Riforma pensioni 2019, ultimissime da Durigon su quota 41, donne ed esodati

Riforma pensioni 2019, ultimissime da Durigon su quota 41, donne ed esodati

Le ultimissime novità al 15 luglio sulla riforma delle pensioni arrivano direttamente dal sottosegretario al Ministero del Lavoro che ospite sabato sera su La 7 é tornato a parlare della prossima legge di bilancio e delle misure che potrebbero vedere la luce o su cui certamente si discuterà al fine di migliorare l’attuale impianto previdenziale.

Per quanti non avessero potuto seguire la trasmissione lo stesso onorevole ha fatto un buon sunto dei principali temi trattati sabato sera all’interno di un post facebook che ha pubblicato sulla propria pagina. Ve lo riportiamo, giacché lo stesso ha ovviamente attirato l’attenzione delle categorie maggiormente disagiate che attendono nuove misure nella LdB 2020 che hanno approfitatto del post per ringraziare o chiedere ulteriori misure al sottogretario al Ministero del Lavoro.

Pensioni, Durigon: quota 41, più garanzia alle donne, risposte agli esodati

Eccovi le sue parole: “Ieri sera abbiamo parlato anche della prossima finanziaria, oltre i temi principali della 𝐅𝐥𝐚𝐭 𝐭𝐚𝐱 e taglio del cuneo fiscale sul lavoro, è necessario mettere in campo altre norme che continuano il percorso della riforma pensionistica.

Dobbiamo dare più garanzie alle donne, quindi sarà sicura la proroga di Opzione Donna, verificare la possibilità di inserire contributi figurativi per le mamme lavoratrici, che serva anche a garantire il welfare familiare, dare risposte agli ultimi esodati della iniqua legge Fornero, creare i presupposti per la separazione tra previdenza e assistenza. Il tutto serve per arrivare finalmente alla vera riforma pensionistica: 𝙇𝙖 𝙦𝙪𝙤𝙩𝙖 41.

Pensioni 2019, i primi commenti a caldo di donne, precoci, esodati

Non potevano ovviamente mancare i primi commenti a caldo delle varie categorie citate, vi é chi ringrazia come le donne iscritte al gruppo opzione donna le escluse’ che sono contente di sentire la parola ‘sicura’ associata alla proroga della misura, sebbene Durigon non abbia parlato di durata della proroga e dei requisiti necessari per poterne beneficiare. Chi si interroga come Orietta Armiliato, amministratrice del CODS, sebben lieta di sentir parlare di lavoro di cura e riconoscimenti dello stesso ai fini previdenziali, invita l’onorevole a non limitare il tutto al ‘bonus figli‘, ma a pensare alle donne nella loro totalità con al più un occhio di riguardo verso coloro che sono anche madri.

Vi sono poi gli esodati, soddisfatti di essere stati nominati dall’onorevole ed infine i precoci, a cui non é molto piaciuta la frase: il tutto, ossia le riforme citate, per arrivare finalmente alla vera riforma pensionistica quota 41″, come a dire che i tempi per arrivare alla quota 41 potrebbero essere lunghi. Riportiamo i primi commenti apparsi post trasmissione e messaggio dell’onorevole sui social.

Riforma pensioni 2019, tra ringraziamenti e nuove richieste a Durigon

Orietta Armiliato, amministratrice del CODS, ha così commentato: “Le 5110 donne del ComitatoOpzioneDonnaSocial (CODS) mio tramite, ringraziano per aver fatto emergere insieme ai conduttori del programma ed agli ospiti presenti, la necessità di veder riconosciuto quello che comunemente viene definito come “lavoro di cura” che è appannaggio della popolazione femminile (i dati che lei conosce ed ha condiviso, parlano da soli). La puntuale consapevolezza porterà sicuramente alla volontà di voler finalmente porre rimedio, proponendo sostenibili ma mirati provvedimenti. Tuttavia, il riconoscere e premiare tramite la maternità le lavoratrici, non ci sembra una soluzione equa e dunque confidiamo in una determinazione che coinvolga tutte le donne, magari con un occhio di riguardo per coloro che sono anche madri se vogliamo ma, non in via prevalente o peggio, esclusiva. Grazie in ogni caso per l’attenzione al tema e per farvene carico“.

Gabriella Stojan, amministratrice del Comitato 6.000 Esodati Esclusi: “Il Sottosegretario Claudio Durigon sottolinea la necessità urgente di mettere in campo delle norme, tra le quali “dare risposte agli ultimi esodati della iniqua legge Fornero”. Gli ultimi 6.000 #ESODATI che attendono giustizia da anni ringraziano per l’impegno a sanare il dramma del mancato riconoscimento finora del nostro diritto alla pensione e confidano in un provvedimento in tempi brevi per chi davvero non può più attendere oltre.

Paola Viscovich, amministratrice del gruppo ‘opzione donna le escluse’:Grazie Claudio Durigon sei un uomo di parola, noi eravamo già certe della proroga, ma questa tua ulteriore conferma non può che riempirci di gioia. 🌻🌻🌻GRUPPO OPZIONE DONNA LE ESCLUSE“.

Assunta T, lavoratrice precoce ha scritto perplessa,: “ Il tutto per arrivare alla vera riforma pensionistica …. Quando??? On Durigon gliel’ho già scritto, pur con tutta la solidarietà verso categorie disagiate, questo governo di cui Lei è sottosegretario al lavoro, ha l’obbligo di non trascurare chi delle vostre promesse si era fidato. Ci sono lavoratori che hanno pieno diritto alla pensione con 41anni di contribuzione, sono quelli che se non cambia lo scenario “ringrazieranno” che non sia stata abolita la Fornero, così come avevate tanto pubblicizzato nel vostro programma elettorale“.

Riforma pensioni, onorevole non si dimentichi di noi: fioccano le proposte

Ferdinando A, ricorda il caso dell’indennizzo commercianti reso strutturale dal 2019, ma che ha lasciato fuori quanti hanno chiusto l’attività nel biennio precedente: “Durigon perché tralascia il dramma che stanno vivendo gli esclusi ex commercianti dall indennizzo che avete reso strutturale e che l INPS ha lasciato fuori il biennio 2017 2018 con una circolare beffa?

Irene V: “Grazie Onorevole Durigon…attendiamo proroga opzione donna al 2023, per dare alle donne la possibilità di scegliere…grazie di cuore”

Carla P: Onorevole Durigon grazie per il suo interessamento. Mi auguro che oltre alla proroga opzione donna (non solo per un anno ma strutturale) si possa realizzare anche il riconoscimento del lavoro di cura. Infatti tante donne che magari non hanno potuto avere figli hanno però sacrificato una vita ad accudire genitori anziani o familiari con handicap. Si ricordi che l’adesione all’opzione donna è una perdita economica per noi, ma darà la possibilità di decidere il proprio futuro. Grazie e buon lavoro

Giuseppina P: “Grazie onorevole ☺️ Mi permetto di offrirle uno spunto di riflessione: e per le donne che non hanno figli ma che assistono da anni genitori anziani e disabili che opportunità c’è unitamente all’OD prorogata nella prossima LdB? Grazie se presterà attenzione al mio post “ .Cosa ne pensate delle parole dell’onorevole Durigon e delle sue promesse per la prossima legge di bilancio 2020, avete altre richieste da aggiungere? Fatelo sapere con un commento nell’apposita sezione del sito.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!
Erica Venditti

Erica Venditti

Mi chiamo Erica Venditti, classe 1981,! Da aprile 2014 sono giornalista pubblicista. Scopri di più

12 pensieri su “Riforma pensioni 2019, ultimissime da Durigon su quota 41, donne ed esodati

  1. Basta parlare Con le parole siete dei fenomeni A fatti dei quaquaraqua I mesi passano e a forza di illuderci la quota 41 se andate avanti così, forse e dico forse l, approverete nel 2122 Si ho scritto bene 2122 Buffoni voi e i vostri slogan elettorali Sulla maglietta con scritto QUOTA 41 SUBITO. Ripeto siete dei buffoni che non avete mai lavorato di braccia per 41 anni e non sapete cosa vuol dire Buffoni

  2. Buongiorno, mi chiamo Marilena. Nel 2004 ho dovuto lasciare il lavoro di impiegata, settore privato per problemi famigliari, il mese prossimo compio 63 anni con 32 di contributi. Convinta di poter accedere ..ape social ma ho avuto una risposta negativa perché ho usufruito indennità di disoccupazione in più siccome sono del 56 gli anni li compi ad agosto non posso accedere all’ape social. Vengono premiati chi sfrutta lo stato x due anni ..naspi a dispetto di chi chi non ha potuto usufruirne perché costretto a dare le dimissioni x problemi famigliari..una vera discriminazione..faccio notare che nel 2004 la pensione di vecchiaia donne era a 60 anni. Grazie.

  3. Io credo che con 41 anni di lavoro si possa andare in pensione, io ho più di un anno di lavoro prima dei 19 di età, non capisco i paletti di usurante o senza lavoro, credo questa situazione sia stata un errore. Dopo 41 anni di lavoro vanno cancellati i cosidetti paletti per i precoci

  4. Proroga opzione donna con Legge Bilancio 2020: requisiti 59 anni per lavoro dipendente, 60 anni per lavoro autonomo e 35 anni di contributi al 31.12.2019.
    Se i requisiti si dovessero ancora maturare al 31.12.2018 le donne escluse resterebbero ancora escluse dalla proroga.
    Questa scadenza del 31.12.2019 non si legge da nessuna parte. Perche?

  5. Sono contento delle parole di Durigon ma non deve cambiare i requisiti x OD sennò siamo alle solite vediamo e aspettiamo che si concretizzi le promesse fatte

  6. Innanzi tutto gradirei un chiarimento su: proroga opzione donna prossima legge di bilancio 2020 ma con i
    requisiti età 59 anni (lavoro dipendente) – 60 (lavoro autonomo), 35 anni di contributi al 31.12.2019.
    Se i requisiti contributivi restano al 31.12.2018 le escluse (1961) resteranno ancora escluse……………………….
    Io ho raggiunto i 35 anni di lavoro al 31 marzo 2019 e compio 62 anni il 02 agosto 2019 quindi spero ardentemente di rientrare nell’opzione donna 2020.

  7. Durigon quota quarantuno per i precoci senza paletti questa è una riforma che devi fare.. Non prenderci in giro ancora una volta con si farà perché ho la fai nel 2020 o lascia perdere perché tutti i precoci hanno aspettato anche troppo.. Era la prima cosa da fare.. Altro che quota 100… Attento a non continuare a prenderci per i fondelli.. Uno che ci credeva…

  8. Di onorevole questo ha niente, sia lui che il suo capo salvini!!!
    L onore è tenere fede alle promesse fatte Non omaggiare q 100 mai menzionata prima del voto!!!
    Si vede che non hanno mai lavorato…
    Dopo 41 penso che si possa andare in pensione senza paletti vari!!
    Infami e Traditori

  9. Caro durigon, come ti ho gia scritto c’è una categotia di cittadini e cittadine che sono state vessate ed umoliate dalla legge fornero siamo quelli della DEROGA AMATO, noi dovevamo andare in pensione a 63 anni ma la stratega della fregatura ci ha mandati in pensione a 67 anni.adesso siamo a 65/66/ senza lavoro e senza reddito.E’questa la controriforma?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *