Restituzione Bonus 600 euro

Restituzione bonus da 600 euro INPS: chi deve ridarlo e perchè?

Stanno partendo i controlli sul bonus da 600 euro che l’INPS ha stanziato per il mese di marzo a partite iva ed autonomi per contrastare l’emergenza sul coronavirus. Ma chi rischia davvero di dover restituire quest’indennità da 600 euro? A causa dell’emergenza il bonus è stato mandato ad aprile a tutti coloro che ne hanno fatto richiesta tramite il sito dell’INPS, senza effettuare controlli. A breve l’INPS inizierà i controlli ex post, e chi non ha diritto al Bonus da 600 euro dovrà restituirlo per intero.

Bonus da 600 euro INPS: controlli e i numeri dell’INPS sugli assegni

Per quanto riguarda partite iva ed autonomi, in riferimento all’erogazione del bonus da 600 euro, l’INPS ha comunicato che ha ricevuto 4.772.178 domande e ne ha accolte 3.668.968. Al giorno 3 maggio, sono stati pagati dall’istituto3.427.837 indennità, mentre oltre 1,1 milioni di domande non sono state accettate.

Tra le domande non accettate l’INPS ha spiegato che “Circa 225 mila presentano Iban errato e si sta comunicando con i lavoratori per variazione; circa 300 mila sono state respinte per cumulo con pensione o reddito di cittadinanza già in pagamento; circa 630 mila avevano requisiti che non hanno superato i controlli e sono in stato di verifica\correzione per categoria sbagliata dall’utente”. Adesso i controlli stanno partendo e alcuni di quei 3 milioni e mezzo di bonifici dovranno esser restituiti. Vediamo nel dettaglio i motivi.

Bonus 600 euro INPS da restituire? Ecco I 4 casi

In linea di massima potete stare tranquilli se avete ricevuto il bonus da 600 euro, sono infatti soltanto 4 i casi in cui si dovrà restituire il bonifico, eccoli di seguito come scritti dal sito investireoggi:

  • Chi è iscritto ad un’altra forma previdenziale obbligatoria;
  • I titolari di pensione (eccetto per quella di invalidità o reversibilità);
  • I titolari di reddito di cittadinanza;
  • Altri casi specifici in cui i soggetti, al momento della richiesta, non avevano i requisiti d’accesso.

Tra coloro che non avevano i requisiti di accesso al momento della richiesta le categorie interessate sono: i lavoratori agricoli, quelli dello spettacolo e gli stagionali. Ripetiamo qui i requisiti necessari per il Bonus da 600 euro per questi casi particolari: “I lavoratori stagionali devono risultare disoccupati dal 17 marzo 2020, quindi devono aver cessato involontariamente il rapporto di lavoro nel periodo compreso tra questa data e l’1 gennaio 2019. Gli operai agricoli devono aver effettuato nel 2019 almeno 50 giornate effettive di attività di lavoro agricolo, mentre i lavoratori dello spettacolo devono avere 30 contributi giornalieri versati nel 2019″.

Ricordiamo infine che, come previsto dal decreto cura italia, non vi sono requisiti di reddito, quindi anche chi ha redditi elevati se soddisfa gli altri requisiti ha diritto al bonus da 600 euro. Voi cosa ne pensate di questa restituzione? Come sempre fatecelo sapere nei commenti qui di seguito

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

25 commenti su “Restituzione bonus da 600 euro INPS: chi deve ridarlo e perchè?

  1. Salve, lavoro part time i un b&b e sono anche cococo per cui iscritta alla gestione separata, ho fatto richiesta del bonus di 600 euro e mi è stata accettata la domanda per cui ho ricevuto l’indennità di Marzo ad Aprile. Poi la seconda indennità, automatica non è pervenuta (come a me anche ai miei colleghi cococo), nel frattempo il mio titolare ha richiesto la cigd (accolta). Ad oggi non ho ricevuto 1 euro della Cigd e neanche la seconda indennità di 600. Tramite il contact center mi dicono che l’indennità deve arrivare in automatico, ma non è che sono andate in conflitto le due pratiche?

    1. Sinceramente non saprei dirle, una esclude certamente l’altra, ma al più credo non le verrà erogato il Bonus. Provi ad informarsi presso un patronato a lei vicino.

      1. Per me non è giusto che i braccianti agricoli hanno usufruito di questi soldi quando loro durante l emergenza covid hanno lavorato…

  2. Gentile sig. Stefano Rodinò, mia domanda stata respinta con la motivazione di non essere p.iva e con contributo gestione separata! ho inviato tramite INPS risponde e anche prodotto su la domanda INPS il documento estratto conto inps dove è indicato il miei contributi incluso degli ultimi 7 anni come Parasubordinato e la data iscrizione in gestione separata nel 1994. Domando: La gestione separata è diversa del Parasubordintato? grazie per il vs consiglio.

    1. se lei è iscritta alla gestione separata INPS ed è una partita iva lo deve ricevere. Se non ha partita IVA la domanda le sarà respinta, mi spiace

      1. Grazie sig. Stefano per l utile informazione. ho la partita IVA regime speciale forfettario dal 2012 e nel INPS risulta nel estratto conto del montante contributivo INPS gestione parasubordinato c/rispettivo montante contributivo.
        mia ignoranza è se Parasubordinato è un categoria che non può avere il bonus? grazie mille e buon proseguimento

  3. Buonasera sono iscritto ad inps alla gestione separata come titolare di p’iva professionista
    il bonus a marzo mi e’arrivato ad aprile mi arrivera’ oppure no ?

  4. Io non capisco ancora oggi lavoratori stagionali io sono lucano sono 17 anni che lavoro tra hotel e ristoranti l’estate scorsa ho lavorato in un ristorante con ville facevamo matrimoni cresime battezzi compleanni comunioni il mio contratto partiva 1 maggio 31 settembre mi vedo respingere la domanda in quando non sarei uno stagionale ma il ministro che ha fatto il decreto lo sa’ che ci sono stagionali di pizzeria di ristorante e pure catering tutto questo e il solito magna magna all”italiani politici di merda

  5. Buonasera io sono una lavoratrice stagionale del turismo e mi hanno detto che la mia domanda è stata respinta in quanto non risulto come dipendente stagionale. Per risolvere devo passare per via giudiziaria, ma anche amici sempre in questo settore si sono fatti sentir dire domanda respinta mentre altri amici sempre stagionali l’hanno accettata e già hanno ricevuto la quota di marzo. Non capisco da cosa dipende, dal contratto..??? Perché stagionale è specificato nel mio contratto a tempo determinato, e poi non è la prima stagione.
    Grazie mille

  6. Buonasera. Ma esattamente, cosa significa “non essere iscritto ad un’altra forma previdenziale obbligatoria” per ricevere i bonus….

      1. Un cococo che lavora anche come dipendente part-time è quindi “iscritto a un’altra forma previdenziale obbligatoria”, ovvero all’inps? O l’inps non è un’ALTRA previdenza, poiché la gestione separata è per l’appunto SEPARATA ma parte della stessa? Grazie per l’aiuto.

          1. Intendevo se l’essere dipendente rientra nelle “altre forme previdenziali”.
            Ho fatto richiesta, e ho ricevuto l’indennità di aprile, ma non ho mai capito se in realtà sono esclusa.

  7. E uscito il nuovo decreto e io stagionale del turismo con zero probabilità di lavorare in quanto la struttura mi ha fatto sapere che nn mi chiameranno, sono ancora in attesa di esito…..ma questi S—— da CONTE C—-NE all ultimo impiegatuccio del c—o cosa aspettano a dirci come stanno le cose? Uso termini volgari che nn si addice a una signora , mamma di due figli con nessuno reddito, divorziata stagionale 4/6 mesi l’anno , ma non mi arrendo a me tocca questo bonus e tu impigatuccio inps di livorno che mi hai detto “non so perchè la domanda e ancora in istruttoria chiedI al datore di lavoro…” uno che dice queste str….. ops stupidaggini dovrebbero licenziarlo in tronco per mancata …anzi inesistente professionalità . chiudo affermando io mi vergogno “già un po prima di questo accaduto” ma non lo mai detto a voce alta ,ORA LO URLO MI VERGOGNO di essere cittadina ITALIANA.

  8. Sono un lavoratoe stagionale del turismo ho fatto richiesta di bonus perchè avevo tutti i requisiti che si richiedeva nel decreto.Dopo giorni e giorni che vedevo sul sito INPS in attesa di esito ho chiamato la sede provinciale inps che mi hanno comunicato che la domanda è stata respinta ma loro non sanno la motivazione perchè anche secondo la dipendente che mi ha risposto non vede quale possa essere il motivo, tutto dipende dalla sede centrale e non possono apportare modifiche .Per far valere i miei sacrosanti diritti mi devo rivolgere all’autorità giudiziaria non è possibile neanche un ricorso amministrativo. Assurdo. Duecentosessntamila strutture tra alberghi ,ristoranti ,campeggi non riapriranno per niente . Milioni di persone senza lavoro e senza sostegno e questo governo ci toglie pure un pò di ossigeno per tirare a campare qualche giorno in più. Siamo prossimi ad una catastrofe economica con conseguenze sociali disastrose che colpirà soprattutto i giovani e noi poveri lavoratori a tempo che putroppo siamo arrivati alla disperazione totale.

    1. Mi spiace molto, non avendo in possesso altre informazioni sul suo trascorso lavorativo e attuale non possiamo essere molto d aiuto per comprendere le ragioni di un rifiuto.

  9. Gli allevatori hanno partita iva ma hanno e stanno lavorando come sempre e secondo me non gli spettava il bonus 600 euro ,UNA VALANGA DI SOLDI

  10. Sono un artigiano a me e stata respinta perche percepisco una piccola pensione di 158.00 euro io no pretendo il bonus intero ma almeno mandatemi la differenza io le tasse le pago come tutti gli altri si devono solo vergognare .peccato che non ci sia qualche politico onesto che non prende in carico questi problemi che molti italiani anno come me . Io vorrei vederlo loro se con 158.00 euro riescono a campare queste cose succedono solo in Italia

  11. Peccato che siamo in migliaia a nn aver ricevuto neanche una risposta, che le nostre domande siano “in attesa di esito “ da primi 3/4 giorni di aprile e che rispondano solo servono ulteriori verifiche

    1. Se per verificare tutte le domande con ATTESA ESITO nè controllano 50- 100 al giorno forse nel 2025 ne sapremo qualcosa (ma a quella data non ci arriveremo mai perché moriremo dalla fame molto prima)

      1. Sono un artigiano a me e stata respinta perche percepisco una piccola pensione di 158.00 euro io no pretendo il bonus intero ma almeno mandatemi la differenza io le tasse le pago come tutti gli altri si devono solo vergognare .peccato che non ci sia qualche politico onesto che non prende in carico questi problemi che molti italiani anno come me . Io vorrei vederlo loro se con 158.00 euro riescono a campare queste cose succedono solo in Italia

        1. Io sono quasi nelle stesse condizione o in pensione di 408€ ma essendo ancora in attività ne pago 330€ di contributi mensile e non mi è stata accettata è una vergogna quando attività che hanno lavorato hanno ricevuto il bonus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su