Pensioni anticipate, ultimissime Di Maio: rilancia quota 41, quota 100 ‘valutiamo’

Le ultimissime novità sulle pensioni anticipate al 12 luglio 2018 giungono finalmente per voce del Ministro del lavoro e delle politiche sociali Luigi Di Maio che nelle comunicazioni al Senato, ha finalmente esplicitato le intenzioni del Governo su quella che verrà ricordata come la controriforma Fornero. Di Maio ha confermato la volontà dell’esecutivo di voler introdurre ‘nuovi canali di uscita più equi e agevoli’. Tra questi è stata esplicitamente menzionata la quota 41 senza limiti anagrafici, dichiarazione utile per placare i malumori emersi nei giorni scorsi in cui si era ipotizzata la quota 42, e la quota 100 su cui però, avverte il ministro si stanno facendo ‘valutazioni’. Quel che pare certo è che non sarà una misura per tutti, ma si stanno valutando, in base alle risorse economiche, le combinazioni più convenienti. I dettagli dalle sue parole.

Pensioni anticipate, finalmente parla Di Maio

Di Maio ha esplicitamente parlato della quota 41 per tutti,  facendo presente che chi “ha 41 anni di contributi versati ha diritto a beneficiare di una nuova finestra senza  dover attendere il raggiungimento dell’attuale requisito anagrafico” .  Questo passaggio non ci è particolarmente chiaro dal momento che anche oggi la quota 41 per i precoci in condizioni disagiate è slegato dai vincoli anagrafici, forse si intendeva che la quota 41 sarà estesa a tutte le categorie, indipendentemente dal mestiere svolto. Ossia che la quota 41 sarà per tutti senza se e senza ma, basandosi unicamente sul requisito dei 41 anni di contributi effettivamente versati. Se così fosse sarebbe certamente il raggiungimento di un tassello importante, per tutti coloro che , precoci o meno, hanno iniziato a lavorare in giovanissima età e che ad oggi aspettavano misure di uscita anticipata senza limiti anagrafici.

Poi il discorso si é spostato su quota 100, l’onorevole Di Maio ha però esplicitato che la misura non potrà essere per tutti, sebbene si baserà sulla combinazione della somma tra età anagrafica e contributiva, per buona pace dunque di chi sperava nell’uscita con 60+40 ad esempio. Di Maio ha detto chiaramente che la quota 100 sarà solo per alcuni o meglio che il Governo è al lavoro per valutare le combinazioni più convenienti, perché , ha ribadito “non ci riferiamo ovviamente  a tutte le combinazioni possibili”. Lo studio è sui costi al fine di poter dare al più presto risposte.

Il riferimento è andato anche alle donne:  “Voglio confermare  il mio impegno e quello del governo a intervenire sulle frequenti interruzioni della contribuzione che le donne si trovano ad affrontare per accedere alla pensione”. Poi si è tornati a parlare di pensioni di cittadinanza che permetteranno di portare anche le più basse al di sopra della soglia di povertà.

Pensioni anticipate 2018 , restano dei dubbi

Quel che non è emerso è l’eventualità del ricalcolo contributivo della pensione anticipata con quota 41 e 100 a partire dal 96, né la questione della possibilità di utilizzare per il montante contributivo solo 2/3 anni figurativi. Altri aspetti fortemente criticati dai lavoratori e dai sindacati.

Di Maio, a vostro avviso, si sta dissociando dalle dichiarazioni di Brambilla, mente del capitolo previdenziale della Lega, e dalla quota 100 a partire da 64 anni d’età o in realtà, dicendo che si “sta valutando la quota 100 e le combinazioni più convenienti”, si sta temporeggiando per poi arrivare nei prossimi giorni a  confermare che l’opzione più conveniente e sostenibile per le casse dello stato resta quella della quota 100 a partire dai 64 anni?

Non resta che attendere, dunque, venga reso esplicito il risultato dello studio effettuato sulle possibili combinazioni al fine di comprendere chi effettivamente potrà pensare di optare per la quota 100 e se questo porterà o meno delle penalizzazioni economiche. Più semplice, invece, la questione sulla quota 41, se non vi saranno ripensamenti dell’ultimo momento, pare essere tornata in pista la quota 41, e dunque essere stata  scongiurata la quota 42.

Erica Venditti

Erica Venditti

Mi chiamo Erica Venditti, classe 1981. Da aprile 2014 sono giornalista pubblicista Scopri di più

24 pensieri riguardo “Pensioni anticipate, ultimissime Di Maio: rilancia quota 41, quota 100 ‘valutiamo’

  • Pingback: Pensioni 2018 e quota 100, ultim'ora: le 4 combinazioni possibili e le stime Inps | Pensioni per tutti

  • Avatar
    14 Luglio 2018 in 0:10
    Permalink

    QUALCUNO ci spieghi come mai abbiamo l’ADV piu’ alta d’Europa se la nostra vita media e’ sovrapponibile a quella della Bulgaria e della Romania .. e comunque … (in Italia) si campa – almeno – 3 (tre) ANNI IN MENO rispetto alla Germania e alla Francia ..!!!

    Rispondi
  • Avatar
    13 Luglio 2018 in 23:27
    Permalink

    I commenti di marcocolli e roby57 sono consoni e complementari … E’ pur anche vero che mentre il problema “MIGRANTI” nella peggiore delle ipotesi, avra’ una svolta …(per il semplice fatto che Salvini lo vede e lo sente – anche – sua pelle) il problema “RIFORMA PENSIONI” invece …. ditemi .. sulla pelle di quale politico – presente o futuro – potra’ mai cadere ..!!
    Male .. male, dovesse andare … dopo 10 anni di parlamento, – loro – avranno a 60 anni la loro brava pensioncina ….
    E’ inutile dire che nessun politico si strappera’ mai i capelli quando l’ADV (se non viene bloccata) ci portera’ tra un paio di decenni a dover andare in pensione a 72 anni ..!!: CERTO … BISOGNA SACRIFICARSI PERCHE’ ABBIAMO L’IMPORTANTE OBBIETTIVO DI DOVER RISPARMIARE (NON HO DETTO SOTTRARRE AI LAVORATORI) 900 MILIARDI ENTRO IL 2050 PROPRIO GRAZIE AL BLOCCO DEL TURN-OVER …!!
    Ma…. pensiamo veramente che non ci sia una alternativa per non far quadrare i conti sulla “nostra pelle” e non subire la “tanto temuta” cacciata dall’unione monetaria ..?!? (per chi la teme, ovviamente)

    Rispondi
  • Avatar
    13 Luglio 2018 in 22:50
    Permalink

    siate fiduciosi . Questo è il governo del cambiamento. Daranno la quota 100 e 41, poi la pensione di cittadinanza, il raddoppio della cifra. Per l,indennità di accompagnamento. Si tutto in minibot o nuove lire. Auguri

    Rispondi
  • Pingback: Pensioni anticipate agli anziani e spazio ai giovani: l'ultimo appello al Governo | Pensioni per tutti

  • Avatar
    13 Luglio 2018 in 7:55
    Permalink

    E’ inutile protestare se non si capisce che con con questo sistema non ci sono risorse e che quindi ci raccontano un sacco di balle.
    La vera battaglia va fatta per tornare a essere uno stato SOVRANO, poi tutto sara molto piu’ facile. Bisogna lottare per questo obbiettivo, certamente continuando a protestare per quanto ci hanno promesso, sapendo di mentire.

    Rispondi
    • Avatar
      13 Luglio 2018 in 14:33
      Permalink

      Anche come stato sovrano avremo il rasoio al collo da parte della troica. Una situazione come questa, ovvero senza futuro, tempo addietro veniva risolta con una guerra. Ora i conflitti sono di tipo economico e, come nelle guerre, vince sempre chi é piu’ forte. Noi, in questo momento, siamo deboli. Anche la competizione con i paesi dell’Unione Europea ci vede sempre svantaggiati. Avete sentito gli inglesi ? Basta con gli europei immigrati in cerca di lavoro ! Forse, sui barconi, dovremo salirci noi. L’anticipo pensionistico avrebbe avuto il merito di far riprendere il logico ciclo di consumo e di produzione. Ricambio generazionale, nuove famiglie, filgli, nipoti …… una ripresa sociale con conseguente aumento del PIL. Ma ciò che si dovrebbe fare non può essere fatto. l’obbiettivo é sempre quello di quadrare il conto ora, senza una prospettiva a lungo termine. L’imperativo è il pareggio di bilancio, costituzionalmente previsto . Non ci sarà mai nessuna riforma pensionistica …. mettiamoci una pietra sopra e piangiamo.

      Rispondi
  • Avatar
    12 Luglio 2018 in 21:45
    Permalink

    Massimo, hai perfettamente ragione: credo che ognuno di noi condivida la tua valutazione!!!!!

    Rispondi
    • Avatar
      12 Luglio 2018 in 22:07
      Permalink

      Grazie Francesco. Un caloroso saluto a te e a tutti gli altri.

      Rispondi
    • Avatar
      13 Luglio 2018 in 16:25
      Permalink

      Non mi pare che quando eravamo uno stato sovrano, le cose andassero particolarmente male e non eravamo particolarmente forti con gli altri paesi europei. Comunque se non si cambia musica ci riducono come la Grecia ,il resto sono chiacchiere e lo sostengono economisti premi Nobel, MA L’UOMO IN GENERE, CAMBIA SOLO QUANDO E’ COSTRETTO, se ci riesce.

      Rispondi
  • Avatar
    12 Luglio 2018 in 20:25
    Permalink

    come mai il mio messaggio non è stato pubblicato… grazie per la risposta

    Rispondi
  • Avatar
    12 Luglio 2018 in 20:01
    Permalink

    CARI IGNAZIO,FRANCESCO,SILVANO,ALBERTO, PIETRO, ALDO, FRANCO, PAOLA E MI SCUSO CON CHI NON HO NOMINATO VISTO E CONSIDERATO CHE ORMAI LA PROMESSA DELLA QUOTA 100 COME PROPOSTO IN CAMPAGNA ELETTORALE RESTERA’ TALE ( CIOE’ UNA PROMESSA CHE NON AVRA’ SEGUITO) PROPONGO DI COMPORTARCI DI CONSEGUENZA ALLE PROSSIME CONSULTAZIONI ELETTORALI. COSI’ COME DI MAIO STA “VALUTANDO” LA PROPOSTA SULLA QUOTA 100 ANCHE NOI “VALUTEREMO” A CHI DARE LA FIDUCIA ATTRAVERSO IL LIBERO VOTO. IO LA VALUTAZIONE L’HO GIA’ FATTA

    Rispondi
  • Avatar
    12 Luglio 2018 in 18:49
    Permalink

    …dunque, vediamo se ho capito, anno di nascita 11/04/1955, iniziato a lavorare 10/10/1969, fra le tante cose ho fatto circa 25 anni di lavori usuranti come autista di mezzi pesanti, disoccupato senza nessun reddito dal 31/12/2012 per mancanza lavoro (imbianchino autonomo), ISEE a 0,00 € ultimi 5 anni. Ad oggi 2044 settimane di contributi, pari a 39, 3 anni, 63 anni e tre mesi di anzianità.
    Ora chiedo a chi mi vorrà rispondere, quante probabilità di andare in pensione anticipata tenendo conta della quota 100. Io sarei a 103 quasi 39,3 + 64, 5= 103,8, non vi sembra ora? Caro Di Maio, Caro Salvini, di sicuro non leggerete queste quattro righe, ma se per caso lo farete, Vi prego riflettete su quanto ho scritto. Io confido in VOI, NON FATEMENE PENTIRE PER L’ENNESIMA VOLTA DI AVER VOTATO. Grazie

    Rispondi
    • Erica Venditti
      13 Luglio 2018 in 17:39
      Permalink

      Roberto scusi riceviamo moltissimi messaggi al giorno e dobbiamo avere il tempo di approvarli, ecco anche il suo! Perché mi perdoni non ha fatto domanda per ape sociale, disoccupato di lungo corso con 63 anni d’età, ha tempo fino al 31/12/2018 poi verrà abolita con buona probabilità

      Rispondi
  • Avatar
    12 Luglio 2018 in 18:10
    Permalink

    Grazie Alberto non merito tanto. Vorrei soltanto un futuro poter commentare positivamente la fine di questa storia per tutti coloro che stanno attendendo ormai da troppo il riconoscimento ,RUBATO, del diritto sacrosanto dopo una vita di lavoro alla pensione.

    Rispondi
  • Avatar
    12 Luglio 2018 in 18:05
    Permalink

    Possibile che il governo del cambiamento non sia altro che” cambiamo tutto purché non cambi nulla” …vedi Il gattopardo!!!
    Avete predicato,abbiamo votato per annullare la legge Fornero e voi che fate???? NULLA.
    SIETE DEI POLTRONARI!!!! CHIACCHERONI A VANVERA

    Rispondi
  • Avatar
    12 Luglio 2018 in 17:47
    Permalink

    Signori coraggio tanto non faranno niente tutto fumo negli occhi , ad esempio io sono nella cassa ipost postelegrafonici assorbita dall’inps 2009 bene sono esodato con incentivo mi hanno dato 90000 euro tassazione separata 25000 euro restano 65000 euro ho dovuto levare 24000 euro per pagare i contributi volontari purtroppo sono monoreddito e non posso dedurli dal rettito perche non ho reddito restano41000 euro devo vivere fino alla fine di dicembre 2018 morale (esodato dal 2016) con 42 anni 9 mesi e 23 giorni per l’inps sarei a posto mentre per ipost io dovrei andare in pensione a giugno perciò devo pagarmi altri 6 000 euro di contributi e vivere sono sposato mia moglie non lavora PENSATE QUESTA SCHIFOSA ASSISTENZA PENSIONISTICA MA FA SCHIFO VERAMENTE VERGOGNA VERGOGNA e non sono l’unico in questo stato allora il GOVERNO FACCIA QUALCOSA
    NO A DIRE CHE QUOTA FISSA 41 SARA FATTO SOLO 2020 allora di stanno prendendo per il C……O scusate

    Rispondi
  • Avatar
    12 Luglio 2018 in 16:47
    Permalink

    Franco .. concordo pienamente … sei un mito !

    Rispondi
  • Avatar
    12 Luglio 2018 in 16:26
    Permalink

    Salve a tutti.Ancora nuovi commenti sull’argomento quiescenza dopo le ultime dichiarazioni de Ministro del lavoro.Intanto sarebbe utile sapere la convenienza dei calcoli per la quota 100 a chi è rivolta: pensionandi o Governo? Nell’ormai famoso contratto non si parlava di valutazioni o altri calcoli ; QUOTA 100 =SOMMA ETA’ ANAGRAFICA PIU’ CONTRIBUTI VERSATI DA SUBITO E QUOTA 41 INDIPENDENTE DALL’ETA’. Ma l’ultima chiamiamola chicca al riguardo , credo che in molti l’abbiano gia’ letta, arriva oggi dalla Corte dei Conti : LA LEGGE FORNERO NON DEVE ESSERE TOCCATA PER NON STRAVOLGERE L’EQUILIBRIO DEI CONTI IN MATERIA PREVIDENZIALE. Chiaro no? C’è un certo dalle mie parti che dice : CHI PARLA DI FAME CON LA PANCIA STRAPIENA PER QUELLI CHE LA SOFFRONO SON DISGRAZIE. A buon intenditor……..

    Rispondi
  • Avatar
    12 Luglio 2018 in 15:31
    Permalink

    A questo punto mi viene quasi di rimpiangere il…BOMBA…!!!

    Rispondi
  • Avatar
    12 Luglio 2018 in 15:27
    Permalink

    Non è che Salvini sia migliore di Di Maio oppure viceversa, sono due imbroglioni pari e patta…!!! E’ da cinque anni che vanno blaterando sulla riforma Fornero (specialmente Salvini, vedi firme referendum). Ora che potrbbero dare corpo alle promesse sbandierate per migliaia di volte cosa vorrebbero servirci….???? Una riforma che livellerà e di molto, tutti verso il basso in cambio di uno o due anni di anticipo.
    Senza contare che per molti e cioè disoccupati, caregiver ecc ecc possibili percettori di ape social, oltre il danno anche la beffa perchè si troverebbero ad andare in pensione un anno dopo e con l’assegno decurtato.
    Probabilmente siamo su scherzi a parte…..non può essere altrimenti…!!!

    Rispondi
  • Avatar
    12 Luglio 2018 in 15:22
    Permalink

    Di Maio, un Ministro del Lavoro che non ha mai lavorato in vita sua!!!!!

    Rispondi
  • Avatar
    12 Luglio 2018 in 14:59
    Permalink

    A quando il decreto attuativo riguardo a quota 💯?….(12-07-2018)….

    Rispondi
  • Avatar
    12 Luglio 2018 in 14:42
    Permalink

    E BRAVO DI MAIO!!! SI E’PASSATTI DALLA QUOTA 100 SENZA SE E SENZA MA DELLA CAMPAGNA ELETTORALE ALLA VERIFICA DELLA QUOTA 100 NON APERTA A TUTTE LE COMBINAZIONI POSSIBILI. SALVINI MA COSA CI STAI A FARE CON UN ALLEATO DEL GENERE? RICORDATI CHE I LAVORATORI TI HANNO DATO FIDUCIA PER ELIMINARE LA LEGGE FORNERO E INTRODURRE LA QUOTA 100 COSI’ COME HAI SEMPRE SOSTENUTO IN CAMPAGNA ELETTORALE.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *