Pensioni ultim’ora oggi 30 luglio su opzione donna, quota 41 e quota 100

Nella giornata di oggi 30 luglio torniamo a parlare della riforma delle pensioni ed in particolar modo di opzione donna e di quota 41 per tutti. Per farlo vogliamo riportarvi alcuni dei numerosissimi commenti arrivati sotto l’intervista rilasciata in esclusiva al nostro sito dal sottosegretario al Ministero del lavoro Claudio Durigon. Per chi se la fosse persa nei giorni scorsi, vi ricordiamo che potete leggere la prima parte dell’intervista a Durigon qui, e la seconda parte in questo articolo.

Ultim’ora Pensioni anticipate oggi 30 luglio: i commenti a Durigon da Opzione Donna

Tra le prime a rispondere nei commenti su facebook all’intervista, troviamo Orietta Armiliato, responsabile del Comitato Opzione Donna Social, che spiega: “Grazie Sottosegretario sia da parte mia sia delle circa 5200 donne che tramite il CODS rappresento. Apprezziamo molto il fatto che lei voglia sostenere un’estensione quanto più possibile inclusiva della proroga dell’Opzione Donna. Tuttavia se si arrivasse al 2023 (ultimo anno nel quale avrebbe senso) proprio in virtù del fatto che è opzionale e poi si chiudesse in maniera tombale, sarebbe davvero un gran bel passo in avanti anche per eliminare lo stillicidio angosciante del “di anno in anno” e, perché no, “recuperare” un po’ il poco interesse e la conseguente delusione, dimostrata lo scorso anno, rispetto ai problemi delle lavoratrici. Rileviamo, altresì e ne siamo lietissime, l’attenzione che state ponendo al riconoscimento del “lavoro di cura”, che è uno degli obiettivi che ci siamo poste da sempre nel nostro Comitato anche se, rivolgersi solo alle lavoratrici che sono anche madri, ci sembra iniquo e discriminante.
Siamo certe che accoglierà queste nostre costruttive critiche, mentre attendiamo il seguito dell’intervista che uscirà domani, curiose di conoscere che cosa “si dice” sul futuro dell’Ape. Buon fine settimana”.

Anche le donne del gruppo “Opzione Donna le escluse, si sono fatte sentire ringraziando Durigon, a partire dall’amministratrice Paola Viscovic che ha scritto: “Le donne del gruppo opzione donna le escluse ringraziamo di vero cuore, l’on Durigon Claudio per la ulteriore, coerente conferma, della direzione intrapresa riguardo a Opzione Donna!”. E ancora, dello stesso gruppo Rita Rigoli dice: “On. Durigon, la proroga di Opzione Donna finalmente grazie a questo Governo che lei rappresenta, ha ripreso vita. E anche noi, in attesa della ormai prossima ldb, riprendiamo speranza e fiducia! Grazie per essere stato sempre positivo nell’incoraggiarci a sapere attendere

Pensioni ultime novità: commenti a Durigon su quota 41 e quota 100

Domenico Cosentino, Presidente del Patronato Inapi ha letto l’intervista e ha così commentato: “Le dichiarazioni dell’ onorevole Durigon vanno verso una seria riforma del sistema previdenziale che a mio giudizio deve significare 41 per tutti. Il mio dubbio è rappresentato sulla tempistica, sull’ argomento il sottosegretario, nel suo essere politico, glissa. Vorrei altresì ribadire che una riforma per essere tale non deve nascere in contrapposizione di una precedente da più parti considerata disastrosa, ma ripartire dai limiti della stessa e correggerli.

E, comunque é evidente, ormai a tutti, e i dati lo dimostrano, come quota 100 non sia stata, assolutamente risolutiva delle conseguenze negative della Fornero, che vige et impera ancora oggi, e tra tre anni, a scadenza della quota 100 tutto sarà esattamente come prima. Per buona pace di chi non ha avuto la fortuna di centrare 62+38 entro il 2021! Quindi chiamiamo le cose col giusto nome: Quota 100 e’ e sarà uno dei tanti provvedimenti del sistema previdenziale italiano ma non può in alcun modo essere considerata una riforma“. Vi anticipiamo anche che nei prossimi giorni continuano le nostre interviste esclusive, dopo quella a Durigon e quella a Ghiselli tra cui una proprio al presidente Cosentino, tornate quindi a trovarci!

24 commenti su “Pensioni ultim’ora oggi 30 luglio su opzione donna, quota 41 e quota 100

  1. Tra due anni andro” in pensione con 43 anni la quota 41 …la solita barzelletta di gino bramieri peccato che non e lui a raccontarla

  2. Ho 55 anni e lavoro come operaia metalmeccanica da 40 anni (a 15 anni ero già a lavorare), ma naturalmente non rientro nella categoria di lavori usuranti ,siete stati furbi a fare questa legge ,naturalmente l’opzione donna a me non riguarda anche perché altrimenti dovrei lavorare altri 4 anni! Quindi non aspetto altro di fare i 41 e 10 mesi,purtroppo.ma non lo sapete che lavorare in fabbrica è un lavoro usurante e faticoso x un uomo,figuriamoci x una donna.ah già è vero voi politici non potete saperlo anche perché la cosa piu ‘pesante che avete sollevato è una penna! Poverini mi fate pena!

  3. Sembra che il reddito di cittadinanza sia servito a non fare andare in pensione noi di quota 41!!! GRAZIE A DI MAIO forse mi sbaglio ma ho l’impressione che purtroppo sia cosi

  4. Andro’ con la FORNERO!!!! nel 2022 con 43 anni di contributi, con un piccolo vantaggio vista l’invalidità al 75 %
    altrimenti erano 44 (Ricordo che c’è che e’ andato con 38 ) e devo pregare “CHE RIMANGA LA FORNERO” Vista l’aria che tira. Alla prossima col cavolo che prendete il mio voto Durigon Salvini e company immagino vi sia cresciuto in naso come a Pinocchio!!!!

  5. 41. 100 x Ttti. Senza paletti.. Dove. Quando?? Se x la 100 si parte dai 62 anagrafici.. I precoci.. Si.. Ma..Se appartengono a categ. Ben definite… La 41 a 59 anni precoce Mann degli eletti.. NN va bene.. Troppo giovane..devo aspettare i 62 anagrafici.. Con 44 anni sulla schiena.. Risparmio 15 mesi.. Che Culo.. Grazie felpetta..

  6. Buongiorno a tutti sono Arcidiacono,
    Vorrei sapere come mai hanno fatto una legge 38-62 anni, tralasciando molti lavoratori che hanno maturato anche 5 anni in più come me, che chiudo quest’anno i 43 anni con 61 di età, mentre nn rientro fra i precoci perché non rientro nelle 12 mensilità. A mio avviso tutte leggi fatte contro i lavoratori.
    Chiedo delucidazioni se è possibile anche da parte del ministero.

  7. O.d., andrebbe bene se fosse meno penalizzata, è un’offesa alle donne che, oltre al lavoro ( nel mio caso 39 anni di contributi e 59 di età) hanno famiglia e figli ( 3) quindi tripplo lavoro, e …..una pensione sotto i 1000 euro, non si arriva a fine mese!!! Ma Loro prendono di più e con meno contributi e sacrifici, tanto li prendono a noi!!!

  8. Sono d’accordo con voi, ma se non fanno passare in tempi stretti quota 41 questi i nostri voti col ca.. O che li ripiglia o.
    ,

  9. Anche questi pagliacci di questo governo si sono rivelati dei parassiti come i precedenti parassiti politici.p.d.m.

  10. Siamo I fessi che porta avanti questo carrozzone, far lavorare chi a versato i contributi per 40 anni è una vergogna.

  11. Potrò sbagliarmi nel nostro Paese Italia in pensione si dovrebbe poter andare tutti con gli stessi anni di contributi politici commercianti e dipendenti stabilità la quota di versamenti vedi 40/41anni non esiste vincolo di età mentre deve esistere una età solo per chi ha versato meno di 40/41anni di contributi calcolando gli assegni sul cumulo de versamenti, è giusto che esistano le pensioni di invalidità con Cotrolli a sorpresa causa furboni tanto chi è realmente invalido o incapace sicuramente non bleffa.

  12. Sulle pensioni caro durigon fate veramente schifo avete preso in giro tutta la nostra categoria dei 41.. Avete fatto quota cento che non vi aveva chiesto nessuno almeno eravate Seri avreste fatto quota 100 per tutti quelli che la raggiungevano poteva pure passare.. Adesso ci vieni a dire che era troppo costosa.. Pagliaccio lo sapevi anche prima di proporla ma per andare al governo ci avete presi tutti per il c….o .. Andate a casa siete peggio della fornero

  13. Quota 100 deve rimanere anche dopo il 2021, e lasciare liberi di decidere altrimenti è un ingiustizia. Meno anni di contributi, pensione più bassa, ma non avere l obbligo di trascinarsi fino a 67 anni, che senso ha, chi vuole continuare, che lo faccia, avrà una pensione più alta, chi no, deve essere libero di andare. Questa è libertà di scelta. Noi dobbiamo pensare al futuro dei nostri figli, e l evasione fiscale, e le pensioni da capogiro che attualmente si pagano, e lo spreco delle pubbliche amministrazioni e le scelte politiche economiche sbagliate, quelle no, non rovinano il futuro dei ns. figli che all’età di 30 anni li dobbiamo sostenere noi che andremo a lavorare fino a 67 anni. Così vi sembra giusto!?

  14. Che boiata ,quota 41, altrimenti andate a ….Io ho già 41 anni e sarò penalizzato in ogni caso . Hanno rifatto la fornero tale e quale , vergogna

    1. Ho 40 anni di contributi e ho votato questo governo perché ci ha promesso quota 41, io che lavoro da quando avevo 16 anni sono già esausto questa quota 100 è na boiata, dopo 41 anni di lavora si deve andare in pensione senza se e senza ma

    1. Siamo quelli che tirano sto carrozzone. Vergognatevi far lavorare gente che ha versato contributi per oltre 40 anni.

  15. Sono pienamente d, accordo con Pantaleo Questi continuano a prenderci per il c.. o. Hanno sbandierato quota 41 in campagna elettorale per prendere più voti possibili ma non hanno detto che forse e dico forse l, avrebbero approvata dal 2022 e noi precoci non ce ne faremo più niente perché saremo già in pensione con la Fornero Buffoni Buffoni

  16. E vecchia oramai sta storia”faremo entro la legislatura”
    Ma durigon pensa che noi siamo stupidi??
    Sappiami benissimo che tra 3 anni il bacino dei 41 sarà come q100 ora….
    QUINDI PANZONE DI M….A SMETTILA DI PRENDERCI X IL C.. O!!!
    FATTI LA TUA LEGISLATURA E VATTENE A FANCULO!!!!!
    suppongo che non verrà pubblicato….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su