Riforma Pensioni 2019, ultimissime oggi 5/9 da Salvini: ‘Quota 100 per tutti, senza paletti’

Il leader della Lega e vice Premier del Governo Matteo Salvini è tornato finalmente a parlare sul delicato tema della Riforma Pensioni 2019 prevista nella prossima legge di Bilancio, e come sempre le sue dichiarazioni faranno discutere. Il Ministro dell’Interno ha rilanciato con forza lo smantellamento della Legge Fornero, partendo proprio dalla ormai tanto discussa quota 100. Vediamo allora le sue parole rilasciate in una lunga intervista al Sole 24 ore oggi 5 settembre 2018.

Pensioni ultime novità oggi 5 settembre: Salvini: ‘Smantelleremo la legge Fornero’

Nella giornata di ieri c’è stato a Palazzo Chigi il vertice di maggioranza tra il premier Giuseppe Conte e i suoi due vice Matteo Salvini e Luigi Di Maio.  Presenti alla riuonione anche il ministro degli Esteri, Enzo Moavero Milanesi, quello dell’Economia, Giovanni Tria, e quello degli Affari Europei, Paolo Savona. Proprio Matteo Salvini ha poi parlato delle intenzioni del Governo per quanto riguarda la Riforma delle Pensioni e gli altri temi caldi della campagna elettorale, come il redditto di cittadinanza e la Flat Tax. Salvini non si tira indietro su nessuna riforma e promette che tutto verrà fatto, anche se al momento resta difficile capire come reperire tutte le risorse necessarie.

“Abbiamo discusso su numeri, conti e tempi per realizzare nell’arco della legislatura le nostre proposte per famiglie e imprese: smantellamento della legge Fornero, flat-tax, pace fiscale e chiusura delle liti con Equitalia, meno burocrazia per aziende e partite Iva, eliminazione delle accise più vecchie sulla benzina, interventi a favore dei Comuni, grande piano nazionale di manutenzione ordinaria e straordinaria”.

Ultime riforma delle Pensioni 2019: Salvini rilancia quota 100 senza paletti

Entrando poi nel dettaglio delle manovre, ecco cosa ha detto il Ministro dell’Interno a proposito della Riforma delle Pensioni: “Quota 100 da subito per tutti, non solo per equità ma per creare lavoro. Faremo quota 100 integrale, senza paletti. Confrontandoci con medie e grandi aziende abbiamo calcolato che  il diritto alla pensione di un 62enne vale un posto e mezzo di lavoro in più per un giovane”.

Salvini poi parla anche dei costi di quota 100 e della riforma delle Pensioni, tema delicato e principale ostacolo per realizzare la manovra, e ne approfitta per lanciare un’altra stoccata all’INPS dopo i diverbi avuti con Tito Boeri : “Non facciamo grande affidamento sulle stime dell’Inps, che ultimamente più che di economia si occupa di Politica. Secondo alcuni organismi varia dai 6 agli 8 miliardi di euro”.

Infine Matteo Salvini risponde alla domanda se una marcia indietro sulla riforma Fornero ed una sua modifica potrebbe mettere in fibrillazione i partner europei: “No, sarebbe una riforma equilibrata e sopratutto che crea occupazione. Uno degli aspetti più deleteri della Legge Fornero è quello di aver ingessato il mercato del lavoro, oltre ovviamente ad esser una legge iniqua”. Voi cosa ne pensate delle parole del vice-Premier? Fatecelo sapere nei commenti qui sotto o sulla nostra pagina facebook.

Stefano Rodinò

Stefano Rodinò

Classe 1981, ho studiato scienze politiche ad indirizzo Comunicazione Pubblica. Scopri di più

79 pensieri riguardo “Riforma Pensioni 2019, ultimissime oggi 5/9 da Salvini: ‘Quota 100 per tutti, senza paletti’

  • Avatar
    7 Settembre 2018 in 7:25
    Permalink

    Tratto da TUTTI gli organi di informazione di oggi 07.09.2018 “Sulla riforma della Fornero con la decantata quota 100, si riuscirà a impiegare meno di 3-4 miliardi inserendo il limite d’età a 64 anni”.
    Salvini … la tua parola = spazzatura !
    Visto che 10 miliardi si sono trovati subito per la pensione di cittadinanza come dichiarato oggi da Tria , è meglio a questo punto fare i disoccupati ed essere mantenuti a vita e far lavorare i coglioni !

    Rispondi
    • Avatar
      7 Settembre 2018 in 10:42
      Permalink

      D’accordissimo con te Revenge ! Fanno passare la pensione di cittadinanza senza problemi, ben 10 miliardi e noi poveri illusi che lavoriamo da una vita versando fino all’ultimo soldo stiamo qui a sperare che il giorno dell’agognata pensione non sia troppo lontano ancora! Assurda questa situazione tante promesse, nulla di mantenuto, uno che contraddice l’altro, ma la realtà è che, almeno per quanto riguarda me, continuerò a lavorare per altri 3 anni, di sicuro andrò in pensione con la Fornero che alla fine è la chance che mi conviene di più ed è più vicina. Spero di avere ancora una buona salute che mi assista perché, di sicuro come tante altre persone, ogni giorno per recarmi a lavoro ho la grandissima fortuna di poter scegliere tra 3 ore di viaggio con mezzi pubblici o 90 km in auto in mezzo al traffico. Senza contare il mio lavoro di madre di 4 figli e nonna di 2 nipotini appena nati. Ma certo per il Governo sono troppo giovane per poter solo pensare alla pensione, 60 anni sono pochi eh. Grazie mille Governo del cambiamento, qualunque strada scegli per la quota 100 di sicuro a me non cambierà proprio nulla. Di sicuro nemmeno quota 41/42 farò prima ad andarmene con la Fornero.

      Rispondi
    • Avatar
      4 Ottobre 2018 in 18:51
      Permalink

      Io ho 64 e 37 anni di contributi e sono senza lavoro e senza ape social che fine faccio ?

      Rispondi
  • Avatar
    6 Settembre 2018 in 21:54
    Permalink

    Cari Salvini e Di Maio, sono un’insegnante di scuola primaria con 64 di età e 36 anni di contributi sto aspettando con trepidazione la riforma delle pensioni” Quota 100”. Mi auguro che manteniate le promesse fatte in sede elettorale.

    Rispondi
  • Avatar
    6 Settembre 2018 in 13:36
    Permalink

    Io mi auguro che Salvini mantiene la promessa, ma le voglio ricordare che non sarà mio gradimento e penso anche degli altri aspiranti pensionanti a subire penalizzazione dal retribuitivo al contribuitivo .Anche pechè ha dichiarato che sul taglio delle pensioni sotto i 5000 euro non verranno toccate perchè riferendoisi ai 5 stelle non è sul contratto .ha questo punto vorrei capire e leggere il contratto se quato ci hanno promesso, a nostra insaputa lo hanno scritto nel contratto che hanno fatto. Perchè se questo non risulta non si devono permettere ti tagliare le nostre pensioni perchè noi poveri pensionanti non ci possiamo permettere il lusso di togliere dalla pensione 200 , 300 euro perche noi non prenderemo sopra i 5000 euro, ma la nostra pensione con 40,41,42,43, anni di contributi versati si e no si agirerà dai 1.200 ai 1.400euro di conseguenza togliete le mani dalla nostra pensione altrimenti ve li tagliamo con il voto.

    Rispondi
  • Avatar
    6 Settembre 2018 in 13:24
    Permalink

    Mi piacerebbe sapere se per “tutti”, include anche i militari, i quali sono quelli che abbassano la media dei pensionati italiani. Vanno in pensione con 35 anni di servizio più 5 di abbuono, quindi oggi ci troviamo gente che va in pensione all’età di cinquantacinque anni e con 40 di contributi,di cui 5 regalati. Alla faccia dell’uguaglianza…

    Rispondi
  • Avatar
    6 Settembre 2018 in 13:05
    Permalink

    A me piace fare i conti della serva. Un lavoratore con 64 anni e 36 di contributi che andrà in pensione andrà a guadagnare 900-950 euro al mese visto che in parte è contributivo. Il parcheggiatore abusivo di Napoli che Di Maio conoscerà bene, avrà il reddito di cittadinanza di 780 euro. Visto che conosciamo bene sia i napoletani ( non me ne vogliano ) ma ancor maggiormente gli italiani in generale, alla fine del mese chi avrà il reddito più alto? E se al posto del parcheggiatore abusivo ci mettiamo lo steward del San Paolo che oggi guadagna 15000 euro cosa ne deducete? Come si dice a Napoli ? Quaquaraquà. Ommini, ominicchi e ommi e m…..!

    Rispondi
  • Avatar
    6 Settembre 2018 in 12:39
    Permalink

    Segue quanto sotto scritto. Chi con 41 anni non intende pensionarsi, può per libera scelta continuare a farlo offrendogli uno sconto fiscale e sapendo che il reddito da stipendio è maggiore di quello da pensionato. Quindi i 41 anni devono essere il minimo. Conosco tante persone che sono state prepensionate d’ufficio ma che avrebbero volentieri continuato, altre che avendo ereditato qualcosa avrebbero voluto ritirarsi e dedicarsi all’orto e alla ristrutturazione del casale spendendo tutta la liquidazione. Quello che voglio dire è che se un padre anziano è al lavoro e deve mantenere figli e nipoti disoccupati come è possibile smuovere l’economia? Meglio qualche reddito di più in giro ( reale e non di cittadinanza o di fannullanza ) che non la ristrettezza delle famiglie.

    Rispondi
  • Avatar
    6 Settembre 2018 in 11:37
    Permalink

    Eliminare ADV, Stabilizzare, non prorogare opzione donna, Togliere 80 euro a chi ha già uno stipendio (9 miliardi annui ) e quota 41 subito per tutti senza paletti anagrafici. Chi ha iniziato tardi lavorerà qualche annno in più.

    Rispondi
    • Avatar
      6 Settembre 2018 in 13:15
      Permalink

      Concordo con Franco Giuseppe e Barbuti. Eliminare subito i 5 mesi di ADV troverebbe tutti d accordo. Stabilizzare opzione donna. Dimenticarsi di quota 100 con paletti.
      Dev ‘essere senza paletti.

      Rispondi
  • Pingback: Pensioni anticipate 2018-2019, Fornero contro Salvini: 'Quota 100 solo uno slogan' | Pensioni per tutti

  • Avatar
    6 Settembre 2018 in 9:51
    Permalink

    Salvini, se riesci in questa impresa “QUOTA 100 SENZA VINCOLI” che darà finalmente VITA a questo paese di morti viventi, che farà RISORGERE l’economia, ti faremo SANTO.
    Forza Matteo, non rimangiarti quanto detto ieri al mondo intero e nel contratto di governo!!!
    I lavoratori italiani che per anni sono stati vessati dai precedenti infami e incapaci ti loderanno per gli ultimi anni che sono rimasti loro da vivere.

    Rispondi
  • Avatar
    6 Settembre 2018 in 8:49
    Permalink

    Ci vogliono spesso 10 ore per essere visitati in un qualsiasi Pronto Soccorso ! Io credo che sia razionale dare tempo a chi oggi ci governa di decidere e dare una cura per una malattia che vale da sola almeno un quarto della nostra vita ! Per cui stiamo quieti !

    Rispondi
  • Avatar
    6 Settembre 2018 in 8:17
    Permalink

    scusate…..Viva quota cento senza paletti!!!!

    Rispondi
  • Avatar
    6 Settembre 2018 in 8:14
    Permalink

    Finalmente…..via quota cento senza paletti!!!!

    Rispondi
  • Avatar
    6 Settembre 2018 in 6:58
    Permalink

    Allora uno che ha cominciato a 14 anni e adesso è 20 anni che fa le notti in fabbrica.. Dovrebbe andare con quota 100…ma che stupidaggine è? Io ho 35 anni. E 52 di età. Che devo farne ancora 14 in fabbrica. Ci vada salvini in fabbrica a fare notti prima di dire cazzate.. Ma… Stiamo scherzando?

    Rispondi
  • Avatar
    5 Settembre 2018 in 23:44
    Permalink

    Anche perche se diventasse una misura universale basata sul Isee,nucleo familiare ecc..il singolo disoccupato rimarrebbe sempre “fregato”…

    Rispondi
    • Avatar
      8 Settembre 2018 in 14:05
      Permalink

      Ciao ,Se vero quota 100 senza paletti significa se tu hai 35 anni di contributi e 57 anni di lavoro che fa 92 non devi lavorare altri 8 ma altri 4 perché ogni anno viene raddoppiato 1 contributivo 1 anagrafico. tu fra 4 anni avrai 61 anni 1e 39 di contributi, la somma fa 100

      Rispondi
  • Avatar
    5 Settembre 2018 in 22:18
    Permalink

    Non ho capito questo reddito di cittadinanza..
    Ma verrebbe assorbita la Naspi?!?
    E se fosse legato all ISEE significa che se si ha qualche risparmio allora il precario RISCHIA di non avere diritti perché non deve avere qualche risparmio??

    Rispondi
  • Avatar
    5 Settembre 2018 in 22:10
    Permalink

    Con la legge Fornero devo andare in pensione a giugno 2022 con 43 anni e 4 mesi di contributi all’eta’ di 61 anni e 8 mesi. Ho votato 5 stelle anche e non solo per l’eliminazione della legge Fornero.Se adesso viene accettato quota 100 col paletto di 64 anni,A CHE GIOCO GIOCHIAMO. Bisogna tenere presente quelle poche persone ancora,(dico ancora visto che i nostri figli si affacciano con ritardo al mondo del lavoro,) in attivita che per necessita sono state costrette a lavorare a 16-18 anni.Capisco che per approvare una manovra del genere
    ,ci vogliono molti soldi, ma i nostri politici sanno come è dove reperirli, ci vuole solo coraggio e volontà. Stiamo alla finestra a guardare cosa succederà, con l’auspicio di non essere deluso nuovamente, dalle persone a cui ho affidato il mio voto.

    Rispondi
  • Avatar
    5 Settembre 2018 in 21:19
    Permalink

    Cari Salvini e Di Maio, sono un’insegnante di scuola primaria con 64 di età e 36 anni di contributi sto aspettando con trepidazione la riforma delle pensioni” Quota 100”. Mi auguro che manteniate le promesse fatte in sede elettorale. Io sono molto stanca e con salute precaria e ho già dato tanto alla scuola che mi ha spremuto allo sfinimento. Non mi sono mai risparmiata ho lavorato sempre con coscienza e passione ma ora basta! Io rivendico il il diritto di andare in pensione. Continuare p a insegnare sarebbe deleterio per gli alunni, per i giovani che devono entrare nel mondo del lavoro e per me.

    Rispondi
  • Avatar
    5 Settembre 2018 in 20:59
    Permalink

    Salvini, come volevasi dimostrare, i TG delle 20.30 del 05.09.2018 hanno DEFINITIVAMENTE smentito le tue affermazioni.
    Quota 100 è solo ed esclusivamente con 64/65 anni di età anagrafica … NON CI SONO ALTRE VIE nè altri santi !
    Sei quindi un emerito mentitore e pataccaro come lo sono stati tutti i tuoi predecessori!
    Peccato perchè se effettivamente avessi realizzato quanto concordato con il popolo SOVRANO, che purtroppo sovrano non è visto che siamo in pieno regime dittatoriale, avremmo richiesto per te il processo di canonizzazione al papa.

    Rispondi
    • Avatar
      5 Settembre 2018 in 22:11
      Permalink

      Penso che la quota 100 per tutti senza paletti sia la soluzione socialmente più giusta perché mette d’accordo sia chi ha già versato per tanti anni, sia chi è più avanti di età, senza contare il beneficio per i giovani nuovi lavoratori in attesa di occupazione.

      Rispondi
  • Avatar
    5 Settembre 2018 in 20:47
    Permalink

    Vorrei tanto crederci, ma i precedenti non depongono a favore dei due pagliacci. Spero tantissimo di sbagliarmi

    Rispondi
  • Avatar
    5 Settembre 2018 in 20:33
    Permalink

    Dalle dichiarazioni di Treu, emerge, che non ha proprio in testa la materia, avendo fatto nella sua percorrenza da ministro solo disastri.
    Confermo che le dichiarazioni fatte dal ex ministro sono frutto dai fumi dell’alcol.
    Sospenda immediatamente l’abuso del vino e cominci a bere acqua e poi acqua, ammesso che le faccia bene

    Rispondi
  • Avatar
    5 Settembre 2018 in 19:40
    Permalink

    Siamo a Settembre quindi la finanziaria e questione di giorni a breve capiremo cosa vuol dire per i giallo verdi quota 100 e quota 41/42 molto onestamente sarei contento se eliminassero da subito per la nostra e le future generazioni la ADV .
    È chiaro che questo governo si gioca la governabilità dei prossimi 5 anni in base alla finanziaria e alle promesse mantenute o meno altrimenti perderanno la fiducia degli elettori e come d’incanto si troveranno con un bel 10% in meno di voti Fate Vobus.

    Rispondi
  • Avatar
    5 Settembre 2018 in 19:39
    Permalink

    IL SOLITO CIARLATANO, PATACCARO ,SBRUFFONE ,PIFFERAIO MAGICO DEI CREDULONI. MA STO SALVINI PENSA CHE GLI ITALIANI SONO TUTTI SCEMI!!!?????? IN GRAN PARTE LO SONO ,LA GRAN PARTE DI QUELLI CHE LO HANNO VOTATO , CHE HANNO CREDUTO A TUTTE LE FANFARONATE CHE HA URLATO E CHE ANCORA URLA AI QUATTRO VENTI. ANCORA OGGI FÁ PROCLAMI QUOTA 100 SENZA PALETTI, MENTRE I SUOI GIANNIZZERI IN TUTTI TLEGIORNALI ODIERNI RIBADISCONO 100/64/65 .BASTA BALLE SALVINI NON SIAMO TUTTI FESSI COME PENSI, IL PROBLEMA È LA FOLLA TU LA FREGHI COME VUOI PERCHÈ PURTROPPO LA FOLLA DICIMO COSÌ CHE UN POCO IGNORANTE

    Rispondi
  • Avatar
    5 Settembre 2018 in 19:11
    Permalink

    Grande Salvini! L’80% dei cittadini italiani lavoratori sono con te… Continua cosi

    Rispondi
  • Avatar
    5 Settembre 2018 in 19:05
    Permalink

    Tutte queste considerazioni esprimono un forte malumore e un disagio reale.
    Il problema sostanziale è che dai primi anni 2000 ad oggi il numero di anni necessari al raggiungimento della pensione è aumentato in modo eccessivo – da 35 anni di contributi a 43 ( senza peraltro che la vita media sia aumentata in ugual misura ), paghiamo anche un eccessivo lassismo precedente e i fatto che chi è andato con 35 anni continua a prendere pensioni ( retributive ) per molti più anni che oggi aggravano il tutto.
    Occorre ricordare che oggi tutti danno la colpa alla Fornero ma le riforme precedenti furono anche peggiori dell’ultima e che la ADV è stata introdotta da Sacconi ( con la Lega ). Alla fine la Fornero ha aggiunto un anno e un altro anno si è aggiunto per l’ADV dal 2012 ad oggi. Credo sia coerente permettere a chi ha 41 / 42 anni di contributi di poter pensionarsi con un modesto ( 3% per ogni anno ) ritocco alla pensione. Pensare di chiedere il ricalcolo contributivo ( che costa dal 15% al 30% ) sarebbe ingiusto e nessuno aderirebbe.
    Un’ultima considerazione che non sarà presa bene da molti: orientare il voto politico all’interesse personale non aiuta a fare il bene di tutta la comunità e delle generazioni future

    Rispondi
  • Avatar
    5 Settembre 2018 in 18:47
    Permalink

    allora…. qua e’ meglio che facciano le cose con un senso senno’ e’ meglio che lascino la fornero….. il mio caso e’ questo : ho 53 anni,iniziato a lavorare a 16,attualmente ho 37 anni di contributi,con la fornero mi mancano 7 anni circa….. se attuano la quota 100 vado a 64….quindi 37 fatti + altri 11 di eta’ per arrivare a 64…. 64 + 48 a casa mia fa 112 !!!!…… state bene attenti a quel che fate perche’ veniamo a prendervi se siete peggio di quelli di prima…. occhio.

    Rispondi
  • Avatar
    5 Settembre 2018 in 17:03
    Permalink

    Io mi chiedo quando Salvini smettera’ di sparare cazzate. Anche oggi , come rilevato da 3 quotidiani nazionali ‘ sole 24 ore ha confermato QUOTA 100 SENZA VINCOLI da SUBITO, mentre invece tutto il suo staff ( lega ) e 5S compresi continuano IMPERTERRITI a ripetere quota 100 SOLO ED ESCLUSIVAMENTE a 64/65 anni.
    Salvini smettila di prendere in giro chi ha creduto in te !!! Forse un po’ di lavoro nei campi , in fonderia o ad asfaltare strade per anche solo per 30 anni ti farebbe bene..

    Rispondi
  • Avatar
    5 Settembre 2018 in 16:50
    Permalink

    Quota 100 senza paletti x tutti
    si crea occupazione per tanti, si rilancia i consumi e l’economia
    se mancano le coperture, basta tagliare i privilegi di Renzi 80 euro al mese a chi già percepisce uno stipendio, 80 euro al mese che non hanno portato a nessun beneficio nemmeno a chi li percepisce.
    Sicuramente anche chi beneficia delle 80 euro sarà d’accordo, poiché si crea occupazione anche per i loro figli

    Rispondi
  • Avatar
    5 Settembre 2018 in 16:44
    Permalink

    ci sono tanti casi come il mio ho iniziato a lavorare a 14 anni ne ho 64, purtroppo quasi sempre in nero e quasi tutti lavori usuranti,anche 16 ore al giorno! Sette notti di fila di 8 ore! ( che diventavano anche 10! Devo aspettare di compiere 67-68 anni per ricevere la pensione di vecchiaia…… che faccio?

    Rispondi
  • Avatar
    5 Settembre 2018 in 16:36
    Permalink

    Se la chiami quota 100 deve essere quota 100 con 38 e 62, 40 e 60 non con il paletto a 64 di età. L’economista Brambilla non sa contare perchè se ho gia 39 anni di contributi e vado in pensione a 64 anni, la somma è 103. Salvini se approvi questa soluzione il prossimo a prendere il barcone sarai tu, ricordalo.

    Rispondi
  • Avatar
    5 Settembre 2018 in 16:34
    Permalink

    Proroga opzione donna per favore. Grazie!

    Rispondi
  • Avatar
    5 Settembre 2018 in 16:17
    Permalink

    Penso che sia giustissimo quota 100 senza limiti di età, poi ognuno sceglie di continuare a lavorare o no raggiunto questo parametro e inoltre si liberano posti per i giovani

    Rispondi
    • Avatar
      5 Settembre 2018 in 16:42
      Permalink

      Trovo giustissimo quanto intende fare Salvini, spero che si avveri!

      Rispondi
      • Avatar
        5 Settembre 2018 in 19:15
        Permalink

        Ho 56 anni e 40 anni di contributi ma ho mia madre con l’Alzheimer potrei andare in pensione con i 41anni con la legge attuale. Con quota 100 vengo penalizzato. Per le persone che hanno famigliari in queste situazioni dovrebbero aiutarci e agevolare l’uscita dal lavoro anticipata speriamo!!!!

        Rispondi
  • Avatar
    5 Settembre 2018 in 16:12
    Permalink

    ATTENZIONE!!!!! SI CONTINUA CON LA NON CHIAREZZA RIGUARDO LA QUOTA 100.
    IN UNA INTERVISTA RIPORTATA OGGI SUL SOLE 24 ORE ALLA DOMANDA SULLA QUOTA 100 DA SUBITO PER TUTTI DAL 2019
    MATTEO SALVINI HA COSI’ RISPOSTO: SI’ QUOTA 100 INTEGRALE SENZA PALETTI. BENE DIRETE VOI PIU’ CHIARO DI COSI’ E PER DI PIU’ AFFERMAZIONE FATTA DA UNO DEI PIU’ AUTOREVOLI ESPONENTI DEL GOVERNO. EBBENE NEL VERTICE DI IERI DELLA LEGA SI E’ PARLATO DI FAR SCATTARE LA QUOTA 100 DAL 2019 INTRODUCENDO IL PALETTO DEI 64 ANNI DI ETA’ ANAGRAFICA. CIO’ E’ STATO CONFERMATO INDIRETTAMENTE ANCHE DAL SOTTOSEGRETARIO AL LAVORO CLAUDIO DURINGON CHE HA PARTECIPATO AL VERTICE. VI INVITO A LEGGERE IL SOLE 24 ORE DI OGGI CHE RIPORTA LA NOTIZIA.
    PERTANTO SE TUTTO CIO’ CORRISPONDE A VERITA’ CHIEDO A MATTEO SALVINI QUANDO LA SMETTERA’ DI PRENDERE IN GIRO I LAVORATORI. ORA BASTA E’ TEMPO DI FARLA FINITA CON QUESTA TRAGICA COMMEDIA. SI PARLI CON UNA LINGUA SOLA E SI CHIARISCA UNA VOLTA PER TUTTE LA QUESTIONE DELLA QUOTA 100.

    Rispondi
  • Avatar
    5 Settembre 2018 in 15:57
    Permalink

    Ok x quota 100 senza paletti ne alcuna restrizione circa i contributi figurativi che devono avere sacrosanto valore ai fini pensionistici
    Ci conto

    Rispondi
    • Avatar
      5 Settembre 2018 in 18:53
      Permalink

      Signori attenzione alla quota 100 ,sapete che è previsto il ricalcolo contributivo integrale cioè su tutta la vita lavorativa., che farà abbassare sensibilmente l’assegno pensionistico ,,,ma siete sicuri che conviene..

      Rispondi
  • Avatar
    5 Settembre 2018 in 15:45
    Permalink

    Anche io credo che bisogna attuare la quota 100 per tutti senza paletti, anche perché coloro che non hanno ancora 64 anni ma hanno 42 anni di servizio non possono andare in pensione mentre uno che ha 36 anni di servizio ma 64 anni di età può andare, non è giusto. Risolvete quello che avete promesso senza danni e vedrete che governerete per venti anni.

    Rispondi
  • Avatar
    5 Settembre 2018 in 15:40
    Permalink

    Speriamo che ci mandino in pensione, altrimenti li “mandiamo” noi…. si sa dove !!!!

    Rispondi
  • Avatar
    5 Settembre 2018 in 15:33
    Permalink

    Credo che dopo 40 anni di lavoro tutti avrebbero il diritto di godersi la pensione e in più si potrebbero creare posti di lavoro per i giovani. E visto che siamo nell’argomento, a quelli che dopo un mese di pensione tornano a lavorare magari nella stessa azienda io toglierei per sempre la pensione per devolverla ai giovani disoccupati.

    Rispondi
  • Avatar
    5 Settembre 2018 in 15:24
    Permalink

    Sono fiducioso in Salvini, credo che abbia capito perfettamente che dando la possibilità di una uscita con quota 100 consentirà a tanti giovani di entrare nel mondo del lavoro, cio comporterà un doppio beneficio e una ripresa dell’economico cosa che i politici di Sx non hanno mai voluto capire.

    Rispondi
  • Avatar
    5 Settembre 2018 in 15:10
    Permalink

    Tra pochi giorni sapremo finalmente cosa intende Salvini “senza paletti”. A più riprese ha usato questa frase. In tv, sui media, giornali compresi. Tra poco sapremo se ce le ha “di semolino”. Sa di essersi esposto tantissimo e ci sono le europee alle porte. Per fare un salto dalle stelle alle stalle ci vuole poco.

    Rispondi
  • Avatar
    5 Settembre 2018 in 14:53
    Permalink

    sarebbe la considerazione piu’ giusta io ho 63 anni e 41 , 5 di contributi versati sono gia’ a 104-105 come quota se ci riescono alle prossime elezioni li voto 3 volte.

    Rispondi
  • Avatar
    5 Settembre 2018 in 14:18
    Permalink

    E’ chiaro come dice Pierantonio senza paletti significa che il ricalcolo contributivo per chi possiede il retributivo non deve esistere se no e’ tutto un cavolo la gente e’ costretta a rimanere al lavoro.

    Rispondi
  • Avatar
    5 Settembre 2018 in 13:54
    Permalink

    SIAMO TUTTI ALLA FINESTRA AD ASPETTARE!!!!!!

    Rispondi
  • Avatar
    5 Settembre 2018 in 13:49
    Permalink

    Buongiorno

    In riferimento, a tutto quello che viene detto sulla quota 100, non trovo giusto, che vi siano paletti o limiti di età, altrimenti è peggio che la legge Fornero, in quanto un non precoce che ha perso il lavoro in quanto L,’azienda è fallita con 61 anni e 41 di contrivuti versati, si ottiene 102, ma per altri 3 anni non si può andare in pensione,
    Buon lavoroa tutti

    Rispondi
  • Avatar
    5 Settembre 2018 in 13:45
    Permalink

    Mi auguro che quello detto da Salvini sia vero
    ho sempre sperato che prima o poi dicesse qualche cosa di serio uno come me che lo vota dal 2011 e’ che ha firmato il referendum della Lega contro la Fornero in questi mesi che si e’ detto di tutto
    sulla riforma pensioni , mi sentivo tradito.

    Rispondi
  • Avatar
    5 Settembre 2018 in 13:44
    Permalink

    Io non mi fido. Resto sempre piuttosto scettico, le parole non mi bastano.
    Quota 100 uguale 60 + 40
    e Quota 41 o 41,5

    E si ricordi salvini che in campagna elettorale non ha parlato di ricalcolo
    Tutto al contributivo compreso chi aveva 18 anni prima del 31 dicembre 1995!

    La str….ta dei 64+36 con il ricalcolo tutto con il contributivo secco, serve solo
    A far desistere le persone ad usufruirne.
    Con carriere lavorative con stipendi medio bassi durante tutto l arco della
    Vita lavorativa porterebbe chi dovesse scegliere questa opzione ad avere
    “Solo” 36 anni di contributi con una pensione con il contributivo secco ancora
    Più magra. Il dilemma sarà per tanti e ognuno per la propria storia personale
    A valutare se uscire con una pensione ancor più dimagrita o continuare ancora
    Per qualche altro anno. Ed e’ quello che spera il governo. O mangi la minestra
    O salti la finestra. In tutti e due i casi ti fregano.

    Morale del governo: ti diamo la possibilità di uscire qualche anno prima, ma ti

    Rispondi
  • Avatar
    5 Settembre 2018 in 13:39
    Permalink

    Non penso che stia continuando a fare campagna elettorale e quindi auspico che le cose che sta dicendo siano confermate, anche perché in caso contrario perderebbe molto della sua credibilità. Aspettiamo e valutiamo.
    Daniele

    Rispondi
  • Avatar
    5 Settembre 2018 in 13:38
    Permalink

    Caro SALVINI, spero che dopo tutti i proclami sia messo in atto ciò che Lei promette.
    Soprattutto e subito per chi COME IL SOTTOSCRITTO, ha gia’ 42 anni di contributi e 63 anni d’età, cioè QUOTA 105 !!!! Se questo dovesse avvenire in questa legge di stabilità LEI arriverà da solo al 60% di consensi.
    Grazie.

    Rispondi
  • Avatar
    5 Settembre 2018 in 13:38
    Permalink

    E’ una riforma sacrosanta, che fa recuperare in parte ciò che si è perso, a tutti quei lavoratori che sono stati costretti ad allungare il proprio ciclo lavorativo di ben 8 anni rispetto ai predecessori, i quali potevano contare su una pensione sostanziosa basata sul retributivo con 35 anni di contributi.

    Rispondi
  • Avatar
    5 Settembre 2018 in 13:34
    Permalink

    Peccato che in tutte le sue esternazioni Salvini abbia sempre VOLONTARIAMENTE omesso un piccolo insignificante particolare e cioè QUANDO ? Ricordo a tutti che i 2 nuovi apostoli avranno tempo fino al 2023 per attuare una eventuale riforma, salvo essere cacciati in malo modo in anticipo. Peccato che fra 5 anni moltissimi di noi 60enni con 40 anni di contributi e oltre avranno già raggiunto la pensione SENZA che questi 2 nuovi poltronari abbiano concluso nulla. RICORDATEVELO !

    Rispondi
  • Avatar
    5 Settembre 2018 in 13:32
    Permalink

    Hai promesso che con 41 anni di contributi si va via…. io a 64 anni ne avrò se ancora campo 48, e che mi chiamo

    Daniele non Salvatore (dell’italia) Buffoni

    Rispondi
  • Avatar
    5 Settembre 2018 in 12:57
    Permalink

    Le promesse vanno mantenute :
    mi pare che Salvini , ma anche Di Maio , siano coerenti e finalmente dei politici che sta dimostrando di avere “una sola parola”.
    Certo, non si può pensare che il nuovo Governo, in pochi mesi, possa risolvere tutte le problematiche della gente “comune” lasciate nel limbo dai precedenti ” menefreghisti”.
    Mi associo con Rossella : aspettiamo con ansia…….

    Rispondi
    • Avatar
      5 Settembre 2018 in 13:44
      Permalink

      Dimostri disattenzione in ciò che dici, entrambi i ministri hanno sempre sottolineato che la controriforma alla legge Fornero inizierà gia a partire dai primi mesi del 2019.
      Mostra più obiettività nelle tue valutazioni, perchè proprio poltronari a Salvini e Di Maio non mi sentirei di dirlo

      Rispondi
  • Avatar
    5 Settembre 2018 in 12:43
    Permalink

    Indipendentemente dalle proprie idee politiche, credo che Salvini, con l’abolizione della Legge Fornero, abbia iniziato una “battaglia sacrosanta”. Ora resta da vedere come trasformerà le sue promesse in realtà. La legge di stabilità è vicinissima e molto vicine sono le europee, e quindi le carte si dovranno scoprire tra pochissimo. Personalmente sono fiducioso. E che il sogno diventi realtà. Renato docet.

    Rispondi
  • Avatar
    5 Settembre 2018 in 12:31
    Permalink

    Ancora chiacchiere!!!! Solo chiacchiere!!!!
    E lauti stipendi x Salvini e C…….
    La mia certezza è che dovrò lavorare altri 6 anni, nel frattempo occuparmi di una 82enne e di una nipotina di 5 mesi. E dimenticavo …occuparmi/preoccuparmi anche della mia casa e di mio marito!!! Il Vaffa è tutto a questa classe politica e alle loro prese in giro oltre a tutti i creduloni che li hanno votati!!!!!!

    Rispondi
  • Avatar
    5 Settembre 2018 in 12:18
    Permalink

    Speriamo che sia vero, altrimenti io e la mia Famiglia non vi voteremo mai più !!!

    Rispondi
  • Avatar
    5 Settembre 2018 in 12:12
    Permalink

    È chiaro, che una volta archiviata quota 41 tanto sbandierata, nella prossima tornata elettorale devono aspettarsi il peggio.

    Rispondi
  • Avatar
    5 Settembre 2018 in 12:04
    Permalink

    Ma smettila con sta campagna elettorale pagliaccio!!!!
    Te e l altro….!!!!
    Programma:
    Punto 17
    ABOLIRE LA LEGGE FORNERO
    !!!!
    41 x TUTTI dov è…..???
    Barlafooss

    Rispondi
    • Avatar
      5 Settembre 2018 in 13:01
      Permalink

      quota 100 senza paletti significa che se io ho 60 anni e 40 di contributi vado via. Se ho 59 e 41 di contributi vado via. Altrimenti si ritorna a chi fa 43 44 anni di servizio e chi ne fa 40.
      IO HO GIA’ 60 ANNI QUOTA 101 ……… SALVINI SONO DONNA ……SONO PRECOCE …..E SONO STANCA.
      Vediamo se partorisci una legge degna delle tue promesse…sono cose che mi sarei aspettate le dicesse un Ministro del lavoro…ma lui pensa al reddito di cittadinanza…

      Rispondi
      • Avatar
        5 Settembre 2018 in 13:58
        Permalink

        Ho 57 anni e quasi 41 di contributi. Tra due 2 anni, ne avrò 59+43= 102. Mi penalizzeranno e dovrò lavorare sino ai 64 di età? A quel punto, avrò versato contributi per 47 annni!!!! MA SIAMO SCEMI??? Io voglio la mia pensione max a 59 anni!!!!

        Rispondi
        • Avatar
          7 Settembre 2018 in 11:16
          Permalink

          Scusa Carla ma potresti andare via con 42 anni e 3 mesi, i nuovi parametri in vigore dal 2019 sperando che qualcuno da lassù blocchi almeno il meccanismo dell’ADV, stabiliti dalla legge Fornero per le donne. Perché ti preoccupi della quota 100? Tanto la legge Fornero non potranno abolirla e per parecchie persone è meglio così. Parlo anche per me che ho 39 anni di servizio, tra 3 anni me ne potrò andare con la Fornero, tutte le altre opzioni non mi aiutano anzi tutt’altro. Con la quota 100 dovrei fare ben 4 anni ancora e quota 41/42 non si sa nemmeno se e quando e come, quindi inutile considerarla in questo momento.

          Rispondi
        • Avatar
          8 Settembre 2018 in 14:15
          Permalink

          Ma sei andata al sindacato a farti fare il conteggio?

          Rispondi
  • Avatar
    5 Settembre 2018 in 11:46
    Permalink

    cercate di non fare troppe chiacchiere e cercate di fare almeno il 10 per cento di quello che avete promesso

    Rispondi
  • Avatar
    5 Settembre 2018 in 11:10
    Permalink

    41 Anni di lavoro sono 2\3 di vita, altro che aspettativa di vita, FORNERO……………………….

    Rispondi
    • Avatar
      6 Settembre 2018 in 11:13
      Permalink

      a parer mio, la quota 100 integrale , quindi senza paletti, non è di facile soluzione, ma nemmeno impossibile. Basta eliminare i numerosi sprechi che l’Italia è abituata a fare e la copertura finanziaria è già trovata; il fatto è se l’attuale Governo vuole attuare veramente il contratto stipulato, quindi faccia i fatti e non soltanto parole. Incominci a concretizzare ciò che hanno previsto nel contratto, allora si che si diventa credibili.

      Rispondi
  • Pingback: Novità Pensioni anticipate 2018, precoci attaccano Treu: 'provi lei a lavorare 41 anni' | Pensioni per tutti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *