Pensioni di invalidità 2020, prosegue la battaglia per l’aumento nel range 74-99%

Non si placano affatto le polemiche degli invalidi civili parziali che continuano a reclamare giustizia per la loro situazione economica e fisica, non é possibile, dicono all’unisono nello spazio dedicato ai commenti del sito e sui social dove condividiamo gli articoli, che lo Stato faccia questa distinzione tra invalidi di Serie A ed invalidi di Serie B. Chiedono, ed in questo l’Associazione Anmic, sta facendo la sua parte nel supportarli, l’aumento della pensione di invalidità anche per quanti sono nel range tra il 74 ed il 99%. Il Presidente Nazionale ANMIC-FAND, nelle ultime settimane, attraverso la sua trasmissione Anmic Informa, ha ricordato la proposta di legge già presentata nel 2008 e su cui l’Associazione é tornata a ‘puntare i piedi’. Così Nazaro Pagano:La politica discuta la nostra proposta di Legge del 2008“, vediamo in dettaglio quali erano le richieste principali,che ancor oggi non hanno visto la luce, e su cui si é tornati a chiedere giustizia, specie in un contesto pandemico che sta mettendo in risalto, acuendole, le situazioni di chi versa in maggiori difficoltà.

Pensioni di invalidità, Pagano al Governo: si valuti la nostra proposta del 2008/2009

Pagano nel corso della trasmissione andata in onda il 13 novembre scorso, di cui potete trovare riscontro per intero nel video sotto riportato, evidenzia come Anmic, Associazione Nazionale Mutilati ed Invalidi Civili, avesse presentato più di 10 anni fa una proposta di legge di iniziativa popolare raccogliendo oltre 350 mila firme, che fu depositata presso il l Senato della Repubblica Italiana e calendarizzata nell’undicesima Commissione Affari Sociali, in cui si sollecitava il Parlamento ad andare verso una riforma complessiva del sistema pensionistico per le persone con disabilità. A distanza di 12 anni, spiega Pagano, dopo sollecitazioni, proposte e suggerimenti, la Corte Costituzionale ha ritenuto che la cifra 290 euro risulta inadeguata per una pensione, ed ha provevduto all’incremento per gli inabili e per gli invalidi civili totali.

Non comprendendo, fa intendere nella lunga disamina, come la somma di 290 euro possa risultare inadeguata per gli invalidi civili totali tra i 18 ed i 60 anni, mentre, specie in un periodo tanto delicato come questo a livello di cure, possa anche solo lontanamente risultare idonea per gli invalidi parziali, la battaglia per tutelare i più deboli non può che proseguire il suo corso. Va da sé che tale presupposto é privo di ogni fondamento e che le pensioni di inavlidità debbano, oggi più che mai, essere equiparate.

Pensioni invalidità 2020, 290 euro inadeguate anche per gli invalidi parziali: si aumentino gli assegni

Purtroppo fa notare Pagano, l’aumento a cui si ambiva, sebbene si tratti di una sentenza storica, la numero 152 del 2020, e di un primo passo importante per il mondo della disabilità, é stato riconosciuto solo alle pensioni di invalidità totale. “All’oggi, gli invalidi parziali non hanno beneficiato di nessun aumento: se gli ultrasessantenni avevano già vista adeguata negli anni addietro la loro pensione al cosiddetto “milione” delle vecchie lire”, quelli nel range tra il 74 ed il 99% sono rimasti esclusi.

L’appello viene poi rivolto direttamente alla forze politiche affinché in un momento in cui Il Governo pensa a ‘ristori’ per tutti, per giunta comprensibili date le grosse difficoltà di moltissime categorie afflitte dalla pandemia, si rivolga l’attenzione anche alle persone fragili con disabilità. Così conclude Pagano: “In un momento di emergenza assoluta dove i servizi domiciliari non vengono erogati, dove le persone con disabilità non ricevono più le adeguate cure, sarebbe opportuno il sostegno delle forze politiche”.

Cosa ne pensate della battaglia che Anmic sta portando avanti per i disabili? Concordate sul fatto che sia necessario aumentare l’assegno anche per le persone che hanno un’invalidità inferiore o ritenete già importante quanto si é ottenuto dopo anni di lotta almeno per gli invalidi totali e gli inabili al lavoro? Fatecelo sapere come sempre nella sezione commenti del sito.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

Erica Venditti

Erica Venditti

Mi chiamo Erica Venditti, classe 1981. Da aprile 2014 sono giornalista pubblicista Scopri di più

36 pensieri riguardo “Pensioni di invalidità 2020, prosegue la battaglia per l’aumento nel range 74-99%

  • Pingback: Pensioni di invalidità 2020, appello disabili parziali: aumentate anche tra il 74-99% | Pensioni Per Tutti

  • Pingback: Pensioni invalidità 2020: Governo apre spiraglio sull'aumento dal 75 al 99%? | Pensioni Per Tutti

  • Avatar
    1 Dicembre 2020 in 21:05
    Permalink

    Bravissimi, ma dovete interfacciarvi con deputati e senatori ora che c’è la sessione di bilancio.

    Rispondi
  • Avatar
    1 Dicembre 2020 in 14:48
    Permalink

    Salve! Sono Teodora Moira. Scusatemi se intervengo nuovamente. Se mi fosse consentito, desidererei cogliere l’occasione, per ringraziare tutti voi, per l’interesse dimostrato nei confronti di noi invalidi civili e tutte le istituzioni politiche, laiche ed ecclesiastiche, per la sensibilità manifestata nei nostri riguardi. Spero che queste nostre richieste non vengano disattese e mi auguro che vengano,al più presto, emanate leggi eque ed efficaci che possano migliorare le condizioni di vita di tutti. Vi ringrazio immensamente.

    Rispondi
  • Avatar
    1 Dicembre 2020 in 14:37
    Permalink

    Salve! Sono Teodora Moira. Scusate se intervengo nuovamente. Se mi fosse consentito, desidererei cogliere l’occasione per ringraziare, tutti voi, per l’interesse dimostrato nei confronti di noi invalidi civili e tutte le istruzioni politiche, laiche ed ecclesiastiche per la sensibilità manifestata nei nostri riguardi. Spero che le nostre richieste non vengano disattese e mi auguro che vengano, al più presto,emanate leggi eque ed efficaci che possano migliorare le condizioni di vita di tutti. Vi ringrazio immensamente.

    Rispondi
  • Avatar
    30 Novembre 2020 in 17:56
    Permalink

    Ho il 75% di invalidità e già penso a quando finirò per strada senza più l’aiuto di mia madre…

    Rispondi
    • Avatar
      2 Dicembre 2020 in 1:36
      Permalink

      Purtroppo devo confermarLe che ha pienamente ragione ad avere questo attaco di ansia poichè ciò che Lei prospetta, sig. Giovanni, è proprio quello che è successo a me: dopo la morte della mia amatassima e insostituibile madre sono finito sul marciapiede per diversi anni… Purtroppo il costo di cibo, bollette, affitto, medicinali è ben più elevato di 300 euro mensili e, giusto per ripetere quello che tante persone quì hanno ampiamente confermato, nella maggior parte dei casi chi è invalido al 75% non ha le capacità psico-fisiche per poter sostenere un lavoro, anche se avesse la fortuna di trovarlo, in quanto le patologie ostacolono incessantemente i ritmi e gli orari di lavoro, producendo amare conseguenze personali e lavorative. Questo è accaduto a me e spero di cuore che non accada pure a Lei nè a nessuna brava persona.

      Rispondi
  • Avatar
    29 Novembre 2020 in 17:35
    Permalink

    Siamo comunque invalidi!!! Senza possibilità di trovare lavoro nè prima nè tantomeno oggi, come viviamo con 286 Euro al mese? Firmerò sicuramente.

    Rispondi
  • Avatar
    29 Novembre 2020 in 13:21
    Permalink

    Percepisco la pensione di inabilità al lvoro categoria (io) con importo annuo di 7487,87 e non mi è stato riconosciuto l’aumento dell’invalidità civile perché con i 280 euro (invalidità civile) spererei il
    il limite di reddito di 981,73previsto.Mentre mi viene detto che non viene conteggiata x la prestazione richiesta. (l’aumento x l’invalidità civile.) Grazie.

    Rispondi
  • Avatar
    29 Novembre 2020 in 2:26
    Permalink

    L’aumento deve essere x tutti! Questa è la più grande carognata che poteva fare il governo!

    Rispondi
  • Avatar
    28 Novembre 2020 in 21:43
    Permalink

    Salve. Il governo non sta facendo nulla per gli invalidi parziali, come se non esistessero! Come hanno aumentato le pensioni d’invalidità con percentuale al 100% dovevano allo stesso tempo incrementare quelle con percentuale inferiori. Non fare delle differenze, come se una con una percentuale del 90 % può vivere con 280,00€ mensili. Ma dove viviamo.? E lo stato pensa ha risolvere i problemi degli altri paesi…. Ma prima dovrebbe sistemare le cose per i suoi cittadini non lasciando indietro nessuno, soprattutto le fasce più deboli!

    Rispondi
    • Avatar
      30 Novembre 2020 in 12:10
      Permalink

      Ma il movimento 5 stelle aveva promesso che eliminava la povertà,a! forse ere uno spot elettorale per accaparrarsi l’entrata nel governo del paese considerato che si è dovuta scomodare la corte costituzionale per avere dei diritti sacrosanti ma purtroppo neanche per tutti ma soltanto agli invalidi totali, questa politica italiana è estremamente Ambigua promette che risolverà i problemi della gente invece si costata che si risolvono i Loro problemi Vergogna!

      Rispondi
  • Avatar
    28 Novembre 2020 in 16:35
    Permalink

    Lo stato fa i conti nelle tasche dei cittadini non curandosi, di pochi spiccioli,mio marito x pochi euro non ha avuto l’aumento, non vedente e celebroleso “legge 104 comma 4 invalido al 100/100. Ha abbassato la soglia da 16milla euro a 15mila euro.Questo è una vera vergogna, questi politici non hanno vergogna tant’è che continuano a prendere i vitalizi e le pensioni, Poi ci sono i senatori a vita che dobbiamo mantenere

    Rispondi
  • Avatar
    28 Novembre 2020 in 14:10
    Permalink

    Anche io la penso così avendo un figlio con invalidità al 80%

    Rispondi
  • Avatar
    28 Novembre 2020 in 8:38
    Permalink

    Ci sono stati tolti diritti che a mio parere avrebbero potuto dare segnali di crescita politica e sociale. Spesso si tratta di voler essere indifferenti ai principi della democrazia peccato avete perso un occasione per non essere dimenticati!

    Rispondi
  • Avatar
    28 Novembre 2020 in 7:42
    Permalink

    Sono con voi in questa lotta è ingiusto essere messi da parte in questo modo e se c’è da firmare io ci sono

    Rispondi
  • Avatar
    27 Novembre 2020 in 22:27
    Permalink

    Sarebbe meglio e ovvio, visto che Conte ha detto “per tutti gli invalidi 100% con totale inabilità al lavoro” dai 18 ai 60 anni, che tolgano il limite di reddito o che per lo meno venga innalzato di più. Qui i penalizzati sono sempre i più deboli purtroppo

    Rispondi
  • Avatar
    27 Novembre 2020 in 21:42
    Permalink

    Sono pienamente felice di sapere che il presidente del (anmic) nazaro Pagano lotti per noi vuol dire che c’è chi ha ascoltato le nostre preghiere. 🙏
    Personalmente voglio che il dottor nazaro sappi che ha tutta la mia graditudine e la mia disponibilità e se ce da firmare qualcosa basta che me lo dica io sto qua.
    purché mettono pure noi in condizione di sopravvivere più dignitosamente dandoci lo stesso trattamento dei disabili al 100 x100 senza fare differenza di A. & B. Come sempre Grazie ad erica e Stefano che con il vostro lavoro avete dato luce alle nostre difficoltà 🙏

    Rispondi
    • Erica Venditti
      30 Novembre 2020 in 11:20
      Permalink

      Dany grazie a lei per la stima

      Rispondi
    • Avatar
      3 Gennaio 2021 in 22:36
      Permalink

      Sono invalido a 100%. Prendo € 350,00 al mese..con reddito di € 13000….all’anno..sono sposato…ho 77 anni…non ho nessuno AUMENTO..anche i mensili dà luglio a dicembre..(..Niente. ) ciao.. grazie boemo Gianfranco..

      Rispondi
  • Avatar
    27 Novembre 2020 in 21:38
    Permalink

    Gli invalidi parziale come fanno a vivere con 290 euro al mese mentre parlamentari guadagnare 30.000 40.000euro al mese e noi non ci danno il diritto di sopravvivere ciao

    Rispondi
  • Avatar
    27 Novembre 2020 in 21:35
    Permalink

    Credo proprio di si… la differenza di aumento è abissale.
    La torta andrebbe ripartita meglio…

    Rispondi
  • Avatar
    27 Novembre 2020 in 19:55
    Permalink

    Salve sono invalido oncologico 100% ma coniugato e mia moglie supera sebbene di poco i 14400 euro. Posso sperare di ritornare in lizza per l aumento previsto ? Questa regola è vergognosa e discriminante. Ringrazio e saluto . Frediano

    Rispondi
    • Erica Venditti
      30 Novembre 2020 in 11:22
      Permalink

      Purtroppo no i limiti reddituali non ci risultano in discussione, sebbene, dalla nostra, raccogliendo le vostre testimoniazne lo abbiamo segnalato

      Rispondi
  • Avatar
    27 Novembre 2020 in 19:08
    Permalink

    Si deve protestare per reddito personale e non coniugale tanti invalidi totali non riceveranno aumenti anche con reddito 0

    Rispondi
  • Avatar
    27 Novembre 2020 in 18:08
    Permalink

    Mi chiamo Moira ed abito nella splendida città di Reggio Calabria. Sono invalida civile parziale e da alcuni anni percepisco mensilmente un assegno. Per il Fisco risulto a carico dei miei genitori e di conseguenza non ho diritto nemmeno ad un lavoro. L’assegno mensile sicuramente ha migliorato la mia vita, ma ancora non posso considerarmi completamene indipendente dal punto di vista economico. Sono grata al governo italiano per essersi fatto carico della nostra situazione e per non averci considerato persone ” invisibili” ed alle varie associazioni, sparse sul nostro territorio, che si occupano di noi cittadini disabili. Anch’io penso che sia giusto che venga aumentato l’assegno anche a noi invalidi civili parziali e spero che il governo presto intervenga anche su questa materia, a mio avviso, molto delicata. Grazie infinite.

    Rispondi
  • Avatar
    27 Novembre 2020 in 16:52
    Permalink

    sostengo anche io la vs lotta, l’aumento va esteso anche agli invalidi parziali, non esistono invalidi di serie a e di serie b , la legge è uguale per tutti se c’è da firmare , firmerò garzie

    Rispondi
    • Avatar
      28 Novembre 2020 in 20:53
      Permalink

      Il governo dovrebbe equiparare le quote pensionistiche, perché mia figlia ha la pensione di 290euro perché è dal 75x100al 99×100 e se non ci sarebbe lo stipendio di mio marito saremmo alla frutta,forse neanche quella . Uno schifo di legge

      Rispondi
    • Avatar
      29 Novembre 2020 in 3:10
      Permalink

      Lei, sig.ra Adele, merita la massima stima in quanto io raramente vedo persone comprensive e solidali al punto tale da apporre la propria firma per il bene di altri, cioè Lei è davvero tra le persone più altruiste e belle che io abbia mai visto nella mia vita, visto che spessissimo si vedono soltanto pernsieri e atti malvagi, in questa società falsa e super egoista; Le auguro tutto il bene di questo mondo, se lo merita davvero.

      Rispondi
  • Avatar
    27 Novembre 2020 in 14:05
    Permalink

    NEL SENSO DELLO “STATO” PER COME LA PENSO IO, QUESTE SONO PRIORITA’, NON COMPRENDO PERCHE’ INVECE CI RITROVIAMO COSI’.

    Rispondi
    • Avatar
      27 Novembre 2020 in 21:29
      Permalink

      Giustissimo la pensione agli invalidi parziali , ma attenzione, io ho un invalidità del 100%,non lavoro e prendo l’accompagnamento, non supero il Mio reddito, ma sono sposata e quindi niente, anche se mio marito è un semplice operaio.Una presa per i fondelli

      Rispondi
    • Avatar
      28 Novembre 2020 in 6:47
      Permalink

      ASSURDO fare queste discrimazioni!!! Vorrei chiedere a questo governo…. Quali sono le motivazioni x cui chi fa parte della fascia 74/99 nn ne ha diritto!!!!… Tra 99 e 100 cosa cambia? Questo sottilissimo… 1%…cosa permette di fare?…. si devono TOGLIERE le percentuali… Chi è riconosciuto invalido lo è e BASTA!!!!!!… tra l’altro nn sono veritiere cn lo stato di salute… spessissimo sta peggio chi ha una percentuale più bassa!!!… anche chi è affetto da patologie TUMORE.. DEPRESSIONI importanti e malattie CRONICHE INVALIDANTI… che nn GUARIRANNO MAIIIIII…. (magariii)… specie se più patologie nello stesso individuo… PERCHÉ RIVEDIBILI!???….. Cosa sperano nei miracoli!!!…… Bisogna rivedere in maniera CORRETTA, LOGICA e soprattutto UMANA le leggi Inps.. Perché è incostituzionale fare tali indiscriminazioni su persone figli di un DIO minore…. È cm sparare sulla croce rossa!!!!!…….

      ..

      Rispondi
    • Avatar
      28 Novembre 2020 in 14:54
      Permalink

      È vero.chi siamo noi. Di serie c e pura discriminazione e ingiustizia.firmiamo.

      Rispondi
    • Avatar
      29 Novembre 2020 in 2:48
      Permalink

      Concordo non si può aumentare solo gli invalidi al 100% chiediamo aumento x tutti gli invalidi.

      Rispondi
    • Avatar
      29 Novembre 2020 in 13:27
      Permalink

      Penso che andrebbero aumentate ma chi ha il 74% può lavorare con determinate tutele che lo stato mette a disposizione. Un invalido grave che ha il 100% non può proprio lavorare, quindi c’ è una differenza. Il vero problema è che le pensioni sono cmq basse per tutti ma la differenza c’è tra qui può svolgere un lavoro anche se adeguato e chi non può svolgere nessuno. Nn ci sono invalidi di serie A e di serie B, ma invalidi e invalidi gravi inabili al lavoro.

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *