Pensioni di invalidità 2021, ultime: Pagano (ANMIC e FAND) incontra Stefani

Pensioni invalidità 2021, aggiornamenti Pagano: cosa cambierà con la Stefani?

Sulle pensioni di invalidità si continua a parlare sui social, moltissimi confidano che con il Nuovo Governo e dunque con il neo ministro della disabilità Erika Stefani possa cambiare qualcosa per quanti fino ad oggi sono rimasti esclusi dall’aumento dell’assegno, ossia quanti sono nel range 74-99% e quanti pur con il 100% sono rimasti esclusi avendo un coniuge con un reddito che superava la soglia. Nazaro Pagano, presidente nazionale FAND e ANMIC, si é a lungo speso per far emergere la difficoltà di quanti oggi vivono ancora con 286 euro, appoggiando le richieste di quanti chiedono la maggiorazione a 651 euro venga estesa a tutti coloro che ad oggi sono rimasti fuori.

Pagano ha fatto presente attraverso ‘ANMIC informa’ che é stato ricevuto con la delegazione della federazione, dalla ministra per la Disabilità Erika Stefani. La stessa Ministra ha scritto un post Facebook in cui ha sintetizzato quanto emerso dall’incontro. Chiaro che in questo primo meeting si é parlato in generale della disabilità affrontando molti temi. Eccovene una sintesi, ma siamo certi che nel prossimo futuro l’aumento delle pensioni di invalidità sarà uno degli argomenti centrali.

Pensioni di invalidità e disabilità: il punto di Pagano

Sul sito dell’Anmic si legge: Siamo stati ricevuti dalla neo ministra per la Disabilità con la delegazione della Fand che rappresenta oltre il 60% di circa 7milioni e mezzo di cittadini con disabilità abbiamo stabilito con lei e con il suo staff di inserire le politiche per la disabilità negli obiettivi strategici del Piano nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) e di tracciare insieme un cronopogramma degli interventi più urgenti. Abbiamo anche convenuto di illustrare alla ministra anche le nuove proposte per nuove politiche di garanzia sociale per uno sviluppo inclusivo delle persone con disabilità e delle loro famiglie”. 

Il PNRR non può prescindere dai bisogni e dalle richieste delle persone con disabilità. Il benessere delle categorie più fragili deve essere una priorità. Serve inoltre una più ampia strategia europea per raggiungere, a livello globale, gli obiettivi previsti nella convezione Onu delle persone con disabilità

Punti principali trattati, li riprendiamo dalla sintesi effettuata dallo stesso presidente Pagano, in cui si evince al primo punto proprio la richiesta di una revisione organica delle provvidenze economiche, ossia un preciso riferimento agli assegni relativi alle pensioni di invalidità. Oltre a questo si é parlato

  • Revisione organica delle provvidenze economiche (aumento delle pensioni)
  • Razionalizzazione dei fondi per la disabilità e la non autosufficienza e di tutto il sistema del welfare
  • Diritto al lavoro con una revisione organica del collocamento mirato in un quadro di coordinamento con il ministero
  • Inclusione scolastica e diritto allo studio rete di sostegno agli studenti con disabilità
  • Eliminazione delle barriere architettoniche e sensoriali sia per le persone con disabilità ma anche per gli anziani.
  • Mobilità e trasporti. Occorre prevedere l’incentivazione all’utilizzo di mezzi sicuri.
  • Vaccinazioni

Pensioni invalidità, incontro tra Stefani e Fand: le novità

Così sulla sua pagina facebook il ministro della disabilità Stefani che dai primi giorni del suo insediamento al Governo si é subito fatta vedere davvero molto propositiva anche sui social nell’affrontare pubblicamente le tematiche che stanno particolarmente a cuore ai soggetti più deboli: “Oggi ho ricevuto i rappresentanti della Fand, la Federazione tra le associazioni nazionali delle persone con disabilità e della Fish (Federezione Italiana per il superamento dell’handicap). L’obiettivo dell’incontro di oggi è avviare subito un percorso e un metodo di lavoro, per trovare insieme soluzioni concrete e condivise che porterò all’attenzione di tutti i ministeri coinvolti.

Proprio per questo ho già avviato un’interlocuzione con i ministri della Salute, dei Trasporti, dell’Istruzione e del Lavoro. Le associazioni presenti all’incontro hanno sottolineato l’importanza del dialogo con le istituzioni centrali, condividendo le priorità indicate dal Ministro, tra cui l’aggiornamento del piano vaccinale anti Covid-19, la vita indipendente, l’accessibilità ai servizi pubblici.”

Confidate, dalla vostra, possa cambiare rapidamente qualcosa sia nella vita quotidiana quanto nella presa nuovamente in considerazione della richiesta di aumentare le pensioni di invalidità agli invalidi parziali? Fateci sapere quale sentore avete e se siete o meno positivi in tal senso. Ricordateci di lasciare un commento nell’apposita sezione del sito.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

11 commenti su “Pensioni di invalidità 2021, ultime: Pagano (ANMIC e FAND) incontra Stefani

  1. Buongiorno,volevo segnalarvi ,in breve,quanto segue.INVALIDO CIVILE AL 100%,MI RIFIUTANO L’AUMENTO POST SENTENZA CORTE COSTITUZINALE CON TALE DICITURA:”NON HA DIRITTO PERCHè è INVALIDO PARZIALE”!FALSO,DAL 2017 DALL’UML INPS SONO RICONOSCIUTO INVALIDO AL 100%.PER FARLA BREVE,DOPO QUATTRO MESI DI MAIL,PEC ECT.ECT.MI VIENE RICONOSCIUTO L’AUMENTO E GLI ARRETRATI.MA,GUARDA LA COINCIDENZA,MI CONVOCANO A NUOVA VISITA LO SCORSO GENNAIO E MI DANNO L’80%!Morale,fate vobis…

  2. Salve è una vergogna che un invalido percepisca al mese meno di 300.io sono incalida al 81per cen.non parlo solo di me ma di tutti gi serie b aumentateci la pensione.anche noi abbiamo a uba dignità

  3. Sono invalida ed inabile al 100 %con ero reddito ma essendo coniugata continuo a percepire 286€ al mese non bastano neanche per le medicine non mutuabili. Via i paletti dei redditi coniugali che ci impediscono di avere l’aumento. Questa è una pensione assistenziale non sociale come dice la corte costituzionale. Ministra Stefani lei è un avvocato quindi è in grado di capire che la sentenza sta intimando il Parlamento a modificare la legge!!!!! Ministra Stefani confidiamo in lei

  4. E davvero VERGOGNOSO…politici squallidi e senza scrupoli …si appellano al reddito coniugale…ma vergognatevi ….non avete ne dignità ne cuore …doveste starci voi politici con una disabilità e forse capireste cosa significa oltre ad avere un disagio fisico anche economico …..eliminate questo reddito coniugale..e assurdo..

  5. È una Vergogna !!
    Stanno sempre giocando con la Nostra Pelle !!
    Io sono invalida al 100% ma non ho avuto l’aumento perché Mio marito percepisce 17.000 € all’anno . Non tengono presente che abbiamo bisogno di Cure e che si ha una Famiglia, un mutuo, bollette e spese varie.
    Con 286 € al mese farei vivere loro !!

  6. Sono in valido al 80 x100 mia
    Moglie non lavora come si può
    Andare a vanti 280 euro al mese
    Spero con tutto il cuore che la
    Ministro Stefanini faccia cualcosa

  7. Io credo che la non siete in grado di Defender e il diritto di invalidi e dovrete vergonarese un invalido al 100 co un reddito di mogli 12000 €lui 4000 non a dirito al aumento lui no engrado a fare niente per podere io la moglie EN mi orari lavorativi pago un badante che per,28 ore settimanali prende 11000 più o meno lui non adirito a niente voi siete seguendo me il primi che discriminate al invalido

  8. I redditi da considerare dovrebbero essere i redditi assoggettabili IRPEF non altri redditi, ( soldi che ogni mese entrano realmente nelle tasche) non reddito catastale .
    Da 16 mille euro e rotti perché abbassato a 8400€? Considerando €3700 della pensione di invalidità.
    Aumento anche ai disabili a partire del 74% , se lavora sicuramente avrà un reddito e di conseguenza non rientra con l aumento , ma non avere altre entrate è impossibile vivere con €287,09 al mese, cioè è ridicolo,com’è ridicolo fare cumulo con il reddito del coniuge, così la dignità va calpestata dovendosi fare mantenere dal coniuge..
    Speriamo che i nostri politici che 300 eu li “guadagna” se così si può dire, in un giorno .. confidiamo di rivedere i criteri per poter Avere diritto alla maggiorazione sociale.
    Grazie dell attenzione..
    Saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su