Pensioni e Inps, ultime: Faraone chiede dimissioni di Tridico, mera propaganda?

Le ultime novità sulla riforma delle pensioni emergono dalle dichiarazioni rilasciate in un ‘intervista a Tp24.it da parte di Davide Faraone, capogruppo al Senato per Italia Viva. La parola dimissioni non viene pronunciata ma la si evince benissimo dalle accuse che vengono rivolte da Faraone al Presidente Inps e per la verità non solo a lui, ma anche al Presidente dell’Anpal e al direttore del dipartimento amministrazione penitenziaria, colpevoli tutti, a suo dire, di aver mal gestito questa emergenza sanitaria dai risvolti economici catastrofici. Eccovi le sue parole.

Riforma pensioni: ‘Tridico in un Paese normale sarebbe a casa’

Faraone ci va giù pesante nelle accuse nei confronti di Tridico, a suo dire assolutamente incapace nella gestione dell’Inps e di tutta la parte burocratica in questo contesto pandemico. A tal punto che nel corso di una recente intervista chiosa: “In un Paese normale sarebbe a casa l’attuale presidente dell’Inps Tridico”.

Ma come vi anticipavamo poc’anzi il capogruppo al Senato per Italia Viva rivolge accuse pensanti anche ad altri e dice: “ma anche il presidente dell’Anpal, Parisi, e il direttore del Dipartimento amministrazione penitenziaria. Tre personalità che hanno dimostrato la loro incapacità nel gestire le cose sia ordinarie che straordinarie“. Poi spiega le ragioni per le quali a suo avviso Tridico, Parisi ed il direttore del dipartimento amministrazione penitenziaria dovrebbero dimettersi.

Pensioni, ecco perché Tridico dovrebbe dimettersi dall’Inps

Così Faraone: “Cosa deve fare di più il direttore del Dap dopo che sono scoppiate 27 rivolte in 27 carceri diversi? Cosa deve fare di più un presidente dell’Inps dopo avere impallato un sistema? E dopo avere detto ai pensionati che non c’erano le risorse per le loro pensioni quando invece c’erano? E cosa deve fare di più il presidente dell’Anpal che lavora in smart working dagli USA quando, invece, dovrebbe essere in Italia e creare orientamento per nuovi posti di lavoro?

Insomma Faraone critica le ultime dichiarazioni del Presidente Inps, che nei giorni scorsi hanno messo in crisi molti pensionati e futuri pensionandi, in cui si affermava che vi sarebbe stata liquidità per pagare le pensioni solo fino a maggio. Salvo poi ritrattare il giorno dopo rassicurando sul fatto che le pensioni sono garantite dallo Stato e dunque le risorse non verranno mai a mancare. In questi giorni sono diverse le accuse rivolte al Governo ed al suo operato, vi é anche chi teme che la materia previdenziale sia divenuta solo strumentale, un modo per fare propaganda puntando su uno degli argomenti che più sta a cuore alle persone, eccovi le riflessioni di Orietta Armiliato amministratrice del CODS

Riforma pensioni: solo propaganda contro il Governo?

Ciò che in questi giorni circola sul tema pensioni é per lo più basato su infondati rumors spesso spinti o sostenuti da chi vuol solo utilizzare la materia a fine propagandistico, cosa che naturalmente ci guardiamo bene dal voler avallare.

Per quanto riguarda le attività del CODS, al momento più che continuare ad entrare nel merito delle problematiche femminili ad ampio orizzonte come condividere informazioni, studio, analisi su problematiche salariali, gender gap e lavoro di cura domestico ed ordinario, non é che si possa fare. Al momento, data la situazione, mettere in campo istanze ed azioni sarebbe inutile ed anche pretestuoso giacché non esistono fondati pretesti che possono indurre ad un fondato orientamento ed indirizzo”.

Dalla nostra continueremo a tenervi informati su quanto emerge in campo previdenziale al fine di avere sempre una panoramica a 360° di quanto sta accadendo in questi giorni e di come i vari esponenti politici, di maggioranza ed opposizione, stanno reagendo a tale contesto pandemico, certi che il Covid 19 , dopo tutto, possa aprire ad interessanti spunti e riflessioni anche per la prossima riforma delle pensioni.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

Erica Venditti

Erica Venditti

Mi chiamo Erica Venditti, classe 1981. Da aprile 2014 sono giornalista pubblicista Scopri di più

5 pensieri riguardo “Pensioni e Inps, ultime: Faraone chiede dimissioni di Tridico, mera propaganda?

  • Avatar
    26 Aprile 2020 in 22:20
    Permalink

    Faraone hai grandi credenziali perche’ sei un uomo di rennzi , il politico meno votato . ma vai a zappare la teraa! con tutto il rispetto per i contadini che sono veri lavoratori .

    Rispondi
  • Avatar
    26 Aprile 2020 in 21:54
    Permalink

    Ma chi lo vota Faraone in Sicilia? Certo non i lavoratori coscienti e liberi da condizionamenti e ricatti. Rimane la borghesia, ma quanta borghesia in Sicilia non è mafiosa? Questa piccola domanda la porrei a Faraone e al suo partito Italia viva. Ci dica Faraone quale è la composizione della classe dominante in Sicilia e quali partiti appoggiano questa classe dominante.
    Dopo che Faraone ha risposto, possiamo prendere in considerazione le sue sparate sull’Inps che tra l’altro è meglio gestito oggi rispetto a quel liberista e antioperaio di Boeri.

    Rispondi
  • Avatar
    26 Aprile 2020 in 8:34
    Permalink

    Faraone ha solo una ragione, quando parla di un paese normale, perchè lItalia è normale, allora mi chiedo cosa fa un faraone in questo paese.

    Rispondi
  • Avatar
    25 Aprile 2020 in 11:26
    Permalink

    Certo a Faraone andava bene Boeri !!! Faraone non è degno nemmeno di lucidare le scarpe a Tridico

    Rispondi
    • Avatar
      26 Aprile 2020 in 17:53
      Permalink

      Sig, Franco condivido pienamente quanto esprime!

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *