Pensioni ultime notizie: oggi 7 ottobre 2019 incontro Governo-Sindacati su quota 100

Pensioni ultime notizie: oggi 7 ottobre 2019 incontro Governo-Sindacati su quota 100

Oggi 7 ottobre 2019 le ultime news sulle pensioni derivano dall’incontro tra Governo e e le sigle sindacali di CGIL CISL e UIL. All’esecutivo verrà chiesta una svolta a partire da un intervento sul cuneo fiscale e a nuovi interventi per superare la legge Fornero, visto che la sola quota 100 non può bastare. Ecco le parole di Landini e di Pedretti, prima dell’atteso incontro con il governo sulla prossima Legge di bilancio che dovrà essere scritta sulla base della Nota di aggiornamento al Def.

Ultime notizie Pensioni oggi 7 ottobre: Landini su pensioni e incontro con Governo

“Io mi aspetto una migliore e netta riduzione delle tasse sul lavoro dipendente e sui pensionati, aumentando le risorse destinate a questo obiettivo“. C osì il segretario della Cgil Maurizio Landini. Landini spiega poi che “È necessario un segnale forte e chiaro, cioè visibile, perché aumentare il netto in busta paga per i lavoratori e i pensionati vuol dire ridare fiducia, rialimentare i consumi e far ripartire l’economia. Serve una rimodulazione della tassazione, perché non ha senso che la percentuale di tassazione sui profitti delle imprese sia più bassa delle tasse che pagano i lavoratori sul lavoro”.

Landini poi parla anche del tema delle pensioni e di quota 100 e dice la sua: “Occorre riaprire una discussione vera sulla revisione della legge Fornero, perché quota 100 non l’ha modificata. Chiediamo anzitutto una pensione di garanzia per i giovani e il riconoscimento della differenza di genere, quindi un trattamento migliore per le donne. E poi bisogna finalmente considerare che i lavori non sono tutti uguali, quindi occorre introdurre una flessibilità in uscita che permetta alle persone di decidere quando andare

Pensioni ultime novità oggi: Pedretti su pensioni

Anche Ivan Pedretti è tornato a parlare di Pensioni al quotidiano La Repubblica. “Nel programma di questo governo non c’è nulla per i pensionati. Niente per i non autosufficienti: una casa di riposo viaggia dai 2-3 mila euro in su al mese. E di cuneo fiscale si parla solo in relazione ai lavoratori dipendenti, quando i pensionati già oggi pagano più tasse dei lavoratori. L’80 per cento dei pensionati italiani non arriva a 1.500 euro lordi, 1.200 netti. Così proprio non va”.

Lo Spi Cgil insiste anche sulla necessità per quanto riguarda le pensioni anticipate di: “riscrivere la legge Fornero: un sistema rigido pensato solo per fare cassa. Non si può dire a una persona che 20 o 30 anni di contributi versati non bastano o che non ha i coefficienti di reddito giusti per uscire. I lavori non sono tutti uguali: un edile non può aspettare i 67 anni. Ricominciamo a parlare di aspettative di vita differenziate“. Pedretti avverte pure l’esigenza di dare “Una risposta a giovani e donne: pensione di garanzia e lavoro di cura per figli e anziani valorizzato. Senza risposte, torniamo a mobilitarci”. Voi cosa ne pensate? Fatecelo sapere!

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!
Stefano Rodinò

Stefano Rodinò

Classe 1981, ho studiato scienze politiche ad indirizzo Comunicazione Pubblica. Scopri di più

34 pensieri su “Pensioni ultime notizie: oggi 7 ottobre 2019 incontro Governo-Sindacati su quota 100

  1. Ma perche i pensionati tedeschi hanno detrazione di100 euro che i costi della e più alto che in Italia e moi paghiamo4 volte tanto e per pagare le pensioni dei parlamentari e dei sindacalisti questo sì che è un furto.spiegatemalo.achille beltrami

  2. Ogni governo che arriva ci fa sempre stare con il fiato sospeso sulle pensioni!!! Che palle!!! Già adesso ti chiedono al lavoro di fare da solo il lavoro che prima facevi in tre,e non gliene frega niente se tu sei un sessantenne o un trentenne,tutti i lavori non sono uguali, date la possibilità alle persone di segliere.!!!

    1. Il consiglio di stato, ad aprile di quest’anno ha rigettato la richiesta di un ministeriale. Quindi rimane tutto uguale. Il TFR lo prenderà dopo due anni.

  3. Caro Renzi
    e da quanto avevo 14 anni che lavoro, adesso ne ho 64, ho fatto tantissimi sacrifici, come altri milioni di Italiani, a 27 anni finalmente sono riuscito ad avere una busta paga regolare e dei contributi ,dopo anni di lavoro, non facile ,come tantissimi lavoratori.
    La quota 100 , che per Lei è solo una scelta politica , per noi e il raggiungimento di una meritata serenità.
    Il bonus di 80 euro (lordi) avrebbe giovato di più a quei giovani senza lavoro.
    Ogni 100 dipendenti x 80€= 8000€ 4 lavorati in più.

  4. Franco Giuseppe come si fa a parlare con Lei ? Quando dice che non gliene frega niente di creare nuovi esodati perché tanto ce ne sono ancora 6000 che non hanno ricevuto nessuna salvaguardia cosa vuole che Le risponda ? Come si fa a fare un discorso costruttivo con Lei ? Per Lei quota 100 discrimina chi ha fatto 40 e più anni di lavoro e solo di questo sono d’accordo con Lei ma vede le leggi non le facciamo né io né Lei e chi ha fatto quota 100 ha messo dei paletti perché altrimenti costava troppo ( molto di più dell’attuale quota 100 ) e tutti i discorsi nascono da questi paletti perché se quota 100 fosse stata libera ora non saremmo qui a parlarne . Tutti i governi ormai danno più importanza all’età anagrafica che agli anni di contributi versati e non dico che questo sia giusto ma è così. Ma dopo tutti questi discorsi non mi convincerà mai che sia giusto cancellare immediatamente quota 100 perché questo creerebbe problemi a molti e si ricordi che mai nessun governo leverà quota 100 per fare 41 per tutti ma caso mai leverà quota 100 per non fare niente altro quindi resti pure quota 100 fino al 2021

    1. Sig. Franco, mi sono semplicemente rifatto al suo discorso della creazione di nuovi esodati se venisse cancellata subito quota 100, ed ho fatto notare che di vecchi esodati ce ne sono ancora e che questa legge non se ne è preoccupato. Non è vero che non me ne frega niente dei nuovi ma mi preoccupo di più di quelli vecchi che sono ormai anni che non percepiscono ne stipendio ne pensione. Semmai è Lei che si preoccupa solo dei nuovi esodati.
      E ritorniamo nuovamente sul costo della legge: Sig. Franco, i soldi non c’erano!!! la quota 100 è stata fatta a debito, debito che pagherò pure io che da questa legge sono stato nuovamente penalizzato. Permette che mi girino un pò !! Si parlava di superamento della Fornero ed invece la Fornero è ancora presente e ritornerà nella sua interezza nel 2022.
      In un recente articolo, una signora lamentava che il suo caso era emblematico. Avrebbe raggiunto i requisiti nel gennaio 2022, mentre la quota 100 andrà esaurita nel dicembre 2021, quindi sarebbe tornata a sorbirsi i 67 anni o i 43,3 di contributi. Come mai sotto il commento della signora non ha risposto nessuno dei sostenitori della quota 100 ? Cos’è vi vergognate o semplicemente ve ne fregate ?
      Ecco, io NON me ne frego di queste ingiustizie, dei vecchi esodati e delle donne che con le dannate proroghe non sanno mai se rientreranno nella già troppo penalizzante OD. Queste erano le cose che andavano fatte, non la quota 100 per alcuni. Sono stato abbastanza costruttivo per Lei ?

      1. Sì preoccupa talmente tanto dei nuovi esodati che vorrebbe cancellare immediatamente quota 100 generandoli !!!! Dai gira la fritaia che la se brusa !!!!

      2. Premesso che di motivi per lamentarsi ce ne sarebbero da parte di tutti perchè d’altra parte fino a pochi decenni fa ci si pensionava con 35 anni di contributi e oggi non è più possibile vorrei tornare sul discorso esodati che secondo me viene usato a sproposito; mi spiego questi benedetti 6.000 esodati rimasti in sospeso a distanza di 8 anni e dopo essere stati bocciati nelle sette salvaguardie precedenti chi sono e perchè sono stati rifiutati ? Vorrei capire a distanza di 8 anni oggi quanti anni hanno e come fanno ad avere ancora lo status di esodato. Qualcuno me lo spiega precisamente ? Basta solo un caso non ne chiedo 6.000.

  5. Buon giorno a tutti,
    Vi rendo partecipe di una PEC inviata il 07/08/2018 alle ore 22:41 recapitata all’uscente Ministro del lavoro con risposte ovviamente pari a zero.. Una vergogna questo accade solo in Italia.
    I soldi ci sono e anche tanti, bisogna esigerli da chi li omette o peggio ancora li truffa allo stato

    Buon giorno Di Maio,
    Le scrivo in sintesi ciò che penso e credo che siano in molti oggi a pensare la stessa cosa.
    Voi Avete stilato un contratto con gli italiani e dovete rispettarlo, se non siete in grado di farlo Vi dimettete e si torna alle urne. Basta con la consueta presa per i fondelli. Basta.

    I soldi ci sono basta prendere i famosi 11 milioni di evasori fiscali. Per cui datevi da fare e rispettare il contratto con i cittadini altrimenti personalmente mi legherò fuori dal suo ufficio fino a quando non rassegnaro le Sue dimissioni, le confermo questo con la mia parola d’onore.

    Nel ricordarLe di rispettare il contratto stilato con gl’italiani la lascio con una lettera che ho scritto al Suo predecessore; sig.ra Fornero di cui attendo risposta..con molta probabilità si è persa come i miliardi dell’inps!!!

    Buon giorno sig.ra Fornero, visto che il sig. Mastrapasqua quando afferma che i soldi ci sarebbero stati per i pensionati (come da video), Lei è seduta al suo fianco confermando ogni parola, ma cosa è successo visto che ha partorito una norma che è vero cappio per i lavoratoti onesti creando situazioni ai contribuenti da follia. Ma Lei conosce la dignità. sa cosa vuol dire spostare il pensionamento di anni a persone che lavorano già da oltre 40 anni? Ma Lei ha una coscienza è una lucidità mentale per modificare e sconvolgere situazioni così delicate?
    Mi spiega dove sono finiti i soldi come da bilancio Inps: 2009 – 42.5 miliardi di euro in positivo a 7 miliardi in negativo di oggi? sommando i due sono circa 50 miliardi euro ecco i soldi che le mancano!! o sbaglio? Con secondo link potrà visionare i dati INPS.
    Cancelli la Sua norma e ripristini quanto era in funzione in precedenza e elimini a partire dai nove miliardi che ci costano i baby pensionati che sono da 40 anni in pensione e in questo periodo di vacanze, quasi tutti hanno svolto e svolgono almeno due lavori in nero..

    https://www.youtube.com/watch?time_continueY&v=znEDlmEUH7o

    https://www.youtube.com/watch?v=OeBjNwFp-Qk

    La Sua riforma è stata, ma questo è un mio pensiero personale, la peggiore legge mai emessa in questi ultimi 50 anni. Lei con un colpo di spugna ha tolto la possibilità a persone che lavoravano e lavorano da oltre 40 anni di andare in pensione questo per fare cassa e automantenerVi, usando il cassetto dell’INPS come una sorta di bancomat e per una imposizione da parte dell’Europa.

    I famosi soldi che mancherebbero (80 miliardi) come Lei afferma li prenda da dove li avete regalati nel tempo e negli anni per famoso voto di scambio:
    Per cui elimini questo marciume per cominciare sguinzagliando tutti gli uomini al completo Guarda Finanza, Carabinieri, Polizia questo servirà per porre fine a queste ruberie continue e giornaliere, inoltre dovrà appuntare una medaglia d’oro sul petto di tutti i lavoratori che sono operativi da altre 40 anche per mantenere tutti Voi e che hanno fatto crescere questo paese, certo sono loro la locomotica del paese e non Voi! Ed è solo grazie a loro che questo paese esiste e sopravvive altrimenti Vi ritrovereste tutti alla Caritas.

    Alcuni dati per illumunarLa (conosciuti da tutti):

    Baby pensioni; 9 miliardi anno.
    Falsi invalidi: cinque miliardi la spesa anna.
    Vitalizi e pensioni d’oro questo in modo permanente a persone che non hanno versato un solo o pochissimi contributi magari stando 1 solo giorno in parlamento: 170 milioni anno.
    Sommerso – dati eurispes: oltre 350 miliardi di euro – evasione annua.
    Chi lavora in enti pubblici al mattino e al pomeriggio, lavori in nero guadagnando montagne di denari i lavori inoltre e di solito vengono svolti presso gli stessi colleghi dell’Ente, ma queste sono cose vecchie come il mondo e le conoscete benenissimo anche se fate come gli struzzi mettendo la testa sotto la sabbia.Decine di filmati (Le Iene) li immortala confermando questa abitudine.
    Corruzione dilagante: oltre 60 miliardi anno
    Corruzione in Sanità: 6 miliardi anno
    Lei con la Sua riforma doveva prima azzerare tutto questo marciume e poi emettere una nuova legge, invece ha mantenuto il marciume (fonte di milioni di voti grazie al conosciutissimo voto di scambio) e ha mandato a quel paese senza alcuna motivazione persone che lavorano da sempre e onestamente per pagare anche il Suo fantastico stipendio. Ma arriverà il tempo che dovrete rendere conto alle Vostre coscienze a in quel preciso momento capirà cosa vuol dire. Aver fatto dei torti senza motivazioni alcune..L’uguaglianza dei diritti è cosa sacra come indicato nella nostra Carta costituzionale.

    Glielo ripeto ” Si Vergogni” e quando incontra un cittadino onesto come il sottoscritto e come moltissimi altri, abbassi lo sguardo…Le ricordo che sono pronto a rendere pubblica la mia dichiarazione dei redditi in contemporanea alla esposizione della Sua quando era Ministra del lavoro.

    Cordiali saluti


    ——————-
    Luigi Napolitano

    ____________________________________________________________________________________
    Nota di riservatezza. Il presente messaggio di posta elettronica ed i suoi allegati contengono informazioni da considerarsi strettamente riservate e devono intendersi ad uso esclusivo del destinatario sopra indicato il quale è l’unico autorizzato ad usarli, copiarli e sotto la propria responsabilità, diffonderli.
    Chiunque ricevesse questo messaggio per errore, è pregato di rinviarlo immediatamente al mittente, distruggendone l’originale. Grazie.
    Internet non garantisce l’integrità dei messaggi: si declina pertanto ogni responsabilità in caso di intercettazione o modifiche del presente messaggio.

  6. Sig Franco Giuseppe , ma lei ha la risposta per tutto e tutti, perchè non si propone al governo in modo tale da fare leggi e riforme eque. Provi, sono ad attenderla un risolutore. Se cosi fosse sono convinto che l’unica riforma equa sarà quella a titolo personale.

    1. Sig. Antonio, sono stanco di ripetere che ormai non ho più interessi personali da difendere, andrò in pensione tra breve con 43,1 anni di contributi, con un assegno senza riduzioni.
      Tutti i miei commenti si sono sempre basati sulla non equità della quota 100, anche voi avete ammesso che non lo è. Quindi cosa ci trovate di sbagliato se si richiede di abrogare una legge sbagliata non lo so. Resta il fatto che andare in pensione è il desiderio di tutti ma quota 100 lo permette a chi meriterebbe di meno. Tutto qua. Se poi pensate che io sia invidioso fate pure, ma guardate pure al vostro egoismo però.

  7. Buon giorno,
    sono del settembre 1958, vorrei capire cosa si rimprovera a chi ha versato contributi per almeno 38 anni (io 40). Poi nel mio specifico quando facevo due lavori contemporaneamente( per mandare i figli a scuola e università senza fargli pesare i sacrifici) e mi viene riconosciuto solo il versamento di 52 settimane all’anno, ma ho lavorato 18 ore al giorno per anni. Poi se dovessi crepare a mia moglie non spetta niente perchè non sono ancora in pensione. Però chi non ha mai lavorato giudica e prende decisioni per gli altri.
    Io non rubo niente a nessuno, non riceverò neanche quello che ho versato in tutti questi anni, sperando di riuscire ad arrivarci, altrimenti tutto quello versato è in regalo. Quanti sono morti e non hanno ricevuto il dovuto? E’ una discussione fine a se stessa, è sbagliato dire a qualcun altro cosa debba o non debba fare, anche se è chiaro che quando si parla di regole generali dei limiti vanno messi.Però la responsabilità morale delle tue decisioni che ricadono sulla vita degli altri la devi avere, diversamente non fare il politico perchè se no vuoi solo sfruttare la posizione.
    Basta mi sto solo alterando e non cambierà nulla. Spero solo che ci sia giustizia, prima o poi.

    1. Per i lavori usuranti max 35 anni di contributi a qualsiasi età uscita per la pensione .lavori non usuranti uscita 40 anni ma per i dipendenti pubblici che si grattono le palle per 6 ore di lavoro.i lavori usuranti fatti per 30 anni portano le persone direttamente al cimitero capito ladroni nullafacenti politici di merdà .

  8. STI SINDACATI SONO UNICI , SI PREOCCUPANO SEMPRE DEI GIOVANI? E DEI VECCHI ESODATI FORNERO NON SALVAGUARDATI, CHE HANNO PAGATO LA TESSERA PER 37 ANNI PER MANTENERLI, NE HANNO MAI PARLATO?TANTO GLI ESODATI OVER 62 NON PAGANO PIU’ LA TESSERA SINDACALE, PUNTANO TUTTO SUI GIOVANI CHE FORSE DICO FORSE TENDENTE ALL’INFINITO PAGHERANNO ANCORA QUALCHE SOLDO PER CONTINUARE A MANTENERLI.

    1. Assolutamente d’accordo con Riccardo Elia. I sindacati diventeranno credibili solo quando avranno il coraggio di mostrare la verità sui loro bilanci. Sì, perché i sindacati d’Italia, non sono tenuti a farlo per legge, si guardano bene dal pubblicare un bilancio consolidato: si limitano a mettere insieme poche paginette, spiccioli, rispetto al vero giro di soldi delle confederazioni, che negli anni si sono trasformate in apparati capaci di lucrare pure su cassintegrati e lavoratori socialmente utili (nell’ultimo anno l’Inps ha versato a Cgil, Cisl e Uil 59,4 milioni di trattenute su ammortizzatori sociali). Renzi poi ci dice: “aboliamo quota 100 , W l’ape sociale”…. e ingrassiamo ancora le banche non lo dice? Quota 100 va abolita perché non ha sortito l’effetto sperato, il ricambio è stato solo di 1 nuovo lavoratore su 3 pensionati… SOLO? E’ il 30%, ….. ed è POCO? Senza contare quelli che massacrati da Monti hanno perso il lavoro e che grazie a quota 100 hanno potuto accedere o sperare di accedere VERSANDO DI TASCA PROPRIA i contributi mancanti, ad un minimo di reddito. Lo so, e mi dispiace da chi rimarrà escluso, lo sono stato anch’io…per ben due volte… ma quota 100 deve restare a mio avviso per sempre.

  9. Avete rotto le palle !!!

    Quota 100 non si tocca . Salvaguardia esodati TUTTI subito . Opzione donna .
    Quota 41 per tutti .
    Altrimenti riconteggio contributivo per TUTTI.
    Ridateci i ns soldi !!!

  10. La quota 100 è solo per pochi ‘eletti’ questo non è giusto!
    Non si fanno ‘leggi a tempo’ siamo tutti uguali e paghiamo tutti le tasse, la Legge, se non sbaglio è uguale per tutti.
    Bisogna fare una giusta regolamentazione. Altrimenti cittadini uguali, hanno un trattamento diverso. Perché?

  11. 40 anni di contributi oppure 62 di età il resto sono solo chiacchiere , le persone hanno tutto il diritto di poter scegliere di andare in pensione raggiunti questi requisiti..siamo stanchi di sentire persone che senteziano dietro una scrivania nella loro casa…

  12. “cambiare” gli ADDENDI per “non cambiare” la SOMMA da incassare e da redistribuire ….
    La solita genialata made in Italy:
    Gli edili … manovali ..ecc. li mandiamo a casa a 62/65 anni inseguendo la farlocca apettativa di vita …
    e tutti gli altri a 70/72 anni sempre inseguendo la A.D.V.
    1) Se sono creditore insieme al datore di lavoro per 4 (quattro) e passa decenni di contributi al 33/37% del mio salario lordo …
    2) Se inoltre quello che mi rimetti e’ -solo- un “contributivo” calcolato secondo coeficienti unilaterali e indiscutibili ..
    Allora -devo- pretendere di essere trattato come un cittadino in cui vige un welfare di “stampo liberista” :
    Fammi scegliere quindi se andare in pensione a 62 opp. 65 anni (come negli U.S.A.)
    Fammi scegliere quindi se andare in pensione a 60 opp. 70 anni (come in CANADA)
    TUTTO IL RESTO SAREBBERO/SONO CHIACCHIERE E PRESE PER I FONDELLI ….
    Saluti

  13. Concordo ovviamente con quanti sono favorevoli a quota 100 fino alla sua naturale scadenza perché questo permetterebbe a molti di poter accedere alla pensione dopo aver lavorato per una vita e sono pure favorevole a tutto ciò che va incontro alle donne e cioè quota 100 rosa e sconti di un anno per figlio per il futuro auspico una quota 100 libera

  14. GIORGIO CONDIVIDO PIENAMENTE QUANTO DICE, QUOTA 100 FINO AL 2021 COMPRESO (GIA’ LEGGE) NON SI TOCCA(SE SERVONO SOLDI SI DEVONO TROVARE ALTROVE), PER I 3 ANNI DI SPERIMENTAZIONE RIMANE E COSI’ COME E’,( NON SI PUO’ SCOMBUSSOLARE LA VITA DELLE PERSONE OGNI 2 ANNI CHE HANNO FATTO PROGETTI ANCHE DI CURARSI ECC. LE PERSONE CHE ACCEDONO COME MINIMO HANNO 62 ANNI E PROBLEMI FISICIE DI SALUTE E MANCA L’ENERGIA). COME DICHIARATO DAL PREMIER CONTE, MIN. GUALTIERI , SEGR. ZINGARETTI ECC. INOLTRE LE DONNE SVOLGONO ANCHE DOPPIO LAVORO ANCHE CURA DELLA FAMIGLIA E FIGLI E PER QUESTO PERDONO ANNI DI CONTRIBUTI (TROVO GIUSTISSIMA LA PROPOSTA DI QUOTA 100 ROSA DELLA SIG. ARMILIATO O LA PROPOSTA DEI SIND. LANDINI, GHISELLI ECC. DI UNO SCONTO CONTRIBUTIVO DI 1 ANNO PER FIGLIO.

    1. Scusi FRANCESCA la maleducazione di rivolgermi direttamente a Lei come partecipante a questa chat, potrebbe sbloccare il tasto delle maiuscole. Il carattere maiuscolo, come sa, equivale a urlare nella conversazione ed è accettabile una tantum con come costante quotidiana e ripetuta
      Perdoni ancora, con simpatia

    1. Sig. Giorgio, sarebbe gradito sapere che età ha e quanti contributi ha attualmente , così, giusto per imbastire un dialogo. Io per esempio ho 60,6 e 42,4. Lei chiede che non venga toccata quota 100 e vorremmo capire perchè lo chiede.
      Posso ipotizzare che non essendo ancora in pensione con quota 100 Lei non abbia ancora i 62 anni richiesti, o non ha ancora i 38 anni di contributi minimi, o addirittura nessuno di entrambi i requisiti ?

      1. Signor Franco Giuseppe è facile da capire perché molti lavoratori del 1958/59 hanno fatto accordi con i loro datori di lavoro quindi con scivoli in uscita fino al 2021 e quindi se venisse toccata quota 100 si troverebbero esodati cioè senza stipendio e senza pensione senza poi contare quei disoccupati che nel 2019 hanno versato contributi volontari per arrivare ai 38 anni e quindi accedere a quota 100 a tutti questi diciamo che siccome il signore Franco Giuseppe è incazzato per non aver potuto usufruire di quota 100 la tiriamo via ok ? Contento così ?

        1. Sig. Franco, ci sono da anni 6000 esodati senza stipendio e senza pensione che attendono l’8° salvaguardia. La legge quota 100 se ne è bellamente fregato, perchè mai dobbiamo preoccuparci quindi dei “nuovi” esodati ?
          Per quanto riguarda chi si sta versando volontari contributi per arrivare alla quota 38, sarebbe bastato allargare l’APE social ai disoccupati di lungo corso e consentirgli quindi di rientrarci anche con soli 30 anni di versamenti.
          Si sbaglia, non sono minimamente incazzato, tanto meno con Lei, solo che ancora non mi ha chiarito il suo pensiero del perchè un lavoratore in attività, che ha un regolare lavoro, un regolare stipendio, può “scegliere” di andare in pensione con soli 38 anni di contributi e chi invece ne ha già 42 non può nemmeno “scegliere” di andarci. Se mi da una risposta convincente sono disposto a redimermi, ma se mi parla di questione di costi le ricordo che tutta la legge è stata fatta a debito e quindi, debito per debito, si poteva fare una legge più equa e giusta, comprensiva del problema esodati e di chi si versa contributi volontari, da Lei citati.
          Resto del parere che la riforma gialloverde è stata una bruttissima legge, che appunto non ha risolto la questione degli esodati, ha innalzato di un anno il requisito di OD che è già abbastanza penalizzante e non ha risollevato il morale ai tantissimi precoci che per l’ennesima volta sono stati presi in giro, umiliati e sorpassati da chi ha lavorato e versato di meno.

    2. GIORGIO CONDIVIDO PIENAMENTE QUANTO DICE, QUOTA 100 FINO AL 2021 COMPRESO (GIA’ LEGGE) NON SI TOCCA(SE SERVONO SOLDI SI DEVONO TROVARE ALTROVE), PER I 3 ANNI DI SPERIMENTAZIONE RIMANE E COSI’ COME E’,( NON SI PUO’ SCOMBUSSOLARE LA VITA DELLE PERSONE OGNI 2 ANNI CHE HANNO FATTO PROGETTI ANCHE DI CURARSI ECC. LE PERSONE CHE ACCEDONO COME MINIMO HANNO 62 ANNI E PROBLEMI FISICIE DI SALUTE E MANCA L’ENERGIA). COME DICHIARATO DAL PREMIER CONTE, MIN. GUALTIERI , SEGR. ZINGARETTI ECC. INOLTRE LE DONNE SVOLGONO ANCHE DOPPIO LAVORO ANCHE CURA DELLA FAMIGLIA E FIGLI E PER QUESTO PERDONO ANNI DI CONTRIBUTI (TROVO GIUSTISSIMA LA PROPOSTA DI QUOTA 100 ROSA DELLA SIG. ARMILIATO O LA PROPOSTA DEI SIND. LANDINI, GHISELLI ECC. DI UNO SCONTO CONTRIBUTIVO DI 1 ANNO PER FIGLIO.

    3. Concordo ,mi rivolgo specialmente ai sindacati,non modificate la quota 100, ai politici del pd,smettetela di fare i sapientoni,quota 100 salva migliaia di persone indipendentementedal lavoro che svolge. Quando hanno votato la rif.fornero non si sono creati scrupoli sui danni creati.

  15. A nessuno interessa sistemare ciò che di sbagliato c’è in OPZIONE DONNA, e cioè il fatto di non potere CUMULARE i contributi versati in casse diverse? Chi non ha la possibilità di farlo è inevitabilmente tagliato fuori da questa misura. Dovete dare la possibilità a TUTTE LE DONNE di usufruire di Opzione Donna, non solo a una parte, questa è discriminazione.

    1. Quota 100 va mantenuta e rilanciata il nuovo governo se vuole consensi deve anzi rilanciare e creare le condizioni per fare uscire i lavoratori con pensioni dignitose e fare entrare giovani e Disoccupati senza nessun reddito magari collaborando con le aziende anche quelle sane per anticipare uscita anche prima dei 40 anni e dare spazio ai giovani questo è possibile ovviamente se colui che lascia il lavoro avrà una pensione dignitosa altrimenti penso che chi affronterà per primo questi argomenti avrà la strada spianata nelle prossime tornate elettorali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *