Riforma pensioni 2019, ultimissime al 23 agosto: Quota 100 sarà solo per alcuni?

Riforma pensioni 2019, ultimissime al 23 agosto: Quota 100 sarà solo per alcuni?

Aumentano sempre più sui social le preoccupazioni per le sorti previdenziali dei futuri pensionandi ora che il Governo giallo-verde si é concluso. Sono in molti a temere che non solo le promesse per il prossimo anno vengano meno, vedi proroga opzione donna data ormai per certa sebbene nulla vi fosse di scritto, e la quota 41 garantita entro la fine della legislatura, giunta un pò troppo prematuramente, ma che anche le misure già approvate, vedi quota 100, possano subire radicali modifiche. Gli ultimi rumors qualora salisse al Governo una coalizione M5S-PD, vedrebbe una possibile riduzione di platea per la quota 100.

Pensioni 2019, che veste nuova potrebbe avere quota 100?

Nannicini, ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, ad esempio dicendosi contrario a Quota 100 ha parlato della necessità di rimettere mano ad alcuni provvedimenti approvati solo perché previsti dal contratto con la Lega, facendo intendere che si potrebbe pensare ad una rivisitazione di quota cento a favore dei più disagiati.

Logica, questa del restringimento di platea, che seguirebbe in realtà, in parte, quella proposta dalla Fornero, che si é sempre detta contraria alla misura di uscita anticipata proposta dalla Lega, che aveva sottolineato come la quota 100 andasse rivista al fine di permetterla solo ad una specifica platea ossia a quanti hanno effettivamente necessità detrminate da problemi oggettivi di salute che gli impediscono di continuare a lavorare. Così la Fornero nei giorni scorsi:” Quota 100 avrebbe ad esempio dovuto distinguere chi aveva bisogno di andare in pensione in anticipo e chi, godendo di buona salute, avrebbe potuto continuare a lavorare”

Pensioni 2019, cittadini: non toccate quota 100

In molti temendo la dipartita o la modifica sostanziale di quota 100, nonostante essa sia stata approvata fino al 2021 dal precedente Governo, ci scrivono sul sito al grido: ‘ non toccate quota 100′, molti altri poi avanzano le loro proposte, eccovi una carrellata di commenti:

Riccardo: “QUOTA100 DEVE RIMANERE CI SONO ESODATI COME LO SCRIVENTE CHE HA GIA’ PAGATO 10000 € DI CONTRIBUTI VOLONTARI , E DEVE PAGARNE ALTRI 11000 ENTRO APRILE PER RAGGIUNGERE I 38 ANNI UTILI. NON SI POSSONO CAMBIARE LE LEGGI PENSIONISTICHE COME CAMBIAR MUTANDE . SONO INCAXXATO NERO , ESCLUSO DA OTTAVA SALVAGUARDIA PER 4 MESI .ESCLUSO DA APE SOCIAL PER AVER LAVORATO 3 GIORNI DOPO LA MOBILITA’, SE ADESSO TAGLIANO QUOTA 100 SCOPPIO

Nicola: “Non bisogna assolutamente abolire la Quota 100!!! Ci sono categorie di lavoratori (sanità, scuola, etc.), con anni di duro lavoro, che non ce la fanno più a lavorare per altri 5 – 6 anni…Sono un medico ospedaliero, ho alle spalle 30 anni di reperibilità notturne festivi prefestivi, quasi sempre in carenza di organico…fra due anni, con oltre 62 anni e 38 di contributi, me ne voglio andare…prenderò una pensione più bassa? Pazienza…Non bisogna cancellare questa legge, è, per molta gente, di vitale importanza che sia mantenuta!!!!!!! Marco: “Quota 100 la mia salvezza!!!

Nuove proposte: pensione dopo 60 anni o in base ai contributi versati

Enzo: “Bisogna assolutamente fare una riforma pensionistica adeguata per i prossimi 50 anni, a mio giudizio bisogna stabilire una e solo una età pensionabile vedi 60 anni a questo punto si può andare in pensione per propria scelta e l’assegno verrà conteggiato solo in base ai contributi versati con un minimo di 20 anni di versamenti. Tutto il resto si chiama confusione chiaramente devono esistere le pensioni di invalidità per le persone meno fortunate ovviamente con i dovuti controlli reali punto e basta

Walter: “Penso che per una buona volta bisogna piantarla di dire che la pensione deve essere data a chi è invalido cargiver disoccupato.. Niente in contrario per queste categorie ma una volta per tutte vogliamo dire che la pensione deve essere data ha chi ha versato i contributi perché le pensioni vengono pagate con questo.. Allora si metta un tetto che uno deve raggiungere come era sempre stato…41 anni sono più che sufficienti e finiamola di girarci intorno.. Noi precoci siamo stufi di pagare per tutti.”. Poi in ultimo riportiamo i commenti di alcune donne, che faticano ad arrivare ai 38 anni richiesti per la quota 100, figuriamoci al tetto dei 41 proposti da Walter, che chiedono a gran voce, visto il cospisuo taglio ‘a vita’ che verrà loro applicato sull’assegno ultimo, venga loro lasciata la possibilità di scegliere se andare in pensione o meno con opzione donna e dunque che la misura venga, come da promesse annunciate, prorogata.

Proroga opzione donna, mantenete le promesse

Stefania: “Proroga opzione donna non è possibile che eravamo ad un soffio dalla proroga e per l’instabilità del governo debbano rimetterci le donne. Considerate che per una vita facciamo doppio lavoro a casa con figli prima e con i genitori anziani dopo. Lasciateci almeno scegliere se andare in pensione o no, non possiamo essere stritolate dal sistema. Non ce la facciamo più….

Anche Paola Viscovich , amministratrice del gruppo ‘opzione donna le escluse’ ieri ha scritto su facebook rivolgendosi a tutte le forze politiche : “Un appello a tutte le forze politiche, in particolare alle donne del governo che dovrebbero rappresentarci, e al Presidente Sergio Mattarella:
“❗ alle ultime europee 13 milioni di donne non hanno votato, chiedetevi il perché!
⭕Ricordatevi tutte le promesse che avete fatto nel contratto di governo a firma Luigi Di Maio e Matteo Salvini;
⭕Ricordatevi dell’odg a firma Susy Matrisciano dove il governo si impegnava a prorogare OD al 31/12/2019;
⭕Ricordatevi di noi donne, perché noi ci ricorderemo di voi.🌻🌻”

Fateci sapere cosa ne pensate di un’eventuale quota 100 a platea ristretta, che per ora, ci teniamo a precisarlo, resta solo un’ipotesi tra le tante che vociferano in queste ore, e quali consigli vi sentireste di dare a chiunque salisse al Governo.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!
Erica Venditti

Erica Venditti

Mi chiamo Erica Venditti, classe 1981,! Da aprile 2014 sono giornalista pubblicista. Scopri di più

33 pensieri su “Riforma pensioni 2019, ultimissime al 23 agosto: Quota 100 sarà solo per alcuni?

  1. Se tolgono quota 100 saranno asfaltati. Facciamoci sentire inviamo mail di protesta a Di Maio e Conte. Non possono continuare a prenderci per i fondelli . Governanti di m….. Che ne sanno delle nostre difficoltà , di cosa vuol dire lavorare duro e sperare di arrivare vivo. Lo ripeto tolgano quota 100 e scompariranno.

  2. Siamo stufi di andare appresso a questi pagliacci. Loro portano a casa fior di soldoni. Pochissimi, con i tempi che corrono, riescono a lavorare in modo continuo; pensate ai nostri giovani che trovano lavoro dopo i 40 anni. Per cui ce li sognamo i 38, i 41 anni di contributi.
    E anche 67 anni sono troppi. Soprattutto per noi donne. Ho cresciuto tre figli, mentre lavoravo. Ho badato ai miei genitori.
    Basta! Per le donne, fino a qualche tempo fa era prevista l’eta di 60 anni per andare in pensione mentre per gli uomini 65.
    Equiparare tutto e portare la soglia a 67 anni è stato una disgrazia per noi donne. Magari 60 anni erano pochi dato la situazione dei conti italiani; propongo, almeno per le donne, l’età pensionabile, anche a 64/65 anni, a prescindere dagli anni di contributi.

  3. Basterebbe lasciare quota 100 dando la possibilità di cumulare. Se un pensionato lavora versa contributi e quindi sono soldi che arrivano nelle casse dello Stato alleggerendo la spesa di “quota 100”. Non è vero che un pensionato che lavora toglie spazio ai giovani anzi…Ci sono molte aziende che pagherebbero sia il pensionato (a tempo determinato) che faccia da “tutor” per i giovani. Certo ci vuole coraggio!!

  4. se il M5S farà marcia indietro su quota 100 che era uno dei punti del programma con il quale il movimento si era presentato alle scorse politiche il voto mio e di tutta la mia famiglia se lo dovrà scordare per sempre

    1. Se toccano quota 100 succede la rivoluzione.E’ l’unica legge che hanno fatto che va a favore del popolo.
      se quegli indegni del pd la tolgono dovranno fare i conti con noi cittadini. E poi quello scienziato di Di maio che direbbe? prima se ne appropiato il merito per guadagnarsi consensi ora la fa togliere?? Sarebbe vergognoso!!!!

  5. RESTAURAZIONE, RESTAURAZIONE stanno gridando a tutti i venti pd, m5s, radicali, leu, svp, uv, grasso, confindustria, calenda, renzi, boschi, bonino e accozzaglia varia. le prime riforme che faranno : REINTRODUZIONE FORNERO/MONTI BIS anzi TER con PENALTY i.e. se non hai ancora 67 anni e 45 anni di contributi non potrai andare in pensione . GRAN PRESA PER IL C*****ULO.
    GRAZIE SALVINI per la tua mossa MORDI e FUGGI.
    Oramai non ci resta altro che il suicidio….

    1. Il suicidio sarebbe il ritorno di Salvini. Menomale e speriamo che si è tolto di mezzo. Ci ha fatto diventare gli zimbelli di tutto il mondo.

  6. Basta prese x il c..o io al 1 settembre compio 41 anni di contributi tutti interamente versati e mi sono proprio rotto i coglioni di mantenere sti pseudo politici la pensione la vogliamo da vivi nn da morti che si tagliassero il loro stipendio o provino a farsi loro 41 anni di fabbrica quando ho firmato il mio primo contratto di lavoro ha 35 anni di contributi si poteva andare addirittura c è chi è andato in pensione con 19 anni 6 mesi e un giorno di lavoro .PRIMA TROPPO ADESSO NOI PAGHIAMO QUESTE PUTTANATE SIAMO STUFI

  7. Quota 100 va lasciata, almeno fino alla scadenza prevista, e mantenuto il principio che si può lasciare il lavoro al compimento di 62 anni, ma indipendentemente dai contributi versati favorendo il ricambio generazionale. Vanno anche fatti salvi i diritti di coloro che si trovano in particolari condizioni che portano ad un anticipo della pensione stessa.

  8. Quota 100 e quote varie sono tutte opzioni che accontentano qualcuno e scontentano qualcun’altro, come peraltro si evince dai vari commenti. L’unica è consentire l’anticipo, in forma del tutto volontaria, con il metodo contributivo pieno. Ognuno ha la sua storia e deve essere libero di scegliere. Chi vuole andare via prima prende di meno senza gravare sul futuro, che poi sarebbero i nostri figli. È così semplice!!!

  9. È una vergogna che promettono per andare al governo e poi quando hanno il sentore che le promesse non riescono a mantenerle, fanno in modo che crolla il governo. Le loro poltrone sono ben salde, quelle non crollano e i loro stipendi sono cmq alti da potersi permettere cravatte da più di 300 euro . Io questo mese con 256 ore lavorate con assegno della moglie con 2 ratei di tredicesima in quanto a giugno se ne erano dimenticato di metterla in busta paga e con le 80 euro di Renzi ho portato a casa 1.264,00. Dopo una settimana paghi a da paghi a sx mi rimangono 200 euro per vivere altri 23 giorni. Avrò 62 anni l’anno prossimo e ad oggi 38 anni di contributi e spero che possa andare in pensione anche perché andare a lavorare ha cmq un costo mensile di circa 200/250 euro. Mi sono rotto e non scherzare a togliere la quota 100 perché per molti di noi sarà la fine. Fate i seri e non scherzare con le persone che non meritiamo essere maltrattati e usati come stracci..

  10. Si preannuncia l’ennesima riforma peggiorativa per le pensioni.
    Francamente non riesco a capire chi giudica bello e divertente stare al lavoro fino a oltre i 67 anni. Io ho sempre amato il mio lavoro, ma un bel gioco dura poco!

    Non illudiamoci che Fornero e compagnia cantante sappia cosa significa realmente lavorare: loro passano dalla sedia al divano senza muovere un dito, tirando prebende a quattro zeri ogni mese!

    Finora gli è andata bene perché le generazioni che sono oggi sopra i cinquant’anni conservano quello che si chiama “amore per il lavoro e senso del dovere”. Ma le nuove generazioni questo senso civico non ce l’hanno: vivono pragmaticamente (spesso precariamente) puntando all’happy hour dopolavoro, all’apericena, al weekend in spa, all’automobile “figa” e alla serie su netflix.

    La società che avanza non si prenderà in carico sacrifici per nessuno!
    Scendere in piazza se aboliscono quota 100? Non serve a nulla, i politici rigirano sempre a loro favore le manifestazioni popolari.
    Propongo invece lo sciopero bianco: chi arriva a quota 100 rimanga al lavoro ma progressivamente riduca il proprio impegno fino al fancazzismo, ad esempio aumentando le giornate di malattia (è facile: vai dal medico e gli dici che hai mal di schiena, come fa a dirti che non è vero? Peraltro è una pratica che già tanti furbetti applicano e non solo i “senior”, anzi!)
    Poi vediamo se gli imprenditori saranno così contenti del governo che si preannuncia.

  11. Quota cento non si deve toccare fino alla sua naturale scadenza legislativa del 31/12/2021 in quanto sperimentale e finalizzata ad un cambio generazionale nel mondo del lavoro necessario e sempre più inderogabile.

  12. Concordo….. QUOTA 100 NON SI TOCCA! È LEGGE…. STOP…. voi politici e politicanti GUARDATE AVANTI…. ci sono ben altri problemi da risolvere!

  13. Buongiorno ho 57 anni e 39 anni di fabbrica iniziato come operaia ora impiegata ogni giorno presente e 50 km al giorno tra andare e tornare lavoro a pochi metri dal ponte morandi pertanto cause traffico timbro alle 7 PRETENDO QUOTA 41 basta ho allevato figlia badato genitori ecc sconto contributivo donne? Diciamo che mi girano un po che gente che ha versato 38 anni va in pensione prima di me in fondo prima cosa facevate?non credo che tutti stavate studiando a me quota 100 non mi va proprio io a 18 anni ho iniziato a sgobbare e noi precoci manteniamo tutti.
    Patrizia Caruso Busalla -Genova

  14. Buonasera a tutti,io sono una precoce,ho iniziato a lavorare in fabbrica a 15 anni adesso ne ho 55 e nel 2020 faccio 41 di lavoro! Direi di avere pieno diritto di andare in pensione. Se andasse su un governo m5s e PD ce lo possiamo scordare. Quindi dico 41 x tutti e l’unico che può farlo e’ Salvini.

  15. PERCHE’ DEVI ESSERE MORTO PER ANDARE IN PENSIONE CON QUOTA 100?. CHI DECIDE QUALI SONO I LAVORI USURANTI ? E’ USURANTE ANCHE DOVER VIAGGIARE SEDUTO IN AUTO FACENDO 100000 KM ANNUI !!!!NON NE POSSIAMO PIU’ DI RINCORRERE LA PENSIONE PAGARE RISCATTI E TUTTE LE VOLTE VEDER CAMBIARE I GIOCHI IN TAVOLA IN CORSO D’OPERA !
    Di MAIO AVEVA PUBBLICATO BYE BYE FORNERO E ORA ? NON SI RICORDA PIU’ LA SUA CAMPAGNA ELETTORALE ?

    1. Sono pienamente d’accordo con quanti sottolineano che interventi come quelli sulle pensioni non possono essere presi come temi propagandistici ed essere rimaneggiati a seconda della convenienza del momento. Sono uno di quelli che potrebbe usufruire di quota 100 l’anno prossimo, dopo aver subito un licenziamento collettivo e sputato sangue per trovare una nuova attività guadagnando un terzo rispetto a prima. Sono convinto che quota 100 non sia una misura sostenibile nel lungo periodo e che la pagheranno i nostri figli, ma ora c’è e toglierla prima della scadenza fissata sarebbe una grande presa per i fondelli che dimostrerebbe come anche il M5S (come ho sempre sospettato) alla fine è come gli altri partiti, pronto a rinnegare la loro madre per convenienza. Se fanno una cosa del genere mi aspetto che ai prossimi sondaggi vadano al 5% (per poi sparire a breve). Grillo ha ville da tutte le parti e milioni per fregarsene. Di Maio invece tornerebbe a vendere patatine nei cinema (anche loro in crisi peraltro)…..

  16. Sono nelle stesse condizioni di Riccardo !!!!!!!
    Riccardo: “QUOTA100 DEVE RIMANERE CI SONO ESODATI COME LO SCRIVENTE CHE HA GIA’ PAGATO 10000 € DI CONTRIBUTI VOLONTARI , E DEVE PAGARNE ALTRI 11000 ENTRO APRILE PER RAGGIUNGERE I 38 ANNI UTILI. NON SI POSSONO CAMBIARE LE LEGGI PENSIONISTICHE COME CAMBIAR MUTANDE . SONO INCAXXATO NERO , ESCLUSO DA OTTAVA SALVAGUARDIA PER 4 MESI .ESCLUSO DA APE SOCIAL PER AVER LAVORATO 3 GIORNI DOPO LA MOBILITA’, SE ADESSO TAGLIANO QUOTA 100 SCOPPIO“

  17. Non si puo’ scherzare così sulla pelle dei lavoratori/elettori. una legge c’ è e si deve rispettare. si mantenga la provvisorietà d’ accordo, ma a giochi aperti creerebbe danni incredibili in migliaia di famiglie ( anche monoreddito) che hanno creduto in un governo realmente eletto democraticamente dal popolo. anche se ora si studia come mantenere le poltrone, vuoi la reale esigenza di affrontare una legge di bilancio, vuoi l’ evitare l ‘aumento iva, bisogna pensare in termini pratici. ad esempio sono tantissimi gli esodati che aspettavano ed aspettano la quota 100, anche con più di 40 anni di servizio, per poter vivere in santa pace dopo una vita di lavoro……ora si dica a questa gente che è stato tutto uno scherzo…. la delusione cocente è come un boomerang che torna sulla testa di chi lo ha lanciato….i sondaggi insegnano..ma non solo. personalmente da elettore diffonderò opinioni in tal senso con tantissime persone, gratificato forse solo dal pensiero che chì è seduto nei palazzi dei bottoni, o sta pensando di ritornarci dopo meritato ( ?) esilio…, vedrà di nuovo la propria stella naufragare nel mare del non consenso …..anche se bisognerà attendere forse la fine della legislatura….

  18. Pantaleo, ma non dovevi commentare più? Hai detto che oramai andavi in quiescenza con la Fornero.
    Allora non rompere sempre le palle. Sei di un infantilismo bestiale, ce l’hai con chi per un terno all’otto è riuscito ad andare con quota 100. Guarda che queste persone sono lavoratori come te, non capisco la tua
    ignoranza ed invidia. Ma mettila una volta x tutte e sii più serio nel commentare

  19. Enzo , la tua idea non puo essere realizzata ci sono persone che anno iniziato a lavorare a 14 anni e altre a 28 , l’idea di andare in pensione tutti a 60 anni è assurda

  20. Speriamo in quota 41 sono più che sufficienti che non si dimenticano di noi Precoci.
    Buonasera e Grazie a voi Giornalisti che ne parlate .

    1. Si deve andare in pensione assolutamente a 60 anni per chi ha un minimo di anni 25 versati.In questo modo ci saranno anche giovani al lavoro.

  21. Personalmente spero che sia abolita al più presto!!!
    Legge iniqua fatta da gente infame che prende in giro chi ha versato di piu!!!
    Altro che riformare la fornero….
    Via subito la legge e chi l ha fatta!!!

    1. Nn dire stupidaggini Pantaleo…….parla per te…..la mia azienda chiude a fine anno ed io che ho 63 anni forse riusciro’ con i contributi maturati(38 anni) ad andare finalmente in pensione…..mi dici tu in caso contrario chi assumerebbe una donna della mia eta’ per i 4 anni che mi mancherebbero? Taci che e’ meglio!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *