 anni, 58/59 anni poi le nate fino al 31/12/59, ma duringon gioca al lotto con questi numeri?

    Francesco

    (8 Gennaio 2019 - 19:14)

    Ormai non possiamo più neanche dire che stiamo raschiando il barile… Non c’è più neanche il barile. Ma possibile che dobbiamo ancora farci prendere in giro ma questi due incapaci?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *