Pensioni 2019, ultime novità: proroga opzione donna si estende alle nate nel 1962 e poi?

Le ultimissime novità sulla riforma pensioni e nello specifico sulla proroga dell’opzione donna ci giungono da Paola Viscovich, amministratrice del gruppo ‘opzione donna le escluse’, con la quale ci siamo interfacciate per avere impressioni e pareri a seguito di quanto emerso dalle ultime dichiarazioni di Durigon, che proprio intervistato dal nostro sito, ha confermato la proroga della misura almeno fino al 2020, non chiudendo ad eventuale proroghe o a modifiche migliorative della misura che potrebbero portare ad estendere ulteriormente la platea. Si é parlato altresì di bonus figli e valorizzazione del lavoro di cura, insomma molte ‘porte’ aperte per una riforma finalmente che guardi maggiormente alle donne ed al loro ruolo prioritario di care giver nella società.

Eccovi le risposte di Poala Viscovich che ringraziamo per la disponibilità , ricordiamo altresì a a chiunque volesse riprendere le dichiarazioni dell’amministratrice che é tenuto a citare il nostro sito, trattandosi di un’intervista in esclusiva.

Opzione donna: la luce in fondo al tunnel, la proroga certa al 2020

Gentilissima Paola Viscovich, ormai sono arrivate moltissime conferme, anche quella più importante del sottosegretario al Ministero del Lavoro, Claudio Durigon che annuncia come certa la proroga dell’opzione donna al 2020, come vivete questo momento, siete tranquille, dunque, per la prossima legge di bilancio?

Le donne del gruppo “OPZIONE DONNA LE ESCLUSE” che rappresento, nonostante l’iniziale, immediato e comprensibile sbigottimento dovuto, l’anno scorso, all’inaspettato innalzamento dell’età anagrafica intervenuto nella scorsa ldb che, difformemente a quanto indicato nel Contratto di Governo, ha reso loro inaccessibile il pensionamento entro il 2018, hanno da sempre riconosciuto e ribadito il merito, da ascriversi senza dubbio all’attuale Esecutivo, per aver “riattivato” la misura Opzione Donna, rimasta bloccata e dimenticata per oltre un triennio e finalmente disponibile, già dall’anno scorso, a consentire il pensionamento a tante donne, (ad oggi 17.452 donne che hanno fatto domanda), anche amiche e compagne, di poco più anziane.

Allo stato attuale, i segnali, reiterati, che sono giunti e continuano a giungere, da molti esponenti di Governo, come da dichiarazioni del sottosegretario On. Claudio Durigon, ma non solo, ci danno fiducia che si tratti di un impegno concreto e condiviso, circa il rinnovo, anche per quest’anno, e perché no, ove possibile, anche per il prossimo di questa forma di pensionamento al femminile.

Opzione donna le escluse: obiettivo raggiunto, ma vicine alle altre donne

Se davvero come pare certo sia, la proroga ricomprenderà anche le donne del 1962, il vostro obiettivo, come gruppo ‘opzione donna le escluse’ nato per ricomprendere le donne del 61, sarebbe ampiamente raggiunto, il gruppo continuerà la propria attività sui social per aiutare le donne ancora fuori o terminerà il proprio lavoro?

Per quanto riguarda la nostra attività sui social, a prescindere dal mantenimento della mia carica di amministratrice o dall’eventuale passaggio del testimone, certamente non faremo mancare anche alle donne di domani, opzione donna o altro, ogni supporto, solidarietà e sostegno necessario a dare continuità alla richiesta di una norma organica sulla previdenza femminile che ne regoli e disciplini la materia, nel rispetto delle peculiarità del lavoro femminile, comunque svolto, e che possa essere il più inclusiva possibile delle varie fattispecie dei bisogni delle lavoratrici.

Opzione donna strutturale? Difficile, al più ancora per qualche anno

Crede le richieste delle lavoratrici che domandano la proroga strutturale di opzione donna, sia corretta e soprattutto realizzabile, e nel caso appoggerete tale lotta?

In merito alla strutturalità della misura, invece, siamo del parere che l’inevitabile estendersi, via via, del periodo ricadente nel sistema contributivo, renderà difficile il concretizzarsi di tale possibilità

Riuscirete ad entrare nella proroga al 2020, ricordiamo che i requisiti , come ha ricordato l’onorevole Durigon, resteranno 35 anni di contributi e 58 anni se dipendenti e 59 se autonome. Soddisfatte o confidate la platea si possa ancora ampliare?

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!
Erica Venditti

Erica Venditti

Mi chiamo Erica Venditti, classe 1981. Da aprile 2014 sono giornalista pubblicista Scopri di più

10 pensieri riguardo “Pensioni 2019, ultime novità: proroga opzione donna si estende alle nate nel 1962 e poi?

  • Avatar
    6 Agosto 2019 in 20:00
    Permalink

    Ma perché non dite la verità e cioè che le donne con opzione donna vengono fregate due volte. Una perché si vuole far credere che si viene incontro alle donne ed una per perché chi sceglie tale opzione viene FORTEMENTE penalizzata fino al 35% in meno in quanto il calcolo viene fatto interamente contributivo.Ecco perché Non sono state molte le richieste. Andare in pensione una vita di lavoro col 35%on meno è davvero uno scippo.

    Rispondi
  • Avatar
    3 Agosto 2019 in 16:19
    Permalink

    Buon giorno quindi per chi e del 61 io farò i 58 il 10 dicembre con 36 anni di contributi e dicoccupata grazie

    Rispondi
  • Avatar
    3 Agosto 2019 in 14:40
    Permalink

    Ma se ho parlato pochi giorni fa col sindacalista che segue la mia ditta e mi ha detto che per l’opzione donna per ora nn se ne parla? Io sono del 62 e ho 37 anni di contributi! Ma vi pare che noi donne che abbiamo anche una famiglia dobbiamo lavorare un po’ troppo? Fatevi un esame di coscienza governanti!!!

    Rispondi
    • Erica Venditti
      3 Agosto 2019 in 15:11
      Permalink

      Danila con rispetto per il suo sindacalista ma crediamo le parole del sottosegretario al ministero del lavoro valgano un pochino di più.

      Rispondi
  • Avatar
    2 Agosto 2019 in 20:08
    Permalink

    sono del 1962 ed ho 34 anni di contributi di cui 20 mesi figurativi, ho perso il lavoro due anni fa.
    Nonostante dopo la naspi, ho aperto assegno di ricollocamento ed ho una tutor al centro dell’impiego che mi sta seguendo, non riesco a ricollocarmi nel mondo lavorativo, come faccio ad arrivare ai 35 anni di contributi!!!
    Pensate a trovare una soluzione, anche per tutte le persone che come me, sono vecchie per il mondo del lavoro, ma giovani per andare in pensione!

    Rispondi
  • Avatar
    2 Agosto 2019 in 18:31
    Permalink

    E le donne che fanno 41 anni di lavoroi nel 2020 le avete dimenticate? Noi donne oltre a lavorare hanno anche una famiglia da tirare avanti dopo il lavoro fuori! Ci siete o ci fate? Buffoni.

    Rispondi
  • Avatar
    2 Agosto 2019 in 16:25
    Permalink

    Sicuro che sarà esteso alle nate nel 1962 ?

    Rispondi
    • Erica Venditti
      3 Agosto 2019 in 14:28
      Permalink

      Stando alle parole du Durigon si…legga l intrtvista che ci ha rilasciato. La trova sul sito

      Rispondi
  • Avatar
    2 Agosto 2019 in 16:07
    Permalink

    Ma si parla di ldb2020 quindi relativa al 31/12/2019 . Se cosi fosse non rientrerebbero le nate nel 1962. O sbaglio?

    Rispondi
    • Erica Venditti
      3 Agosto 2019 in 14:28
      Permalink

      Si parla della proeoga al 31 12 2020 dl murelli. Questa ho nominato nella mia interviata Durigon e lui ha confermato. Leggete sul sito l’intervista a Durigon

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *