Pensioni 2018, Di maio porge la mano a Salvini per abolire la Riforma Fornero

Riforma pensioni 2018, ultim’ora: lavoratori appello al M5S e alla Lega: unitevi!

Le ultime novità sulla riforma pensioni all’8 marzo 2018 giungono direttamente dai social, i lavoratori, precoci e non, invitano le forze politiche che hanno avuto la meglio alle elezioni politiche del 4 marzo scorso, ad unire le forze per il bene del Paese. Chiedono dunque a Luigi di Maio, candidato premier per il Movimento 5 Stelle e a Matteo Salvini, candidato premier per la colazione di centro destra,  di riporre il proprio ego personale e di unirsi al fine di formare n Governo che dia stabilità all’Italia, ma soprattutto che rispetti le promesse, specie in campo pensionistico e sul lavoro.

Pensioni 2018, appello a Salvini e Di Maio: mantenete le promesse! Quota 100 e 41 subito!

La gente, dicono in massa sui social, ha votato per il cambiamento, per una maggiore giustizia sociale per ridurre gli sprechi e per garantire agli anziani una pensione dignitosa dopo 40/41 anni di contributi e ai giovani la sicuezza di un posto di lavoro. Ora che entrambi hanno vinto a partire da queste promesse, senza però raggiungere la maggioranza utile per salire al Governo, è giusto, proseguono i cittadini, che uniscano le forze per far rinascere un Paese stanco e sfiduciato, in caso contrario anche questi voti di protesta a nulla saranno serviti.

Riforma pensioni 2018, le richieste al M5S e alla Lega: unitevi, basta protagonismi

Filippo Vitale, moderatore del gruppo lavoratori precoci uniti  a tutela dei propri diritti, ha scritto:

“La maggioranza delle persone vuole al comando Salvini con il cdx o i M5S, visto che da soli non ce la fanno, sarebbe da persone intelligenti e per il bene dell’Italia, e degli Italiani, (visto che noi abbiamo creduto in essi) che visto i punti di incontro si mettessero assieme e lasciassero quelli del pd alla opposizione.  Questo è quanto vuole l’Italia e gli Italiani”.

Roberto Sinesi, rivolgendosi a Matteo Salvini, scrive su Facebook:

“Finite le elezioni, gli unici due partiti che vorrebbero superare la riforma fornero con quota 41 e quota 100 hanno sbancato ,il movimento cinque stelle come primo partito in assoluto e la lega come primo partito della coalizione che ha preso più voti. Vorrei fare un appello a Salvini , cerca la collaborazione di Di Maio per la quota 41 e quota 100 visto che potrebbe essere l unico a sostenere non essere tanto sicuro che Berlusconi e Meloni ti appoggino su quello. A NOI lavoratori non interessano gli screzi tra lega e movimento cinque stelle ,a noi lavoratori interessa una vostra cooperazione non dico che ci devi fare un alleanza per carità, ma, siccome i loro voti ti saranno determinanti per la quota 41 e quota 100 , non dare frecciatine perché le frecciatine non aiutano ad avere il loro appoggio e stai sicuro che all interno della tua coalizione forza italia e fratelli d italia ti lascerà da solo. Ho sentito gli esponenti del movimento cinque stelle dire cercheremo la collaborazione di tutti sentiremo tutti, ecco…. così dovresti fare,ricorda a noi lavoratori interessa la vostra cooperazione per raggiungere l obiettivo per cui noi in questo gruppo stiamo cercando di ottenere”

Valerio Cugge, commentando sotto al post, aggiunge: “ Forse ci siamo dimenticati che campagna elettorale è finita ora abbiamo bisogno di un governo, la risposta del voto è chiara cambiamento il signor Salvini e ed il signor Di Maio pensino a chi gli ha riposto la fiducia“.

Per Mario Monti, senatore a vita,  invece, l’unione tra Salvini, la sua flat tax, e Di Maio, con il reddito di cittadinanza, sarebbe un disastro. E’ stata una lotta tra populisti!

Pensioni 2018, parla senatore Mario Monti l’ Unione M5S e Lega: “strage degli innocenti”

Intervistato dalla Stampa il Senatore Monti ha detto, senza mezze misure: ” Con Di Maio e/o Salvini potrebbe rivelarsi più facile combinare un’impostazione produttivistica “di destra” con un’impostazione distributiva “di sinistra”. Certo, se si introducessero il reddito di cittadinanza e la flat tax, nessuno protesterebbe. Ma sarebbe la “strage degli innocenti”: gli italiani di domani farebbero bene a non nascere, per non essere stroncati dal debito pubblico che scaricheremmo su di loro».  Poi aggiunge affinché l’Italia possa ripartire occorrono manovre mirate: ” Servirebbero dei correttivi, cose che qualunque governo dovrebbe fare. Come creare un mercato che funzioni, tagliare le tasse, battere l’evasione fiscale e ridurre le diseguaglianze”.

Voi cosa ne pensate, ha ragione il Senatore Monti o confidate in un’unione tra M5S e Lega?

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!

Autore dell'articolo: Erica Venditti

Erica Venditti
Mi chiamo Erica Venditti, classe 1981, ho conseguito in aprile 2012 il titolo di Dottore di Ricerca in Ricerca Sociale Comparata presso l’Università degli studi di Torino con una tesi dal titolo “L’indebitamento delle famiglie in Italia tra difficoltà, desiderio, identità e strategia”. Ho focalizzato negli ultimi anni il mio interesse di ricerca sui temi riguardanti l’indebitamento delle famiglie italiane e il credito al consumo. Nel febbraio 2010 ho pubblicato con Meloria Editore l’ebook “Il credito al consumo: strategia di vita o trappola? Il fenomeno dell'indebitamento e la sua evoluzione sociologica”. Ho collaborato dal 2006 al 2012 presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università di Torino partecipando a progetti di Ricerca sulla transizione alla vita adulta e sulla crisi del Ceto Medio, scrivendo 3 capitoli del libro “Restare di Ceto Medio” edito da Mulino nel 2010. Attualmente , dopo aver vissuto in Germania per 4 anni, sono tornata a risiedere a Torino e i miei principali interessi riguardano i temi economici-sociali . Nell'ultimo periodo dal 2013 ad oggi collaborando con più testate giornalistiche online sono divenuta 'esperta di lavoro ' mi occupo principalmente di stilare articoli riguardanti tutto ciò che concerne il tema pensioni! Da aprile 2014 sono giornalista pubblicista.

15 commenti su “Riforma pensioni 2018, ultim’ora: lavoratori appello al M5S e alla Lega: unitevi!

    Filippo Ventrella

    (12 marzo 2018 - 12:48)

    Un appello accorato a M5S e Lega : UNITEVI e fate la riforma Quota 100 !!!

    lorenzo

    (10 marzo 2018 - 16:09)

    Siete giovani e se non volete bruciarvi,conviene allearvi, anche a tempo, per realizzare almeno le promesse che vi accomunano (fornero, immigrazione e investimenti per creare lavoro).
    L’appetito vien mangiando e vedrete che riuscirete a trovare l’intesa anche su altri punti che al momento vi vedono un pò più distanti ( riduzione tasse e reddito di cittadinanza). Non perdete questa opportunità perchè al prossimo giro, tra 6 mesi, 1 anno o foss’anche tra 5 anni, il popolo si ricorderà affossandovi. Liberatevi dall’orgoglio personale e pensate al bene del paese. A Salvini suggerisco di liberarsi con cautela di Forza Italia ( il Berlusca al momento può tornare utile a livello europeo) mentre , a Di Maio, di lasciar perdere il PD oramai in caduta libera anzi dare subito il colpo di grazia ( il ferro si batte quando è caldo) a quella gentaglia a cominciare dal presuntuoso Renzino che come i gatti potrebbe avere sette vite. E quale migliore occasione per dimostrare di essere leali, onesti e coerenti, passando dalle parole ai fatti ? Buon Lavoro.

    BERNARDO

    (9 marzo 2018 - 19:57)

    Un ciao a tutti. Io non sono un morto di fame come dicono di chi ha votato cinque stelle ( per il reddito di cittadinanza). A dire il vero avrei potuto votare Salvini… Quello che il popolo italiano credo abbia chiesto e’ un cambiamento; anzi una inversione di rotta…dalle politiche sociali: pensioni, immigrazione ecc… alla politica internazionale fino ad una piu’ equa ripartizione della ricchezza nazionale. un si all’Europa ma con con una attenzione alle direttive della politica monetaria che non privilegi i poteri finanziari , ma i cittadini europei…Se per raggiungere questi obbiettivi abbiamo bisogno di leader populisti….viva DI MAIO E SALVINI.

    sorbello salvatore

    (9 marzo 2018 - 16:53)

    ho votato voi per abrogare la legge Fornero la più infame legge contro il lavoratore unitevi e fate quello che avete promesso.

    sorbello salvatore

    (9 marzo 2018 - 16:50)

    SALVINI E DI MAIO IO HO VOTATO VOI PER CANCELLARE L’INFAMIA PIU GRANDE LEGGE FORNERO CHE HA SUBITO IL

    LAVORATORE, E L’ITALIA VI SARA’ RICONOSCENTE PER SEMPRE.

    Tony Grieco

    (9 marzo 2018 - 8:12)

    Qui si discute del bene dell’
    italia, se si torna a votare non si conclude niente perché la legge elettorale è sbagliata. Salvini, Di Majo unitevi.

    Rosanna

    (9 marzo 2018 - 0:26)

    Io penso che con le votazioni il popolo italiano si sia espressa chiaramente. 5 stelle e Lega sono i partiti sulla quale gli italiani hanno posto la loro fiducia. Adesso insieme potrebbero fare ciò che l’Italia ha bisogno.. In primis abolizione legge Fornero (condivisa da entrambi) poi se sono come dicono diversi dai preceduti politici trovare un punto di incontro per il bene del paese e dare un governo per iniziare ad occuparsi del popolo.

    Rita

    (8 marzo 2018 - 19:17)

    Ho votato chi tagliava i vitalizi e avrebbe rivisto la legge Fornero perché , solo agendo così , é possibile un ricambio generazionale .È impensabile che gli “anziani” lavorano ancora e i giovani sono a spasso.La colpa non è dei giovani che hanno voglia di “fare”.Non sono bamboccioni, come disse Brunetta.Sono incerti sul futuro in quanto ,fino adesso, non ha dato garanzia e stabilità. Quindi , si mantenga fede alle promesse e che diventino reali oggi più che mai .Non dobbiamo essere il fanalino di coda ,non dobbiamo solo gloriarci del passato.Viviamo nel presente e il futuro sarà senz’altro migliore.
    Un’ insegnante che ha già dato nella scuola e per la scuola.Niente deve restare inascoltato da chi vi ha sostenuto.
    BUON LAVORO!

    Massimo

    (8 marzo 2018 - 18:05)

    Penso che dovrebbero fare anche i politici dei sacrifici rinunciando anche loro ai tanti privilegi che il popolo italiano fino adesso ha concesso….per avere in cambio un debito pubblico alto che poi chi paghera’ ??? Noi lo stiamo gia’ pagando, i nostri figli cercano di scappare dall’Italia, quindi vogliamo smetterla di giocare ancora sulla pelle di chi produce ricchezza per farvi fare la vita’ da pascia’??? Unitevi e cerchiamo di fare seriamente tutti dei sacrifici nel bene dell’Italia altrimenti dovrei pensare che non amate l’Italia e gli italiani che vi hanno votato per il cambiamento auspicato.

    Padre

    (8 marzo 2018 - 17:23)

    Salve ………sono pienamente d’accordo con l’unione di maio salvini…………….mettete da parte l’orgoglio siete le uniche due petsone con ideali per salvare l’Italia……….fora salvini e di Maio forzaaaaaaaaaaa…..

    Giovanni

    (8 marzo 2018 - 15:59)

    Il Popolo Italiano ha espresso con il voto del 4 marzo 2018 la piena fiducia sui programmi del MOVIMENTO CINQUE STELLE E della LEGA
    Adesso non avete piu’ alibi la vostra collaborazione e’ inevitabile. Se è vero , come io credo, che le poltrone non sono al centro delle vostre visioni, ma , al centro vi è la risoluzione, finalmente, dei problemi del popolo italiano, per la prima volta, il mio voto non è stato inutile.

    ros riccardo elia

    (8 marzo 2018 - 15:42)

    Urge la cancellazione lg fornero , per i disoccupati esodati over 62 invalidi senza lavoro e senza pensione!!!!!

    Roberto

    (8 marzo 2018 - 14:09)

    Unitevi e fate quello che avete promesso

    claudio rania

    (8 marzo 2018 - 13:46)

    di fatto in un paese civile e democratico si dovrebbe tenere in grande considerazione il volere espresso dai cittadini tramite il loro voto,
    noi elettori non abbiamo bisogno di chiacchiere ma di fatti. la legge fornero è semplicemente scandalosa come l’ape volontaria e non degni di un paese civile.
    i cittadini mai come ora hanno votato i programmi e deluderli ancora una volta svuoterebbe il concetto di democrazia dei suoi più alti contenuti. fate tutti gli accordi che volete ma date risposta ai mandati che vi sono stati dati.

    Antonio

    (8 marzo 2018 - 13:44)

    Di Maio e Salvini siete due persone piene di sani valori: UNITEVI e date inizio ad una nuova e positiva Repubblica! Le “carte” ce l’avete entrambi.
    Forza!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *