Pensioni invalidità 2020, ultime: stop invalidi di serie A e B, l’aumento va esteso

Pensioni di invalidità 2021, le richieste al futuro Governo

Nonostante i giorni di festa ed il Natale appena trascorso sul nostro sito continuano a piovere commenti che aprono al dibattito circa laumento delle pensioni di invalidità, anzi sono in molti a lamentare che tale incremento non ha fatto altro che produrre una ‘guerra tra poveri’ e ad alimentare spiacevoli divisioni tra categorie: invalidi di Serie A e di Serie B. Vi é chi lamenta assurdi limiti reddituali eccessivamente bessi per poter accedere alla maggiorazione e chi fa notare come sia stato assurdo e fuorviante conteggiare anche il reddito del coniuge, facendo provare, dicono i disabili in tale siuazione, ancora pià ‘vergogna ed umiliazione’ a quanti speravano di poter avere una propria minima autonomia post aumento. Poi vi sono i disabili parziali che chiedono, tra le righe, ma nemmeno in modo troppo velato, che il Governo ritrovi il senno e conceda l’aumento anche a quanti sono nel range di invalidità dal 74 al 99%. Lamentano grosse difficoltà economiche al pari degli invalidi al 100% e l’impossibilità per molti di poter lavorare a causa delle precarie cndizioni di salute o di un mondo lavorativo piuttosto chiuso nei confronti dei disabili parziali, che vengono, fanno notare i nostri lettori, comunque considerati un ‘peso’. Le loro parole.

Pensioni di invalidità 2020, l’appello al Governo: modificate una legge sbagliata

Francesco, fa notare i limiti reddituali eccessivamente stringenti per poter accedere all’incremento che non ha lasciato ‘dai vetri’ solo i disabili parziali, ma anche quelli totali che hanno un minimo di reddito personale: “Il problema è la soglia del reddito 8400 euro pari a 700 euro al mese, significa essere ricchi? Io credo che sia giusto mettere un limite massimo di reddito, ma dovrebbe essere almeno 12 mila”.

Fa eco Mauro:” È una offesa alla dignità del disabile totale, per aver messo il paletto del reddito del coniuge… al dolore della disabilità totale si aggiunge a quello economico”. Anche Fabio rivolgendosi all’onorevole Sibilia che nei giorni scorsi parlava, facendo riferimento all’aumento in un post su Facebook, di ‘risultati raggiunti’: “Una cosa sola vorrei dire a Sibilla..quale risultato raggiunto? Vergognatevi a penalizzare chi é sposato e in più conteggiate la stessa pensione assistenziale ….spero che modificare la legge e togliate i paletti reddituali..e soprattutto ridiate una dignità a tutti i disabili, i soldi non fanno la felicità, però servono a vivere, mettevi la mano sulla coscienza..e fate le cose giuste”.

Rosario, aggiunge invitando alla modifica della legge da poco approvata: “Lo stato italiano ha sempre fatto leggi errate, Ci vorra’ tempo ma capiranno l’enorme sbaglio di questo aumento STRANO!! IO SONO INVALIDO 80% nessuno mi prende a lavorare, ho patologie gravi e devo vedere alcune persone con falsa invalidità avere 650 e stanno bene. Tanto faremo tutti i conti con Dio”

Mariagrazia, dalla sua evidenzia come l’aumento abbia prodotto discordie interne, creando disabili di Serie A, che sono riusciti ad ottenere il desiderato aumento, e disabili di Serie B che invece nulla hanno ottanuto: “Ma vorrei sapere quando finiscono le cose che fate catalogare gli invalidi che hanno il 100% cioè invalidi di serie A e invalidi che hanno come me il 75% di invalidità e sono per voi invalida di serie B allora si può stare a sopportare queste cose vergognose, ma vergognatevi a tutti gli invalidi dai 75% vanno applicati gli aumenti imparate a rispettare le persone Disabili. Poi conclude adirata: “non si possono accettare queste discriminazioni che fate!.

Pensioni invalidità 2020: stop guerra tra poveri, l’aumento va concesso a tutti

Pasquale, fa notare come la discriminante per avere l’aumento non possa essere solo la percentuale di invalidità, perché questa da sola non basta ad assicurare il benessere economico e fisico maggiore rispetto a chi ha ottenuto il 100% di invalidità nel corso della visita, come avoler sottolineare che ogni caso é a sé e che comunque tutti gli invalidi, anche quelli parziali, soffrono moltissimo per le loro condizioni, e questa differenza di trattamento non ha fatto altro che incrementare l’angoscia: “Mi chiamo Pasquale e ho un invalidità al 78% vi dico che non riesco a vivere solo con la pensione con una cifra di 295€ al mese così bassissima di non poter arrivare neanche alla fine del mese e ho una patologia che non riesco neanche a lavorare perché le aziende non mi assumono perché prendo farmaci antidepressivi, spero che ci sia un aumento anche per noi invalidi civili parziali, per sopravvivere. Grazie”.

Vincenzo, aggiunge: “Ho già avuto modo di dire il mio pensiero in altri messaggi. I giudici ed i politici hanno solo innescato una guerra fraticida…..qua si parla solo di diritti e come è strutturata la cosa adesso a mio parere è anticostituzionale perché genera discriminazione e basta. Via i paletti reddituali per le persone col 100% coniugate e che si stabilisca un giusto aumento in base alle percentuali per tutti. Non facciamoci la guerra, ma cerchiamo di essere uniti perché insieme possiamo farcela a non sentirsi dei “diversi” fra “diversi”.

Stefano, dalla sua pur avendo ricevuto l’aumento sostiene sia davvero il minimo per una vita dignitosa ed invita il Governo ad estendere a tutti i disabili, anche a quelli parziali, i dettami della Corte Costituzionale: “Ho avuto l’ aumento a 651 euro come invalido totale e spero che presto, molto presto il governo predisponga l’aumento per tutti gli invalidi parziali, caro Sibilia, 651 euro sono meglio di 297 euro, certo ma provi lei a pagare un affitto, il condominio, le bollette, i farmaci che la mutua non passa, il cibo, beh comunque sia è sempre una vita di stenti e di m…a. VERGOGNATEVI, e tutto questo è successo perchè imposto dalla corte costituzionale senno ci affossavate ancora di più perchè noi invalidi totali e parziali siamo per lo Stato Italiano solo un peso“.

Cosa ne pensate delle richieste degli invalidi che ci hanno scritto? Le condividete o le ritenete eccessivamente ‘pretenziose’? fatecelo spaere nell’apposita sezione commenti del sito.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

23 commenti su “Pensioni invalidità 2020, ultime: stop invalidi di serie A e B, l’aumento va esteso

  1. Mi chiamo Maria ho un invalidità civile del 100×100 visto che me la hanno riconosciuta a ottobre 2020
    È ancora nn prendo un centesimo
    Sono costretta a lavorare
    Da promettere che alla prima visita avevo avuto il 100×100 ma mi avevano assunta con contratto a 3 anni alla revisione me l’anno abbassata all 80 per cento perché lavoravo e mi hanno tolta la pensione mi aggravò è mi danno il 74 quindi ho lavorato finché camminavo .mi aggravò di più da finire con le stampelle mi sono licenziata per venire a curarmi dalla Sicilia a Verona dopo il 1 intervento so stata meglio è dopo 2 mesi ho ripreso a lavorare par taim
    Però essendo che mi ero licenziata io nn avevo diritto a percepire la pensione perché avevo un reddito di 5690 nndiritto né alla cassaintegrazione ne al reddito di cittadinanza quindi da agosto 2019 hanno provveduto alle mie spese i miei figli appena mi sono ripresa un po ho girato gli agenzie per lavoro nn dicendo che ero invalida
    Per fortuna che ho trovato questo lavoro perché i miei figli col covid
    Chi ha chiuso la trattoria per sempre chi in cassa integrazione nn potevano più aiutarmi
    A febbraio faccio domanda per aggravamento a ottobre mi danno il 100/ 100 ma con questi paletti di reddito prenderei 290 come si fa a campare se solo per la camera che ho preso pago 250 abbonamento per il pullman perché nn posso guidare per le mie patologie
    Neochirugici celebrale
    Neochirugici colonna vertebrale
    Melincione frontale che mi sta a portare grossi problemi visivi
    Attacchi epilettici , neuropisiatri e nn allungo con gli altri problemi che ho adesso anche se nn ce la faccio piu a lavorare debbo continuare perché con 290 nn posso pagare ne bollette ne i farmaci a pagamento e nn potrei mangiare neanche un pezzetto di pane il mio ex da quando ci siamo separati nn mi ha dato neanche un centesimo nn per me ma per i figli minorenni adesso finché ce la faccio a lavorare continuo dopo di che nn cambia niente preferisco morire che chiedere aiuto hai miei figli che anche so che stanno in difficoltà anche loro
    I nostri politici si sono incollate alle poltrone nn gli frega niente io li farei campare a loro con 290 al mese credo che non gli bastano neanche per un fine settimana scusate lo sfogo ma avevo bisogno di parlare con qualcuno

  2. Buongiorno a tutti, vedendo l’importo della pensione di invalidita al 100% di gennaio 2021 , è solo di 287 € + indennita di accompagno, non c’è piu’ l’aumento della sentenza della Corte costituzionale a € 594, per caso era solo per un periodo determinato? E’ capitato anche a voi . Eppure a novembre ha ricevuto gli arretrati e dicembre l’aumento. Non si capisce piu niente

  3. Io sogno che tra i tanti bravi belli e palestrati giornalisti e reporter che abbiamo in Italia un giorno qualcuno si metta in testa di fare un servizio serio e approfondito su quanto costa vivere un mese per un disabile, sia single che coniugato, con i relativi figli, se ci sono, non una vita agiata, ma una vita degna di un essere umano nel 2020, con tutte le necessità basilari per poter far parte ed accettato da una comunità….solo questo….sono arcisicuro che altro i 279 o i 654 euro al mese servirebbero!!! Spererei che i partitini come quello della Meloni prendessero seriamente a cuore la nostra questione, non si rendono conto che a fronte di 2/3 milioni di poveracci offesi e villipesi come noi se dovessero riuscire a farci percepire il giusto, sarebbero ripagati da noi e tantissimi nostri familiari ?!?

  4. i politici non sono miopi le cose che vogliono loro le vedono benissimopeme e giusto che anche agl iinvalidi parziali venga dato .lincremento senza tanti paletti non capisco perche lo stato aiuta migranti clandestini e pregiudicati e non vuole aiutare i disabili parziali per me e giusto che lo stato dia un giusto incremento anche ai disabili parziali

  5. Mi rivolgo ALL’AMNIC, avete intenzione di assumere iniziative anche allo scopo di rendere effettivo l’aumento anche a tutti gli inabili al 100%?
    Ricordo che questo è l’auspicio della Corte costituzionale perché soltanto pochissimi finora hanno avuto un minimo aumento a causa della permanenza di assurdi limiti di reddito che devono essere eliminati. Chiedo ALL’AMNIC DI INTRVENIRE NEI CONFRONTI DEL PARLAMENTO unico organo che può modificare la legge e aumentare l’importo della pensione come la Corte Costituzionale chiede di fare!!!!!!!

  6. in verita sarebbero molti di piu i disabili parziali come me che posterebbero sui social e su internet la loro delusione e la loro rabbia e la fatica di non farcela con 290 euro al mese….il motivo perche molti non scrivono e appunto avere 290 euro al mese…perche comporterebbe comprare un pc o smart phone…..comporterebbe ricaricare il cellulare o internet ogni mese….mentre con 290 euro non bastano neanche per mangiare…sarebbero molti di piu i disabili parziali che si lamenterebbero.e a causa della miseria che ricevono conosco amici come me disabili parziali che sono privi di conoscenze informatiche….non sapendo come mandare anche un solo sms oltre al danno economico lo stato lascia indietro ai disabili anche sulla cultura e istruzione…indietro su tutto….

  7. Mi chiamo Maurizio sono un invalido al 85%. E vivo solo di 297.00 al mese.. O la mia compagna che si prende cura di me xche faccio un cipap con ossigenazione artificiale in più ho tante patologie di cui.. In cura dal psichiatra soffro cox artrosi cifosi.. Discopatia.. Obesità.. Grave.. E non mi hanno dato a visita il 100% come dobbiamo mangiare con 297.00 euro al mese la mia compagna non lavora xche si deve prendere cura di me e della mia igiene personale essendo obeso.. Ditemi voi.. Grazie

  8. Concordo con tutto quello che è stato detto sono invalida al 75 per cento per ottenere di più ho rinunciato all invalidità civile per l inabilità al lavoro ma secondo voi si può vivere con 500 € al mese visto che il reddito per percepire quella civile è di 4 900 €?vergogna

    1. 1000 euro al mese questo è il minimo che un invalido deve avere x vivere con una parvenza di dignità ,con patologie di forte depressione attacchi di panico impossibile a 65 anni trovare lavoro,vivere è diventato una tortura

  9. Spero davvero modificheranno i limiti di reddito..devono rimanere solo il reddito personale… e VERGOGNOSO….grazie bei politici senza umanità e rispetto di chi già soffre ….

  10. E una schifezza io invalida al 100 x 100 debba chiedere la paghetta a mio marito che è in pensione ed io ho 52 anni alla faccia della dignità.

  11. Sono d accordo per togliere i paletti reddituali per gli invalidi al 100% poiché i politici lo sanno che la maggior partesono a carico dei genitori per quanto riguarda la reversibilità. Vergogna

  12. Buonasera, io mi trovo ad avere un’invalidità dell’80%, ho una sclerosi mesiale temporale, mi hanno concesso l’assegno di 286€ e dovrei pagare un mutuo, mantenere una figlia e pagarci 3 finanziamenti, l’unico che lavora è mio marito e, siccome abito con i miei genitori non mi hanno riconosciuto il diritto alla pensione di accompagnamento. Vorrei proprio sapere come loro riuscirebbero a vivere in condizioni simili!!!

  13. Salve io invalida al 91% non posso lavorare per vari problemi di salute e tra l’altro percependo già la pensione di invalidità civile se inizio una attività lavorativa me la tolgono immediatamente quindi oltre al danno la beffa e con 297€ cosa si può fare che non si paga nemmeno una bolletta?

  14. Anche io mi aggiungo alle persone che si lamentano ! Sono invalida al 100 per cento.sono sposata abbiamo un bambino ma per me niente aumento..e mio marito non è miliardo, e’ un operaio!vergogna!

  15. Auguri ( x quel che può essere “festoso”) alla dottoressa Venditti , al sito e a tutti noi!domandona: mi hanno accolto la ricostituzione reddituale il giorno prima di Natale , data finale esito liquidazione definitiva si ok ma in buona sostanza mi daranno finalmente l’aumento e gli arretrati?? se sì quando visto che hanno già disposto le pensioni di gennaio e febbraio ?
    Grazie di cuore

    1. Buongiorno Marilù, grazie per gli auguri che la redazione e la sottoscritta ricambiano di cuore. Per quanto concerne il suo commento mi pare un’ottima notizia, sui tempi di liquidazione però non saprei dirle con esattezza, può essere che aggiornino o che li riceva più avanti. Mi faccia però poi la cortesia di scriverci quando otterrà l’incremento, così da comprendere meglio anche noi i tempi. Grazie di cuore, Erica

  16. io dico una signori politici che tutti quelli l’in abili al lavoro li dovete pensionare almeno con1000euro al mese e aumenta bile in base al reddito e i parziali dandogli almeno una cifra come il reddito di cittadinanza perché non sono da meno solo la differenza che i disabili non vi preoccupano perché sono indifesi e le associazioni di categoria fanno il gioco vostro invece la altri con reddito di cittadinanza si rivoltano ma vergognatevi di queste discriminazioni)

  17. Ho visto persone del est .e ancora altri paesi a prendere sussidi del governo ..dalle mie parti…e non pagano i contributi comunali una domanda mi viene spontanea….. perché non togliere a questi . perché non prenderli dai tanti politici… perché i vitalizi sono a vita. E ne avrei ancora da dire ma mi fermo…e darli a persone invalidi

  18. Avete fatto vene i conti con i paletti stringenti che avete messo sono pochi quelli che hanno avuto l’aumento. Vergognatevi. Vorrei che voi facciate solo 15 giorni con una cifra misera come i 290euro e poi ci sapete dire. Tanti di noi sono morosi perché o mangiano oppure pagano le medicine e l’affitto non si riesce a pagare. Secondo voi questa è vita? Vi sembra giusto che chi prende 651euro e chi invece ha passato il Natale con un piatto di tortellini? Vergognatevi!! Sappiate che tanti di noi abbiamo lavorato duramente(almeno nel mio caso) e i contributi li abbiamo pagati. Chi per tanti anni e chi come me per 20anni, però mi sono rotta la schiena, perché lavorando con gli anziani ci si rompe la schiena a lungo andare.. Secondo voi siamo un peso? Però quando si lavorava eravamo come siete voi ora gente normale. Bene! Ho detto tutto. Cercate di riparare ciò che non avete ancora fatto…. Katy Casellato

  19. Buon giorno, Marcello inval. 90%.Perché invece di parlare sempre e non agire facciamo come i francesi. Si decida un indirizzo postale e tutti noi inviamo la nostra scheda elettorale, propria e quella dei congiunti (a chi ce l’ha). Qualcuno le raccoglie e le spedisce al Presidente della Repubblica. Sicuramente Lui non sa della nostra situazione. Grazieeee

  20. Purtroppo i nostri politici sono miopi e non riescono a capire le vere situazioni degli invalidi
    Spero che qualcuno di loro si passi là mano sulla coscienza e faccia veramente qualcosa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su