Riforma Pensioni 2019 ultime novità su quota 100 e quota 41 di oggi 24 giugno

Nell’articolo di oggi 24 giugno 2019 vediamo tutte le ultime novità sulla riforma delle pensioni e su quota 100, con le parole dei protagonisti politici che nelle ultime ore hanno parlato a proposito di questi argomenti. Il Direttore dell’INPS Tridico è intervenuto durante un evento a Catania, mentre Renata Polverini ha parlato di pensioni ospite all’Aria che Tira su LA7 criticando la quota 100 che non aiuta precoci e chi ha maturato 41 anni di lavoro iniziando in giovane età.

Ultime notizie Riforma Pensioni INPS: Tridico parla del sistema pensionistico

Come riporta l’Agenzia di stampa Askanews Pasquale Tridico, presidente dell’INPS è tornato a parlare di pensioni: “Aumentare la platea di occupati è l’unico modo per sostenere il sistema pensionistico: far lavorare le persone che ci sono”. Lo ha affermato durante il Rousseau CityLab di Catania. Il presidente poi ha continuato:

L’Italia – ha sottolineato – è un Paese simile alla Francia come popolazione ma ha 23 milioni di lavoratori e la Francia 33 mln, certamente 2-3 milioni lavorano a nero ma mancano 6-7 milioni di lavoratori. Un sistema pensionistico per reggersi ha bisogno di una platea vasta di lavoratori. E’ intollerabile la mancanza di opportunità per far crescere gli occupati”. Insomma per il Numero 1 dell’INPS c’è necessità di aumentare l’occupazione, e sarà interessante capire nei prossimi anni se le riforme come quota 100 e reddito di cittadinanza servono davvero per andare in quel senso o se siano soltanto misure di sostegno che non generano occupazione.

Riforma Pensioni 2019, le parole di Renata Polverini

Alla trasmissione l’Aria che Tira, Renata Polverini è tornata a parlare di quota 100 ed in particolare del numero di domande per il pensionamento anticipato che è stato inferiore alle aspettative. La deputata di Forza Italia ha spiegato: ” Durante l’Iter in commissione lavoro (di cui la polverini è vice-presidente ndr),avevamo detto che sarebbe stata una riforma a esclusivo appannaggio di una platea ben individuata di lavoratori, in particolare uomini del nord del pubblico impiego, e così è stato”.

Renata Polverini ha parlato poi anche delle categorie come precoci o quota 41 che hanno iniziato a lavorare in giovane età e che non posso usufruire di Quota 100. “È vero che le riforme sono imperfette, ma le riforme delle pensioni, proprio perché agiscono sulle aspettative di vita di tanti, di coloro che hanno lavorato e che ancora lavorano, vanno fatte da chi ha comunque un rapporto reale con questi problemi. Sia la riforma Fornero che Quota 100 sono state fatte da due governi sordi, che non hanno voluto ascoltare né i sindacati, le associazioni di impresa, né tantomeno le commissioni“.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

Stefano Rodinò

Stefano Rodinò

Classe 1981, ho studiato scienze politiche ad indirizzo Comunicazione Pubblica. Scopri di più

10 pensieri riguardo “Riforma Pensioni 2019 ultime novità su quota 100 e quota 41 di oggi 24 giugno

  • Avatar
    26 Giugno 2019 in 13:44
    Permalink

    Con 41 anni di lavoro penso che sia sufficente . Sicuramente chi ha iniziato a lavorare in giovane età
    Sicuramente ha lavorato anche qualche anno in nero quindi 41/45 anni penso che siano sofficenti

    Rispondi
  • Avatar
    25 Giugno 2019 in 17:04
    Permalink

    Ho fatto la domanda su quota 100 ho dato le dimissione di lavoro il 30/09/2019 se cade il governo ci sono problemi spero di no mi sono licenziato grazie per la risposta buona serata

    Rispondi
    • Erica Venditti
      25 Giugno 2019 in 21:41
      Permalink

      La quota 100 é esperimentale fino al 2021 ed é legge, non credo quindi vi siano problemi anche con la caduta del Governo, che però non credo sia all’orizzonte.

      Rispondi
  • Avatar
    24 Giugno 2019 in 22:20
    Permalink

    Buona sera,
    non siete nel modo più assoluto credibili..
    Avete sventagliato troppe false promesse, accompagnate da pubblicità ingannevole..
    Bisogna essere obbiettivi, il Vostro unico ed esclusivo interesse è beccarsi il bottino e il potere corredato da delirio, ovviamente quel poco che ne resta….
    Per tra poco; non ci sarà più nulla neppure per Voi signori del casta.
    Il tempo è scaduto!!….
    Vergognatevi

    Cordiali saluti,
    Luigi Napolitano

    Rispondi
  • Avatar
    24 Giugno 2019 in 22:15
    Permalink

    🥊
    🥊SE AVANZANO SOLDI DA QUOTA 100 XCHÉ NON LI USATE X QUOTA 41 X TUTTI?PENSO CHE 40 ANNI DI OFFICINA METALMECCANICA SIANO ABBASTANZA O NO? PROVATE VOI A SALDARE O FARE ALTRI LAVORI PESANTI X TUTTA LA VITA E FARE I TURNI……NON È FATICA? CI STATE SOLO PRENDENDO IN GIRO CON TANTE CHIACCHIERE COME GLI ALTRI GOVERNI È X QUESTO CHE LA GENTE NON VOTA PIÙ!!!!!CIAO 🥊😎🥊frank!🦇🥊🦈🐟🐕🐱🦋🐋🐿🦇😎

    Rispondi
  • Avatar
    24 Giugno 2019 in 21:33
    Permalink

    Ancora più grave è il pagamento del TFR per il pubblico impiego, visto che sono soldi nostri pagati centesimo dopo centesimo a ‘sti paraculo, che continuano a vivere alle nostre spalle!!! Andassero a fa’ in culo tutti quanti!!!

    Rispondi
  • Avatar
    24 Giugno 2019 in 21:08
    Permalink

    Dopo 41 anni di lavoro devi essere anche uno sfogato devi avere un disabile a casa
    Roba da pazzi

    Rispondi
  • Avatar
    24 Giugno 2019 in 15:16
    Permalink

    Senza se e senza ma, il governo deve consentire, già da quest’anno e non dopo tre anni di quota 100, a chi matura 41 anni di contributi di poter andare in pensione. Con la legge Fornero, preceduta da quella Dini e dallo scalone Marconi, siamo alla terza penalizzazione! Basta, è umiliante. I fondi per quest’anno si prendono dai risparmi della quota 100 e del reddito di cittadinanza.

    Rispondi
    • Avatar
      24 Giugno 2019 in 21:22
      Permalink

      Concordo pienamente la tua proposta di utilizzo dei 7 Mld e rilancio proponendo che vanno utilizzati per ordine di ANNI EFFETTIVI DI CONTFIBUTI VERSATI.
      Diamo precedenza ai 44 e 43 se ancora vivi; poi i 42 come me, poi i 41 …tutti indipendentemente dalla età che cmq. sarà mediamente sopra i 60.

      Rispondi
  • Avatar
    24 Giugno 2019 in 14:21
    Permalink

    La Polverini che difende i precoci ? Se non ricordo male fu proprio FI ad appoggiare la riforma Fornero che punì i precoci. Ma hanno la faccia come il culo proprio !!!! Vabbè, tanto la gente è tonta e non ricorda nulla. Sapete perchè la Polverini si permette di dire queste frasi schifose ? Perchè chi vota ha il cervello da gallina, ma solo perchè è gonfio, altrimenti sarebbe ancora più piccolo.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *