Pensioni invalidità 2020, ultime su aumento: quando verrà esteso al range 74-99%?

Non si placano le discussioni circa l‘aumento delle pensioni di invalidità, tantissimi i disabili che continuano a scriverci in privato e nei commenti chiedendoci di dar loro voce in quanto sono rimasti per svariate ragioni fuori dall’incremento stabilito dalla sentenza 152/2020. Fuori sia quanti hanno un range inferiore rispetto al 100%, dunque tutti gli invalidi dal 74 al 99%, quanto coloro che pur avendo una totale invaliditità si sono visti negare l’aumento perché ha fatto cumulo il reddito del proprio partner. Questi ultimi chiedono possano venire meno determinati paletti reddituali troppo stringenti e che venga sempre e solo considerato il reddito dell’invalido perché l’invalidità é unicamente personale, i primi che la maggiorazione possa essere ora estesa anche agli invalidi parziali, che non stanno certo meglio con 290 euro e moltissime spese da affrontare, specie in una situazione emergenziale come quella attuale. Ecco alcune testimonianze/commenti rilasciati sul nostro sito.

Pensioni di invalidità 2020: via limiti reddituali: vincolanti ed ingiusti

Luciano fa notare rilasciandoci la sua testimonianza come non basti avere il 100% di invalidità per avere l’aumento perché i limiti reddituali associati al coniuge, se si é sposati, spesso ne limitano l’accesso, facendo così rimanere dipendenti a vita gli invalidi dal proprio compagno/a, che invece speravano in questo aumento ed in una maggiore autonomia economica. Così Luciano: “Sono invalido al 100% inabilità al lavoro permanente ma non basta per avere l’aumento, non ho accompagnamento e nessuna entrata solo una moglie inabile pure lei che ha lavorato 40 anni è prende una pensione di lavoro, in base a questo io non posso avere nulla per lo Stato Italiano mia moglie mi deve mantenere vita natural durante“.

Pasquale, e non é il solo, rivolgendosi direttamente al post dell’onorevole Sibilia che qualche giorno fa aveva esordito su facebook parlando dell’aumento delle pensioni di invalidità, asserendo: ‘Risultato raggiunto”, dice infastidito: ” Buonasera, ma quale risultato raggiunto caro Onorevole? Qui non è arrivato proprio nulla. Si informi meglio ed ascolti i cittadini e le lamentele. 100% invalidità ma niente arretrati e maggiorazioni

Sabrina, aggiunge: “Una vera e propria presa in giro. L’aumento doveva essere per tutti. Non si può vivere con 286 euro al mese e non si doveva mettere in ballo il reddito del coniuge. Però la gente crede che l’aumento sia stato per tutti. Vergogna!!”

Ivano: “Io dico solo una cosa farei vivere a loro con 286 al mese sono invalidità 100% non posso lavorare mia moglie guadagna 1300euro siamo in affitto e due figlie da mandare a scuola io non so cosa pensare“. Vi é poi chi invece fa notare che l’aumento avrebbe dovuto essere esteso a tutti gli invalidi, non solo ai totali, perché così facendo si é creata una ‘guerra tra poveri’, invalidi di Serie A e invalidi di Serie B.

Pensioni invalidità 2020, quale risultato raggiunto? Invalidi di Serie A e invalidi di Serie B

Dany, dalla sua parla proprio di divisioni tra disabili e di profonda ingiustizia: “E assurdo questi parlano di risultato raggiunto.. Ma di che
Di aver creato divisioni tra disabili? di creare disabili di serie A. E di serie B?
Cioè la così detta guerra tra poveri?.
A questo punto mi viene da pensare che siamo messi veramente male Ma male per davvero.. Io spero veramente di cuore che associazioni come anmic di cui presidente è (Nazzaro pagano) ed altri posti a difesa dei diritti dei disabili… Tutti! e no chi si è chi no facciano Capire a questi signori al potere la nostra situazione di precarietà totale Fisica MentaleF amiliare ed economicamente frustrante. È di stato di povertà a dir poco da terzo mondo. Io lo so che oggi più che mai viviamo in un mondo sempre più egoista. Ma in uno stato che dovrebbe almeno garantire e tutelare le persone normali fisicamente dotate di una vita dignitosa è… Non lo fa figuriamoci chi non lo è cioè noi disabile.. Che non possiamo in quanto inabili..Come la giustificate la vostra assenza nei nostri confronti? Lascio a voi la risposta!

Alessandra, invece fa notare come il merito non sia del Governo, ma della Corte Costituzionale e della sentenza 152/2020 “Caro Sibilia, lei parla di risultati raggiunti ma in realtà, i risultati sono diretta applicazione della sentenza della corte costituzionale alla quale la classe politica si è dovuta obbligatoriamente adeguare. In realtà la corte ha chiesto che tempestivamente l’importo della pensione di inabilità venga aumentata a tutti a prescindere dai paletti reddituali previsti per la pensione sociale laddove questa non è una pensione sociale ma assistenziale compensativo e il reddito non c’entra nulla!!!!! Quindi caro Sibilia che risultato hai raggiunto?? Provi a vivere e ad avere assistenza con 286 miseri euro al mese!!!!! Perché non vi uniformate alle stringenti raccomandazioni della Consulta sulla materia invece di millantare meriti che non avete!

Ivana, rincara la dose: “Ma cosa avete raggiunto???? Poveri invalidi oltre il danno anche la beffa, la cosa migliore sarebbe ora di accamparsi nella sede opportuna e restarci fino a quando non si ottiene aumento per tutti gli invalidi eliminando assolutamente il paletto del reddito…pensano di essere furbi…ma sono solo insensibili davanti alle patologie…concedeteci la possibilità di non sentirci di serie B, che il nuovo anno vi porti coerenza ed equità

Rossana, aggiunge: Gli invalidi parziali si lamentano convinti che chi è invalido al 100% abbia ricevuto l’aumento perchè l’On. Carlo Sibilia ha detto che il risultato è stato raggiunto,ma non ha detto che i paletti reddituali sono strettissimi e che non tutti l’hanno avuto.Come me che ho il solo reddito da pensione d’invalidità che,al contrario di tutti gli altri che percepiscono 286 euro è solo di 184 euro(e non ho mai capito perchè), mio marito con solo reddito da pensione di 900 euro al mese ,non l’ho ricevuto! !On.Carlo Sibilia,non faccia l’ipocrita,perchè sa che non è così!

Silvia: Buonasera sono una valida civile al 75 per cento e prendo 280 euro al mese di cui ho la sclerosi multipla come si può vivere con questi briciole, è una miseria non é giusto sia per me che per tutti gli invalidi che prendono 280 euro, spero che la situazione possa migliorare e che l’aumento venga corrisposto anche a noi invalidi parziali”

Non resta che sperare che prima o poi l’incremento possa essere concesso ad una platea più vasta, noi continueremo, nel nostro piccolo, a dar voce agli invalidi parziali e a quelli totali che non hanno ricevuto la maggiorazione, nella speranza che il 2021 possa portare buone nuove.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

Erica Venditti

Erica Venditti

Mi chiamo Erica Venditti, classe 1981. Da aprile 2014 sono giornalista pubblicista Scopri di più

18 pensieri riguardo “Pensioni invalidità 2020, ultime su aumento: quando verrà esteso al range 74-99%?

  • Avatar
    27 Dicembre 2020 in 11:36
    Permalink

    buongiorno ho 53 anni mi è stata riconosciuta un’invalidità pari al 74% prendo 297 euro e dal 2011che combatto con questa malattia e stiamo parlando di (cancro) per curarmi come si sa curi da una parte ma aggravi altre parti e quando dico altre parti intendo tutto il fisico ora io sono giovane ma a causa di tutto ho un osteoporosi elevata che mi ha già procurato fratture alla vertebra e costole senza aver fatto niente non mi metto qui a descrivervi poi per quanto riguarda i denti praticamente inesistenti ora andare a lavorare sarei più in mutua che al lavoro ma poi a chi viene riconosciuto questo grande assegno da 297 non è compatibile con il lavoro ti verrebbe tolto pure quello ma come faccio a vivere tra pagare bollette ho una macchina vecchia che tra bollo assicurazione revisione poi ci sono ancora le tasse sui rifiuti e se poi passiamo ai farmaci che mi servono per curarmi parliamo di farmacia li anche se ho l’esenzione e prendo i generici pago comunque ora sto prendendo il reddito di cittadinanza ma finirà e premetto che non arrivo alla fine del mese sono sempre a chiedere elemosina a parenti questa la chiamate dignità? è giusto che una persona di 53 anni deve fare tutto questo solo perchè ha avuto la sfortuna di ammalarsi e che vive da sola.

    Rispondi
  • Avatar
    23 Dicembre 2020 in 23:30
    Permalink

    Ma vorrei sapere quando finiscono le cose che fate catalogare gli invalidi che hanno il 100% cioè invalidi di serie A e invalidi che hanno come me il 75% di invalidità e sono per voi invalida di serie B allora si può stare a sopportare queste cose vergognose ma vergognatevi a tutti gli invalidi dai 75% vanno applicati gli aumenti imparate a rispettare le persone Disabili non si possono accettare queste discriminazioni che fate

    Rispondi
  • Avatar
    23 Dicembre 2020 in 19:34
    Permalink

    Il problema è la soglia del reddito 8400 euro pari a 700 euro al mese, significa essere ricchi? Io credo che sia giusto mettere un limite massimo di reddito, ma dovrebbe essere almeno 12 mila

    Rispondi
  • Avatar
    23 Dicembre 2020 in 9:42
    Permalink

    Michele. Salve, ho 54 anni con un invalidità al 100 % con deambulazione entrambi le gambe, con residua capacità lavorativa, così mi è stato data la certificazione della commissione medica. Di recente ho ereditato due immobili da parte dei miei genitori e i miei suoceri, e fino a poco fa percepivo le famose 286 euro mensili, la commissione medica collegiale mi ha fatto notare che supero il reddito di 50 euro e non ho più diritto alla pensione e mia moglie lavora saltuariamente presso un’impresa di pulizie percependo circa 450 /500 euro al mese.
    come faccio ad affrontare la vita quotidiana? ho chiesto al momento della visita? Risposta della commissione = facile! hai una residua capacità lavorativa e comunque puoi vendere gli immobili, rispondendo ma prima o poi dover finire pur questi capitali “nonostante gli immobili sono destinati ai due figli” MA QUANDO NON AVEVO NESSUN TIPO DI REDDITO PER CASO SI È RICORDATO QUALCUNO DI INTEGRARE LA POSSIBILITÀ DI VIVERE

    Rispondi
  • Avatar
    23 Dicembre 2020 in 9:29
    Permalink

    Il sottoscritto Renzo ,ho 64 anni e dal 2019 percepisco una pensione di invalidità 100/100 ,per tumore ,quindi senza lavoro ,non ho percepito il famoso aumento ed abito con mia madre che mi mantiene con la sua pensioncina di € 1050 ,per me con grande vergogna .
    La mia fortuna è solo la casa di proprietà di mia madre di c.a. 50 mq. Ma non ho la mia intimità e pure lei ha patologie della vecchiaia 86 anni .
    Quindi il morale è che io non ho il coniuge e forse è stato conteggiato il reddito con mia madre .
    Che vergogna , soffrire in silenzio

    Rispondi
    • Avatar
      23 Dicembre 2020 in 16:40
      Permalink

      Signor Renzo, il reddito familiare (nel suo caso quello di sua madre) non viene conteggiato. Se lei non è coniugato conta solo il suo reddito personale, che mi pare di aver capito consiste nella sola pensione di invalidità
      In teoria dovrebbe aver diritto all’aumento . È sicuro di non avere altri redditi che concorrono al raggiungimento della soglia massima prevista?

      Rispondi
    • Avatar
      23 Dicembre 2020 in 17:04
      Permalink

      Mi chiamo Pasquale e ho un invalidità al 78/ vi dico che non riesco a vivere solo con la pensione con una cifra di 295€ al mese così bassissima di non poter arrivare neanche alla fine del mese e ho una patologia che non riesco neanche a lavorare perché le aziende non mi assumono perché prendo farmaci antidepressivi, spero che ci sia un aumento anche per noi invalidi civili parziali,per sopravvivere. Grazie

      Rispondi
      • Avatar
        24 Dicembre 2020 in 6:26
        Permalink

        Lo stato italiano ha sempre fatto leggi errate,
        Ci vorra’ tempo ma capiranno l’enorme sbaglio di questo aumento STRANO!!!!!
        IO SONO INVALIDO 80% nessuno mi prende a lavorare, ho patologie gravi e devo vedere alcune persone con falsa invalidità avere 650 e stanno bene. Tanto faremo tutti i conti con Dio.

        Rispondi
  • Avatar
    23 Dicembre 2020 in 8:58
    Permalink

    Per loro e normale (politici di tutti coloro)Spero tanto ma lo dico col cuore di trovarsi nelle nostre condizioni ,lo auguro con tutto il cuore maledetti ,come si può vivere 286 euro al mese avete capito bene al MESE

    Rispondi
  • Avatar
    22 Dicembre 2020 in 20:31
    Permalink

    È una offesa alla dignità del disabile totale, per aver messo il paletto del reddito del coniuge… al dolore della disabilità totale si aggiunge quello economico.

    Rispondi
    • Avatar
      23 Dicembre 2020 in 14:52
      Permalink

      Che vergogna! Dare di pensione 286,00 euro è una cosa che nemmeno si può immaginare. Solo in Italia avvengono queste cose. Grazie politici.0k

      Rispondi
  • Avatar
    22 Dicembre 2020 in 19:02
    Permalink

    Io sono invalida al 75%con un entrata di 290euro al mese ho pago le tasse ho muoio di fame😠

    Rispondi
  • Avatar
    22 Dicembre 2020 in 18:35
    Permalink

    Una cosa sola vorrei dire a Sibilla ….devi vergognarti tu e tutti i politici…ti farei vivere a te e i tuoi amici politici con una disabilità forse capiresti….vergognatevi penalizzare a chi e sposato e in più conteggiate la stessa pensione assistenziale ….spero che modificare la legge e togliere i paletti reddituali..e soprattutto date una dignità ha tutti i disabili…i soldi non fanno la felicità..però servono a vivere
    …..mettevi la mano sulla coscienza..e fate le cose giuste …

    Rispondi
    • Avatar
      22 Dicembre 2020 in 21:41
      Permalink

      Caro Fabio hai ragione ma purtroppo non si vergognano mai solo nel mese di dicembre tra paga e tredicesima prenderanno 25000/30000 netti ,mentre io invalido totale ho ricevuto 1300 euro con la tredicesima perchè mi è stato riconosciuto aumento. Spero che verrà riconosciuto a tutti gli invalidi l aumento a 650 euro anche se pagando affitto bollette farmaci non mutuabili, autobus, cibo e magari mantenere un cane da compagnia perchè appunto sei solo come un cane NON BASTANO ma a questi governanti di noi non gli frega niente, siamo solo un peso

      Rispondi
    • Avatar
      22 Dicembre 2020 in 22:15
      Permalink

      Io personalmente sono schifato del silenzio omertoso di tutti i nostri politici per non parlare del silenzio del nostro presidente della Repubblica.
      Diamo a lui per primo 286.00 poi vedremo dei risultati.

      Rispondi
    • Avatar
      22 Dicembre 2020 in 22:50
      Permalink

      Ho già avuto modo di dire il mio pensiero in altri messaggi. I giudici ed i politici hanno solo innescato una guerra fraticida…..qua si parla solo di diritti e come è strutturata la cosa adesso a mio parere è anticostituzionale perché genera discriminazione e basta. Via i paletti reddituali per le persone col 100% coniugate e che si stabilisca un giusto aumento in base alle percentuali per tutti. Non facciamoci la guerra ma cerchiamo di essere uniti perché insieme possiamo farcela a non sentirsi dei “diversi” fra “diversi”

      Rispondi
    • Avatar
      23 Dicembre 2020 in 14:55
      Permalink

      Mia figlia invalida al 100% inabile al lavoro reddito zero ha 24 anni e st lottando Ancora in quanto l’aumento non è avvenuto in automatico ho fatto la domandina da circa 2 mesi esito inps in trattativa. Mi domando e dico si può?

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *