Riforma pensioni 2018, novità oggi 1/6: quali misure in vista?

Le ultime novità sulla riforma pensioni 2018 riguardano la nascita del Governo Giallo – Verde, ora gli occhi dei lavoratori e di coloro che confidavano nel cambiamento sono tutti puntati sulle prossime mosse di Lega e M5S. Le attese di donne, precoci ed esodati solo altissime, viste le ambiziose promesse fatte in campagna elettorale, e il punto 17 esplicitato nel contratto di Governo in cui si parla di ‘abolizione della Riforma Fornero’ con realizzazione di quota 100 e 41 e proroga dell’opzione donna. Le prime reazioni a caldo dopo l’annuncio della squadra di Governo.

Riforma pensioni 2018, gli auguri al nuovo Governo

Mauro d’Achille, amministratore del gruppo Lavoro e pensioni: Problemi e soluzioni, ha scritto:  “Abbiamo un Governo, finalmente, adesso BUON LAVORO. Che sia sguardo attento e risolutivo quello rivolto al mondo della previdenza del lavoro dei gravi vulnus in attesa , di cui sarà ministro l’On. Di Maio”

Elide Alboni, amministratrice del Comitato esodati licenziati e cessati ha scritto: “Il COMITATO ESODATI LICENZIATI E CESSATI  porge alla squadra di Governo , ai Ministri assegnati a governare, i migliori auguri di buon lavoro”.

Orietta Armiliato, amministratrice del Comitato Opzione donna Social, scrive pungente: “Augurando buon lavoro al Primo Ministro ed a tutta la sua squadra, auspichiamo che quanto contenuto nel programma di governo concordato fra le due forze politiche. espressione di questo Governo del cosiddetto Cambiamento, possa vedere presto la sua realizzazione: i cittadini sono già in coda alla cassa per “ritirare” quanto loro promesso in cambio della loro preferenza”

Enrico, lavoratore precoce ha augurato buon lavoro al nuovo Governo, ricordando il motto dei lavoratori precoci : ‘Ministro del lavoro Auguri Buon Governo : 41 PER TUTTI SENZA SE E SENZA MA”

Pensioni anticipate 2018, da quota 100/41 a opzione donna, fino agli esodati: aspettative enormi

Le aspettative sull’operato del nuovo Governo, specie in campo previdenziali sono davvero molte come ricorda Claudio Ardizio, coordinatore nazionale comitati esodati D’Italia: “ERA ORA dopo 88 giorni Nasce il governo Lega – 5 stelle .. Buon lavoro … Le aspettative sono ENORMI generate dai loro programmi elettorali . Nel contratto di Governo non si parla esplicitamente di NONA salvaguardia per ESODATI Esclusi …. auspichiamo che per sintesi non è stato scritto nel contratto di Governo Lega – 5 stelle , ma che si attui nella legge finanziaria per il 2019 + tutti i provvedimenti promessi. Salvini lo aveva scritto nel programma elettorale della Lega … solleciteremo il nuovo Ministro del Lavoro Di Maio e Salvini “. Virginia, esodata, scrive sul nostro sito:Nona salvaguardia; siamo in 6.000 le vittime di una decisione incostituzionale. Da mettere in campo, subito.

Frank Rizzo, amministratore del gruppo Giovani, Lavoro , pensione, ha ricordato l’importanza di attuare subito la quota 100 senza paletti e la necessità di abolire l’adv, le sue parole: “ Noi come sempre, come gruppo nato contro la maledetta legge Fornero, per un equo diritto alla pensione (non in punto di morte) per i diritti previdenziali dei lavoratori tutti dipendenti ed autonomi, per un giusto ricambio generazionale quindi con i giovani e per i giovani.
 Noi vogliamo il ripristino delle condizioni ante Fornero, una quota 100 senza limiti minimi di età, e subito l’abolizione dell’iniqua aspettativa di vita.
 Noi vogliamo i fatti e speriamo che questi siano rapidi, troppe le sofferenze che abbiano subito e sopportato in questi ultimi sette anni.  Prima i fatti, nero su bianco.”

Riforma pensioni, precoci e donne in attesa

Vania Barboni, amministratrice opzione donna proroga al 2018, in rappresentanza di un nutrito gruppo di lavoratrici che vedono nel nuovo governo la speranza per uscire prima dal mondo del lavoro, ricorda a Lega e M5S di mantenere gli impegni presi, ossia prorogare l’opzione donna:  “Buon lavoro …. aspettiamo che gli impegni presi vengano rispettati e mantenuti !

Pasquale, dei lavoratori precoci ci ricorda quanto sottoscritto nel “contratto di Governo dal Capo Politico del “Movimento 5 Stelle” e dal Segretario Federale della Lega, AL PUNTO 17. PENSIONI. STOP LEGGE FORNERO . A pag. 33 , PER QUANTO RIGUARDA LA QUOTA 100 così prevede: Daremo fin da subito la possibilità di uscire dal lavoro quando la somma dell’età e degli anni di contributi del lavoratore è almeno pari a 100, con l’obiettivo di consentire il raggiungimento dell’età pensionabile con 41 anni di anzianità contributiva, tenuto altresì conto dei lavoratori impegnati in mansioni usuranti. ALLA LUCE DI QUANTO SOPRA, NESSUN PALETTO E’ FISSATO COME REQUISITO ANAGRAFICO.” Non resta che attendere le prime misure da parte del nuovo Governo per comprendere se e quante promesse verranno /potranno essere mantenute. Sarà nostra cura seguire passo passo tutto ciò che accadrà sul versante pensioni e fornirvi quotidianamente le novità.

Erica Venditti

Erica Venditti

Mi chiamo Erica Venditti, classe 1981. Da aprile 2014 sono giornalista pubblicista Scopri di più

16 pensieri riguardo “Riforma pensioni 2018, novità oggi 1/6: quali misure in vista?

  • Avatar
    3 Giugno 2018 in 10:00
    Permalink

    Circolano Delle indiscrezioni che parlano di quota 100 ma con minimo 64 anni di età e 36. Di contributi e quota 41 che sarà 41,5 senza limiti di età ok facciamoli iniziare a lavorare poi si vedrà , al massimo quando sarà nuovamente ora di andare al voto ribalteremo tutte le statistiche come accaduto negli ultimi anni c’è gente che è passata dal 40 % al 20% in un lampo , quindi cari politici è consigliabile mantenere le promesse fatte ai Cittadini . ( Ricordate sono gli elettori che decidono gli eletti.)

    Rispondi
  • Avatar
    2 Giugno 2018 in 18:48
    Permalink

    Sono un precoce con lavoro gravoso,. Ho inoltrato domanda in febbraio…queste nuove riforme andranno a sostenere ancora i precoci lavoratori usuranti e gravosi? Grazie

    Rispondi
    • Erica Venditti
      4 Giugno 2018 in 10:54
      Permalink

      Poalo chi ha già effettuato domanda con i requisiti vigenti non verrà toccato da eventuali modifiche, deve attendere la risposta da parte dell’Inps sull’accertamento dei requisiti, stai tranquillo.

      Rispondi
  • Avatar
    2 Giugno 2018 in 10:41
    Permalink

    Se ,come detto, la cifra messa in campo per quota 100 corrisponde a 5 miliardi , che sono poi le risorse che il nuovo governo vuol risparmiare sugli immigrati , va da sé , senza essere abili ragionieri che i paletti ci saranno e molto pesanti , 64 anni minimo 36 di contribuzione .

    Rispondi
  • Avatar
    2 Giugno 2018 in 9:47
    Permalink

    Nessuno parla delle pensioni di vecchiaia ..in particolare delle famose 15 enni Derogate nate nel 1952 che sono nel limbo dal 2012……………………

    Rispondi
  • Avatar
    2 Giugno 2018 in 8:21
    Permalink

    Sulla base del Contratto per il Governo del Cambiamento, per quanto riguarda la QUOTA 100, NON SI EVINCONO LIMITAZIONI SIA PER QUANTO RIGUARDA L’ETA’ ANAGRAFICA CHE L’ANZIANITA’ CONTRIBUTIVA.
    Tale quota , pertanto, allo STATO DEL CONTRATTO (DEFINITIVO), dovrebbe essere CENTRATA sommando L’età anagrafica e L’anzianità contributiva. (RITORNO ALLE COSIDDETTE QUOTE).

    Da considerare, altresì, che sempre dal Contratto si inserisce anche la QUOTA 41, che dovrebbe riguardare esclusivamente coloro i quali raggiungono i 41 anni di contribuzione .

    IN QUESTO CASO UNICA CONDIZIONE (COME INDICATA DA CONTRATTO), E’ QUELLA DEL RAGGIUNGIMENTO DELLA CONTRIBUZIONE (41 ANNI), indipendentemente DALL’ETA ANAGRAFICA.

    Dal contratto si evince che è NECESSARIO raggiungere UN’ANZIANITA’ CONTRIBUTIVA PARI A 41 ANNI, indipendentemente dall’ETA’ ANAGRAFICA.

    Rispondi
  • Avatar
    1 Giugno 2018 in 19:08
    Permalink

    Ancora nessuno si pronuncia sull’eta’ minima di quota 100. Mi auguro che la Lega non prenda per buono il programma di Alberto Brambilla che prevede una eta’ anagrafica minima di anni 64. Io continuo a sostenere che verra’ messo tale paletto. In campagna elettorale si e’ sempre parlato di quota 100 senza se e senza ma. Tutti coloro che hanno votato la Lega si augurano che in Consiglio dei Ministri venga portata per l’approvazione la quota 100 senza limiti. Sarebbe un pessimo inizio non rispettare l’impegno preso in campagna elettorale.

    Rispondi
  • Avatar
    1 Giugno 2018 in 18:37
    Permalink

    Riforma Amato 1992 – Riforma Dini 1995 – Riforma Prodi 1997 – Riforma Berlusconi 2001 – Riforma Maroni 2004 – Riforma Damiano/Padoa Schioppa 2007 – Riforma Fornero 2011 … E ora? sara’ fatto un passo in avanti a favore del lavoratore?
    E …. (se sara’ realmente migliorativa) QUANTO TEMPO DURERA’ QUESTA ENNESIMA RIFORMA?!?

    Rispondi
  • Avatar
    1 Giugno 2018 in 18:10
    Permalink

    E’ doverosa la nona salvaguardia esodati : Esclusi per qualche mese da uno dei tre parametri , il prossimo mese maturo l’ultimo dei parametri per cui sono stato escluso da ottava salvaguardia i 61,7 anni di anzianita’ . VOGLIO UNO STRACCIO DI PENSIONE

    Rispondi
  • Avatar
    1 Giugno 2018 in 16:27
    Permalink

    Solo una precisazione ma che ritengo importante onde non indurre confusione nelle persone che attendono con apprensione che si avvii la macchina legislativa. Come Comitato “Esodati Licenziati e Cessati”, da tempo ci stiamo adoperando affinché la nona salvaguardia venga approvata con la massima urgenza e non certo che si attenda la Legge di Stabilità 2019 per utilizzare i fondi residui della ottava salvaguardia. I fondi disponibili sono ampiamente sufficienti (circa 720 mln per un fabbisogno di circa 350 mln) e la nona salvaguardia può essere approvata a costo zero. Data l’esiguità dei numeri in gioco, è solo una questione di volontà politica approvare quanto prima, e per decreto, la nona salvaguardia come del resto è stato fatto già nel passato. Non c’è alcuna ragione che possa indurre il Governo ad infliggere un ulteriore anno (se va bene) di attesa a chi, contrariamente al dettato costituzionale e le numerose sentenze che portiamo a corollario, è stato privato di ogni reddito ormai da oltre sei anni. Molti di questi esodati hanno già superato la decorrenza pensione e altri sono in procinto di superarla. Ho ritenuto doverosa tale precisazione, a tutela della credibilità del Comitato che coamministro e della serenità delle persone che, nella specchiabilità del suo operato, confidano.

    Rispondi
  • Avatar
    1 Giugno 2018 in 15:50
    Permalink

    QUOTA 100 (SOMMA ETA’ ANAGRAFICA ED ETA’ CONTRIBUTIVA) – QUOTA 41 PER TUTTI – PROROGA OPZIONE DONNA

    C’E’ TANTA ATTESA ED ANSIA PER I PROVVEDIMENTI CHE IL NUOVO GOVERNO DOVREBBE PRENDERE IN MERITO ALL’ANNUNCIATO SUPERAMENTO DELLA LEGGE FORNERO.
    AUGURO DI VIVO CUORE ALLE MIGLIAIA E MIGLIAIA DI LAVORATRICI E LAVORATORI COMPRESO A CHI SCRIVE, CHE CI SIA DATA FIN DA SUBITO LA POSSIBILITA’ DI USCIRE DAL LAVORO (così come indicato al comma 2 dell’art. 17 del Contratto per il Governo del Cambiamento).
    CON I PIU’ CORDIALI SALUTI.

    Rispondi
  • Avatar
    1 Giugno 2018 in 13:58
    Permalink

    come previsto… relativamente a quota 100 / 41 iniziano a circolare già i primi MA e FORSE e QUINDI e EPPURE e SEBBENE …. quota 100 viene già proposta con un paletto di 62 anni minimo di età , 64/65 da alberto brambilla della lega e quota 41 diventa 41+5 mesi. perchè allora è stata sempre e comunque issata come bandiera elettorale “ABOLIREMO LA LEGGE FORNERO SENZA SE E SENZA MA”. inoltre viene confermato che la riforma sarà graduale e quindi VEDREMO LA SUA APPLICAZIONE PRIMA DEL TERMINE DELLA LEGISLATURA ? la monti/fornero è stata approvata in 17 giorni, perchè la sua abolizione ne dovrebbe richiedere 1500 ? l’abolizione significa il ritorno alla situazione pre monti/fornero e cioè quota 100 senza paletti, oppure volendo si può introdurre il limite minimo di 35,7 anni che è la media europea di tempo lavorato per accedere alla pensione. 40 anni e oltre di contributi lavorati / versati VANNO BEN OLTRE LA MEDIA EUROPEA in testa perfino alla germania. questo governo se agisce secondo questi principi parte MOLTO MOLTO MALE e rinnega quello che ha sempre declamato qualche mese fa.

    Rispondi
    • Avatar
      1 Giugno 2018 in 17:33
      Permalink

      Aspettare la Legge di stabilità 2019 per noi esodati ancora esclusi che attendiamo da quasi 7 ANNI? :-O
      Ma chi si spaccia per “coordinatore nazionale” (che evidentemente è già andato in pensione) perché non si fa da parte visto che non sa di che parla e nessuno gli ha dato l’incarico di fare da nostro portavoce?
      La #NONASALVAGUARDIA va fatta per decreto SUBITO! Stiamo già aspettando… e molti di noi hanno già raggiunto i requisiti! Altro che aspettare 1 altro anno… e poi magari vedersela scippare di nuovo…

      Rispondi
  • Avatar
    1 Giugno 2018 in 13:48
    Permalink

    In bocca al lupo al nuovo governo del cambiamento….buon lavoro…e speriamo che i sogni di moltissimi italiani finalmente si passano realizzare!!!Buona fortuna a tutti 🍀🍀
    #ODPROROGA2018

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *