Riforma pensioni 2019, ultimissime oggi 10/9: quota 41 contro Salvini e pro Catalfo

Riforma pensioni 2019, ultimissime oggi 10/9: quota 41 contro Salvini e pro Catalfo

Le ultime novità sulla riforma delle pensioni ed in particolare sulla quota 41 per i lavoratori precoci arrivano da un interessante confronto che abbiamo avuto con Cristian Cuppi, noto al gruppo ‘lavoratori precoci uniti a tutela dei propri diritti’. Il lavoratore precoce si é detto esausto e basito dalle ultime dichiarazioni di Salvini dovranno passare sui nostri corpi per togliere quota 100″ , o ancora: “Vi dò la mia parola non passerà mai in Parlamento una nuova legge Fornero, basta dice, stizzito nei confronti delle prese di posizioni del leader della Lega: “La riforma Fornero , nonostante gli spot, é ancora vigente, e per noi precoci nulla é cambiato, la quota 100 non ha mutato le sorti previdenziali di nessuno di noi, che mai abbiamo chiesto questo provvedimento al Governo gialloverde“.

Quindi ora proporrei a Matteo Salvini, fa intendere Cuppi, di lasciare perdere, e stare in silenzio e di lasciare lavorare il nuovo ministro del Lavoro Nunzia Catalfo, dalla quale speriamo di ricevere, aggiunge, meno rassicurazioni e meno apparizioni/selfie col nostro cappellino ‘quota 41’, ma più misure ad hoc. Eccovi le sue dichiarazioni, ricordiamo a chiunque volesse riprenderle, che data l’esclusività delle stesse, é pregato di citare il nostro sito.

Pensioni 2019, Cuppi a Salvini: basta prenderci per il naso

Sono basito dalle esternazioni/dichiarazioni del ex Ministro dell’Interno Salvini. Ma chi pensa di prendere in giro? Affermare che lui darebbe la sua parola per non aver mai più una legge Fornero? Italiani e precoci sono stati presi per il naso proprio dalle sue parole. Oggi ancora di più”

Poi aggiunge per fare un excursus: “Partiamo dal programma elettorale della Lega nel 2018 e dalle interviste e dagli spot a favore dei precoci e delle promesse sull’ uscita dopo 40/41 anni. Piene le bacheche di foto dove egli indossava magliette e cappellini a favore dei precoci. Dopo il 4 marzo ha ribaltato quella che era una priorità e anche il cavallo di battaglia per dominare la scena elettorale, dando priorità ad una quota 10O iniqua e non concedendo nulla dicasi nulla per i precoci. Salvo dire che si sarebbe adoperato per i 41 dopo 3 anni.

Sa quanto conta la parole di Salvini? prosegue Cristian: “La parola di Salvini conta come l’aria alle mosche. Un parolaio, un venditore di fumo, una persona a cui non si può fare affidamento. Un pagliaccio, direbbero a Bologna, colui che reiteratamente promette ma.non mantiene. Ma crede che gli Italiani siano tutti fessi e disposti a farsi prendere per il naso, con le sue continue prese di posizione fasulle. I lavoratori precoci sono stanchi di essere coinvolti in queste continue litanie e ossessive prese di posizione che non trovano riscontro nei fatti. Salvini ha prevaricato Di Maio nel suo Ministero, ha imposto questa quota 100 che mi auguro occorrerà rivedere. Poi conclude, rivolgendosi al leadere del Carroccio: “Ora se ne stia in silenzio, sui precoci e sui 41 anni di lavoro, perché ci ha continuamente presi in giro e offesi nella nostra dignità“. Poi Cristian sposta l’attenzione sul nuovo Governo giallorosso e sul neo ministro del lavoro, l’onorevole Nunzia Catalfo, augurandole buon lavoro.

Riforma Pensioni 2019, Cuppi a Catalfo: buon lavoro e non ci deluda

Desidero esprimere un sincero augurio di buon lavoro al neo Ministro del Lavoro, On.le Catalfo. È persona determinata, coriacea e seriamente impegnata in quello che ha fatto e che intenderà portare avanti. Oggi il Ministro ha di fronte tante aspettative e soprattutto diversi fronti ancora aperti sul piatto a previdenziale“.

Poi aggiunge elencando i suoi desiderata e le sue aspettative, che crediamo siano comuni all’intero gruppo: “Come precoce mi auguro Lei sappia coinvolgere ed ascoltare i tanti soggetti che ruotano intorno al pianeta pensione. Farsi carico dei diversi aspetti e delle variegate dinamiche che compongono l’universo previdenziale. Ascoltare le tante richieste e rendere possibile un cambiamento serio dinamico e progressivo di tutto l’impianto della Legge Fornero. Occorrono risorse ed è per questo che auspichiamo di vedere sul tavolo idee proposte per migliorare questa legge. E sarà possibile farlo solo attraverso un.piano pluriennale di investimenti su questo settore.

Poi conclude realistico, non ci aspettiamo tutto e subito, ma confidiamo si riapra il confronto e si ipotizzino misure per noi precoci, che da troppo siamo stati illusi e poi ‘messi in un angolo’: “Ci aspettiamo non tutto subito, ma subito qualcosa per tutti. Lo sappiamo. Sarà dura. Ma la perspicacia di questo Ministro, che abbiamo visto per il RdC, ci induce ad essere ottimisti per confronti suggerimenti e aspettative riguardante tanti lavoratori soprattutto i precoci che in questi ultimi due anni non hanno visto nulla per loro e saranno costretti a lavorare 43 anni e1 mese, a fronte di una quota Q100 libera e iniqua che ha succhiato le risorse necessarie per stabilire equità in tutto il sistema“.

Cosa ne pensate delle parole del precoce Cuppi, le condividete?Ritenete anche voi che per Salvini, dopo tante parole e promesse disattese, sia giunto il momento del silenzio per lasciare spazio al ‘nuovo’? Oppure temete che l‘onorevole Catalfo ed il Governo giallorosso possano fare peggio, a livello previdenziale, del precedente? Fatecelo sapere, come sempre, nell’apposita sezione commenti del sito, saremo lieti di leggervi.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!
Erica Venditti

Erica Venditti

Mi chiamo Erica Venditti, classe 1981,! Da aprile 2014 sono giornalista pubblicista. Scopri di più

35 pensieri su “Riforma pensioni 2019, ultimissime oggi 10/9: quota 41 contro Salvini e pro Catalfo

  1. Sono del 1958, ho 41 anni di contributi e avrò 62 anni a luglio 2020. Sono disoccupato. Se tolgono Quota 100 nel prossimo anno…. Non voterò più a sinistra dopo 40 anni. Sono peggio della Fornero

  2. Credo si debba fare una riforma pensionistica seria dove esistano 2 tipi di pensione quella naturale data da una età pensionabile vedi 60/62anni di età e quella di invalidità in questo modo tutti potranno andare in pensione raggiunta l’età con un assegno calcolato in base ai contributi versati in questo modo ognono avrà il giusto assegno.

  3. Luigi che fandonie dici, lascia parlare i disoccupati da anni, se quota 100 non è una riforma giusta. Grazie al buon DIO è stata una manna. Poi spiegami perchè 41 anni, cos’è un numero che hai tirato fuori dal cilindro.
    39/40 non vanno bene? Non sono sufficienti? Scusami ma non è che sei un comunista e allora vai dietro l’onda del governo.

  4. È ora di smetterla di dire, non dire. Quota 41 a cosa serve se devi aver lavorato 1 anno prima dei 19 e con determinate clausole. La pensione va erogata senza paletti, senza, ma forse. Con 41 anni di contributi e ‘ giusto non avere paletti, ma scherziamo. Una persona ha diritto di avere una pensione dignitosa!

  5. Quota 100 per me non è stata una buona legge! La cosa più giusta è che una persona quando ha lavorato 41 anni possa godersi gli anni di vita che rimangono, indipendentemente dall’età che ha.
    Personalmente ho lavorato dall’età di 13 anni e mezzo e in regola versando i contributi dall’età di 14.
    Non faccio un lavoro usurante ma comunque sono logorato dal lavoro e non vedo l’ora di poter dedicare del tempo alla mia famiglia ed ai miei hobby.

    1. Non riesco più sopportarli quando dicono che non ci sono le risorse, come se ci regalassero qualcosa questi luridi inetti,quando invece abbiamo pagato decine di migliaia di euro.

  6. Non capisco quando si parla di quota 41 solo per i lavoratori precoci !
    Ricordo che è considerato precoce solo il lavoratore che all’età di 19 anni abbia già 12 mesi di contribuzione . Vi sembra equo che un lavoratore che abbia iniziato a lavorare a 18 anni possa andare in pensione dopo 41 anni di lavoro e chi ha iniziato a 19 vada in pensione dopo 43 anni ??
    la 41 deve essere introdotta per tutti !!

  7. Flessibilità in uscita, in base ai contributi versati, chi più resta più percepisce, chi vuole andare che vada, stabilendo un minimo ed un massimo di età in uscita. Lasciare al cittadino la libertà di scelta. Reperire i soldi diminuendo l evasione fiscale e la spesa degli Enti che sperperano il denaro pubblico.

  8. Caro Alberto così dovrebbe essere.. Ma dato che è una cosa giusta non la faranno mai purtroppo bianchi rossi verdi gialli sono tutti uguali quando arrivi li prendi 15000 € al mese degli altri non te ne fotte più niente.. Siamo italiani.. Morte tua vita mia..

  9. Sessant’anni compiuti con 41 anni e 1 mese di contributi versati…..QUINDI 101 abbondantemente raggiunto. Da 3 mesi, ancora al lavoro alzandomi alle 5.30 del mattino, sono stanco di essere preso in giro dal “Salvini” di turno che come una banderuola va dove gira il vento per ambire a una poltrona al governo.
    La Fornero ha fatto una legge purtroppo iniqua e pesante però è ora di smetterla di prendere in giro gli Italiani che lavorano. Ogni giorno una notizia diversa con smentita il giorno successivo.
    Chi è riuscito con 38 anni di contributi e 62 anni di età ad andare in pensione si sarà goduto la vita da studente o disoccupato da giovane, ma alla chiamata di fine corsa o vita si pareggiano i conti per tutti.
    Per gli usurati, malati o con problemi familiari ci sono le tutele per uscire dal mondo del lavoro e quelle vanno mantenute migliorate e monitorate contro i furbetti di turno.
    Per il resto viva la salute dei cittadini.

  10. Mi avete tutti stancati poche parole e basta Quota 100 fino al 2021 così come promesso . Mo basta con tutti sto allaemismi. Ogni giorno si sveglia qualcuno e semina panico basta basta avete rotto Ripeto quota 100 sicuramente fino al 2021

  11. Vista la situazione…. sarebbe buona cosa che non ritornino le aspettative di vita della Fornero che allunga inesorabilmente l’uscita a noi precoci. Leggo invece che vogliono rivederle….

  12. Non ho fiducia sulla Ministro proprio perché la sua riforma bandiera RDC, ci ha con il debito messo in ginocchio, ma si sa i m5*, nulla hanno e nulla pagano.

  13. Ormai e’ a regime, da diversi anni, una equazione semplice e molto efficacie: TI AUMENTO PROGRESSIVAMENTE IL NUMERO DI ANNI DEI CONTRIBUTI DA VERSARE … COSI’ POI TE NE EROGO SEMPRE MENO …..(tanto con la media del pollo …. nella migliore della ipotesi – se – cancro … infarto … ictus o altro accidente non ti stroncano prima…. a 80/84 anni ti levi davanti ai piedi ..!! )
    Ovviamente … ci ripeteranno (anzi lo stanno gia’ facendo): “L’ EUROPA CI CHIEDE DI RIDURRE IL DEBITO PUBBLICO!! ”
    Signori non facciamoci illusioni …. ( le balle – reiterate – di colui che “voleva/doveva” smontare la legge F. dovrebbero bastarci ..)
    Saluti

  14. Buonasera pienamente d’accordo noi Precoci siamo Stufi ,stanchi,lavoriamo da dopo la terza media e ora Di 41 Per Tutti a Qualsiasi Età Senza Penalizzazioni..

  15. Pienamente d’accordo con luigi Napolitano l’oro ci considerano 4 gatti che non danno troppo fastidio e allora non ci considerano.. Ma questi quattro gatti possono fare molto rumore se vogliono massacriamoli di messaggi raccogliamo firme facciamoci vedere alle manifestazioni cerchiamo qualcuno che ci possa tutelare e possa dare voce della nostra lotta.. Alla fine se dobbiamo essere ignorati almeno ci abbiamo provato non facciamo il loro gioco che è quello di farci rassegnare.. 41 dovrà essere la nostra bandiera almeno ci abbiamo provato.. 41 senza ma è senza se..

    1. Caro Walter,
      le firme sono già state raccolte servite a nulla.
      Ti prego di scusare la mia franchezza e ti assicuro che non sono un rivoluzionario, visti i miei quasi 42 anni anni di lavoro e di contributi. Non avrei avuto tempo.
      Credo con molta modestia che bisogna scendere in piazza e non mollare fino a risultato raggiunto.. Si tratterà di mesi che siano mesi, ma chi farà tutto ciò caro Walter, io credo nessuno di noi, se mi sbaglio ed esiste già in comitato per far questo, io ci sono ovviamente in prima fila. Ma ho seri dubbi che esista un qualcosa di simile.
      Anche per questo gli incravattati di Roma, fanno con noi quello che vogliono. Sanno perfettamente che riempiamo le braghe ancora prima di iniziare.

      Cordiali saluti,
      Luigi Napolitano

  16. TUTTI ABBIAMO TUTTE LE RAGIONI POSSIBILI, CERTO QUANDO UNA PERSONA ABBIA LAVORATO 38/41 ANNI E’ GIUSTO CHE VADA IN QUIESCENZA. QUINDI NON SONO D’ACCORDO CON QUELLI CHE DICONO PERCHE’ A 38 SI E 41 NO O VICEVERSA. LA RISPOSTA E’ SEMPLICE PERCHE’ QUESTO E’ UN PAESE DEL C…O
    LA CLASSE DIRIGENTE NON HA REQUISITI PER GOVERNARE ( attenzione di tutti i partiti ) POLITICI IMPROVVISATI SENZA COGNIZIONE DI CAUSA ( o forse furbetti ). INVITEREI TUTTI I PENSIONANDI AD LASCIARE L’ITALIA COSI’ CHE IN FUTURO CON TUTTI GLI EXTRACOMUNITARI CHE I COMUNISTI FANNO ENTRARE SI POSSA CHIAMARE AFRICA SAUDITA.

  17. Quando una legge è fatta male, non è equa e crea ingiustizie e disparità, questa legge va cancellata subito e non fra due anni, altrimenti crea ingiustizie ancora per molto. Chi chiede che sia mantenuta una legge sbagliata è perchè ne è privilegiato rispetto ad altri e questo è un modo di pensare disonesto. L’argomento pensioni è da almeno 30 anni ritoccato da ogni governo per fare cassa. Nel corso di questi 30 anni molti lavoratori si sono visti allungare i tempi di quiescenza. Prendiamo per esempio i precoci: Una volta sapevano che bisognava arrivare almeno a 40 anni di contributi indipendentemente dall’età, poi venne la Sacconi- Brunetta che inserì una finestra di un anno e divenne 41, poi venne la Fornero che li portò direttamente a 42,10 con AdV che si allungava ogni due anni e oggi sono arrivati a 43,1. Ora spiegatemi voi, perchè oggi c’è chi pretende di essere favorito da una legge sbagliata e possa andare via con soli 38 anni mentre chi è già stato penalizzato più volte, come spiegato sopra, debba sorbirsi fino a 43,1. Datemi una spiegazione onesta. Personalmente ormai credo che gli italiani ritengano una legge giusta solo se favorisce la loro persona, gli altri possono morirci sul lavoro.

  18. Insomma , non ci si capisce più nulla ( come al solito….) FATEMI CAPIRE : la pensione anticipata in vigore ( Legge Fornero ) rimane in essere o sparisce ?????

  19. Nessuno fara’ nulla. Come al solito solo propaganda di voto. Sono un precoce ho 42 e 8 mesi di contributi e 59 anni, sento da anni e da diversi governo iniziative per i precici solo promessi e prese per il c***o. Tra 4 mesi aderirò alla pensione legge Fornero, così spero. Sicuramente non daro’ più il voto a questi miseri pagliacci.

    1. Noi siamo andati a votare, come promesso, 41 anni per tutti senza vincoli. Bisogna riconoscere chi ha dato di più. Gli italiani non sono stupidi, non votano chi li prende in giro. Speriamo che anche questo governo non faccia questo errore. 41 subito, altrimenti non verrà dato il consenso col voto.

  20. Visto che il presidente dell’Inps ha constatato che l’età media delle persone che hanno utilizzato quota 100 fino ad oggi è di 64 anni ,viene dato per assodato che questa sia l’età giusta per quota 100.
    All’università ci hanno inculcato che la media non serve a nulla perché gli antipodi sono ben diversi da questo numero, senza tenere poi conto che chi come me ha perso il lavoro tre anni fa e non ha trovato nulla di economicamente decoroso , cosa vogliono fare altre migliaia di esodati??
    Non mi sembra un governo a trazione rossa!!!

  21. QUOTA 100 FINO AL 2021 COMPRESO GIA’ LEGGE , FACENTE PARTE ANCHE DEL PROGRAMMA 5 STELLE , CONDIVISA E VOTATA ANCHE DA LORO ALLA QUALE LE PERSONE HANNO FATTO AFFIDAMENTO E FATTO PROGETTI ANCHE DI CURARSI ECC. FINO AL 2021 COMPRESO DEVE RIMANERE, NON SI DEVE TOCCARE PER NESSUN MOTIVO(POI SI DECIDERA’) , NON SI PUO’ SCOMBUSSOLARE LA VITA DELLE PERSONE CHE LAVORANO OGNI 2 ANNI( CHE SONO STATE GIA’ TANTO SCOMBUSSOLATE IN PASSATO, ORA C’E’ UNA DATA 2021 E DEVE RIMANERE), SE SERVONO SOLDI SI DEVONO TROVARE ALTROVE, PRECEDENZA ALLE LEGGI GIA’ ESISTENTI, INOLTRE LE DONNE SVOLGONO DOPPIO LAVORO ANCHE CURA DELLA FAMIGLIA E FIGLI E PER QUESTO PERDONO ANNI DI CONTRIBUTI, IO COME MOLTE PERSONE STO’ ASPETTANDO IL 2021 PER ANDARE IN PENSIONE, GIU’ LE MANI DA QUOTA 100 FINO AL 2021 COMPRESO!!! QUOTA 100 FINO AL 2021 COMPRESO NON SI TOCCA PER NESSUN MOTIVO!!!

  22. Quota 100 non si tocca o ci sarà mobilitazione generale, basta con questi giochi di potere, non ci devono rimettere gli italiani, piuttosto migliorarla e sopraggiungere quota 41

  23. Precoce 42 e un mese e aspettiamo questa pensione tutti danno i numeri pensione X tutti e lavoro subito ai giovani e staffetta generazionale nella P.A lasciando incentivo grazie

  24. Buon giorno,
    si riparte con il teatrino delle cifre. 101-102-103, Voglio ricordare a tutti i Ministri, strapagati da noi lavoratori eterni, che quei numeretti con cui giocate giornalmente e la vita spesa nel lavoro da moltissime persone oneste che si sono dedicate alla fatica per quasi mezzo secolo..
    Ebbene queste persone esigono rispetto da parte Vostra. Non siamo carne da macello, Questo sia chiaro!.
    Io non credo che farete qualcosa di diverso dai precedenti, perche non avete una lira a parte i nostri contributi. Per cui mi sono già dato la risposta.
    E questa strana anomalia italiana di lasciare al Presidente la libertà di sciogliere le camere oppure no e la cosa più folle che esiste. Se cade il governo si va alle elezione ed il popolo che decide chi deve governare, non il Presidente della Repubblica, che comunque viene messo da qualcuno e di qualche colore a suon di 240 milioni anno…. Vergogna,,,
    Se le leggi sono sbagliare si cambiano visto che sono state redatte da uomini che ovviamente possono scrivere stupidate infinite.
    Non credo ci riconosceranno i 41 per tutti, primo perchè non siamo in piazza tutti i giorni, per loro non siamo nessuno(siamo pochi circa ottocento mila) contro il pubblico impiego che sono circa 3,2 milioni più una bella fetta di privato; essendo pochi per loro siamo 4 gatti, loro fanno leggi che gli portano milioni di voti, le leggi le fanno quasi esclusivamente per questo comparto. Vedi quota 100 e reddito di cittadinanza. Anche in questo caso esistono le caste, collegate al famoso e mitico voto di scambio…Bisogna avere il coraggio di dire la verità…Tutto il resto è aria fritta.

    “Se la GIOVENTU’ le negherà il consenso, anche l’onnipotente e misteriosa mafia svanirà come un incubo” Paolo Borsellino

    Cordiali saluti
    Luigi Napolitano

  25. inutile tirare da una parte o dall’altra,
    quota 100 senza paletti per tutti i.e. ( 35+65, 36+64, 37+63, 38+62, 39+61, 40+60, 41+59, 42+58, 43+57 ) come avrebbe dovuto essere stata inizialmente e come era nell’idea di chi l’ha voluta.
    così facendo si accontentano tutti indistintamente !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *