Pensioni anticipate, ultimissime al 4/1: stop adv dal 2019, ma per chi?

Le ultimissime novità al 4 gennaio arrivano dal sottosegretario al Ministero del Lavoro Claudio Durigon che nel corso dell’intervista rilasciata ieri a “Stasera Italia” ha confermato che nel decreto che servirà a dare l’avvio a quota 100 e al reddito di cittadinanza, vi sarà tra le altre cose anche la norma che sancirà il blocco dell’adeguamento dell’aspettativa di vita. Dunque dal 2019, non scatterà l’incremento dei 5 mesi di adv, o meglio il decreto prevedrà la reatroattività dal momento che non arriverà prima del 10/12 gennaio. Durigon ha confermato altresì buone nuove per la proroga dell’opzione donna e dell’Ape sociale. I dettagli al 4/1

Pensioni, per chi vale lo stop dell’adv dal 2019?

L’esponente della Lega é ben conscio del fatto che l’Inps avrà un grosso carico di lavoro dall’avvio di quota 100 e reddito di cittadinanza, ragione per cui ha confermato che si é nel mezzo di una task force affinché si riescano a mantenere gli impegni presi. Inoltre si sta studiando con l’Inps il modo migliore con cui intervenire al fine di smaltire tutte le domande che arriveranno. Lo stop dell’aspettativa di vita era una misura molto attesa da tutti e in modo particolare da quanti sono rimasti fuori dalla quota 100, come i precoci, in quanto per loro non vi saranno ‘vie di fuga’ anticipate rispetto alla Fornero, dal momento che la quota 41 non vedrà la luce prima del 2022.

Ragione per cui lo stop dell’adv garantirà almeno la possibilità di uscire anche nel 2019 con i medesimi requisiti pensionistici del 2018 ossia: 42 anni e 10 mesi per gli uomini e 41 anni e 10 mesi per le donne, che non subiranno dunque l’aumento dei 5 mesi a 43 anni e 3 mesi e 42 anni e 3 mesi come pareva ormai certo, giacché al 1 gennaio non era giunta nessuna comunicazione ufficiale ed il meccanismo di aumento é automatico. Ora però Durigon conferma che lo stop dell’adv vi sarà nel decreto con quota 100, che risulta dunque onnicomprensivo, e sarà a valenza retroattiva, per chi vale però lo stop? Solo per le pensioni anticipate mentre per la pensione di vecchiaia vi sarà l’incremento dei 5 mesi dal 2019, ossia occoreranno 67 anni per poter andare in quiescenza. I dubbi dei precoci restano, lo stop dei 5 mesi varrà anche per la quota 41? saranno 5 mesi effettivi o lo sconto si ridurrà a 2 ?

Pensioni 2019, ok stop adv: ma con o senza finestre?

Inizialmente si era detto che il blocco dell’adv dal 2019 avrebbe riguardato sia le pensioni anticipate quanto i precoci, mettendo al riparo anche i quarantunisti, ora le ultime dichiarazioni non contemplano più questa possibilità . Dimenticanza, viene dato per scontato da Durigon, oppure lo stop dell’adv dal 2019 varrà solo per le pensioni anticipate, mentre chi riuscirà ad optare per la quota 41, resa strutturale per le categorie disagiate dalla passata legislatura, dovrà maturare dal 2019 ben 41 anni e 5 mesi?

Secondo dubbio dei lavoratori, che confidiamo Durigon possa chiarire quanto prima: lo stop dei 5 mesi sarà effettivo oppure varranno le finestre come per quota 100? ragione per cui lo sconto reale sarà ridotto solo a 2 mesi? Insomma nonostante le buone nuove, si é in attesa di leggere questo decreto perché i dubbi sono ancora molti, anche le donne, ad esempio, pur liete della conferma della proroga nulla hanno ancora capito sui requisiti che si dovranno centrare dal 2019 per poter usufruire della proroga e soprattutto per quanto durerà.

Erica Venditti

Erica Venditti

Mi chiamo Erica Venditti, classe 1981. Da aprile 2014 sono giornalista pubblicista Scopri di più

6 pensieri riguardo “Pensioni anticipate, ultimissime al 4/1: stop adv dal 2019, ma per chi?

  • Avatar
    29 Gennaio 2019 in 12:38
    Permalink

    Ma per i disoccupati in Naspi , precoci con quasi 42 anni, visto che la legge dice che la pensione parte dopo tre mesi il raggiungimento dei requisiti, chiedo se verrà applicata un’ulteriore finestra di tre mesi o la finestra “sostituisce” i tre mesi senza ammortizzatori ?

    Rispondi
    • Erica Venditti
      29 Gennaio 2019 in 15:18
      Permalink

      No Fiorella quelli sono i requisiti necessari (essere senza ammortizzatori sociali da almeno tre mesi al momento delle domanda) per accedere al beneficio, dopodiché servono i tre mesi di decorrenza, io la interpeto così-

      Rispondi
  • Avatar
    4 Gennaio 2019 in 21:17
    Permalink

    Stop dell’AdV da SUBITO e senza FINESTRE .Gente che iniziato come mè a 14/15/16 anni si è rovinata la schiena nelle fabbriche in giovanissima età con un fisico ancora ” tenero ” , e ora a soli 58 anni e 42,6 mesi di lavoro le conseguenze le sento ogni mattina quando mi alzo dal letto alle 06,20 con la schiena e le articolazioni che scricchiolano . mettere per noi le FINESTRE è un vero e proprio DELITTO . DURIGON …… SUBITO E SENZA FINESTRE.

    Rispondi
  • Avatar
    4 Gennaio 2019 in 14:06
    Permalink

    Durigon devi ragionare insieme ai tuoi collaboratori…noi precoci non appartenenti a categorie usuranti aspettavamo di uscire con 41 anni di contributi come da voi promesso. Le decisioni come si sa sono state altre e siamo fortemente delusi ed incazzati. Ora la promessa di inserire nel decreto del 10 gennaio l eliminazione dell ADV deve essere mantenuta ma senza finestre se no che contentino è di 2 mesi? Consideri che l ADV deve essere eliminata in egual modo sia per i privati sia per gli statali altrimenti con queste finestre si andrebbe ad aumentare il periodo di contribuzione oltre la Fornero…glielo dica alla Bongiorno. Non si puó fare chi figli e chi figliastri. Io personalmente sono una precoce che ha lavorato dall età di 15 anni nel privato ho 61 anni 41 anni e 3 mesi di contribuzione ma finisco il mio periodo di lavoro nella pubblica amministrazione, amministrazione che deve esser urgentemente svecchiata e assumere nuove generazioni con profili professionali tecnici in quanto di personale amministrativo vecchio stanco demotivato e mi permetta di dire, in alcuni casi incompetente, gli uffici son pieni. Quindi lasciateci andare in pensione e fate spazio a nuove professionalità visto l ‘alto livello di scolarizzazione che ha l Italia, checchè se ne dica…e bando al nepotismo…assunzione anche a tempo determinato per provare l attitudine alla volontà di lavorare. ASPETTIAMO ELIMINAZIONE ADV 2019 CON EFFETTO IMMEDIATO. Grazie.

    Rispondi
  • Avatar
    4 Gennaio 2019 in 12:14
    Permalink

    Sig..ra Enrica, visto che la leggo con interesse, mi sembra che si poteva dare un contributo libero. Mi scriva come. Grazie, poi magari le chiedero’ come mi cambia il blocco adv visto che sono precoce. Grazie e saluti. Ivo Valsecchi

    Rispondi
    • Erica Venditti
      4 Gennaio 2019 in 12:50
      Permalink

      Grazie di cuore Ivo per il suo interesse, si effettivamente vi é modo di sostenere il nostro lavoro e permetterci di crescere come ‘sito di informazione’ facendo una donazione libera attraverso due modalità: https://paypal.me/ericavenditti oppure con un bonifico bancario su Istituto Bancario: Fineco Bank IBAN: IT82D0301503200000005830165 intestato a: Erica Venditti. Grazie ancora in anticipo 🙂

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *