Pensioni, ultimissime su quota 41, donne ed esodati: avanzano 7 mld da quota 100

Le ultime novità al 24 giugno 2019 arrivano dalle previsioni fatte dalla Cgil Nazionale in merito alla quota 100, stime che sempre più risultano confermate dagli ultimi dati che stanno circolando in queste ore sulle misure previdenziali, da cui si evince come le domande di quota 100 presentate siano molto meno di quelle preventivate inizialmente, con conseguente avanzo importante di risorse.

Ezio Cigna, responsabile previdenza pubblica della Cgil nazionale, fa notare come quota 100 sarà una misura che coinvolgerà nel triennio circa 325 mila persone anziché 970 mila, ragione per cui non verranno utilizzati, e qui sta la novità importante per quanti attualmente sono rimasti esclusi dalla precedente legge di bilancio, 7 miliardi e 200 milioni, rispetto ai 21 miliardi stanziati per il periodo 2019-2021. Questo a detta di Ghiselli, segretario confederale della Cgil, potrebbe dettare le condizioni che permetteranno di intervenire su tutte quelle categorie al momento in attesa di vedere superata la legge Fornero, tutt’ora più che vigente. Si aprono quindi buone nuove per precoci, esodati e donne? Eccovi le considerazioni fatte da Roberto Ghiselli a commento dei dati riportati da Ezio Cigna.

Pensioni 2019, da quota 100 avanzano soldi, come li impiegherà il Governo?

Cigna spiega nel dettaglio: “Le domande di quota 100 , presentate fino ad oggi sono state circa 145 mila, di queste non tutte saranno accolte e altre ancora avranno decorrenza solo dal prossimo anno”. Questo, spiega, presentando i dati relativi alle risorse stanziate, potrebbe aprire a scenari differenti sul tema previdenziale rispetto a quelli che si erano ipotizzati. La misura sperimentale varata dal Governo giallo verde, come risolutiva per i pensionandi, in realtà permetterà solo ad un terzo della platea che si era ipotizzata di poter accedere alla quiescenza, questo porterà ad un avanzo considerevole di risorse, nello specifico potrebbero restare 1.6 miliardi nel 2019, 2.9 mld per il 20 e 2.6 mld per il 2021″.

Ghiselli dalla sua aggiunge ” le risorse impegnate per quota 100 saranno usate solo in parte. Vi sono quindi le condizioni per poter intervenire con altre misure che permettono di superare la legge Fornero“. Eccovi, a detta del sottosegretario confederale della Cgil, quali proposte contenute nella Piattaforma che il sindacato unitariamente ha presentato al Governo, dovrebbero essere prese subito in considerazione.

Pensioni 2019, quota 41, uscita dai 62 anni, donne: i fondi ci sono

Roberto Ghiselli , come riporta la rassegna sindacale, afferma: “Le nostre previsioni erano state considerate da Governo ed Inps come inattendibili, mentre ora, forse perché incalzati dall’Unione Europea , sembra che tutti ci danno ragione”. Poi spiega da quota 100 avanzeranno risorse importanti, perché veranno utilizzate solo in terza parte, ragione per cui vi sono, se si vuole impiegarli in quella direzione, i fondi per poter superare davvero la Legge Fornero con misure mirate, tra queste, elenca: “garantire una flessibilità in uscita dopo i 62 anni, prevedere interventi a favore delle donne, dei lavoratori discontinui e precoci, dei lavoratori gravosi o usuranti, introdurre una pensione contributiva per i giovani”.

Per quota 41 senza se e senza ma, la valorizzazione lavoro di cura -con eventuali sconti anagrafici e/o contributivi a favore delle donne- si aprono dunque nuove posibilità? Giacché i lavoratori, specie i precoci, gli esodati e le donne, si erano sentiti dire che una delle ragioni per cui le misure non erano state introdotte nella passata legge di bilancio era stata proprio la carenza di risorse per poter fare tutto, ora, che da quota 100 sono avanzati dei denari, le cose potrebbero finalmente cambiare? Come deciderà il Governo di spendere questo avanzo di risorse, lo impiegherà per mantenere le promesse in campo previdenziale, cercando di soddisfare le richieste dei lavoratori condivise dai sindacati, oppure sposterà i fondi su altri campi? A vostro avviso cosa accadrà, é giusto i lavoratori continuino il pressing per quota 41, misure a favore delle donne, nona salvaguardia esodati, o il rischio é quello di illudersi nuovamente a vuoto? Fateci sapere la vostra nella sezione commenti del sito.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

Erica Venditti

Erica Venditti

Mi chiamo Erica Venditti, classe 1981. Da aprile 2014 sono giornalista pubblicista Scopri di più

19 pensieri riguardo “Pensioni, ultimissime su quota 41, donne ed esodati: avanzano 7 mld da quota 100

  • Avatar
    26 Giugno 2019 in 10:33
    Permalink

    IO CREDO CHE QUOTA 100 E OPZIONE DONNA; DEVO ESSERE SENZA PALETTI E SENZA PENALIZZAZIONI; SIA LA STRADA GIUSTA PERCHE’ DAREBBE AI LAVORATORI UOMINI O DONNE DÌ SCEGLIERE QUANDO ANDARE IN PENSIONE CON UN MINIMO DÌ TRENTACINQUE ANNI DÌ CONTRIBUTI .

    Rispondi
  • Avatar
    25 Giugno 2019 in 13:41
    Permalink

    ABOLIRE LA FINESTRA DI TRE MESI ! ! !
    Provvedimento
    SEMPLICE e soprattutto
    EQUO
    Basta favoritismi a questa e quella categoria!

    Rispondi
  • Avatar
    25 Giugno 2019 in 13:35
    Permalink

    ABOLIRE LA FINESTRA DI TRE MESI ! ! !
    Provvedimento
    SEMPLICE e soprattutto
    EQUO
    Basta con i favoritismi a questa e quella categoria

    Rispondi
  • Avatar
    25 Giugno 2019 in 11:09
    Permalink

    I SOLDI PER LA NONA SALVAGUARDIA ERANO GIA’ AVANZATI DALLA 7 & 8 SALVAGUARDIA……………..
    ORA SIAMO ALLE SOLITE ……….NON VORREI CHE LA fornero AVESSE DEI FRATELLI……………….SERVE SOLO UN ATTO DI GIUSTIZIA……………(ESODATI DI SERIE A & ESODATI DI SERIE B)………………E TRICCHEBALLAQUE……………………..

    Rispondi
  • Avatar
    25 Giugno 2019 in 8:53
    Permalink

    i 41 x tutti non verrà allora non votateli +,fate cadere il governo,in piazza tutti come in francia,allora cambierà

    Rispondi
    • Avatar
      26 Giugno 2019 in 7:38
      Permalink

      Sarebbe arrivato il momento di valutare il doppio lavoro delle donne : casa famiglia _ lavoro pensione a 67 anni Allucinante!

      Rispondi
  • Avatar
    24 Giugno 2019 in 16:05
    Permalink

    Vedrete che anche questa volta utilizzeranno i fondi avanzati a coprire chissà che altro buco, intanto noi precoci aspettiamo! Il “bello” della questione è che sono convinti di avere superato la Fornero, ma pensa!!! Invece hanno solo fatto una nuova grande INGIUSTIZIA, dando la possibilità di andare in pensione chi ha versato di meno, solo perchè ha iniziato a lavorare più tardi! Ma vi sembra logico e corretto?? Se i fondi non sono sufficienti a fare 41 per tutti, almeno per i precoci! Volete una soluzione più semplice……..QUOTA 100 senza paletti!!

    Rispondi
  • Avatar
    24 Giugno 2019 in 14:02
    Permalink

    Quota 41..x tutti..niente paletti .. precoci..tutti senza riserve.

    Rispondi
  • Avatar
    24 Giugno 2019 in 13:41
    Permalink

    I lavoratori precoci con oltre 41 anni anno più diritto dei quota 100.

    Rispondi
    • Avatar
      26 Giugno 2019 in 7:48
      Permalink

      Opzione donna è troppo penalizzante . Non tiene in considerazione che sei costretta a scegliere per motivi familiari o anche di salute questa possibilità di accedere alla pensione! Spero per le nuove generazioni che il ruolo delle donne sia preso in considerazione!

      Rispondi
  • Avatar
    24 Giugno 2019 in 13:37
    Permalink

    Ho iniziato a lavorare/ studiare 40 anni fa. Oggi ho 56 anni, quota 100 non mi serve…41 per tutti deve essere il prossimo step

    Rispondi
  • Avatar
    24 Giugno 2019 in 12:19
    Permalink

    Con dei se e dei ma non si va da nessuna parte Noi precoci ci sentiamo presi in giro Basta con queste si, ma, forse, però Vogliamo i 41 subito non delle chiacchere da bar

    Rispondi
    • Avatar
      24 Giugno 2019 in 18:26
      Permalink

      Ma a nessuno è venuto in mente che si potrebbe agevolare almeno le donne precoci con l’uscita a 41 anni????
      OPZIONE DONNA È TROPPO PENALIZZANTE PER ALCUNE.
      Il famoso lavoro di cura che ogni donna svolge, prima come mamma, poi come badante dei genitori ed infine come nonna non dovrebbe prevedere almeno uno sconto di pena?
      VIVA LE PRECOCI. VIVA LE DONNE
      CI HANNO ABBANDONATO!!!!

      Rispondi
  • Avatar
    24 Giugno 2019 in 11:29
    Permalink

    Le ultime dichiarazioni di Salvini non fanno ben sperare. Nessun accenno ai precoci, Donne ed esodati, tutto fermo in attesa di quello che farà Conte in Europa. La prossima legge finanziaria è dietro l’angolo e l’autunno è vicino. Credo che la cifra di cui si stia parlando verrà usata per finanziare nuove promesse elettorali in caso di caduta del governo e di nuove elezioni. E’ sempre stato cosi da sempre. prima di chiudere la baracca si faranno regali a cani e porci e addio ai 7 miliardi. Tutti pensiamo che una fetta della torta cadrà nel nostro piatto ma come dimostra questa quota 100, solo pochi ne hanno assaggiata. I nostri politici hanno incassato 10 voti e ne hanno ripagato 1. I restanti sono rimasti fregati.

    Rispondi
  • Avatar
    24 Giugno 2019 in 11:16
    Permalink

    Dicono che hanno tolto la legge fornero Però per toglierla davvero allora si deve abbassare l’età pensionabile allora si che davvero si può dire che hanno tolto la firmerò.

    Rispondi
  • Avatar
    24 Giugno 2019 in 10:45
    Permalink

    Dovrebbero!!!
    Stando alle Parole dell infame salvini
    Dovrebbero!!!
    … Ma sicuramente ci sarà un altra necessita impellente, un altra richiesta, un altra priorità…
    E quindi ci spiace ma….
    Prendetevela ancora li… Voi precoci 4142 43….
    Ignobili Infami è Traditori!!!

    Rispondi
  • Avatar
    24 Giugno 2019 in 9:24
    Permalink

    Sarà ennesima presa per il c..o.. A noi precoci ci vogliono far schiattare questo è il loro progetto.. Era la prima cosa da fare ma nessuno la vuole fare perché sarebbe la cosa giusta.. 41 anni sono una vita caro salvini e di maio

    Rispondi
    • Avatar
      24 Giugno 2019 in 16:47
      Permalink

      Quota 100 con in minimo di 41 anni di contributi,penso sia la cosa piu’ sensata, se proprio impossibile anche 41,10 + l’eta’anagrafica.

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *