Pensioni di invalidità 2021, gli invalidi: dobbiamo divorziare per avere l’aumento?

Pensioni invalidità 2021, aggiornamenti Pagano: cosa cambierà con la Stefani?

Proseguono le polemiche da parte di quanti avrebbero voluto avere l’aumento della pensione di invalidità e si sono visti tagliare fuori, tant’é che oltre alle richieste di elimiare l’assurdo vincolo reddituale, e ad averci chiesto di provare a lanciare l’idea di un’ospitata in tv, ora i nostri lettori lanciano addirittura una provocazione al Governo, ossia ci state dicendo che conviene procedere col divorzio per poter avere quanto ci spetta?

Effettivamente il paletto più stringente che lo stesso Domenico Cosentino, responsabile Area Formazione& Digital Learning Patronato INPAS, ha voluto evidenziare come assurdo sta proprio nel cumulo dei redditi delle persone coniugate, se insieme i due coniugi superano i 14447 euro, l’invalido resta privo di incremento sebbene abbia un’invalidità del 100%. Ecco allora quanto ci stanno scrivendo provocatoriamente i nostri lettori al fine di far arrivare, attraverso il nostro portale, il messaggio al Governo.

Pensioni di invalidità 2021, i disabili al Governo: devo divorziare per avere quanto mi spetta?

Antonella, ci scrive: “Sono assolutamente d’accordo nell’ emilinare l’assurdo vincolo reddituale coniugale, possibile che una battaglia di questo tipo, corretta e sensata negli intenti, data la discriminazione evidente, Non interessi ai nostri politici e sottolineo tutti i politici? Dimenticavo sono invalida al 100%, ma non ho ricevuto l’incremento in quanto ‘sfortunatamente’ coniugata”.

Mariius, avvolora le rimostranze di Antonella e rilancia con una provocazione: “Sono un invalido al 100×100 e sono rimasto con 286euro, stai a vedere che alla fine devo divorziare per prendere quello che mi aspetta?? Mi dispiace che solo in Italia sia così!! Una vera VERGOGNA!!!

Luciano, prosegue nella provocazione e spiega: “Se questo è il problema ossia che non si riesce a risolvere perchè il reddito del partner cumulato supera il limite di 14447 euro e l’invalido totale pur avendo diritto alla maggiorazione per la propria patologia ne resta escluso, a questo punto ci sarebbe un’ altra alternativa da percorrere per il disabile al 100% e cioè gli conviene divorziare e poi effettuare la domanda per la maggiorazione sociale da reddito per ottenere i famosi 651,00 euro. In seguito, ritornare a convivere con la ex moglie e a convivere l’assegno mensile gli spetterà sempre. Ad un certo momento quando ci vuole ci vuole”. Poi termina cercando un confronto costruttivo con gli altri invalidi rimasti esclusi a causa del cumulo del reddito: “Voi che siete sposati e non avete ancora l’aumento, come la pensate?

Graziella, ci racconta la sua testimonianza: “Sono invalida al 100%, ma al patronato mi sento dire che non avrò l’aumento per il reddito di mio marito, ma come é possibile la disabilità é mia o di mio marito?

Pensioni invalidità 2021: L’invalidità é personale, lo sia anche il reddito

Su questo punto gli invalidi totali non transigono, se l’invalidità é personale e se per ottenere la prestazione si guarda il reddito del singolo, ora perché mai per l’aumento a 651 euro si deve considerare e cumulare il reddito del proprio partner? Ingiusto e insensato dicono all’unisono gli invalidi.

L‘invalidità purtroppo é strettamente personale, le difficoltà di ingresso nel mondo del lavoro anche, perché impedire l’incremento a quanti sono sposati, solo perché il coniuge lavora? l’aumento per l’invalido totale era stato letto anche come dignità e finalmente indipendenza economica, al fine di non gravare sempre sulle spalle del proprio compagno/A, ora il sogno é venuto meno. Per questo affranti gli invalidi al 100% chiedono con insistenza venga eliminato questo riferimento al reddito del coniuge. Mentre dalla loro gli invalidi parziali vorrebebro essere equiparati a quelli totali, ma qui la strada si fa ancora più in salita.

Concordate con la provocazione avanzata dai disabili totali, se siete nella stessa situazione, ci avevate pensato anche voi? Fatecelo sapere , come sempre, nell’apposita sezione commenti del sito.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

15 commenti su “Pensioni di invalidità 2021, gli invalidi: dobbiamo divorziare per avere l’aumento?

  1. Solo per ricordarlo per l’ennesima volta e lo faccio solo per ricordare che il tempo passa ma non cambia nulla perciò e’ inutile che dicono ripetete le stesse cose,certo lo farò all’infinito perché non trovo giusto che un invalido totale solo perché coniugato non abbia l’aumento,del resto io non ho nessuna entrata e l’invalidità e’ mia cosa c’entra il coniuge,ci dobbiamo divorziare per poi convivere? Se vogliono questo lo facciamo tutti assieme ce lo dicano e Noi tutti assieme lo facciamo e così vediamo poi cosa troveranno ancora che non va bene?!

  2. Io sono invalido al 100 % non percepisco l’aumento perché ho ISEE DI 8400,OO EURO PRENDO 800,00 EURO DI PENSIONE HO UNA BADANTE PERCHE HO IL CONTRIBUTO LA VITA INDIPENDENTE IO DEVO PAGARE I CONTRIBUTI DELLA Badante mi anno bloccato il contributo perche devo pagare io mille euro al mese e dopo loro mi rimborsino io dove prendo questi soldi. Questo caso e come l’aumento pensione d invalidità. Loro anno ij coltello dalla parte del manico dobbiamo scendere in piazza a protestare tutti ci anno tolto la dignita e continuano a umiliarci

  3. renzi e in polemica su conte….ma su cosa?vaccino…recovery…infrastutture..sanita….facili parole generiche ….ricordo quando era presidente del consiglio renzi tra le sue note negative voleva eliminare a tutti i disabili che vivono in famiglia o inseriti nel nucleo familiare chiedendo isee familiare e non personale. che poi grazie a dio tra gli emendamenti fu bocciata.io invalido al 75% sono deluso da tutta la politica da destra a sinistra….da 20 anni e piu a oggi.ma x gli invalidi totali di quelli che hanno ottenuto l’aumento ….anche se pur inferiore al reddito dignitoso ..dovrebbero appoggiare a conte perche ha stabilito conte di portare le pensioni agli invalidi totali a 650euro mentre la consulta riteneva di aumentarle al milione di lire 516 euro.come ne richiedeva il centrodestra nell’avvento elettorale di aumentarne dai 285 euro almeno il doppio. poi l’inps trovo la scusa del coniuge per non snellire di molto le casse previdenziali.questo e l’unico plauso rispetto a tutto il resto di questo governo.ma tutta la politica a oggi lascia morire di fame con 286 euro i disabili…e nel mio caso invalido parziale al 75×100 in questa vita neanche la possibilita di avere un lavoro nelle categorie protette perche le aziende per non assumere i disabili cercano disabili con auto patente….lauree…ecc..richiedendo ai disabili maggiori competenze rispetto ai normali appunto xche non ci vogliono assumere….e tra le loro competenze richieste non credo che ne esistano oltre al numero delle dita delle mani appunto perche disabili e disabili parziali gravi…altrimenti con patenti ….con specifiche competenze linguistiche software…ecc..ecc..non sarebbe piu un disabile. spero che il governo aumenti le pensioni di invalidita del range 74% al 99% o perlomeno inserirci nel mondo del lavoro delle nostre residue capacita lavorative nel mio caso essendo al 75% il 25 % in categorie protette.in alternativa almeno equiparare alle pensioni di invalidita come ai totali o ancor meglio se siamo nell’europa che l’europa stabilisca per tutte le nazioni che ne fanno parte un importo comune uguale x tutti i paesi sia per i disabili invalidi parziali che totali.

    1. Sig. Emilio D’Agostino, scusi, lei dice che si deve ringraziare il Presidente del Consiglio Conte per aver portato la pensione d’invalidità a 650,00 euro quando la Corte Costituzionale voleva portarla al famoso milione al mese. Non è proprio così, perchè il milione al mese è una legge approvata nel 2001 ancora in lire (516 euro) ma dal 2001 all’attuale 2021 sono passati 20 anni e in questi 20 anni la pensione d’invalidità totale con maggiorazione da reddito è aumentata gradualmente anno per anno arrivando all’attuale 651,00 euro. Quindi Conte, non ha fatto proprio nulla è l’INPS che ogni anno aumenta la rata pensionistica di qualche euro. Tra l’altro, il Governo è stato costretto ad intervenire perchè la Corte Costituzionale di Torino lo ha imposto come lei ben sa nel 2020 altrimenti oggi, saremmo ancora qui a vedere il teatrino ove un partito propone l’aumento e altri partiti si oppongono e viceversa, cioè quello che poi è accaduto dal 1960 sino ad oggi a Montecitorio.
      Buona giornata.

      1. concordo….non sono esperto in politica.forse pero conte e andato un po oltre agli aumenti da ventanni a oggi. in 20 anni a me la pensione da 270 euro circa a 290 euro circa…20euro di aumento in 20 anni.

        1. Sig. Emilio, ha ragione non mi sono spiegato bene. Il famoso milione al mese (516,00 euro) è una
          Pensione che avevano concesso al disabile al compimento dei 60 anni d’età. A questa cifra, dopo, hanno aggiunto la Maggiorazione Sociale per i soggetti disagiati e per arrivare al trattamento minimo della pensione sociale o assegno sociale. Questa maggiorazione sociale nel 2020 è stata di 136,44 euro. Quindi,516,00 euro + 136,00 euro =652,00 euro. E’ questa è la cifra che anche nel 2021 ricevono i disabili al 100% se non superano il limite di reddito.
          Ora però non so dirle a quale cifra corrispondeva la maggiorazione sociale nel 2003 o nel 2005 o nel 2008 o nel 2012 o nel 2015 o nel 2018.Non riesco a trovare le tabelle ma se sei interessato puoi navigare sul sito PENSIONIOGGI.IT-INCREMENTO AL MILIONE. Questo però è solo per dirti
          che purtroppo il Presidente del Consiglio Conte non centra nulla e la maggiorazione sociale è stata abbinata al milione al mese dai Governi di allora. Poi dici che per te l’aumento in 20 anni è stato molto basso e questo valeva anche per me. Hanno sempre aumentato l’assegno d’invalidità civile di 1,00 euro circa all’anno e soprattutto davano molto importanza all’età e non alle condizioni fisiche della persona. Oggi, qualcosa è cambiato e l’aumento lo concedono anche
          ai 18enni per chi ha il grado del 100% e non supera i limiti di reddito ma si deve sempre ringraziare la Corte Costituzionale di Torino e non i partiti politici.
          Ti saluto cordialmente.

  4. ASSURDO, IO INVALIDA AL 100% NON MI VENGONO RICONOSCIUTE NE’L’AUMENTO DELL’INVALIDITA’ (ATTUALMENTE DI EURO 374 MENSILI) NE’ LA DOMANDA DI ACCOMPAGNAMENTO, SOLO PERCHè SONO CONIUGATA E AHIME’ POSSIEDO AL 50% UNA CASETTA …

  5. Tengo a precisare che i paletti per gli invalidi al 100% sono 2 e non un, io sono invalido al 100% sono andato al patronato per chiedere di fare la domanda per l’aumento, mi ha risposto che era inutile perché il mio reddito personale superava il paletto di 8 mila e rotti, mentre il mio reddito con mia moglie non supera i 14.440 semplicemente perché mia moglie non lavora non capisco perché per darmi la pensione di 286 al mese hanno considerato il reddito di oltre 16 mila euro, per essere giusto devo considerare per tutti gli invalidi a prescindere dell’invalidità lo stesso reddito per il quale hanno concesso quei quattro soldi, è una ingiustizia

  6. mia sorella ha ricevuto gli aumenti della pensione per gli invalidi totali e con accompagnamento, nei mesi di novembre con arretrati e dicembre 2020, dopo il decesso di mio padre ad agosto 2020 mia madre ha fatto la domanda di reversibilità per Lei e mia sorella a suo carico in quanto disabile grave non in grado di lavorare e quindi avendo la sua maggiorazione del 20% . Alla pensione di invalidità per mia sorella di gennaio 2021 non sono stati accreditati gli aumenti del LA MAGGIORAZIONE ” INCREMENTO MAGG.FINANZ. 2002″ DI 354,37 € , L’INPS ha risposto che mia sorella la sua pensione di invalidità ,sommata alla maggiorazione del 20% di invalidità ha superato il reddito per usufruire dell’aumento per gli invalidi totali. Vorrei chiedere se è giusto che la pensione di invalidità fa reddito per la maggiorazione? Grazie

      1. Io ho un reddito 6180 ho fatto la ricostituzione reddituale ma non ancora percepito niente mi sapete dire perché

      2. Sono invalido al100% io e mia moglie avendo un reddito famigliare che non supera i 7000 eppure non abbiamo mai avuto i cosiddetto incremento anzi l inps fa notare che la mia consorte abbia un reddito inesistente di 14000 euro io vorrei sapere come fanno a fare queste porcheria se loro sanno già il mio reddito famigliare e tutta una mal gestione non vogliono prendere fastidio a vedere la realtà

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su