Pensioni news oggi 2 ottobre: il disegno di Legge di Nannicini per superare quota 100

Anche oggi 2 ottobre le ultime news sulla riforma delle Pensioni e su quota 100 riguardano il DEf che sta per esser approvato dal Governo. Nella bozza non si parla di apportare modifiche a quota 100, e Tommaso Nannicini, senatore del Partito Democratico, membro della Commissione lavoro al Senato e professore ordinario di Economia Politica all’Università Bocconi ha lanciato ieri sui social il suo appello per modificare la legge pensionistica e superare quota 100. Vediamo allora il suo post ed in cosa consiste il suo disegno di legge che abbiamo caricato integralmente qui sul nostro sito.

Riforma Pensioni ultime news oggi 2 ottobre, le parole di Nannicini

Con un post sui Social che potete trovare qui di seguito, Nannicini poche ore fa ha lanciato il suo appello: “Non toccare #Quota100 perché destinata ad andare in esaurimento? No, serve una riforma complessiva che la superi senza aspettare che il problema generazionale marcisca per altri tre anni. Non ha senso che la nota di aggiornamento al #Def non affronti il nodo pensioni, una svista a cui bisogna rimediare. Per chi è interessato, qui qualche spunto dal mio disegno di legge su #flessibilità in uscita e #pensione di garanzia per i giovani”.

Nel suo disegno di legge sono diverse le proposte, abbiamo estrapolato i passaggi principali del documento che il Senatore ha condiviso. Il disegno di legge con primo firmatario Nannicini si chiama “Misure urgenti per la flessibilità e l’equità intergenerazionale del sistema previdenziale. Delega al Governo per l’introduzione della pensione di garanzia”, ed al suo interno viene sottolineato come: “Gli interventi introdotti dal decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4, in seguito agli stanziamenti finanziari previsti dalla legge di bilancio 2019 per creare nuove forme di flessibilità in uscita, piuttosto che portare a termine questo percorso di modifica della riforma Fornero, rendendolo strutturale ed equilibrato, reintroducono la logica degli interventi « tampone “.

Su quota 100 si spiega che nella misura: “Si dà un forte vantaggio per soli tre anni ad alcune coorti di lavoratori (mediamente, uomini con redditi più alti della media che vivono nel Nord del Paese) e se ne scaricano i costi sugli altri pensionati (con il blocco delle indicizzazioni) e sulle giovani generazioni (accendendo nuovi debiti). Si tratta di interventi non solo iniqui ma temporanei, che creeranno nuove – profonde – iniquità di trattamento quando si scoprirà che non potranno essere rinnovati, pena il rischio di far saltare del tutto i conti del sistema previdenziale“.

Pensioni news ultime su quota 100, ecco il disegno di legge di Nannicini

Nella seconda parte del documento viene chiarito il disegno di legge che si articola in due capi. Il primo capo per le misure a sostegno delle pensioni dei giovani, composta da 2 articoli, il secondo capo “Misure per l’accesso flessibile alla pensioni” che vede 6 articoli. Per leggere la versione integrale del disegno di legge cliccate qui. Di seguito ecco alcune parti salienti:

Nel primo capo si spiega come: “Per i soggetti con primo accredito contributivo successivo al 1° gennaio 1996 il diritto di accesso alla pensione di vecchiaia è conseguito in presenza di due sole circostanze: il possesso del requisito anagrafico già previsto dalla cosiddetta riforma Fornero (articolo 24, comma 6, del decreto legge n. 201 del 2011, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 214 del 2011), come adeguato alla speranza di vita secondo la disciplina vigente, e il possesso di un’anzianità contributiva non inferiore a venti anni. Sulla Pensione di garanzia si dice: ” Il Governo è delegato ad adottare, entro tre mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, su proposta del Ministro del lavoro e delle politiche sociali, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, uno o più decreti legislativi finalizzati all’introduzione della pensione di garanzia per i lavoratori con primo accredito contributivo successivo al 1° gennaio 1996 per i quali la pensione a carico dell’assicurazione generale obbligatoria è integralmente liquidata secondo il sistema contributivo”.

Nel secondo capo troviamo l’articolo 4 che riguarda “Regime transitorio e proroga della disciplina sperimentale di Opzione donna“, il 5 “Ampliamento e stabilizzazione della disciplina dell’anticipo pensionisticoAPE sociale. Estensione ad artigiani e commercianti”, l’articolo 6 la “Stabilizzazione della disciplina dell’anticipo finanziario a garanzia pensionistica-APE volontario” mentre il 7 la “Procedura per l’aggiornamento del novero delle attività lavorative usuranti o gravose”.

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!
Stefano Rodinò

Stefano Rodinò

Classe 1981, ho studiato scienze politiche ad indirizzo Comunicazione Pubblica. Scopri di più

51 thoughts on “Pensioni news oggi 2 ottobre: il disegno di Legge di Nannicini per superare quota 100

  • Avatar
    6 Ottobre 2019 in 9:14
    Permalink

    Fateci votare e vi mandiamo a casa prima che facciate dei danni.
    Quello che leggo questi giorni sono cose dell’altro mondo, l’idea di questi signori e’ quella
    di far passare tutti al sistema contributivo, loro si sistemano con 5 anni di legislatura e noi con 41/42 anni di contributi non ci mandano in pensioni…fateci votare!!!
    Nel frattempo vedrete alle regionali che risultati porterete a casa.
    Spero che a casa andiate voi prima possibile.

    Rispondi
  • Avatar
    4 Ottobre 2019 in 17:01
    Permalink

    Dottor Nannicini, per quanto riguarda Opzione Donna le devo ricordare che ora come ora c’è una grandissima ingiustizia a cui porre rimedio, il cumulo dei contributi non è possibile per chi ha versato in casse diverse. Le donne che hanno raggiunto i requisiti devono potere accedere ad Opzione Donna, tutte, indistintamente, non ci sono donne di serie A e donne di serie B.

    Rispondi
  • Avatar
    4 Ottobre 2019 in 11:18
    Permalink

    Nannicini ma perchè non vai a lavorare veramente in miniera? Vedrai che dopo 41 anni e 61 anni e passa ne avresti abbastanza e poi sentire a pochi mesi dalla pensione delle asinate dette da te e i tuoi amici come la fornero renzi e calenda!!! Queste proposte idiote escono sempre da gente come te che NON ha mai lavorato!! Ultima domanda ce l’hai un padre o sei figlio di nn? Se ce l’hai a quanti anni andrà in pensione e con quale compenso?
    Vergognati.

    Rispondi
  • Avatar
    3 Ottobre 2019 in 8:13
    Permalink

    Nencini cerca di dire cose più serie perché siamo ancora lontani da carnevale !!! Telefona a Renzi e Calenda e chiudetevi alla Leopolda ed esternate fra voi ( e uso il voi volutamente minuscolo ) le vostre immani boiate

    Rispondi
  • Avatar
    3 Ottobre 2019 in 7:45
    Permalink

    nannicini, renzi, calenda e associati… stessa pasta…. umiliare sempre e comunque gli italiani che lavorano. proporre migliorie mai !!!!

    Rispondi
  • Avatar
    2 Ottobre 2019 in 23:50
    Permalink

    Ho 61 anni e dal 1981 sono sui cantieri edili sia in Italia che all’estero,passando per periodi di non lavoro o disoccupazione, adesso che avevo visto in lontananza la possibilità di smettere,entro il 2021, qualche personaggio del PD vorrebbe togliere quota 100. Non c’è la faccio più..non avrò le forze per andare oltre. Non toccate quota 100.

    Rispondi
  • Avatar
    2 Ottobre 2019 in 22:40
    Permalink

    Sono un lavoratore precoce con 41 anni di contributi vorrei uscire dal mondo del lavoro senza altre clausole.Trovo quota 100 penalizzante per alcuni,oltretutto è una riforma non strutturale.il problema delle pensioni e solo temporaneo perché i giovani trovano lavoro a circa 30 anni con 40 di contributi andrebbero in pensione oltre la riforma Fornero.

    Rispondi
  • Avatar
    2 Ottobre 2019 in 19:24
    Permalink

    Assurdo che queste iniziative vengano da esponenti del PD, questo c…. Di nannincini ma chi è, cosa ha mai fatto…. Mi mancano 14 mesi alla quota 100, non vedo l’ora, sono stanco e questi pirla decidono su di noi??

    Rispondi
  • Avatar
    2 Ottobre 2019 in 19:04
    Permalink

    Ma mi domando e dico quanta gente specie al sud ha un lavoro dopo i 30 anni quanta con un lavoro continuativo i conti tornano 42 e 30 sono 72 se tutto va bene. Quindi la cosa migliore da fare e equilibrare il tutto. Chi potrebbe farlo? Sicuramente isindacati ma non lo fanno.non gli conviene. In pensione si dovrebbe andare per chi ha lavorato a60 massimo62 anni aprescindere dagli anni lavorati .almeno30 comunque.

    Rispondi
  • Avatar
    2 Ottobre 2019 in 18:55
    Permalink

    Trovo indegno siano politici “di sinistra” a proporre misure correttive a scapito dei lavoratori per risanare il problema previdenziale presente e futuro invece che tagliare e rivedere miliardi di altri stipendi pensioni d’oro indennità a vita liquidazioni da nababbi e cc…. Che tanti e non pochi privilegiati parassiti percepiscono. È beffardo che Quota cento sia stata fortemente voluta da salvini populista leghista sovranista ecc… Ma la sinistra dov’è stata in tutti questi anni?? E adesso che avrebbe la possibilità di governare approvando finalmente misure più eque che garantiscano una maggiore giustizia sociale nei confronti dei tanti cge si sono rotti la schiena per 38 e più anni di lavoro e grazie ai quali sta repubblica di pulcinella è andata avanti.. Loro che fanno?? Propongono misure ancora una volta restrittive e penalizzanti solo per noi. Basta!! Andatevene a casa!!!

    Rispondi
    • Avatar
      2 Ottobre 2019 in 23:08
      Permalink

      ROSANNA CONDIVIDO IN TUTTO QUELLO CHE DICI, (NANNICINI GIA SOTTO IL GOVERNO RENZI CHE IDEO’ L’APE SOCIALE E L’APE VOLONTARIA CON LA QUALE SI DEVONO PAGARE INTERESSI ALLE BANCHE (DA LUI SOSTENUTE) E ASSICURAZIONI COME FOSSE UN PRESTITO E NON UNA PENSIONE DOVUTA ,DERIVANTE DA UNA VITA DI DURO LAVORO, ( CHE LORO NON SANNO NEANCHE COSA SIA) TOLTE LE QUALI SI PRENDE UNA PENSIONE DA MISERIA CHE TI PERMETTE DI FARE UNA VITA DA MISERIA, VORREBBE STABILIZZARE QUESTE DUE API E IN PARTICOLARE L’APE VOLONTARIA,QUELLA CHE SOSTIENE LE BANCHE E TI FA PRENDERE UNA MISERIA DI PENSIONE E UNA VITA DA MISERIA, NON HO PAROLE PER DEFINIRE QUESTE PERSONE , DOVREBBERO VERGOGNARSI, QUOTA 100 FINO AL 2021 COMPRESO(GIA’ LEGGE) NON SI TOCCA PER NESSUN MOTIVO COME HA DICHIARATO( SU RAI 3 IL MIN.GUALTIERI),IL PRESIDENTE CONTE ECC. GIU’ LE MANI DA QUOTA 100 FINO AL 2021 COMPRESO, SE SERVONO SOLDI SI DEVONO PRENDERE ALTROVE!! ! NON SI PUO’ SCOMBUSSOLARE LA VITA DELLE PERSONE OGNI 2 ANNI INOLTRE LE DONNE SVOLGONO DOPPIO LAVORO ANCHE DI CURA DELLA FAMIGLIA E FIGLI E PER QUESTO PERDONO ANNI DI CONTRIBUTI, PER QUESTO E’ STATA PROPOSTA QUOTA 100 ROSA DELLA SIG. ARMILIATO O LO SCONTO CONTRIBUTIVO DI 1 ANNO PER FIGLIO, PER LE DONNE (SINDAC. LANDINI) ANCHE PER QUOTA 100 FINO AL 2021 COMPRESO .

      Rispondi
  • Avatar
    2 Ottobre 2019 in 18:54
    Permalink

    La maggior parte dei politici non conosce la realtà del lavoro vero.
    Si aggrappa a statistiche, numeri, tabelle…la realtà è che non tutti
    sono dipendenti pubblici o parastatali, con stipendi e contributi certi
    x l’intera esperienza lavorativa.
    Moltissimi invece lavorano in aziende private , molti sono piccoli
    commercianti o artigiani o agricoltori che purtroppo soggetti a logiche
    di mercato sono rimasti senza lavoro, molti precari , altri esodati..
    Perchè non provano loro i politici a rinserisi nel mondo del lavoro a
    50 anni- 60 anni, e stare senza ammortizzatori o stipendio.
    Per fortuna ora arrivano i NAVIGATOR……

    Rispondi
    • Avatar
      2 Ottobre 2019 in 23:14
      Permalink

      CONDIVIDO PIENAMENTE QUANTO DICE. QUOTA 100 (GIA’ LEGGE) FINO AL 2021 COMPRESO NON SI TOCCA (COME HA DICHIARATO IL MIN. GUALTIERI ECC.)PER I 3 ANNI DI SPERIMENTAZIONE FINO AL 2021 COMPRESO SE SERVONO SOLDI SI DEVONO TROVARE ALTROVE E NON ANDARE A PRENDERLI DA PERSONE CHE HANNO LAVORATO DURAMENTE , GIU LE MANI DA QUOTA 100 FINO AL 2021 COMPRESO!!!

      Rispondi
  • Avatar
    2 Ottobre 2019 in 17:05
    Permalink

    Questi senatori dementi fanno finta di non sapere che nel caso delle pensioni l Inps non regala niente a nessuno, visto che gli attuali pensionandi hanno versato dai 38 ai 42 anni di contributi. ,Mentre i parlamentari e i sindacalisti si trovano pensioni regalate senza aver versato contributi di nessun genere.

    Rispondi
    • Avatar
      2 Ottobre 2019 in 22:32
      Permalink

      CONDIVIDO PIENAMENTE QUANTO DICE, QUESTE PERSONE NON HANNO MAI LAVORATO NELLA LORO VITA E NON SANNO NEANCHE COSA VUOLE DIRE (DOVREBBERO ANDARE A LAVORARE IN QUALCHE FABBRICA, MAGARI A TEMPO DETERMINATO , PASSANDO DA UNA FABBRICA ALL’ALTRA, CON LAVORO CHE TI DISFANO SCHIENA , SPALLE GINOCCHIA, SEMPRE IN PIEDI ) SEMPRE A SPECULARE SULLE PERSONE CHE LAVORANO DURAMENTE E SERIAMENTE SONO FUORI DALLA REALTA’ DELLE PERSONE E LONTANI, VIVONO IN UN’ALTRO MONDO , DOVREBBERO VERGOGNARSI, QUOTA 100 FINO AL 2021 COMPRESO GIA’ LEGGE NON SI TOCCA PER NESSUN MOTIVO FINO AL 2021 COMPRESO, SE SERVONO SOLDI SI DEVONO TROVARE ALTROVE , COME HA DICHIARATO IL MIN. GUALTIERI , IL PRESIDENTE CONTE ECC. !!! NANNICINI (NEL PRECEDENTE GOVERNO CON RENZI) VORREBBE PORTARE AVANTI L’APE SOCIALE E L’APE VOLONTARIA IDEATE DA RENZI CHE AVVANTAGGIA BANCHE E ASSICURAZIONI (LOBBY DA LUI SOSTENUTE) ALLE QUALI SI DEVONO PAGARE INTERESSI COME COME FOSSE UN PRESTITO CHE TI FANNO (E NON UNA PENSIONE GUADAGNATA CON IL DURO LAVORO) E ASSICURAZIONI , TOLTE LE QUALI TI DANNO UNA MISERIA DI PENSIONE CHE TI PERMETTE UNA VITA DA MISERIA , DOVREBBERO DARLE A RENZI, NANNICINI, CALENDA QUESTO TIPOI DI PENSIONE CHE NON HO PAROLE PER DEFINIRLI. GIU’ LE MANI DA QUOTA 100 FINO AL 2021 COMPRESO!!! NON SI PUO’ SCOMBUSSOLARE LA VITA DELLE PERSONE OGNI 2 ANNI CHE HANNO FATTO PROGETTI ANCHE DI CURARSI ECC. , COME MINIMO HANNO 62 ANNI, HANNO PROBLEMI DI SALUTE E FISICI E MANCA L’ENERGIA, INOLTRE LE DONNE SVOLGONO DOPPIO LAVORO ANCHE DI CURA DELLA FAMIGLIA E FIGLI E PER QUESTO PERDONO ANNI DI CONTRIBUTI E PER QUESTO SONO STATE FATTE DUE PROPOSTE : LA QUOTA 100 ROSA (DELLA SIG. ARMILIATO) O LO SCONTO CONTRIBUTIVO DI 1 ANNO PER FIGLIO (SINDAC. LANDINI), QUOTA 100 FINO AL 2021 COMPRESO NON SI TOCCA PER NESSUN MOTIVO!!! GIU’ LE MANI DA QUOTA 100 FINO AL 2021 COMPRESO!!!

      Rispondi
    • Avatar
      2 Ottobre 2019 in 23:22
      Permalink

      ANGELO CONDIVIDO PIENAMENTE QUANTO DICE, LE PENSIONI INPS DERIVANO DA UNA VITA DI DURO LAVORO (CHE LORO CERTAMENTE NON CONOSCONO E VIVONO IN UN’ALTRO MONDO), QUOTA 100 FINO AL 2021 COMPRESO NON SI TOCCA PER NESSUN MOTIVO!!! COME HA DICHIARATO IL MIN. GUALTIERI, IL PRESIDENTE CONTE ECC. (GIA’ LEGGE, NON SI PUO’ SCOMBUSSOLARE LA VITA DELLE PERSONE OGNI 2 ANNI, SE SERVONO SOLDI SI DEVONO TROVARE ALTROVE), GIU’ LE MANI DA QUOTA 100 FINO AL 2021 COMPRESO !!!

      Rispondi
  • Avatar
    2 Ottobre 2019 in 16:41
    Permalink

    Mo’ pure sto Nannicini !!
    Quota 100 non si tocca . Sistemazione esodati e quota 41 !!

    Basta giocare con la vita delle persone !!

    Avete rotto le palle!!!!

    Rispondi
    • Avatar
      2 Ottobre 2019 in 22:37
      Permalink

      GIACOMO CONDIVIDO PIENAMENTE QUANTO DICE, QUOTA 100 FINO AL 2021 COMPRESO NO SI TOCCA PER NESSUN MOTIVO!!! (GIA’ LEGGE) GIU’ LE MANI DA QUOTA 100 FINO AL 2021 COMPRESO!!! NON SI PUO’ SCOMBUSSOLARE LA VITA DELLE PERSONE OGNI 2 ANNI. INOLTRE LE DONNE SVOLGONO DOPPIO LAVORO ANCHE CURA DELLA FAMIGLIA E FIGLI E PER QUESTO PERDONO ANNI DI CONTRIBUTI.

      Rispondi
  • Avatar
    2 Ottobre 2019 in 16:35
    Permalink

    ….. perché le pensioni sociali non vengono pagate dallo stato?

    Rispondi
    • Avatar
      2 Ottobre 2019 in 22:39
      Permalink

      MAURO CONDIVIDO PIENAMENTE QUESTA TUA DOMANDA.

      Rispondi
  • Avatar
    2 Ottobre 2019 in 15:49
    Permalink

    Prego Dio che non venga toccata quota cento. Riesco x un pelo a entrarci nel 2021, é l unica speranza che ho.. Perché non c’è la fo più di lavorare m

    Rispondi
    • Avatar
      2 Ottobre 2019 in 23:32
      Permalink

      NADIA M. CONDIVIDO PIENAMENTE QUANTO DICE, GIU’ LE MANI DA QUOTA 100 FINO AL 2021 COMPRESO (GIA’ LEGGE), SE SERVONO SOLDI SI DEVONO TROVARE ALTROVE, QUOTA 100 FINO AL 2021 COMPRESO NON SI TOCCA (COME HA DICHIARATO IL MIN. GUALTIERI SU RAI 3 ), IL PRESIDENTE CONTE ECC. NANNICINI E COMPANY DOVREBBERO LAVORARE IN QUALCHE FABBRICA, DURAMENTE MAGARI CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO PASSANDO DA UNA ALL’ALTRA E CAPIREBBERO, VIVONO IN UN’ALTRO MONDO, DOVREBBERO VERGOGNARSI.

      Rispondi
  • Avatar
    2 Ottobre 2019 in 15:48
    Permalink

    Buongiorno a tutti, io ho iniziato a lavorare nel 1981 ho 38 anni abbondanti di contributi, io sarei potuto andare in pensione quando c’erano i 35 anni poi siamo saliti a 37 e per finire a 42 e 10 mesi. Ma io dico se lo stato ha sbagliato con le pensioni baby perché dobbiamo pagare sempre noi operai e altro per i loro sbagli? Perché non provano sulla loro pelle a stare 8 ore in fabbrica a rompersi la schiena, così si possono rendere conto che vita dura è. E per chiudere 41 per tutti non è sufficiente, almeno qualche anno di pensione riusciamo a godercelo. Saluti a tutti. Tonino.

    Rispondi
  • Avatar
    2 Ottobre 2019 in 15:38
    Permalink

    MI MERAVIGLIO DA PARTE DELLA REDAZIONE CHE VENGANO PUBBLICATE PAROLE DI NANNICINI, PUR SAPENDO COSA ANNO COMBINATO IL DUO POLETTI/NANNICINI NEL PRECEDENTE GOVERNO. RIMANGO STUPITO DALLE CAZZATE PRONUNCIATE DA QUESTO FINTO COMUNISTA. ANCHE SE FOSSE UNA RIFORMA FATTA PER IL NORD CHE NON I SEMBRA, MA PER L’ ITALIA INTERA PER TUTTI QUELLI CHE AVEVANO MATURATO I REQUISITI. ORA PARLA DI UNA RIFORMA COMPLESSIVA, PERCHE’ NON L’HANNO FATTA PRIMA QUEI 2 CIUCCI . HANNO FATTO UNA PSEUDO RIFORMA INSERENDO I LAVORI USURANTI ( apriti o cielo, non vi dico). ADESSO FA IL PROFESSORE MA DI CHE COSA? NANNICIN FAI DEI BEI SOGNI E CHIUDI QUELLA CIABATTA.

    Rispondi
    • Avatar
      2 Ottobre 2019 in 23:50
      Permalink

      ANTONIO CONDIVIDO PIENAMENTE QUANTO DICI, NANNICINI CON IL GOVERNO RENZI CHE HA IDEATO L’PE SOCIALE E VOLONTARIA (CHE ORA VORREBBE RIPRISTINARE E MAGARI RENDERE STRUTTURALE) CHE SOSTENEVA LE BANCHE E ASSICURAZIONI ( LOBBY) ALLE QUALI SI DOVEVANO PAGARE INTERESSI E ASSICURAZIONI COME TI CONCEDESSERO UN PRESTITO E NON LA PENSIONE GUADAGNATA CON IL TUO DURO LAVORO TOLTE LE QUALI SI PRENDEVA UN PENSIONE DA MISERIA CHE TI PERMETTEVA DI FARE UNA VITA DA MISERIA, DOVREBBERO PROVARE LORO A LAVORARE IN QUALCHE FABBRICA , MAGARI A CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO, PASSANDO DA UNA ALL’ALTRA PUR DI LAVORARE E PRENDERE LORO L’APE VOLONTARIA, VIVONO FUORI DAL MONDO, DOVREBBERO VERGOGNARSI, VORREBBERO ANCORA SPECULARE SULLE PERSONE CHE LAVORANO DURAMENTE. QUOTA 100 FINO AL 2021 COMPRESO NON SI TOCCA(COME HA DICHIARATO IL MIN. GUALTIERI SU RAI 3 PER I 3 ANNI FINO AL 2021 COMPRESO) E ANCHE IL PRESIDENTE CONTE ECC. GIU’ LE MANI DA QUOTA 100 FINO AL 2021 COMPRESO!!! SE SERVONO SOLDI SI DEVONO TROVARE ALTROVE.

      Rispondi
  • Avatar
    2 Ottobre 2019 in 15:28
    Permalink

    Nessuno di tutti quelli che si ritengono esperti di pensioni è andato al lavoro consecutivamente in fabbrica o peggio per 35 anni consecutivamente quindi si stanno solo improvvisando su qualcosa a loro sconosciuto per giustificare magari privilegi che stanno ingiustamente godendo! Chi stanno rappresentando questi personaggi? I veri lavoratori o i loro amici che vivono di continui privilegi??? Ci sarà mai una fine a questa indecenza cavalcata continuamente senza scrupoli da questi privilegiati??? Magari se prima di considerare le loro chiacchiere valutiamo bene cosa hanno dato personalmente alla società in lavoro e vantaggi scopriamo che stanno solo coprendo la loro inutilità.

    Rispondi
    • Avatar
      3 Ottobre 2019 in 0:02
      Permalink

      FRANCO CONDIVIDO PIENAMENTE QUANTO DICI,QUESTE PERSONE CHE VIVONO IN UN’ALTRO MONDO E CHE VORREBBERO SPECULARE SULLE PERSONE CHE LAVORANO DURAMENTE, DOVREBBERO VERGOGNARSI, BISOGNEREBBE METTERLI A LAVORARE DURAMENTE COSI’GLI PASSEREBBE LA VOGLIA E NON AVREBBERO IL TEMPO DI CERCARE DI SFRUTTARE CHI LAVORA SERIAMENTE E DURAMENTE (MAGARI IN QUESTA MANIERA STANNO CERCANDO DI COPRIRE LA LORO INUTILITA’), GIU’ LE MANI DA QUOTA 100 FINO AL 2021 COME HA DICHIARATO IL MIN. GUALTIERI SU RAI 3 PER 3 ANNI FINO A FINE SPERIMENTAZIONE E IL PREMIER CONTE ECC. (GIA’ LEGGE, NON SI PUO’ SCOMBUSSOLARE LA VITA DELLE PERSONE OGNI 2 ANNI)QUOTA 100 FINO AL 2021 COMPRESO NON SI TOCCA PER NESSUN MOTIVO SE SERVONO SOLDI DI DEVONO TROVARE ALTROVE!!!

      Rispondi
  • Avatar
    2 Ottobre 2019 in 15:23
    Permalink

    Quota 100 deve rimanere , con 62 anni di età e minimo 38 anni di contributi senza modifiche, non è vero che favorisce solo i benestanti ma permette di andare prima in pensione, come me semplice impiegato con. 41 di contributi , e 61 anni di età , attualmente con la naspi che vuole andare in pensione il prossimo anno senza dover aspettare la fornero

    Rispondi
  • Avatar
    2 Ottobre 2019 in 14:56
    Permalink

    Quota 100 deve rimanere sino alla scadenza naturale (2021);
    Deve essere trovata immediata soluzione ai 41 esodati ancora nel maledetto limbo creato dalla sua compagna di merende Elsa;
    Deve essere fatta un REVISIONE della legge sulle pensioni; anticipate 41 anni per tutti a prescindere da.
    Signor Senatore (spero ancora per poco) invece di speculare ancora una volta su lavoratori che hanno dato per una vita intera sangue, si orientino a superare le baby pensioni che hanno dissanguato il sistema pensionistico.

    Rispondi
  • Avatar
    2 Ottobre 2019 in 14:49
    Permalink

    Io sono un quota 100 ( anzi 108 – anni 42 circa di servizio e 66 e mezzo di età) dipendente pubblico, feci istanza di pensionamento il 1 febbraio 2019 con uscita 1 agosto, e solo il 7 ottobre 2019 riceverò gli arretrati dall’inps per poi andare a regime i 1 novembre. Essendo monoreddito in tre mesi circa ho fatto l’equilibrista per arrivare a fine mese, mi domando a cosa e servito fare la domanda 6 mesi prima quando poi la mia pratica l’hanno evasa il 6 settembe, nonostante i diversi solleciti che ho fatto all’Inps ed immancabilmente mi trovavo la scritta “in giacenza”. Se questi sono i tempi gia immagino il TFS di € 45.000 che dovevamo riceverlo entro i 75 giorni, sicuramente ci faranno aspettare anni. CHE FREGATURA.

    Rispondi
    • Avatar
      2 Ottobre 2019 in 18:41
      Permalink

      Solo 45.000,00 € mi sembrano un pó pochini per 42 anni di servizio. Io 40 anni pensione di anzianità andata nel 2010 il 1° luglio. Avevo il 6° livello e la pensione è di 1.300,00 €.

      Rispondi
  • Avatar
    2 Ottobre 2019 in 14:43
    Permalink

    Ma. Noi ultimi esodati, siamo destinati all’oblio????

    Rispondi
  • Avatar
    2 Ottobre 2019 in 14:35
    Permalink

    Dovete chiedere alla sg.Forno come mai la figlia a soli 40 anni di età percepisce la pensione con quale escamotage e riuscita.

    Rispondi
    • Erica Venditti
      2 Ottobre 2019 in 15:15
      Permalink

      é una fake news, su é stata smentita ovunque questa cosa.

      Rispondi
  • Avatar
    2 Ottobre 2019 in 14:30
    Permalink

    Con tutte le iniquita’ del sistema pensionistico (vedi forze dell’ordine, sindacati, politici nazionali e regionali) adesso impariamo che i privilegiati sono quelli di quota 100 (62 anni di eta’ e 38 di contributi, interamente versati) ….. ma vergognatevi

    Rispondi
  • Avatar
    2 Ottobre 2019 in 14:28
    Permalink

    Chissà perché…. Ma questi cosiddetti DEMOCRATICI sono bravi a recuperare da chi ha lecitamente a chi ha di meno…. A PRESCINDERE!!!! Non ci siamo!!!!!

    Rispondi
  • Avatar
    2 Ottobre 2019 in 14:24
    Permalink

    Basta con la legge fornero e quota 100 e con queste pensioni miserabili

    Rispondi
  • Avatar
    2 Ottobre 2019 in 14:16
    Permalink

    I ricchi che lei parla del nord sono semplici lavoratori dipendenti che hanno pagato sempre le tasse per almeno 38 anni. L unica cosa non giusta riguarda i lavoratori precoci perché con il limite a 62 anni uno che ha iniziato a 16 anni ha lavorato 46 anni. Toccatevi i vostri stipendi e benefit invece

    Rispondi
  • Avatar
    2 Ottobre 2019 in 14:10
    Permalink

    l’ennesimo sinistro che nulla sa proporre se non un ulteriore allungamento dei tempi di uscita.
    NESSUNO di questi invece pone come punto PRIORITARIO ed UNICO il recupero dell’evasione fiscale che banalmente sistema TUTTI i problemi del paese !

    Rispondi
  • Avatar
    2 Ottobre 2019 in 14:09
    Permalink

    Ma possibile che si debba sempre e solo parlare di quota 100 ? Ma smettetela con la leggenda metropolitana che la pensione non sia più un diritto ma sia diventata un privilegio. Fate finta di pensare ai giovani mettendo loro in testa che il loro futuro sarà distrutto da chi ora avanza la pretesa di avere la pensione dopo aver lavorato e versato contributi per una vita , i giovani non sono stupidi e capiscono benissimo che il lavoro non lo troveranno mai se obbligate come state obbligando i lavoratori a rimanere al lavoro per 43 anni

    Rispondi
  • Avatar
    2 Ottobre 2019 in 14:01
    Permalink

    NENNCINI COME CALENDA , IGNORANO , CHE MOLTI ESODATI FORNERO , MAI SALVAGUARDATI STANNO PAGANDO FIOR DI SOLDONI IN CONTRIBUTI VOLONTARI PER RAGGIUNGERE QUOTA 100 A 63 ANNI . QUESTI DOVREBBERO INFORMARSI PER BENE PRIMA DI AFFRONTARE TEMI PENSIONISTICI, SOTTOVALUTATI IN MANIERA PRESSAPOCHISTA COME DALLA LORO COLLEGA FORNERO.

    Rispondi
    • Avatar
      3 Ottobre 2019 in 0:11
      Permalink

      Riccardo CONDIVIDO PIENAMENTE QUANTO DICE. QUOTA 100 FINO AL 2021 COMPRESO (GIA’ LEGGE ) NON SI TOCCA FINO ALLA FINE DEI 3 ANNI DI SPERIMENTAZIONE (COME DICHIARATO DAL MIN. GUALTIERI SU RAI 3) E DAL PREMIER CONTE ECC. SE SERVONO SOLDI DI DEVONO TROVARE ALTROVE, E DEVONO FINIRE DI SPECULARE SULLE PERSONE CHE LAVORANO DURAMENTE NANNICINI ECC (GIA’ CON RENZI). VORREBBERO RIPORTARE L’APE VOLONTARIA CHE SOSTIENE ASSICURAZIONI E BANCHE (LOBBY) COME FOSSE UN PRESTITO E TOLTO TUTTO TI FA PRENDERE UNA PENSIONE DA MISERIA , GIU’ LE MANI DA QUOTA 100 FINO AL 2021 COMPRESO!!!

      Rispondi
  • Avatar
    2 Ottobre 2019 in 14:00
    Permalink

    Dite a questo professori e che io e la mia Azienda abbiamo già pagato abbondantemente i soldi che mi saranno RESTUITI solo in parte dall INPS…. Sono 40 anni che paghiamo e non mi sembra giusto che x il Welfare debba pagare solo chi lavora. In più la reversibilità di un defunto finisce con la scomparsa del coniuge…. Perché non deve valere x la Casta anche questa opzione??

    Rispondi
  • Avatar
    2 Ottobre 2019 in 13:53
    Permalink

    Speriamo questo governo farlocco cada al più presto questi non hanno idea di cosa vuol dire lavorare stanno riportando la fornero peggiorata.. anche se la fornero non è mai stata eliminata .. ci siamo ritrovati il monti bis che dio c’è ne scampi

    Rispondi
  • Avatar
    2 Ottobre 2019 in 13:20
    Permalink

    Ho letto il suo disegno di legge, allunga i tempi riavvicinandoci tristemente alla Fornero, io ad esempio uscirei a64 anni non più a 62 e mezzo, inoltre dire che quota 100 favorisce solo i benestanti del nord è falso oltre che fazioso, non sono benestante ma un semplice impiegato

    Rispondi
    • Avatar
      2 Ottobre 2019 in 15:13
      Permalink

      Ma che dicono questi pseudo politici che a nal pena conoscono la previdenza e nel mondo del lavoro vero non si sono mai affacciati, debbono finirla di dire eresie, Dini e Fornero hanno gia’ fatto tutto e di piu’, ed a lieve miglioramento adesso si aggiungiamo altri che non vogliono restituirci i conrtribbuti versati, che vergogna stiano zitti sulla pelle degli altri, non cj sono regalie con quota 100 ma almeno e’ un’opportunita’ anche per salvare chi in difficllta’

      Rispondi
      • Avatar
        3 Ottobre 2019 in 0:23
        Permalink

        ANTONIO CONDIVIDO PIENAMENTE QUANTO DICI, NANNICINI ECC.GIA’ CON IL GOVERNO RENZI) CHE VORREBBERO RIPRISTINARE L’APE VOLONTARIA IDEATA DA RENZI E CHE SOSTIENE LE BANCHE E ASSICURAZIONI(LOBBY) ALLE QUALI SI DEVONO PAGARE INTERESSI E PREMIO COME TI FACESSERO UN PRESTITO TOLTE LE QUALI PRENDI UNA PENSIONE DA MISERIA, DEVONO FINIRE DI SFRUTTARE LE PERSONE CHE LAVORANO SERIAMENTE E DURAMENTE PER CERCARE DI COPRIRE LE LORO NULLITA’ DOVREBBERO VERGOGNARSI, VIVONO IN UN’ALTRO MONDO, QUOTA 100 FINO AL 2021 COMPRESO(COME DICHIARATO DA MIN. GUALTIERI SU RAI3 ) E DAL PREMIER CONTE NON SI TOCCA FINO AL 2021 COMPRESO , FINO ALLA FINE DEI 3 ANNI DI SPERIMENTAZIONE

        Rispondi
  • Avatar
    2 Ottobre 2019 in 13:08
    Permalink

    Non rilascio nessun commento perché quanto letto non è degno nemmeno di essere commentato ……per anni si è fatto cassa con i pensionati e con i lavoratori ed ora che finalmente qualcuno ha fatto qualcosa per i lavoratori c’è qualche fenomeno che subito vorrebbe fare marcia indietro ….dico solo che questo signore si dovrebbe vergognare

    Rispondi
    • Avatar
      2 Ottobre 2019 in 14:23
      Permalink

      Mi chiedo e chiedo:ma è possibile che ogni giorno c’è sempre qualche soggetto che si sveglia e deve dire la sua? Non sono ancora bastati tutti i disastri e i disagi creati da tutte le modifiche apportate al sistema pensionistico? Perché si parla di modificare l’esistente quando la parola d’ordine dovrebbe essere una :migliorare quello che già c’è..quota 100 c’è….

      Rispondi
    • Avatar
      3 Ottobre 2019 in 0:33
      Permalink

      FRANCO CONDIVIDO PIENAMENTE NANNICINI E RENZI ECC. SI DEVONO VERGOGNARE, VORREBBERO RIPORTARE L’APE VOLONTARIA CHE SOSTIENE BANCHE E ASSICURAZIONI (LOBBY) ALLE QUALI SI DOVREBBERO PAGARE INTERESSI E PREMI COME FOSSE UN PRESTITO CHE TI CONCEDONO E NON UNA PENSIONE FRUTTO DI DURO LAVORO , TOLTO QUESTO SI PRENDEREBBE UNA PENSIONE DA MISERIA, VIVONO IN UN’ALTRO MONDO, O PROBABILMENTE VOGLIONO COPRIRE LE LORO NULLITA’, COMUNQUE DEVONO FINIRE DI SFRUTTARE LE PERSONE CHE LAVORANO DURAMENTE E SERIAMENTE, QUOTA 100 PER I 3 ANNI FINO AL 2021 COMPRESO NON SI TOCCA COME DICHIARATO DAL MIN. GUALTIERI SU RAI 3 E IL PREMIER CONTE. GIU’ LE MANI DA QUOTA 100 FINO AL 2021 COMPRESO!!! (GIA’ LEGGE, NON SI PUO’ SCOMBUSSOLARE LA VITA DELLE PERSONE OGNI 2 ANNI).

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *