Pensioni, ultime novità oggi su Quota 100 e Ape sociale strutturale

Le ultimissime novità sulle pensioni anticipate e nello specifico sulla quota 100 e l’Ape sociale giungono da Cesare Damiano, che rilasciando un’intervista a Giulia Merlo ‘Il Dubbio’ evidenzia pregi e difetti di questa riforma previdenziale contenuta del Dl 4/2019. Il Pd non é contro una misura di flessibilità come la quota 100, ma é tenuto, dice l’onorevole Dem, a segnalarne i limiti affinché la maggioranza possa provvedere a correggerne l’impianto ultimo.

Il provvedimento di uscita anticipata, così come modulato, aiuta solo i forti e penalizza le categorie già disagiate. Dunque resta necessario accompagnare Quota 100 con l’Ape sociale che deve divenire strutturale. le ultime al 27 febbraio 2019.

Pensioni 2019, Quota 100 penalizza i deboli: parla Damiano

Quota 100 e reddito di cittadinanza, afferma il dirigente del partito democratico, sono misure molto popolari che in realtà sono invenzioni del centro sinistra poi ricopiate aggiungendo modifiche deleterie. Si pensi alla quota 100, il sistema delel Quote, dice Damiano, l’ho introdussi io nel 2007 con Prodi, per garantire una maggiore flessibilità in uscita dal mondo del lavoro, Salvini l’ha copiata mettendo però numeri fissi, come i contributi che non possono essere inferiori ai 38 anni versati. Questo lascia fuori i più deboli: le donne, chi svolge lavori discontinui, chi ha perso il lavoro prima dei 60 anni. Poi é un provvedimento ‘ a tempo’, scade tra tre anni e poi?

Dunque il Governo per fare una riforma seria dovrebbe accompagnare quota 100 con l’Ape sociale e dovrebbe rendere tale misura, vantaggiosa per i più deboli, strutturale. L’Ape social infatti permette di accedere alla quiescenza si con 63 anni ma già dai 36 anni di contributi. E soprattutto chi é disoccupato può accedervi già con 30 anni di contributi, e le donne con figli da 28.

Pensioni, Quota 100 + ape sociale allargata ed estesa: riforma ok

In buna sostanza la ricetta affinché si possa parlare di modifica della riforma Fornero sarebbe, stando alle parole di Damiano, un ‘ape sociale allargata, che includa nella platea degli aventi diritto anche i lavoratori dell’edilizia e i lavoratori stagionali, eliminando la clausola che vincola l’accesso da parte dei disoccupati al previo utilizzo degli ammortizzatori sociali. Questo consetirebbe, ha detto Damiano ,di includere anche gli utlimi esodati, visto ch eil governo pare non voler fare la nona salvaguardia.

Quota 100 dunque tirando le somme non dovrebbe essere per soli tre anni e se non passassero emendamenti correttivi, potrebbe funzionare solo in aggiunta all’Ape sociale che dovrebbe divenire strutturale e allargare , a sua volta, le maglie degli aventi diritto. Insomma, come ha suggerito la giornalista Merlo, vi dovrebbe essere una Quota 100 per i lavoratori forti ( generalmente uomini residenti al Nord con carriere continuative) e Ape sociale per quelli più deboli. Secondo Damiano inoltre al momento non vi sarà, almeno fino alle Europee, nessuna resa dei conti tra M5S e Lega, il Governo reggerà, per questo, sentenzia, “ipotizzo verranno ritirati dal Decretone gli emendamenti che la Lega ha presentato sul reddito di cittadinanza e quelli dei 5 stelle a Quota 100”. Poi conclude: “erano un modo per stuzzicarsi che troverà una via compromesso, perché a nessuno interessa far saltare la situazione”. Voi cosa ne pensate Quota 100 più Ape sociale potrebbe essere la ricetta giusta?

5 commenti su “Pensioni, ultime novità oggi su Quota 100 e Ape sociale strutturale

  1. E’ ASSURDO NON POTER RIENTRARE IN APE SOCIAL PER AVER LAVORATO SOLO 3 GIORNI A TEMPO INDETERMINATO DOPO LA FINE MOBILITA’ .DEVONO ALLARGARE LA PLATEA A TUTTI I DISOCCUPATI DI LUNGO CORSO OVER 63 . APE SOCIAL COSI’ COME ORA , NON INCENTIVA LA RICERCA DI UN NUOVO LAVORO E’ ASSURDO.

  2. Infatti, Gentile S. Luigi, proprio questo mi chiedevo: tante domande già presentate, come Lei scrive e, dopo le domande, ci si aspettano novità? Sarebbe singolare che uno, dopo aver presentato domanda, si ritrovi una”imprevista” novità in quanto concordato nella domanda!
    Un caro saluto,
    Giuseppe C.

  3. Buon giorno,
    per la precisione: preg.mo Sig. Giuseppe, 60.000 mila domande presentate per quota 100 al 25 febbraio!
    Il loro obbiettivo è di 500.000 nel triennio.. Con la creazione di 1 milioni di posto di lavoro. (presunti)
    In realtà dal 2008 ad oggi sono diminuiti di circa 1 milione di unità,
    Siamo in recessione come tutti ben sapete, con molta probabilità ci sarà una piccola manovrina bis, accise e qualche altra tassa da ritoccare, e questi pseudo politi parlano, parlano, si fanno selfie ovunque, li troviamo ad ogni ora su qualsiasi canale televisivo. una sorta di tormentone permanente..
    Questo ormai da mesi e continuerà fino alle Europee, un campagna elettorale che dura oltre un anno. Roba da pazzi…E il paese affonda con i suoi 2400 miliardi di debito..pagato sempre da noi, la stagnazione imperversa e questi parlano,parlano.
    Intanto il paese si svuota. Bisogna dire le verità..e loro parlano,parlano…

    Un esempio per far comprendere questo strano paese:

    Uno studio della Cgia di Mestre fornisce le cifre su un tema di cui si torna a discutere spesso: gli aiuti pubblici ricevuti dalla casa di Torino, dal 1977 a oggi, a fronte dei benefici restituiti all’economia. Esclusi dal conto gli ammortizzatori sociali. Una cifra folle, circa 7 miliardi.
    Oggi invece FCA sede Stati Uniti investe 4,5 miliardi (e crea 6.500 posti) a Detroit. E Trump ringrazia.
    Mi chiedo da semplice cittadino ma i quasi sette miliardi di denaro pubblico sono stati una bella spinta direi.. un grande regalo…che ora frutta agli stati Uniti.

    E come FCA tutta la nostra migliore impresa è di proprietà straniera, non ultima la storica Pernigotti, dove tutti i dipendenti sono stati lasciati a casa…. E questi parlano, parlano, bla,bla,bla….

    Un vero delirio….incurabile…Il potere logora le menti…..

    Buona giornata.
    Luigi Napolitano

  4. Non è vero ape social per i più deboli, perché noi invalidi con meno del 75% non siamo deboli? Io ho il 60% ho una mano paralizzata, l’altro braccio indolenzito con problemi di muscoli e devo lavorare fino a 67 anni, un invalido civile sordo muto, che fisicamente sta molto meglio di m’è ha il 75%,ditemi se questa è i giustizia o no, governo di m……….

  5. Mi sfugge qualcosa?
    Leggo: “… ultime novità oggi su Quota 100…”.
    Come “ultime novità”, se c’è chi già ha fatto domanda per “quota 100”? Novità “cosa”?
    Uno ha fatto domanda e ci sono “novità” impreviste rispetto alla domanda già presentata?
    In questo Paese, ormai, sembrerebbe tutto possibile, ma…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su