Pensioni oggi 1 marzo ultime novità su quota 100: dubbi sulle risorse

Come di consueto anche oggi 1 marzo 2019 eccoci con le ultime novità e notizie sulle pensioni anticipate e su quota 100. Il decreto dopo l’approvazione in Senato è arrivato alla Camera per proseguire il suo iter, ma sono ancora molti i dubbi sul provvedimento.

Vediamo le parole dell’esponente DEM ed ex ministro del lavoro Cesare Damiano, che è tornato a parlare di pensioni e di quota 100 in un editoriale nel nuovo numero della rivista LavoroWelfare. Infine ecco anche le parole di Tommaso Nannicini, critico sulle risorse.

Ultime notizie Pensioni oggi 1 marzo 2019: Damiano su quota 100: “Fornero abolita solo per i nati fino al 1959”

Così Damiano: “La legge Fornero non è stata ne’ abolita, né riformata, mentre la struttura del reddito di cittadinanza mette in una relazione confusa lotta alla povertà e mercato del lavoro. Un’indagine a più voci condotta da Lavoro&Welfare – continua – si è posta l’obiettivo di appurare se e come la riforma della legge Fornero e il reddito di cittadinanza potranno reggere al confronto con la realtà, dal momento che si tratta di provvedimenti che appaiono concepiti in modo confuso e farraginoso, e caratterizzati da un difetto che non può essere in alcun modo taciuto: un orizzonte e uno stanziamento di risorse che non hanno alcun carattere strutturale”.

Damiano sulle pensioni, ed in particolare su quota 100 continua: “Da ciò deriva che la cosiddetta legge Fornero risulta abolita solo per i nati fino al 1959, i quali saranno interessati a Quota 100 che, come sappiamo, scade a fine 2021. Dall’altra parte, il reddito di cittadinanza è stato concepito in un modo che non regge in un tempo – quello dei working poor – in cui si può avere un lavoro e, contemporaneamente, essere poveri. Il tutto con l’aggravante dell’inadeguatezza del sistema dei Centri per l’impiego, certo non risolta dall’assunzione di navigator precari”.

Pensioni quota 100 oggi 1 febbraio: Nannicini dubbioso sulle risorse

Sempre a proposito delle risorse stanziate per il provvedimento pensionistico di quota 100 arrivano anche le parole di un altro esponente del PD, il Senatore e membro della XI Commissione permanente (Lavoro e Previdenza) Tommaso Nannicini:

“Il primo problema da evidenziare è che queste risorse sono “finte” in due, diverse, accezioni:  sono solo nominalmente finanziate da aumenti della pressione fiscale a partire dal 2020 (cioè da nuove clausole di salvaguardia su Iva e accise), che il Governo ha già detto più volte di non voler far scattare sul serio; finanziano interventi che, nel caso delle pensioni, sono temporanei nella loro durata e quindi destinati a creare, in prossimità della loro scadenza, forti pressioni per il loro prolungamento con ulteriori aumenti di spesa”.

Stefano Rodinò

Stefano Rodinò

Classe 1981, ho studiato scienze politiche ad indirizzo Comunicazione Pubblica. Scopri di più

7 pensieri riguardo “Pensioni oggi 1 marzo ultime novità su quota 100: dubbi sulle risorse

  • Avatar
    2 Marzo 2019 in 14:35
    Permalink

    ERRATA CORRIGE ALTRO MIO COMMENTO RECENTE, LADDOVE, ERRONEAMENTE, SCRIVO:

    “Una domanda squisitamente di carattere giuridico interpretativo: LADDOVE LE RECENTI NUOVE, ennesime, REGOLE PER IL PRELIEVO SULLA PEREQUAZIONE, O RIVALUTAZIONE, DELLE PENSIONI SUPERIORI “A TRE VOLTE LA MINIMA”
    (una volta 1.522,27 euro LORDI, salvo errori ma, ora salvo errori 2.274 EURO LORDI, OVVERO 758 x 3)
    STABILISCONO PER L’APPUNTO, “TRE VOLTE LA MINIMA”, L’INPS COME INTERPRETERA’ LA NORMA, PRELEVANDO L’IMPOSTA SULLE PENSIONI LORDE OLTRE 1522,27 EURO lordi O, COME apparentemente LOGICO, OLTRE 2274 EURO LORDI?”.

    AVENDO SBAGLIATO GLI IMPORTI, RIPOSTO CORRETTAMENTE CON LE CIFRE GIUSTE, SCUSATE L’OCCORSO:

    Una domanda squisitamente di carattere giuridico interpretativo: LADDOVE LE RECENTI NUOVE, ennesime, REGOLE PER IL PRELIEVO FISCALE SULLA PEREQUAZIONE, O RIVALUTAZIONE, DELLE PENSIONI SUPERIORI “A TRE VOLTE IL MINIMO”
    (una volta 1.522,27 euro LORDI, salvo errori ma, ora salvo errori 2.340 EURO LORDI, OVVERO 780 x 3)
    STABILISCONO PER L’APPUNTO, “TRE VOLTE IL MINIMO”, L’INPS COME INTERPRETERA’ LA NORMA, PRELEVANDO L’IMPOSTA SULLE PENSIONI LORDE OLTRE 1522,27 EURO lordi O, COME apparentemente LOGICO, OLTRE 2.340 EURO LORDI?

    Rispondi
    • Avatar
      2 Marzo 2019 in 16:21
      Permalink

      Preciso che, nello scrivere 780 euro per tre, mi riferisco al “nuovo” minimo pensionistico stabilito in 780 euro dal Governo attuale istituendo la cosiddetta Pensione di cittadinanza.

      Rispondi
  • Avatar
    1 Marzo 2019 in 13:21
    Permalink

    E, MI PERMETTO, DATO CHE RISPONDE ALL’ONOREVOLE NANNICINI E AI DUBBI ESPOSTI NEL PRESENTE POST, SULLE RISORSE PER LE PENSIONI, DI RIPOSTARE ANCHE QUESTI MIEI RECENTI COMMENTI, RITENENDOLI MOLTO ADATTI COME RISPOSTA AL POST:
    LEGGO: “… il capogruppo del PD al Senato Andrea Marcucci, che in conferenza stampa ha detto: … (omissis) … Quota 100 è una lotteria a beneficio di pochi, certo non la riforma della legge Fornero. Per questo il Pd in Senato voterà no”.
    E, LEGGO: “… Nannicini prosegue parlando di pensioni e quota 100: “Il Governo ha fatto promesse che non vengono mantenute. Quota 100 non è quota 100: potranno andare in pensione solo coloro che, avendo 38 anni di contributi, compiranno 62 anni entro il 2021. Non c’è alcun superamento della Fornero, ma una lotteria aperta per soli 3 anni…””.
    MI DOMANDO:
    IL PD E’ CONTRARIO A QUOTA 100 PERCHE’, COME DA VOTO DI FIDUCIA A SUO TEMPO DAL PD DATO ALLA LEGGE FORNERO, RITIENE GIUSTO MANDARE IN PENSIONE A 67 ANNI (E, IN FUTURO, OLTRE) O PERCHE’ RITIENE CHE LA “ABOLIZIONE” DELLA LEGGE FORNERO PROMESSA NON SIA STATA, NELLA REALTA’, ABBASTANZA RISPETTATA E A FAVORE DEI PENSIONATI RISPETTO AL RIPRISTINO DI QUANTO LORO, DEL PD, AVEVANO ELIMINATO COL SUDDETTO VOTO DI FIDUCIA ALLA LEGGE FORNERO?
    IN PRATICA: IL PD CON CHI STA, A PARTE QUOTA 100 E CHI LA PROPONE, CON LA LEGGE FORNERO, ALLA QUALE HA VOTATO A SUO TEMPO LA FIDUCIA O COI PENSIONANDI DEVASTATI?
    NEL PD SI SONO PENTITI DELLA FIDUCIA DATA ALLA LEGGE PENSIONISTICA FORNERO?
    TANTO PER SAPERE SE RITENGANO O MENO “DI SINISTRA” NON MANDARE IN PENSIONE DA MORIBONDI I LAVORATORI O PER SAPERE SE, DA SINISTRA, RITENGANO GIUSTO MANDARLI A 67 ANNI E OLTRE!

    Rispondi
    • Avatar
      1 Marzo 2019 in 13:27
      Permalink

      INSOMMA, IL PD, E ALTRA SEDICENTE SINISTRA, SONO’ A FAVORE O CONTRO LA RIFORMA PENSIONISTICA FORNERO, ALLA QUALE VOTARONO LA FIDUCIA NEL 2011? PONENDO COSI, PROBABILMENTE, LE BASI PER IL PROBABILE VOTO DI PROTESTA, GIUSTIFICATO, CHE PORTO’ AL GOVERNO LE DESTRE, CUI LA SEDICENTE SINISTRA HA LASCIATO L’EGEMONIA DI RAPPRESENTARE (IN UN CERTO QUAL MODO), VOLGENDO LEI LA TESTA DALL’ALTRA PARTE E IGNORANDO IL GRIDO DI DOLORE CHE PROVENIVA DAI BISOGNI DEI LAVORATORI E PENSIONATI, LA GESTIONE DEL PROBLEMA DA LORO IGNORATO?TALE SEDICENTE SINISTRA, INTENDE INSISTERE SULLA GIUSTEZZA DI FAR PAGARE LE CRISI AL SALVADANAIO DEI PENSIONANDI E PENSIONATI?

      Rispondi
  • Avatar
    1 Marzo 2019 in 12:54
    Permalink

    MI PERMETTO DI RIPOSTARE, PER CORRETTEZZA OMETTENDO IL NOME DELL’UTENTE AL QUALE HO GIA’ RISPOSTO, ANCHE PERCHE’ MI SEMBRA DI RISPONDERE, OLTRE CHE A “FAVOLE METROPOLITANE” CHE GIRANO IN ALCUNI TALK SHOWS, ANCHE A QUANTO DA QUESTI SCATURISCA, OVVERO LE PIU’ RICORRENTI “FAVOLE METROPOLITANE” CHE, IN UNA, GENERATA VOLUTAMENTE?, GUERRA TRA POVERI, “IMPERA ET DIVIDE”, DA QUESTI, VOLENTI O NOLENTI, MI SEMBRA SCATURISCA.

    NON CI SONO FONDI? CERTO, 80 MILIARDI DI PREVIDENZA SONO STATI “DIROTTATI AD ABBASSARE IL DEBITO INVECE CHE A RAFFORZARE L’INPS! E CHE FINE HANNO FATTO IL 33% MENSILE DI TRATTENUTE SUGLI STIPENDI DEI LAVORATORI?
    Innanzitutto con la legge Fornero, dal punto di vista pensionistico, non è stato risparmiato un euro, in quanto gli 80 miliardi “risparmiati” tagliando pensionati e pensionandi NON SONO ANDATI A RAFFORZARE L’INPS, COME DOVEROSO DATO CHE SI TRATTAVA DI RISPARMI SULLA PREVIDENZA MA, “IMPROPRIAMENTE”, TALI “RISPARMI” SONO STATI, PER SEMPRE, “DIROTTATI” AD ALTRO SCOPO, CHE NON ERA QUELLO CUI, PER LEGGE, ERANO DESTINATI (LE PENSIONI), OVVERO SONO STATI USATI PER ABBASSARE IL DEBITO PUBBLICO; E QUI VIENE IL BELLO, OVVERO “IL BRUTTO”: PERCHE’ IL DEBITO PUBBLICO NON DOVEVA ESSERE ABBASSATO, “IMPROPRIAMENTE”, USANDO RISORSE, E DIRITTI, AD ALTRO DESTINATI E APPARTENENTI AD ALTRI, IN UNA SPECIE DI “MEGA PATRIMONIALE” ESCLUSIVAMENTE SU PENSIONANDI E PENSIONATI.
    NEGLI ALTRI PAESI CIVILI IL DEBITO PUBBLICO LO PAGA LA FISCALITA’ GENERALE, OVVERO SI PAGA COI SOLDI DI “TUTTI”, NESSUNO ESCLUSO, E NON “SOLO” COI SOLDI, E I DIRITTI POSTICIPATI ,DI PENSIONANDI E PENSIONATI; SOPRATTUTTO QUANDO, PER QUESTO, SI PAGANO IL 33% DI CONTRIBUTI, I PIU’ ALTI DEL MONDO!
    E, A PROPOSITO DI FISCALITA’ GENERALE, PERCHE’ NON SONO STATI FATTI PAGARE, ANCHE, GLI EVASORI FISCALI PER 110 MILIARDI ANNUI?
    PERCHE’ C’ERA FRETTA, L’EURO, CE LO CHIEDEVA, IL GIORNO DOPO NON SI SAREBBERO POTUTI PAGARE STIPENDI E PENSIONI… E NENIE VARIE…
    MA, SE NON SI COMINCIA MAI, A FAR PAGARE CHI DOVREBBE, MAI QUESTI PAGHERANNO E,,, I FATTI LO CONFERMANO: AD OGNI MANOVRA SI CERCA DI FAR PAGARE I PENSIONANDI, CON LA LORO RIVALUTAZIONE DELLE PENSIONI E , A VOLTE, PEGGIO!
    PERCHE’? FORSE PERCHE’ E’ PIU’ SEMPLICE FAR CASSA ROMPENDO UN SALVADANAIO A DISPOSIZIONE, CHE NON PUO’ FUGGIRE NASCOSTO NEI PARADISI FISCALI?
    QUESTO E’ FACILE MA, PER USARE UN EUFEMISMO, ALTAMENTE “IMPROPRIO”!
    PER RISPONDERE AL PROBLEMA DELLE PENSIONI FUTURE LE RAMMENTO CHE, SEMPRE, COME LA MIA GENERAZIONE HA FATTO, UNA GENERAZIONE, RETRIBUTIVO O CONTRIBUTIVO
    (QUEST’ULTIMO SECONDO ME INIQUO PERCHE’ SE IO PRESTO PER DECENNI SOLDI ALLO STATO, ALL’INPS, COME CONTRIBUTI, QUALCOSA CI DEVO GUADAGNARE, COME GLI INTERESSI CHIESTI DA BANCHE E FINANZIARIE QUANDO EROGANO UN PRESTITO; E, AI MIEI TEMPI, GLI INTERESSI ERANO INTORNO AL 13% C.C. E 17% CCT)
    CHE VIGA, HA PAGATO PER LA PRECEDENTE; PERCHE’ SE, ALL’IMPROVVISO SI SMETTESSE DI FARLO, AD ESSERE BEFFATI SAREBBERO NON, “COME DA FAVOLETTA METROPOLITANA CHE GIRA NEI TALK SHOWS”, LE NUOVE E FUTURE GENERAZIONI, MA QUELLE PASSATE: PERCHE’ LORO, DOPO AVER PAGATO PER QUELLE A LORO PRECEDENTI, SI RITROVEREBBERO, POI, A DOVER PAGARE ANCHE PER QUELLE FUTURE! COME GIA’ PIANO PIANO STA ACCADENDO, CHIAMANDO “PRIVILEGI” QUELLI CHE, INVECE, SONO STRAPAGATI “DIRITTI”!
    NON PENSA CHE SIA COSI’?
    LA GIURISPRUDENZA, PER QUANTO NESSUNO NEI TALK SHOWS LO DICA, ESATTAMENTE PER QUANTO DA ME ESPOSTO DICE: LE NUOVE GENERAZIONI DEVONO PAGARE PER LE VECCHIE.
    SI VEDANO MENO TALK SHOWS, SE POSSO PERMETTERMI UN CORTESE CONSIGLIO, A VOLTE HO L’IMPRESSIONE CHE SBAGLINO.
    IL PROBLEMA E’ FAR PAGARE GLI “INTOCCABILI”, DI FATTO, CHE CONTINUANO AD EVADERE PER 110 MILIARDI L’ANNO!
    MAI SI INIZIA MAI PAGHERANNO , E I LAVORATORI SONO ARCISTUFI DI PAGARE PER LORO; ALLORA SI CHIUDA L’INPS E SI TOLGA L’”OBBLIGO” DI PAGARE UNA PREVIDENZA CHE, DI FATTO, ORMAI, SEMBREREBBE NON ESSERE PIU’ CONSIDERATA UN DIRITTO MA SOLO UNA NUOVA IMPOSTA PER UN QUALCOSA CHE, COL VOTO DI FIDUCIA (E CHI RISCHIA LA POLTRONA PER NEGARLO) SI PUO’ RIMANDARE O PEGGIORARE A PIACIMENTO, COME CARAMELLE CHE SONO VENUTI A DISTRIBUIRE A LORO INSINDACABILE GIUDIZIO E SIMPATIA!
    PAGASSERO GLI EVASORI PER 110 MILIARDI L’ANNO!

    LEI SCRIVE: “… La Fornero diciamolo era più equilibrata e con una visione di futuro uguale per tutti. Saluti…”.
    RIFLETTO: INFATTI:TUTTE, INDISCRIMINATAMENTE, COLPITE IN MANIERA INACCETTABILMENTE INIQUA, VECCHIE, PRESENTI E FUTURE GENERAZIONI…
    MAL COMUNE MEZZO GAUDIO? MUOIA SANSONE CON TUTTI I FILISTEI?: GUERRA TRA POVERI?, UN MAGISTRALE”DIVIDE ET IMPERA”?, COME IL SUO COMMENTO SEMBREREBBE DIMOSTRARE, COME DIRE: “A ME HANNO INGIUSTAMENTE COLPITO E, QUINDI, BENE CHE COLPISCANO ANCHE TE, INGIUSTAMENTE?”; OPPURE, NON SAREBBE MEGLIO DIRE : “MEGLIO CHE NON COLPISCANO “NEANCHE” ME, INGIUSTAMENTE?”; TUTTI CONTRO TUTTI O TUTTI UNITI CONTRO CHI TOGLIE DIRITTI?
    SALUTI A LEI.
    INTANTO C’E’ CHI CONTINUA AD ARRICCHIRSI SEMPRE PIU’, CON QUESTA TANTO DECANTATA CRISI E, MAGARI, NON PAGA NEANCHE UN CENTESIMO DI IMPOSTE… MENTRE CI FANNO SCANNARE TRA DI NOI CHE LE PAGHIAMO TUTTE E PRIMA DI VEDERE I RELATIVI SOLDI DA CUI SCATURISCONO .
    P.S. NON PENSI CHE IO SIA ELETTORE DEL GOVERNO GIALLO VERDE. NON VOGLIO, E NON HO, IO, NESSUNO DA DIFENDERE, NESSUNO CHE RITENGA MERITEVOLE, MINIMAMENTE, DI ESSERE DIFESO! SONO IRRAPPRESENTATO.

    Rispondi
    • Avatar
      1 Marzo 2019 in 13:08
      Permalink

      E, CON QUESTO, RISPONDO ANCHE ALLA DOMANDA DEL POST, SE CI SIANO O MENO RISORSE; SE NON CI SONO, CHE FINE HANNO FATTO? I LAVORATORI PAGANO IL 33% OGNI MESE, L’IMPOSIZIONE PER PREVIDENZA PIU’ ALTA DEL MONDO! SI RESTITUISCANO ALL’INPS GLI 80 MILIARDI “DIROTTATI” DALLA PREVIDENZA AD ABBASSARE IL DEBITO PUBBLICO, E FATE PAGARE IL DEBITO ALLA FISCALITA’ GENERALE, COME NEGLI ALTRI PAESI E NON SOLO AI PENSIONANDI E PENSIONATI E, SOPRATTUTTO, FATELO PAGARE AGLI EVASORI FISCALI PER I 110 MILIARDI ANNUI! SAREBBE ORA!
      DAL 2011 E DAL “SACRIFICIO IMPOSTO” A PENSIONATI E PENSIONANDI, SONO PASSATI OTTO ANNI E, DA ALLORA, COSA E’ STATO FATTO? SI CONTINUA A REPERIRE SOLDI “SULLE PENSIONI”! IN OTTO ANNI SI POTEVA FARE QUALCOSA CONTRO L’EVASIONE? EPPURE STIAMO ANCORA QUI A CHIEDERE SOLDI AI PENSIONANDI E PENSIONATI, A TAGLIARE LA PEREQUAZIONE, COSA DICHIARATA RECENTEMENTE INCOSTITUZIONALE DALLA CONSULTA E… E I MILIARDI ANNUI EVASI SONO SEMPRE 110: QUANDO SI INIZIA A “NON ESSERE IN EMERGENZA” PER CUI, COME NEL 2011, OCCORRE POI “ROMPERE IL SALVADANAIO” DELLA PREVIDENZA?
      STRANO PAESE… STRANA COERENZA POLITICA!
      I LAVORATORI, I PENSIONATI, IO ALMENO, SONO ARCISTUFO DI ESSERE IL SALVADANAIO DEI GOVERNI!

      Rispondi
  • Avatar
    1 Marzo 2019 in 11:25
    Permalink

    CONCORDO IN PIENO CON QUANTO SOSTIENE DAMIANO. CONTINUO A NON CAPIRE IL SENSO DELLA QUOTA 100 SPERIMENTALE. IO CREDO CHE IL VOTO CHE MOLTI LAVORATORI E LAVORATRICI NATI/E DAL 1960 IN POI HANNO DATO AI PARTITI CHE ORA GOVERNANO NON SIA STATO UN VOTO PER SOLI TRE ANNI ( SPERIMENTALE ) MA PER UNA INTERA LEGISLATURA. CON CIO’ CONCLUDO DICENDO CHE SE IL GOVERNO INTENDE APPLICARE LA SPERIMENTAZIONE TRIENNALE SULLA QUOTA 100 ANCHE IL MIO VOTO E’ DA CONSIDERARSI SPERIMENTALE.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *