Pensioni invalidità 2020, cosa fare se non si é ricevuto l’aumento? L’Inps risponde

Non si placa la discussione intorno al tanto desiderato aumento della pensione di invalidità e sulla ricezione degli arretrati spettanti dal 20 luglio scorso, il primo era atteso per il 2 novembre, mentre gli arretrati per dicembre. Nel precedente articolo vi avevamo riportato alcune testimonianze dei nostri lettori che ci avevano riferito di aver già visualizzato sul portale Inps online, alla voce fascicolo previdenziale il proprio cedolino e dunque l’aumento. Taluni avevano altresì visto già ‘caricati’ anche gli arretrati. A distanza di 6 giorni dal nostro ultimo articolo, siamo stati letteralmente invasi da richieste di ulteriori specifiche. Purtroppo moltissimi non hanno ancora ricevuto l’agognato incremento. L’Inps dal canto suo ha risposto alle email dei cittadini invitando sia alla pazienza quanto a procedere con la richiesta di dichiarazione reddituale, Il Red. Ecco le istruzioni dell’Inps fornite a chi ancora non ha avuto modo di visualizzare il corrispettivo spettante.

Pensioni di invalidità 2020, ultime su aumento e risposte Inps: perché tanti ritardi?

Un nostro lettore, Rolando, riporta la risposta che ha ricevuto dall’Inps avendo sollecitato per il mancato accredito dell’aumento e degli arretrati:Per i soggetti invalidi al 100% titolari di prestazioni di invalidità civile e in possesso dei requisiti di legge, il pagamento della maggiorazione sociale è stato riconosciuto in automatico a partire DALLA rata di novembre. Per avere diritto alla maggiorazione la legge prevede una soglia di reddito annuo personale pari a 8.469,63 euro (che sale a 14.447,42 euro, cumulato con il coniuge, nel caso in cui il soggetto sia coniugato). Ai fini della valutazione del requisito reddituale concorrono i redditi di qualsiasi natura, ossia i redditi assoggettabili ad IRPEF, sia a tassazione corrente che a tassazione separata, i redditi tassati alla fonte, i redditi esenti da IRPEF, sia del titolare che del coniuge, ed è compresa anche la prestazione assistenziale base stessa. Al contrario, non concorrono al calcolo reddituale i seguenti redditi: il reddito della casa di abitazione; le pensioni di guerra; l’indennità di accompagnamento; l’importo aggiuntivo di 154,94 euro (legge 388/2000); i trattamenti di famiglia; l’indennizzo previsto dalla legge 25 febbraio 1992, n. 210, in favore dei soggetti danneggiati da complicanze di tipo irreversibile a causa di vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni e somministrazioni di emoderivati Se in automatico non Le è stata liquidata la maggiorazione, quasi sicuramente i redditi acquisiti dall’istituto, superando il limite, non permettono l’erogazione della prestazione.

Se Lei ritiene, invece, di averne diritto, può presentare una dichiarazione reddituale (RED) e una domanda telematica di ricostituzione reddituale per maggiorazione sociale. La dichiarazione reddituale può essere effettuata: a) direttamente, accedendo con il PIN dispositivo, al servizio “Dichiarazione reddituale – RED semplificato”, seguendo il percorso: http://www.inps.it -> Prestazione e Servizi àTutti i servizi -> Filtrare la ricerca cliccando sulla lettera ‘D’ -> Dichiarazione reddituale – RED semplificato -> autenticazione tramite CF e Pin dispositivo/SPID/CNS/CIE) -> Indicare l’anno della campagna (es. 2020) -> proseguire la compilazione come descritto successivamente; b) tramite il Contact Center Multicanale; c) tramite le Strutture territoriali INPS prenotando l’accesso presso gli sportelli; d) avvalendosi dell’intermediazione dei CAF o degli altri soggetti abilitati convenzionati, di cui al D.lgs. 241/97. La domanda telematica di ricostituzione per maggiorazione sociale può essere presentata, sia per il tramite degli intermediari che direttamente dal cittadino in possesso delle credenziali di accesso ai servizi on line disponibili sul sito http://www.inps.it, accedendo al servizio “Domanda Pensione, Ricostituzione, Ratei, ECOCERT, APE Sociale e Beneficio precoci”. Il servizio è erogato anche dal Contact Center Multicanale

Vi é anche chi fa notare dove sia possibile comunque visualizzare gli arretrati sebbene al momento non siano ancora stati erogati e spiega i passaggi, eccovi le parole di Enzo ,che hanno tranquilizzato differenti utenti, e le ulteriori specifiche di Stefania che ancor meglio delinea la procedura per controllare alla sezione cedolino pensioni e servizi, elenco prospetti di liquidazione. A voi il seguito per una lettura più approfondita.

Pensioni invalidità 2020: arretrati disponibili sulle successive rate

Enzo, scrive:Su fascicolo previdenziale, domande presentate, pensione sicuramente troverete con data 10 ottobre la lettera di incremento, da me c’è scritto che è un conguaglio lordo degli arretrati e riceverò nei prossimi mesi il resto perché l’ufficio deve finire l’iter dei controlli (così dicono). Almeno è sicuro che non sono persi. Per chi ha ricevuto solo aumento e non arretrati dovreste trovare la stessa lettera. Saluti”

Stefania, fa eco ad Ezio ed aggiunge ulteriori specifiche: “Buonasera a tutti. Segnalo che la lettera di ricalcolo della pensione di cui parlava il signor Enzo in un suo messaggio del 23 ottobre, è visibile anche nella sezione Prestazioni e servizi – > Cedolino pensione e servizi – > Visualizza elenco prospetti di liquidazione ( modello TE08). Anche nella mia è scritto che “gli arretrati saranno disponibili sulle successive rate di pensione non appena questo ufficio avrà terminato gli adempimenti necessari”, però dal cedolino risulta che mi verrà liquidato tutto a novembre, per fortuna . Mi spiace leggere che tanti invalidi ancora non si son visti riconoscere d’ufficio la maggiorazione e (forse) debbano presentare RED o rivolgersi al CAF per la ricostituzione .. dopo aver atteso tanti mesi tra dubbi e incertezze, che abbiamo condiviso tutti insieme, la situazione che si è creata è un’ ulteriore fonte di stress.. o almeno per me lo sarebbe. Spero che entro dicembre tutte le pensioni verranno adeguate. A proposito di RED.. Anche io per curiosità ho cercato in lungo e in largo sul sito Inps non trovando nessuna comunicazione ufficiale, così come la signora Mariangela. Non mi fiderei più di tanto delle informazioni dei call center, con tutto rispetto, ma aspetterei appunto una comunicazione ufficiale.

Giuseppe dalla sua aggiunge: “Mio personale pensiero è che l’INPS ha dato ad ognuno di noi delle risposte completamente diverse. Probabile che anche loro non avevano idea di cosa succedesse con l’attuazione della maggiorazione. Nonostante io abbia fatto, come mi è stato suggerito dall’INPS, quindi RED e domanda di ricostituzione. La pensione che mi è stata accredita stamattina, per l’emergenza covid, è di 297,14 + indennità di accompagno. Sia il RED che la Domanda di ricostituzione l’ho fatta in data 21 Ottobre (entro i termini fissati al 30 Ottobre, per avere il dovuto dal mese prossimo). Sarà doveroso attendere il cedolino di Dicembre, per poi capire come muoversi. Intanto vorrei ringraziare i gestori del sito che hanno dato relativa importanza a questo argomento, parlandone più che in altre sedi”-

Dal canto nostro continueremo ad interfacciarci con la vicepresidente dell’Inps Maria Luisa Gnecchi, che ci ha suggerito di attendere almeno la data del 2 novembre prima di ‘allarmarsi’, come molti stanno già facendo, solo in seguito potremmo iniziare a verificare le singole posizioni per comprendere cosa non ha realmente funzionato, se si tratti di ritardi o semplicemente di persone che in realtà non ne hanno diritto per limiti di reddito non rispettati. L‘invito comunque é quello di fare il Red come suggerito dalle sedi Inps, al fine di comprendere meglio le proprie posizioni.

Voi dalla vostra continuate a lasciarci la vostra testimonianza, sia essa positiva, quanto negativa, affinché ci sia più facile seguire l’evolversi della questione.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

Erica Venditti

Erica Venditti

Mi chiamo Erica Venditti, classe 1981. Da aprile 2014 sono giornalista pubblicista Scopri di più

42 pensieri riguardo “Pensioni invalidità 2020, cosa fare se non si é ricevuto l’aumento? L’Inps risponde

  • Avatar
    12 Novembre 2020 in 23:00
    Permalink

    Salve,
    Mia sorella invic al 100% percepisce il 20% della pensione di riversibilità di mio padre, avra anche lei diritto all’aumento della pensione?
    grazie

    Rispondi
  • Avatar
    5 Novembre 2020 in 16:24
    Permalink

    Anche a mia figlia invalida al cento per cento x sindrome di Down unico reddito non è arrivato l’aumento. Mi domando se è una presa in giro ( prima dicono che spetta d’ ufficio e dopo che bisogna presentare il Red).

    Rispondi
  • Avatar
    2 Novembre 2020 in 22:53
    Permalink

    salve, invalida civile 100%, dal mio portale inps sezione cedolino pensione e servizi collegati, trovo sia nei prospetti di liquidazione che nelle comunicazioni postali due lettere con emissione il 27/10 relativamente: la prima data 10/10 il ricalcolo per la concessione della maggiorazione sociale da Agosto Importo conguaglio lordo dei tre mesi agosto settembre ottobre ed indicato che disposizione degli arretrati sarà sulle successive rate dopo avere effettuato gli adempimenti necessari e nel prospetto indicato il nuovo importo aggiornato al milione del nuove mensile
    Altro foglio data 13/10 ricalcolo Arretrati per rideterminazione pensione sociale relativo a10 giorni dal 20 al 31 luglio e che saranno corrisposti unitamente alla prossima rata di prestazione.
    nel cedolino di Novembre mi hanno dato il nuovo importo aggiornato al milione e gli arretrati dal 20 al 31 luglio spero di essere stata eloquente ,quanti di voi hanno avuto oltre alle 651 altre 141 per conguaglio luglio?

    Rispondi
  • Pingback: Pensioni di invalidità 2020, news 2 novembre: ritardi e pagamenti, a che punto siamo? | Pensioni Per Tutti

  • Avatar
    2 Novembre 2020 in 13:26
    Permalink

    Ciao Mirella ne pure io ricevuto ne aumento ne aretrati sono invalido 100% sordo e senza redito nn visto 1 soldo in piu nn ho capito il x che quando dicono che nelle mie condizioni e in automatico l’aumento

    Rispondi
  • Avatar
    1 Novembre 2020 in 23:55
    Permalink

    Sono Sabrina ho il 100% di invalidita’ con l’ accompagnamento , stamattina mi e arrivato la pensione senza aumento ….come mai ? ho letto che non dovevo fare domanda per l’aumento , che mi arrivava tutto automaticamente , cosa sia successo ? aspetto una vostra risposta …grazie

    Rispondi
    • Erica Venditti
      2 Novembre 2020 in 14:37
      Permalink

      Sabrina legga l’ultimo articolo contenente il messaggio 3690 dell’Inps in cui si dice chiaramente che gli aumenti potrebbero arrivare tra novembre e dicembre. Questione di tempo dunque, se rispetta i requisiti reddituali imposti.

      Rispondi
  • Avatar
    30 Ottobre 2020 in 14:09
    Permalink

    Buon pomeriggio, anche a me hanno detto di fare il RED e domanda di ricostituzione della pensione. Voi come consigliate di procedere? Faccio come hanno detto, o aspetto il pagamento di dicembre?? Vi ringrazio per l’aiuto.

    Rispondi
    • Erica Venditti
      30 Ottobre 2020 in 14:32
      Permalink

      Abbiamo scritto una rticolo oggi , ricportando l’ultimo messaggio dell’Inps, guardi in Home page

      Rispondi
      • Avatar
        30 Ottobre 2020 in 16:19
        Permalink

        Potreste anche dire si fai così o no non fare così. Comunque faccio il RED e la ricostituzione. Vi ringrazio e mi scuso se ho scritto 3 volte il messaggio ma vedevo che non appariva e pensavo di non essere riuscita a farlo correttamente.

        Rispondi
        • Erica Venditti
          30 Ottobre 2020 in 16:24
          Permalink

          Iriana mi perdoni, ma gli articoli che scriviamo servono proprio a fare questo, dire fate così e così, senza doverlo però ripetere all’infinito ai singoli, perché rispodiamo a centinaia di commenti al giorno. Le ho indicato la strada più veloce, perché espressa bene nell’articolo di riferiemnto. Li é indicato chi deve fare il Red. Saluti.

          Rispondi
  • Avatar
    30 Ottobre 2020 in 12:40
    Permalink

    Buongiorno, Vi riporto testualmente la risposta della sede provinciale INPS, a seguito della domanda di rocstituzione reddituale per maggiorazione sociale presentata e come mi era stato detto di fate da INPS stesso giorni fà:

    “in merito alla sua richiesta, le comunichiamo che ai sensi della circ. n.107 del 23/09/2020 in esecuzione della sentenza n.152 cor. cost., l’incremento della maggiorazione sociale è liquidata d’ufficio dal sistema centrale con le mensilità di nov e dic 2020.”

    Ora non mi resta che aspettare dicembre e mi auguro vivamente che a quest scadenza avvenga l’aggiornamento della maggiorazione ed arretrati. Caso contrario, non interloquirò più con INPS ma con canali giurisdizionali.

    Buona giornata

    Rispondi
  • Avatar
    30 Ottobre 2020 in 11:16
    Permalink

    Buongiorno, anche a me hanno detto di fare il RED e domanda di ricostituzione della pensione. Come consigliate di dovermi comportare? Faccio come hanno detto o aspetto il pagamento di dicembre? Grazie

    Rispondi
  • Avatar
    30 Ottobre 2020 in 11:11
    Permalink

    Buongiorno, anche a me hanno detto di fare il RED e domanda di ricostituzione della pensione. Come consigliate di comportarci? Dobbiamo fare cosí o aspettare il pagamento di dicembre? Grazie

    Rispondi
    • Avatar
      2 Novembre 2020 in 12:51
      Permalink

      Buon giorno oggi sono andato in banca x riscuotere la mia pensine ma non vedo ne maggiorazione ne aretrati io invalido 100% sordo senza redito personali dovrebbe caricarmi in automatico ma nn vedo nessun aumento ne aretrati questo non lo capito grazia se mi da 1 risposta mi chiamo Gaetano

      Rispondi
  • Avatar
    30 Ottobre 2020 in 10:33
    Permalink

    Desideravo riproporre la questione della estensione della sentenza anche agli ultrasessantenni: se non fosse cosiì i fruitori perderebbero il beneficio al raggiungimento dei sessanta anni.
    Prego i signori erika e massimiliano di affrontare l’argomento assolutamene generale.
    paolo

    Rispondi
    • Erica Venditti
      30 Ottobre 2020 in 14:35
      Permalink

      Lanciamo la ‘Sfida’ al Dott Massimiliamo, vediamo se nei prossimi elaborati, avrà modo e tempo da spendere su eventuali considerazioni in merito.

      Rispondi
  • Avatar
    30 Ottobre 2020 in 8:38
    Permalink

    Anche ninente non ho ricevuto niente e non ci st’ a capire piu niente. Speriamo bene x Tutti Quelli Che come me non hanno trovato niente di bello nella nostra pensione .speriam9 bene

    Rispondi
    • Avatar
      2 Novembre 2020 in 13:21
      Permalink

      Idem io con invalidità 10p%sordo e senza redito personale nn ho trovato nulla questo non lo capito il xke quando letto che nelle mie condizioni la pensione era in automatico

      Rispondi
  • Avatar
    29 Ottobre 2020 in 22:14
    Permalink

    Salve sono invalida al 100 % , per il mese di novembre mi è stato riconosciuto l’incremento,ma non mi hanno corrisposto gli arretrati,è successo anche a qualcuno di voi ? Non ho possibilità di entrare sul sito inps a vedere se li riceverò a dicembre , ho chiamato l’inps e hanno aperto una pratica e nel caso non ricevessi risposta tramite sms mi hanno detto di ricontattarli tra 10 giorni.Chi ha accesso al sito inps ha visto per caso se a novembre avrebbero corrisposto l’incremento e a dicembre gli arretrati ? Grazie

    Rispondi
    • Erica Venditti
      30 Ottobre 2020 in 16:18
      Permalink

      Mariella molti sono nelel sue condizioni, ed altri nememno hanno ricevuto l’aumento per il mese attuale, l’articolo che abbiamo pubblictao oggi, sul messaggio dell’Inps datato 28 ottobre, ben chiarisce che tutto verrà elargito tra novembre e dicembre. Stia tranquilla.

      Rispondi
  • Avatar
    29 Ottobre 2020 in 16:47
    Permalink

    buonasera ma anche chi e invalido civile 044 reddito 0 deve fare il red e la ricostituzione della pensine anche se e tuttoinvariato a me sembra di capire che se non ce stata nessuna variazione non bisogna fare nulla

    Rispondi
    • Avatar
      30 Ottobre 2020 in 3:40
      Permalink

      Volevo sapere xche una persona che non ha lavorato deve tirare 8.450 euro e io che ho lavorato 30 anni invalido civile con la 104 al 100x 100 moglie casalinga con figlio a carico avete fatto un reddito di 14.440 così io che ho un reddito 14.700 dopo 45 anni di invalidità non ho nulla. Forse era meglio di non aver lavorato mai. Avevano fatto un reddito di 16.950 quello non conta nulla o era la cosa più giusta!!! Grazie attendo una risposta.

      Rispondi
      • Erica Venditti
        30 Ottobre 2020 in 14:34
        Permalink

        La risposta sui limiti reddituali Andrea non può ottemerla da noi, mi rincresce, dovrebbe provare a chiedere difrettamente all’Inps nel caso, noi riportiamo unicamente le circolari ed i messaggi e cerchiamo di renderli comprensibili, visti i tanti dubbi in materia. Dettò ciò purtroppo non abbiamo alcun poter di legiferare. A presto, Erica

        Rispondi
  • Avatar
    29 Ottobre 2020 in 14:24
    Permalink

    Buongiorno dott.ssa Erica
    Finalmente come noto dopo tante supposizioni sul mancato incremento delle pensioni di inabilita’, abbiamo una risposta ufficiale da parte dell’INPS . Questo mi fa ben sperare dato che nel Messaggio n. 3960 di ieri, da parte sempre dell’ Istituto, si precisa che chi rientra nei parametri per il riconoscimento dell’aumento, questo sara’ erogato d’ufficio nei mesi di Novembre e Dicembre. Quindi allo stato dovro’ solo attendere di visionare il cedolino di dicembre ?

    Rispondi
  • Avatar
    29 Ottobre 2020 in 13:50
    Permalink

    Buon pomeriggio,
    tramite il servizio Inps Risponde mi è pervenuta la seguente risposta a seguito della mia richiesta di chiarimenti sull’accredito degli arretrati (a me è pervenuto solo l’aumento relativo al mese di novembre, mentre per il resto non c’è traccia).

    “Buongiorno, gli arretrati verranno corrisposti a seguito di elaborazione centrale; pertanto, non è necessario che lei faccia ulteriori richieste. Cordiali saluti.”

    A questo punto pare chiaro che probabilmente saranno accreditati sul cedolino di dicembre. Bisognerà aspettare un mesetto per verificare. Attendiamo fiduciosi.

    Rispondi
    • Avatar
      29 Ottobre 2020 in 17:45
      Permalink

      Sig: Fabrizio, gli consiglio di fare il Red e la domanda di ricostituzione, come consigliata a me, da Inps, tramite telefono, hanno detto che fino ad ora non serviva, ma ora dopo questi problemi di molti bisogna farla. Hanno visto che è stata presa in carico, ma non accettata perchè non hanno potuto verificare se ci fossero redditi extra, questo è quanto

      Rispondi
      • Avatar
        29 Ottobre 2020 in 20:29
        Permalink

        Ho già fatto il RED e nel mio fascicolo previdenziale risultano inseriti tutti gli arretrati che dovrebbero accreditarmi. Mi è stata anche pervenuta pochi giorni fa una comunicazione ufficiale via PEC. A questo punto – per quanto mi riguarda – non posso fare altro che attendere fiducioso il cedolino di dicembre.

        Rispondi
  • Avatar
    29 Ottobre 2020 in 13:11
    Permalink

    3. Domanda di ricostituzione

    Se i redditi personali dei soggetti indicati nel paragrafo precedente hanno subito una variazione nel corso del 2020, che incide sul diritto alla maggiorazione, ovvero non sono stati comunicati all’INPS attraverso le previstemodalità, non sarà possibile procedere d’ufficio al riconoscimento della maggiorazione.

    In tali casi, l’interessato dovrà quindi presentare una domanda amministrativa di ricostituzione reddituale, utilizzando l’apposito servizio online sul sito http://www.inps.it, oppure rivolgendosi alla Struttura territoriale di competenza o a un Istituto di patronato regolarmente abilitato a prestare tale servizio di assistenza.

    Una volta effettuata la ricostituzione reddituale la Struttura territoriale procederà alla verifica del diritto alla maggiorazione e, in presenza dei prescritti requisiti, al riconoscimento del beneficio.

    … In relazione al comunicato INPS di ieri 28/10/2020, viene anche indicato quanto sopra. Bene, perchè usare termini impropri e fuorvianti? Mi spiego:

    1) Domanda amministrativa di ricostituzizone reddituale ( Meglio sarebbe stato dire in maniere propria “RED – SEMPLIFICATO”);
    2) hanno subito una variazione nel corso del 2020, che incide sul diritto alla maggiorazione, ovvero non sono stati comunicati all’INPS attraverso le previstemodalità, non sarà possibile procedere d’ufficio al riconoscimento della maggiorazione

    … Ma vi risulta che tramite il RED possa essere possibile dichiarare reddito del 2020? Il sistema permette, come giusto che sia, di dichiarare solo quelli riferibili all’anno 2019! Poi se c’è qualcosa che mi sfugge, sarei grato a chi me la suggerrise. Grazie e buona giornata

    Rispondi
    • Avatar
      29 Ottobre 2020 in 22:09
      Permalink

      Buonasera signor Pasquale , vado per ipotesi , ma credo che per anno 2020 di riferisce all’anno della presentazione della dichiarazione , che sia per il CU , il 730 , ISEE ecc… La dichiarazione la si fa nell’anno in corso , ma i redditi sono quelli dell’anno precedente .

      Rispondi
  • Avatar
    29 Ottobre 2020 in 10:53
    Permalink

    Buongiorno dottoressa gentilissima come sempre,
    putroppo per quanto riguarda la mia esperienza debbo, mio malgrado, dissentire da tutte le testimonianze e indicazione date da INPS al riguardo. Mi spiego:
    1) premetto, parlo a nome di mio figlio sordo dalla nascita, maggiorenne. Dunque percettore sia di indennità di comunicazione che di pensione di invalidità, non lavoratore, reddito zero, quindi rientrante tra gli aventi diritto all’aumento d’ufficio;
    2) sul mandato di pagamento del 2 novembre e nel dettaglio del suo fascicolo previdenziale, non è intervenuto alcun aumento;
    3) tra decine di contatti e risposte avute dal call center, alla fine e per iscritto suggerivano anche me di procedere alla presentazione del “RED SEMPLIFICATO” e della “DOMANDA DI RICOSTITUZIONE PER MAGGIORAZIONE SOCIALE”. Cosa puntualmente fatta;
    4) dopo appena due giorni dalla presentazione della domanda, che viene inviata alla sede provinciale del luogo di residenza, nello stato della domanda, ACCESSIBILE DAL SERIVIO “RICOSTITUXZIONE DI PENSIONE”, compare la scritta “RESPINTA”, mentre dal lato “Fascicolo previdenziale” risulta ancora in lavorazione,
    5) chiesto lumi al riguardo presso la sede provinciale, mi è stato riferito che la domanda di ricostituzione non viene da loro accettata poerchè la procedura per l’aggiornamento della maggiorazione è di competenza centrale ed è gia in essere. Tanto rilavabile anche dalla dicitura “DB – Ricostituzioni ‘batch’ generiche” – ultima movimentazione 10/10/2020 e, sebbene non compaia alcun aumento, con molta probabilità il tutto verrà definito sul cedolino di dicembre.
    Bene, visto tutte queste discrasia e disinformazioni date anche da Inps stesso, tramite il call center ho prenotato un contatto telefinico con un funzionario INPS della mia sede provinciale per ricevere notizie ufficiali e spero esaustive. Buona giornata a tutti

    Rispondi
    • Erica Venditti
      29 Ottobre 2020 in 11:25
      Permalink

      Grazie di cuore Pasquale per la sua testimonianza

      Rispondi
    • Avatar
      2 Novembre 2020 in 17:22
      Permalink

      Scusi Pasquale, ma la voce “DB – Ricostituzioni ‘batch’ generiche” dove la legge di preciso? In che sezione del sito inps? Grazie

      Rispondi
      • Avatar
        3 Novembre 2020 in 13:54
        Permalink

        Anche a mio figlio nn è arrivato ne aumeto e arretrati. Fatto RED a settembre e domanda di ricostituzionale della pensione il 15, ottobre. Aspetto per il mese di dicembre. Grazie

        Rispondi
  • Avatar
    29 Ottobre 2020 in 10:20
    Permalink

    Gent.ma Erika, grazie di cuore per tenere “caldo” il tema che riguarda numerosi invalidi e per il suo interfacciarsi con la dr. Gnecchi. Almeno tiene viva la nostra speranza e la nostra attesa. Per quanto mi riguarda, sul fronte del cedolino nessuna novità, tutto invariato senza aumento. Per “sfizio” anch’io ho inviato un messaggio a INPSrisponde, ricevendo la medesima, tale e quale, risposta del sig. Rolando. Sono certa di avere diritto e loro parlano di un “quasi sicuramente”… ma le pare che siano risposte professionali? E poi non è assurdo che se in precedenza hanno proclamato l’automatismo dell’aumento, ora danno l’indicazione della domanda di ricostituzione? Non amo le polemiche, ma non sopporto che ci si tratti da stupidi.
    Vorrei, comunque, portare alla sua e di tutti attenzione il fatto che ieri INPS, nella sezione Circolari/Messaggi, ha pubblicato il Messaggio 3960 che ci riguarda. Ecco il link: https://servizi2.inps.it/Servizi/CircMessStd/VisualizzaDoc.aspx?sVirtualUrl=%2fMessaggi%2fMessaggio%20numero%203960%20del%2028-10-2020.htm
    Come tutti potranno vedere, vi si parla di aumenti corrisposti nelle mensilità di novembre e dicembre (il riferimento a dicembre lascia ben sperare) ed inoltre della eventuale domanda di ricostituzione reddituale… Ognuno potrà leggere personalmente il testo completo. Non ci resta che aspettare con pazienza, anche se qui ci starebbe meglio dire, con Troisi e Benigni; Non ci resta che piangere! Buon lavoro e ancora grazie per il suo prezioso supporto

    Rispondi
    • Erica Venditti
      29 Ottobre 2020 in 11:32
      Permalink

      Grazie a lei per la stima e le preziose informazioni, Erica

      Rispondi
    • Avatar
      29 Ottobre 2020 in 13:11
      Permalink

      Buon giorno a tutti,
      ho lo stesso problema per mio figlio INCIV 100% + IND. ACCOMP. + 104, redditi solo da invalidità INPS,
      e quindi i requisiti richiesti per aumento dell’importo d’Ufiicio. Come tanti il 10/10/2020 hanno movimentato il fascicolo con descrizione DB – Ricostituzioni ‘batch’ generiche” ma niente aumento. Ho inviato richiesta di chiarimenti all’Istituto il 15/10/2020 e hanno risposto che “in questa fase c’è in corso un aggiornamento centralizzato, il pagamento avverrà tra Novembre e Dicembre”. A mio avviso il messaggio 3960 del 28/10/2020 è abbastanza chiaro. Se non si è fatta Dichiarazione RED 2020 la devi fare altrimenti non è possibile verificare per ricostituire, se hai variazione redditi devi inoltare DOMANDA RICOSTITUZIONE.
      Il messaggio cita:
      “Se i redditi personali dei soggetti hanno subito una variazione nel corso del 2020, che incide sul diritto alla maggiorazione, ovvero non sono stati comunicati all’INPS attraverso le previstemodalità, non sarà possibile procedere d’ufficio al riconoscimento della maggiorazione.
      In tali casi, l’interessato dovrà quindi presentare una domanda amministrativa di ricostituzione reddituale, utilizzando l’apposito servizio online sul sito http://www.inps.it
      Saluti

      Rispondi
      • Avatar
        29 Ottobre 2020 in 15:20
        Permalink

        Scusa sebastiano, ma ti risulta che uno possa fare iol RED 2020? Ripeto il sistema permette di fare solo quello 2019. Solo tramite la domanda di ricostituzione e possibile dichiarare anche il 2020. Ma questa è rivolta alle sole pensioni di inabilità. Per quelle che invece sarebbe dovuta intervenure d’ufficio, cioè le pensioni di invalidità, va solo preserntato il RED semplificato! Continuano a fare confusione, per non dire in modi chiaro ed esplicito che non hanno fatto in tenpo per tutti a erogarla a novembre.

        Rispondi
        • Avatar
          30 Ottobre 2020 in 13:09
          Permalink

          Buon giorno Pasquale, a mio avviso per le ultimissime notizie di chiarimenti che ha emanato l’INPS devi fare velocemente il RED SEMAPLIFICATO 2020 redditi 2019, perchè giustamente se non lo hai fatto quest’anno non riescono a RICOSTITUIRE in quanto “vedono” redditi 2018. Il sistema, come giustamente dici tu, non lo permette, il 2020 si dovrà dichiarare nel 2021. Se nel 2020 sono intervenuti altri redditi devi fare DOMANDA DI RICOSTITUZIONE che, credo, ( mai fatta on line), sia possibile indicare redditi 2020.
          Io sinceramente sono fiducioso, anche a me l’INPS TERRITORIALE ha dato la risposta che i pagamenti avverrano tra Novembre e Dicembre.
          Saluti

          Rispondi
      • Avatar
        29 Ottobre 2020 in 16:41
        Permalink

        salve a me la ricostituzione per il 2020non compare

        Rispondi
    • Avatar
      30 Ottobre 2020 in 10:36
      Permalink

      Buongiorno,

      anch’io come tanti altri invalidi al 100% non ho ricevuto nessun aumento. Sono pienamente d’accordo con Mariangela quando nel messaggio dell’Inps scrivono il quasi sicuramente (che pecca di presunzione).
      L’Inps poteva dire benissimo ci scusiamo per il disagio che non siamo riusciti ad aggiornare a tutti la pensione di invalidità, invece di scrivere un messaggio con chiarimenti, in quanto nella circolare si scriveva che l’aumento è d’ufficio! E null’altro si doveva fare.
      Ho letto che un signore ha fatto un esposto ai carabinieri e alla procura per quanto non corrisposto, credo che abbia fatto bene.

      Comunque, anche io mi trovo la scritta “DB – Ricostituzioni ‘batch’ generiche” – ultima movimentazione 10/10/2020 ma senza trovarmi nessun aumento nel cedolino. Anche nella pagina delle ricostituzioni non è presente nulla.

      Ora aspetto la data del 2 novembre per vedere quanto mi viene accreditato.
      Ribadisco che la situazione è alquanto spiacevole.

      Rispondi
  • Avatar
    29 Ottobre 2020 in 9:46
    Permalink

    Sono Alessandra fatto tutto ricostituzione per maggiorazione sociale Red presentato andata al Caf nulla di fatto Inps Risponde a caso chiamato varie volte e tutte risposte differenti ,sta di fatto che non ho ricevuto aumento nonostante diritto reddituale e mi staccheranno luce e telefono confido in dicembre speriamo di avere novità

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *