Pensioni gennaio 2024, pagamenti INPS e aumento previsto: tutte le news

l 3 gennaio 2024 segnerà l’arrivo del primo pagamento delle pensioni dell’anno, come indicato dall’INPS. L’istituto pubblicherà a breve il calendario dettagliato per tutto l’anno, evidenziando i giorni di erogazione delle pensioni. Vediamo le ultime novità per il cedolino e per le date di pagamento per gennaio 2024.

Pagamento pensioni gennaio 2024, calendario e date in posta e banca

Il 3 gennaio 2024, riceveranno i loro trattamenti pensionistici, assegni, pensioni e indennità di accompagnamento gli invalidi civili, sia coloro che accedono alle somme tramite banche che attraverso Poste Italiane.

Per quanto riguarda il ritiro in contanti presso gli uffici postali, è consigliabile verificare la tabella di marcia specifica per ciascuna sede, organizzata in ordine alfabetico. Tale approccio garantisce una pianificazione accurata per il ritiro delle somme in contanti in modo ordinato e agevole. Di seguito le indicazioni per il ritiro in base al cognome:

  • Mercoledì 3 gennaio per coloro il cui cognome inizia con A, B o C.
  • Giovedì 4 gennaio per quelli dalla lettera D alla K.
  • Venerdì 5 gennaio per quelli dalla lettera L alla P.
  • Lunedì 8 gennaio per quelli dalla lettera Q alla Z.

Ricordiamo che per coloro che posseggono un Libretto di Risparmio, un Conto BancoPosta o una Postepay Evolution, è possibile utilizzare gli sportelli Postamat per il ritiro delle pensioni a partire dalla data di accredito INPS stabilita.

Aumenti pensioni gennaio 2024, quando arriva il pagamento e cedolino

Per quanto riguarda gli aumenti di gennaio 2024 in conformità con il Decreto Legislativo sugli Anticipi, va notato che l’aumento dello 0,8% non sarà accreditato nel cedolino di gennaio. Questo perché l’operazione di rivalutazione è stata già applicata alla rata di pensione del mese di dicembre 2023.

Il Decreto Ministeriale datato 20 novembre 2023 ha stabilito che la percentuale di variazione provvisoria per il calcolo della perequazione delle pensioni, per l’anno 2023, è del +5,4%. Questa variazione entrerà in vigore a partire dal 1° gennaio 2024, salvo eventuali aggiustamenti che verranno effettuati in sede di perequazione per l’anno successivo. In altre parole, la rivalutazione delle pensioni sarà del 5,4% a partire dal nuovo anno, con eventuali correzioni da apportare successivamente nel processo di perequazione per gli anni a venire.

La rivalutazione è considerata provvisoria in quanto si basa sulla variazione percentuale registrata negli indici dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati, escludendo il tabacco, durante il periodo che va da gennaio a dicembre 2022 e da gennaio a dicembre 2023. Questa variazione è stata quantificata a un +5,4%. Si ipotizza, in via provvisoria, per i mesi di ottobre, novembre e dicembre 2023, una variazione dell’indice rispettivamente pari a -0,1, -0,2 e +0,1.

Un commento su “Pensioni gennaio 2024, pagamenti INPS e aumento previsto: tutte le news

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su