Pensioni 2018, social contro la nuova Riforma: meglio la Fornero

Riforma pensioni 2018, ultimissime: web infuriato col M5S, traditori!

Le ultime novità sulla riforma pensioni arrivano da Luigi Di Maio che cerca di spiegare ai suoi elettori che l’apertura verso il Pd non è un’alleanza, ma un modo per salire al Governo con un programma definito, sui punti più cari ai cittadini, al fine di far rinascere l’Italia. Reddito di cittadinanza, ridurre le tasse, aiutare le famiglie che fanno figli, tagliare gli sprechi e ridurre gli effetti della Fornero,  solo alcuni dei temi citati.

Nel messaggio che Di Maio ha da poco postato su Facebook , nella sua pagina personale, in accompagno al video in cui spiega cosa sta cercando di fare il M5S pur di poter Governare e rispettare il patto con gli elettori, cerca di sedare gli animi di quanti in queste ore ribadiscono il loro ‘no al Pd’. Non si tratta di alleanza spiega, si stanno sbagliando i termini, si tratta di buon senso. Il web, nonostante le rassicurazioni, è infuriato e si scatena con una raffica di messagi sotto il post, che in poco meno di un’ora ha raccolto bene, la rabbia degli elettori, che si sentono ‘traditi’ dal Movimento 5 Stelle e che assicurano che se si tornerà al voto, mai più voteranno per loro.

Riforma pensioni 2018, Di Maio spiega: nessuna alleanza, occorre mettere al centro il cittadino

Voglio dire prima di tutto di uscire dalla logica della prima e della Seconda Repubblica: tutti parlano di alleanza, qui non si tratta di una alleanza. Si pensa e si usa ancora un linguaggio completamente sbagliato. Come ho detto inizia la Terza Repubblica in cui al centro si mette il cittadino. Qui le forze politiche fanno un passo indietro e sono i cittadini a fare un passo avanti. Con il contratto di governo sul modello tedesco ci sarà prima di tutto il cittadino e i suoi bisogni: con un elenco delle cose da fare”

Poi precisa: “Io capisco chi dice tra in nostri mai col Pd e tra i loro mai col M5S. Ma rendiamoci conto che qui il tema non è andare con il Pd come non era andare con la Lega, qui si sta dicendo: fare il reddito di cittadinanza, ridurre le tasse, aiutare le famiglie che fanno figli, tagliare gli sprechi. Senza negare le profonde diversità che abbiamo. Certo bisogna fare uno sforzo nella direzione del cambiamento. E anche al Pd dico di non entrare nella logica per cui il Movimento 5 Stelle debba negare le battaglie storiche del passato, e chiedo lo sforzo di non difendere per partito preso l’operato di governo di questi anni. E’ chiaro che dal 4 marzo emerga una richiesta dei cittadini sul precariato, sugli effetti della Fornero, sugli insegnanti che vengono mandati a lavorare a 1000 km da casa, sulle grandi opere inutili. Su questi problemi chiedo di far prevalere il buonsenso”.

Pensioni 2018, la rabbia del web: se vai verso il Pd sei un traditore

Durissime le critiche degli elettori che in pochissimi minuti hanno letteralmente invaso di commenti il post di Di Maio mostrando tutta la loro amarezza nei confronti di un M5S che ha chiuso con la Lega, con cui aveva affinità, specie in campo previdenziale. Ricordiamo infatti che sia M5S quanto Lega in campagna elettorale erano favorevoli all’abolizione o al radicale cambiamento della Riforma Fornero con forme di flessibilità in uscita come Quota 100 quota 41 e opzione donna; per andare verso un Pd, che gli elettori volevano punire con il voto di protesta. Lo sconcerto e la delusione degli elettori:

Gina, scrive: “No, ti prego Luigi, PD nooooo!!!!! Io credo ti stiano tendendo una trappola. Fra sei mesi faranno cadere il tuo governo come da accordo con Berlusconi! Io sono un’insegnante è il PD con Renzi ce ne ha fatte passare di tutti i colori! Il mondo della scuola ha votato voi per mandare definitivamente via Renzi e compagnia bella! Non ci tradire, ti prego!!!!!

Nicola, aggiunge:Coerenza 0 se ci si alleasse con il PD. Meglio non creare un governo , a questo punto se apri al OD che sono più mafiosi e corrotti di molti altri devi aprire anche a Berlusconi. Spero di non pentirmi di questo voto e questa lotta che ho fatto x voi”

-Paolo, rincaraNon farai niente di tutto quello che hai scritto, perchè ti taglieranno le palle, il pd ci ha rovinati e tu fai alleanza con loro? Sarebbe stato più saggio tornare alle votazioni, Luigino se ti sei alleato col PD… sei una delusione

-Marta, delusa aggiunge: “Gli Italiani il 4 marzo hanno espresso un cambiamento di rotta, hanno rottamato il PD ! Ed hanno votato voi ed il centrodestra, allora voi non eravate il cambiamento mi viene da pensare se fate un contratto con il peggio del peggio ! E poi cosa è un contratto di governo se no un’ alleanza ??!!!”

Anna, ferra conclude:Mi dispiace, ma in nessun caso il pd può essere considerato meglio di Berlusconi.
A questo punto mille volte Salvini e pazienza se B va a traino, mi viene da dire. Ma il pd… ha rappresentato il peggio del peggio per questo Paese, e voi ora vi impastate con quelli. Se accadrà una cosa è certa: mai più vi voterò, e credo saremo in tanti”.  Voi, cosa ne pensate di un eventuale Governo M5S-Pd?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su