Pensioni antivipate 2018, novità oggi 29/5: risposte in arrivo su quota 41 e ape social

Pensioni ultim’ora da Inps: come presentare domanda per quota 100 e opzione donna

Arriva un’importante ultima ora sulle pensioni direttamente dall’ Istituto Nazionale della Previdenza Sociale. Pochi istanti fa l’INPS sul proprio sito ufficiale ha rilasciato un messaggio con le modalità di presentazione domanda per la pensione anticipata. Ecco di seguito il testo del messaggio numero 295 del 29 gennaio che “In attesa della pubblicazione della circolare illustrativa delle nuove disposizioni” comunica “le modalità operative di presentazione delle relative domande di pensione, tramite l’accesso ai servizi online”.

Pensioni, come fare domanda per quota 100 e Opzione donna

Aggiornamento oggi 30 gennaio: Le domande per andare in pensione anticipata sono aperte e si può fare domanda sia per quota 100 che per Opzione donna sul Sito INPS. Nel momento in cui vi scriviamo l’INPS ha comunicato che sono già arrivate le prime 1000 richieste, 600 dai cittadini privati tramite il sito e circa 400 dai patronati. Anche Salvini ha twittato sull’argomento, appena giunte le prime domande, scrivendo che: ” Nel primo giorno di #QUOTA100, in questo momento, già oltre 500 italiani hanno fatto domanda per liberarsi dalla Legge Fornero: dalle parole ai fatti!”

Pensioni ultim’ora: Ecco il messaggio integrale dell’ INPS

Nella premessa dell’ INPS pubblicata sul messaggio, possiamo leggere che “Sulla Gazzetta Ufficiale, Serie Generale, n. 23 del 28/01/2019 è stato pubblicato il decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4, che prevede quanto segue:

  • all’articolo 14, disciplina l’accesso al trattamento di pensione con almeno 62 anni di età e 38 anni di contributi (cosiddetta “quota 100”);
  • all’articolo 15, fissa il requisito contributivo per conseguire il diritto alla pensione anticipata a 42 anni e 10 mesi per gli uomini e 41 anni e 10 mesi per le donne, per il periodo 2019-2026;
  • all’articolo 16, stabilisce chele lavoratriciche hanno maturato, entro il 31 dicembre 2018, un’anzianità contributiva minima di 35 anni e un’età anagrafica minima di 58 anni, se lavoratrici dipendenti, e 59 anni, se lavoratrici autonome, possono accedere alla pensione anticipata secondo le regole di calcolo del sistema contributivo previste dal decreto legislativo 30 aprile 1997, n. 1804 (cosiddetta opzione donna)”.

In attesa della pubblicazione della circolare illustrativa delle nuove disposizioni, con il presente messaggio si comunicano le modalità di presentazione delle relative domande di pensione.

Pensioni, modalità di presentazione della domanda per quota 100 e Opzione donna

Nella seconda parte del comunicato INPS ecco le istruzioni per come fare domanda: “Le domande di pensione sopra indicate possono essere presentate con le seguenti modalità. Il cittadino in possesso delle credenziali di accesso (PIN rilasciato dall’Istituto, SPID o Carta nazionale dei servizi) può compilare e inviare la domanda telematica di accesso alla pensione disponibile fra i servizi on line, sul sito www.inps.it, nella sezione “Domanda Pensione, Ricostituzione, Ratei, ECOCERT, APE Sociale e Beneficio precoci”.

Una volta effettuato l’accesso e scelta l’opzione “NUOVA DOMANDA” nel menù di sinistra, occorre selezionare in sequenza:

  • per la pensione c.d. quota 100: “Pensione di anzianità/vecchiaia” > “Pensione di anzianità/anticipata” > “Requisito quota 100”;
  • per la pensione anticipata: “Pensione di anzianità/vecchiaia” > “Pensione di anzianità/anticipata” > “Ordinaria”;
  • per la pensione anticipata c.d. opzione donna: “Pensione di anzianità/vecchiaia” > “Pensione di anzianità/anticipata” > “Contributivo sperimentale lavoratrici”.

Devono infine essere selezionati, in tutti e tre i casi, il Fondo e la Gestione di liquidazione. La modalità di presentazione delle domande, sopra illustrata, è utilizzabile da parte dei lavoratori iscritti alle Gestioni private, alla Gestione pubblica e alla Gestione spettacolo e sport, anche al fine di chiedere, per la pensione quota 100, il cumulo dei periodi assicurativi. La domanda può essere presentata anche per il tramite dei Patronati e degli altri soggetti abilitati alla intermediazione delle istanze di servizio all’INPS ovvero, in alternativa, può essere presentata utilizzando i servizi del Contact center“.

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!

Autore dell'articolo: Stefano Rodinò

Stefano Rodinò
Classe 1981, ho studiato scienze politiche ad indirizzo Comunicazione Pubblica. Scopri di più

3 commenti su “Pensioni ultim’ora da Inps: come presentare domanda per quota 100 e opzione donna

    Avatar

    Pieretti

    (29 Gennaio 2019 - 23:48)

    Io purtroppo i 35 anni di contributi li maturo il 1 marzo 2019 e pur avendo 59 anni non potrò usufruire dell’opzione donna e forse neanche della quota cento fra tre anni …..

    Avatar

    riccardo

    (29 Gennaio 2019 - 18:44)

    Questo governo ha impiegato 8 mesi a partorire mentre l’INPS in un giorno è pronta ad prendere in carico le domande; ma Boeri non doveva fare ostruzionismo ?

      Avatar

      Giuseppe C.

      (30 Gennaio 2019 - 14:13)

      Sorgerebbe il dubbio che all’INPS convenga erogare pensioni super tagliate per pochi anni di anticipo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *