Riforma pensioni 2018, news oggi 18 maggio: cosa cambia per precoci, esodati e opzione donna?

Pensioni per tutti: ‘lo sportello risponde’, video del 17 novembre

Torino: Torna l’appuntamento settimanale con la nostra rubrica video “Lo sportello risponde“, e anche oggi 17 novembre abbiamo provato a togliervi qualche dubbio in materia previdenziale rispondendo alle ultime domande che ci sono state fatte sul sito pensionipertutti.

In questo terzo appuntamento parleremo della partenza dell’APE volontaria, dell’estensione al 2019 per l’APE social, di Naspi, delle finestre per l’uscita dei lavoratori del comparto scuola, dell’APE per i lavoratori autonomi che fanno mestieri gravosi e di molto altro ancora.

Vi ricordiamo che rispondere a tutti è impossibile, quindi nei video o negli articoli di risposta ci riserviamo ovviamente di dividere le domande in macro aree al fine di poter dare 4/5 risposte pertinenti in ogni appuntamento settimanale. Se volete fare le vostre domande potete lasciarle qui sotto e venerdì prossimo 24 novembre proveremo a rispondervi.

Per i casi casi particolari che continueranno a meritare un supporto più approfondito vi invitiamo a recarvi al CAF o al patronatoo dell’Inps di appartenenza.  Lasciateci un commento sotto al video per farci sapere se avete o meno trovato interessante il video e questo appuntamento settimanale.

Infine vi ricordiamo che volete aiutare  il sito pensionipertutti e il nostro lavoro costante cliccate sul pulsante ‘Dona ora‘ o cliccate qui ogni contributo, anche minimo ci permetterà di aiutarvi maggiormente.  Per essere precisi nelle risposte che vi forniamo investiamo molte ore nei meandri delle leggi e dei decreti. Grazie a chi ci sosterrà!

Per chi si fosse persi gli appuntamenti passati eccoli di seguito:

Grazie, Stefano ed Erica

 

 

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!

Autore dell'articolo: Stefano Rodinò

Stefano Rodinò
Classe 1981, ho studiato scienze politiche ad indirizzo Comunicazione Pubblica, dal 2009 per quattro anni ho lavorato come interinale presso l‘I.N.P.S. di Torino dove ho iniziato la mia formazione sul mondo delle pensioni. Dal 2013 come giornalista esperto di previdenza ho iniziato a scrivere sul sistema pensionistico, raggiungendo fino ad oggi oltre 13 milioni di lettori con i miei articoli.

4 commenti su “Pensioni per tutti: ‘lo sportello risponde’, video del 17 novembre

    massimo

    (23 novembre 2017 - 19:38)

    …NON PENSAVO CHE IN ITALIA CI FOSSE IL FEDERALISMO.
    PREMESSA, DOPO IL DINIEGO DA PARTE DELL’ INPS (ROMA EUR) SULLA DOMANDA DI PRECOCE fatta a Giugno ( mancanza di autocertificazione dello stato di assistenza da oltre sei mesi alla persona disabile, il cui disabile è mio figlio dalla nascita, allegato dichiarazione legge 104 ecc.). Dopo avere consegnato il documento mancante e avendo richiesto il riesame della domanda ricusata, dopo alcuni giorni mi rispondono che il riesame non può essere accolto e di ripresentare nuova domanda entro il 30/11.
    Di persona faccio le mie rimostranze al che mi viene risposto che disposizioni dall’ alto hanno sospeso tutti i processi di riesame .
    Dopo avere visto sul forum (lavoratori precoci…) un riesame accolto in data recente in una regione del Nord, sono ritornato alla sede inps chiedendo spiegazioni, la risposta è stata: la direzione REGIONALE non ha dato il nulla osta per riesaminare le domande con NO DIRITTO.
    A questo punto vi domando MA L ‘ I NPS E’ STATALE O E’ REGOLAMENTATO DALLE VARIE REGIONI?
    Scusate la lungaggine ma vorrei capirci qualcosa da Voi esperti.
    In attesa di chiarimenti ringrazio.

    Antonietta

    (18 novembre 2017 - 20:26)

    Ho maturato i 41 anni di contributi ad agosto 2017 ed essendo una precoce che prestava assistenza da oltre 6 mesi a mia madre ho inoltrato regolare domanda il 19/06/217.
    In data 1/11/2017 ho ricevuto come tanti la famosa lettera in cui mi si dice che i miei requisiti saranno perfezionati in data 31/12/2017….. Ho detto prestavo, perché purtroppo mia mamma è deceduta in data 17/10/2017.
    Inoltre scopro che non vengono conteggiati ai fini della pensione anticipata, i periodi di disoccupazione e cassa integrazione, motivo per cui il requisito lo perfezionerei in data 31/12/2017.
    Il Caf ha posto il quesito all’INPS, ma mi dicono che ci sono pareri discordanti, motivo per cui ad oggi non so ancora cosa mi riserva il futuro.
    Qualcuno, per cortesia, mi sa dire se ho ancora diritto?
    In attesa di un vostro riscontro, ringrazio

    Vincenzo

    (18 novembre 2017 - 0:42)

    Qualcuno mi sa dare risposta ai miei dubbi?…. io maturo 41 anni di contribuzione al 1 aprile 2018 sono lavoratore precoce poiché ho iniziato a lavorare all’età di 16 anni e da 15 anni ho una figlia con invalidità al 100% ma ad oggi nessuno mi sa dire quando portò far inoltrare domanda telematica per il riconoscimento di questo diritto alla pensione con la quota 41!… so che le domande vanno presentate entro il 1°marzo del 2018 ma non si sa da quando si può iniziare ad inoltrarle!!!…. e poi, una volta inoltrate, dubito che dal 1° marzo al 1° aprile (giorno in cui maturerò la mia quota 41) l’INPS sarà in grado di confermarmi con documenti alla mano che sarò in pensione!!!…🤔🤔🤔 qualcuno è in grado di dissipare tutti questi miei (e credo di tanti altri) dubbi?…. grazie a chi potrà delucidare sulla questione!… 😉👍

    ROCCO

    (17 novembre 2017 - 18:16)

    Vorrei sapere se un impiegato delle ferrovie dello stato svolgendo lavoro rotativo h 24 con pomeriggio (14/22)mattino (06/14)notte (22/06) con oltre 41 anni di contributi di cui 3 anni prima del 19° anni di eta rientra come lavoratore precoce et usurante il quale puo’ fare domanda di pensione anticipata?? oppure fa parte dei lavoratori non riconosciuti come lavoratore usurante pur se facendo le notti ?
    In attesa di una vostro chiarimento di cuore ringrazio….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *