Pensioni, ultimissime oggi 19 dicembre: legge di bilancio ridia giustizia

Riforma pensioni, ultimissime: la legge di bilancio ridia giustizia agli esclusi

Le ultime novità sulla riforma delle pensioni e sulla legge di bilancio giungono da Roberto Ghiselli, segretario nazionale della Cgil e dai comitati esodati che chiedono vengano approvati gli emendamenti per una soluzione definitiva degli esodati. Eccovi le loro parole che evidenziano speranza sul buon esito della vicenda.

Riforma pensioni e legge di bilancio, Ghiselli: approvare emendamenti esodati

Come riporta l’Ansa il Comitati Esodati riporta in una nota che: “La legge di Bilancio è nella fase conclusiva dell’iter parlamentare e ci auguriamo una soluzione definitiva per gli ultimi esodati che, ormai da molti anni, si trovano senza lavoro e senza pensione. Diversi emendamenti presentati in Parlamento vanno in quella direzione e ci auguriamo che le proposte emendative, che con più coerenza interpretano questo bisogno, possano essere approvate. Lo aspettano con fiducia gli Esodati e le loro famiglie ormai rimaste a poche migliaia di persone che, nella difficile situazione del momento che riguarda tutti, vivono la loro particolare situazione di disagio”.

A tal riguardo abbiamo contattato Roberto Ghiselli che con la disponibilità che lo contraddistingue ha ribadito con forza come il sindacato confederale da tempo abbia posto questo tema tra le priorità in materia previdenziale e come ora sia giunto il momento di dare una svolta positiva su tale annosa questione, di seguito la sua dichiarazione.

Riforma pensioni, Ghiselli in esclusiva: La vicenda esodati va chiusa definitivamente e il parlamento può farlo

La vicenda esodati va chiusa definitivamente e il parlamento può farlo in questi giorni con la legge di bilancio. Il sindacato e i comitati degli esodati da tempo insistono in tal senso e abbiamo registrato anche in queste giornate un interesse da parte del Parlamento. Vi sono alcuni emendamenti presentati che vanno in questa direzione.

Poi conclude Roberto Ghiselli: “Un intervento risolutivo comporterebbe un impegno di spesa di poche decine di milioni di euro, intervento del tutto sostenibile nel contesto di questa manovra di bilancio. Quindi auspichiamo possa maturare una soluzione per riportare un po’ di equità nei confronti di queste persone”.

Non resta che sperare che il Parlamento decida di prendere in considerazione gli emendamenti presentati al fine di poter sanare un’ingiustizia che dura da troppi anni ormai ed ha ridotto sul lastrico oltre che sull’orlo di una crisi di nervi tutti coloro che stanno attendendo una risoluzione da troppo tempo. Alla fine si tratta davvero di poche migliaia di persone, si confida dunque, che finalmente la legge di bilancio possa ridare equità a quanti in tutti questi anni sono rimasti per varie ragioni fuori dalle precedenti salvaguardie, e che oggi più che mai, dato il contesto pandemico in atto e le difficoltà economiche di chi si ritrova senza stipendio e senza pensione, avendo dato già fondo ai risparmi di una vita, chiede solo di poter continuare a vivere dignitosamente vedendo ripristinato un diritto troppo a lungo negato.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

5 commenti su “Pensioni, ultimissime oggi 19 dicembre: legge di bilancio ridia giustizia

  1. Sono arrabbiato ma tiro avanti tanto non ci posso fare niente sono invalido al 100% inabilità al lavoro permanente ma non basta per avere l’aumento,non ho accompagnamento e nessuna entrata solo una moglie inabile pure lei che ha lavorato 40 anni è prende una pensione di lavoro, in base a questo io non posso avere nulla per lo Stato Italiano mia moglie mi deve mantenere vita natural durante,pensare che mi ero promesso de avessi avuto l’aumento di aiutare uno o più bambini dell’UNICEF. Mi sarebbe veramente piaciuto molto ogni volta che vedo in TV queste pubblicità sto male io per loro,un malessere fisico poveri bimbi stanno molto peggio di noi.

  2. Nn ritengo giusto l a aumento della pensione di invalidità civile solo agli invalidi con la percentuale del 100%la legge è uguale per tutti ho dovuto fare 2 cause per avere una pensione di 286 euro neanche una visita neurologica quando cmq è mio diritto avere una pensione più decente

  3. Continuano a fare riformine su piccoli numeri, e poi propaganda sul come risolvere i danni collaterali che essa ha fatto, oscurando le giuste rivendicazioni di chi con 41 anni senza cavilli non puo’ ancora andare in pensione….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su