Riforma Pensioni oggi

Pensioni ultim’ora Furlan su donne e giovani, Bonomi drastico: “Abolire quota 100”

Le ultime novità di oggi 28 marzo sulle pensioni anticipate arrivano dalle parole della segretaria generale della CISL Annamaria Furlan, che è tornata a parlare di quota 100 e dei problemi da affrontare con il Governo. Vediamo poi anche la proposta provocatoria di Bonomi, presidente di Assolombarda che propone di abolire la quota 100 e reddito di cittadinanza, visto che “Non producono crescita”.

Ultim’ora Pensioni anticipate, Furlan (CSIL) su quota 100 e pensioni donne

Intervenuta a margine dell’iniziativa “infrastrutture e lavoro in Toscana” Furlan spiega: “Non serve dire che e’ un anno bellissimo, serve renderlo bellissimo, facendo cioe’ ripartire il lavoro. Il governo e’ ancora in tempo a fare tutto questo, ma deve cambiare la sua strategia economica. I risultati sono evidenti e sono negativi”. Oltre a parlare dello sblocco di grandi opere per creare posti di lavoro, Furlan è intervenuta anche sul decreto diventato legge ieri che prevede quota 100 e reddito di cittadinanza:

Quota 100? Risponde a un bisogno di flessibilità in uscita per tanti lavoratori e tante lavoratrici. È un canale in più per accelerare l’uscita per chi comunque a 62 anni vuole esercitare il suo diritto di andare in pensione, ma non affronta alcuni temi che noi abbiamo messo sul tavolo dell’incontro sia col sottosegretario Durigon e soprattutto col presidente Conte piu’ di una volta”. Il problema di fondo ad avviso della leader della Cisl e’ che molte donne, specialmente, al Sud a 62 anni non raggiungono il requisito dei 38 anni di contributi versati. Ma a preoccupare, in particolare modo, e’ la prospettiva previdenziale per i giovani: “O noi creiamo le condizioni di una pensione di garanzia, visto il precariato, oppure saranno sicuramente destinati a essere anziani poveri e povere. Questo noi non lo accettiamo. Bene quota 100: ha dato parziali risposte a quelle tipologie di lavoratori che possono arrivare a 62 anni con 38 di contributi, ma tanta altra parte del mondo del lavoro non ha la possibilita‘ di accedere a questo canale. Ci vuole un confronto vero a tutto campo, che riguardi tutti i lavoratori, tutte le lavoratrici e soprattutto i giovani”. Poi sul taglio delle pensioni aggiunge: “E’ inaudito che ancora una volta i pensionati e le pensionate nel nostro Paese siano utilizzati come bancomat quando c’e’ bisogno di risorse. Ne va della dignita’ di chi ha costruito questo Paese”.

Pensioni ultime oggi 29 marzo, Bonomi: “Abolire quota 100 e RDC”

Il presidente di Assolombarda, Carlo Bonomi, propone una cura per il paese in un intervista a Repubblica, dopo le stime negative di crescita varate da Confindustria. Provocatoriamente Bonomi spiega di esser in disaccordo con il decretone approvato su quota 100 e reddito di cittadinanza e dice: “Serve una cura shock. Subito, non dopo le Europee perché giugno rischia di essere troppo tardi: Azzeriamo le misure che non producono crescita: 80 euro, reddito di cittadinanza, quota 100. Di quei soldi usiamo una quota per contrastare la povertà, una per gli investimenti pubblici e mettiamo tutto il resto a supporto di un drastico taglio del cuneo fiscale, tutto a vantaggio dei lavoratori con redditi tra 0 e 35 mila euro, cioè la fascia sociale che ha sofferto di più negli ultimi anni”.

Poi continua spiegando che “La mossa avrebbe una forte valenza sociale e un alto valore economico: restituire potere d’acquisto a chi lo ha perso vuol dire creare le condizioni per una migliore propensione ai consumi, condizione necessaria per muovere la domanda interna. Reddito di cittadinanza e quota 100 sono due misure pensate con l’unico obiettivo del dividendo elettorale. Noi imprenditori – prosegue Bonomi – abbiamo avvistato il rischio recessione già a fine estate e l’abbiamo ripetuto allo sfinimento, ma il Governo ha speso i suoi primi 10 mesi in una infinita campagna elettorale. Ora che la recessione è certificata, bisogna muoversi”. Voi cosa ne pensate di queste parole? Fatecelo sapere e continuate a seguirci per tutte le ultime novità sulle pensioni!

PensioniPerTutti lavora con impegno per combattere le fake news e fornire un informazione corretta e puntuale stando sempre attento alle fonti delle sue notizie, questo articolo è stato verificato con le seguenti fonti: Sito ufficiale CISL. Segnalaci una correzione se hai bisogno alla nostra mail!

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!

Autore dell'articolo: Stefano Rodinò

Stefano Rodinò
Classe 1981, ho studiato scienze politiche ad indirizzo Comunicazione Pubblica. Scopri di più

3 commenti su “Pensioni ultim’ora Furlan su donne e giovani, Bonomi drastico: “Abolire quota 100”

    Avatar

    Lucio

    (10 Aprile 2019 - 18:42)

    Non mi sembra una buona idea….

    Avatar

    Giuseppe C.

    (29 Marzo 2019 - 20:48)

    SIGNOR BONOMI, SI CANDIDI: SE SARA’ ELETTO COME PARLAMENTARE A RAPPRESENTARE GLI ELETTORI, ALLORA FARA’ LE SUE PROPOSTE IN PARLAMENTO E, QUESTO, UNICO VERO ORGANO LEGISLATIVO A RAPPRESENTANZA DEI CITTADINI, PORRA’ LE SUE PROPOSTE AL VOTO.
    OPPURE CONTINUI PURE, COME LEGITTIMO IN UN PAESE CON A LIBERTA’ DI PAROLA, AD ESTERNARE LE SUE IDEE; MA SAPPIA CHE, DEMOCRATICAMENTE, VALGONO COME LE MIE, E DI TUTTI GLI ALTRI CITTADINI, CHIACCHIERE QUANDO VADO A MANGIARE UNA PIZZA CON GLI AMICI; SOLO CHE, LE MIE IDEE, NESSUNO LE PUBBLICA: C’E’ QUALCOSA CHE NON FUNZIONA, IN QUESTO PAESE? TANTO PER CHIEDERE.

      Avatar

      Giuseppe C.

      (29 Marzo 2019 - 20:54)

      Preciso, in riferimento all’altro mi commento, che non entro in merito alle idee esposte e che, assolutamente, non sono d’accordo con l’operato di questo Governo e neanche dei precedenti. Volevo solo precisare che, a legiferare, e soprattutto, a rappresentare,
      i cittadini, UNICO DELEGATO SOVRANO, PIACCIA O MENO, E’, O DOVREBBE ESSERE, IL PARLAMENTO ITALIANO, ELETTO DAGLI ELETTORI. Poi ognuno esprime le sue idee come vuole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *