Pensioni decreto per quota 100

Pensioni oggi 20 marzo, ultime novità quota 100: Governo pone la fiducia sul decreto

Le ultime novità di oggi 20 marzo 2019 sulle pensioni anticipate e sulla riforma prevista dal decreto legge per quota 100 e reddito di cittadinanza arrivano dalla Camera, dove il Governo ha posto la fiducia sul voto che sarà svolto oggi. Nessuna modifica sostanziale quindi al decreto, con precoci esodati e quota 41 che restano scontenti. Nel tardo pomeriggio via alle votazioni, vediamo le prime reazioni.

Ultime notizie Pensioni oggi: Damiano preoccupato alla Camera

C’è delusione da parte di molti per la fiducia posta sul decreto legge sulle pensioni e su quota 100 che farà si che tutto passerà alla Camera senza ulteriori modifiche, lasciando scontenti molti lavoratori. Cesare Damiano ha spiegato in Aula, come riporta una nota dell agenzia stampa AGV: ” Il Governo rimanda provvedimenti che avrebbero bisogno di una risposta immediata e per i quali ha più volte promesso. Quello per consentire un accesso più veloce alla pensione ai lavoratori precoci, che hanno cominciato a lavorare prima dei 20 anni e che hanno trascorso più di 40 anni della loro vita in attività prevalentemente manuali e gravose; quello che riguarda i lavoratori dell’edilizia, che hanno visto bocciare un emendamento al Decretone del Pd e di Leu che avrebbe consentito loro di anticipare il momento della pensione e non essere più costretti a salire su una impalcatura a 67 anni; e, infine, quello della nona salvaguardia degli esodati che non hanno ancora trovato una risposta al loro problema nonostante le promesse del Governo.

Si tratta di circa 6.000 lavoratori che non hanno potuto usufruire delle 8 salvaguardie definite nella precedente legislatura, con le quali abbiamo mandato in pensione circa 150.000 esodati”. “Anche in questi casi si tratta di lavoratori che si trovano in posizioni di debolezza e difficoltà ai quali il Governo non presta la dovuta attenzione. Forse perché non rientrano nel ‘contratto di Governo’”.

Pensioni ultime oggi 20 marzo sulla riforma: Anna Giacobbe: ‘Poche donne’

Ad esser delusi sono anche Fabio Marante, Segretario generale della Fillea-Cgil Liguria e Anna Giacobbe, Segretaria generale dello Spi-Cgil Liguria ed ex membro della commissione lavoro alla Camera: “Rispetto al totale delle domande sono molti i dipendenti pubblici e molto poche le donne in quanto hanno carriere spesso discontinue dovute in prevalenza al lavoro di cura o alla loro maggiore precarietà lavorativa. Questo è solo uno degli aspetti che il sindacato chiede di andare a migliorare. Le misure pensionistiche infatti non affrontano la condizione delle figure più fragili del mercato del lavoro: privilegiano le carriere che non hanno avuto interruzioni e agiscono sulle pensioni anticipate, ma non danno alcuna risposta a chi deve attendere la pensione di vecchiaia perché ha contributi insufficienti per accedere a quella anticipata o a Quota 100″

PensioniPerTutti lavora ogni giorno con impegno per combattere le fake news e fornire un informazione corretta e precisa, questo articolo è stato verificato con le seguenti fonti: Agenzia Giornalistica AGV. Segnalaci una correzione se hai bisogno alla nostra mail!

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!

Autore dell'articolo: Stefano Rodinò

Stefano Rodinò
Classe 1981, ho studiato scienze politiche ad indirizzo Comunicazione Pubblica. Scopri di più

2 commenti su “Pensioni oggi 20 marzo, ultime novità quota 100: Governo pone la fiducia sul decreto

    Avatar

    Bellini Andrea massimo

    (20 Marzo 2019 - 14:01)

    non mandare in pensione gli esodati è da persone incompetenti che c è in questo governo e in quello precedente persone che anno 66 anni sono 6 anni che aspettano la pensione mettono i paletti io
    i paletti saprei dove mettergli

    Avatar

    Renato

    (20 Marzo 2019 - 13:42)

    42 ANNI E 8 MESI E ANCORA LAVORO , MA IO NEL 2014 HO FIRMATO PER I REFENDURUM PER L’ABOLIZIONE DELLA FORNERO APPENA SI SONO PRESI LA POLTRONA HANNO FATTO COME GLI ALTRI . BUFFONI !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *