Riforma pensioni 2020, ultime: gli esclusi scrivono a Nunzia Catalfo

Il tavolo di confronto tra Governo e sindacato e ripreso ed é iniziato, come ci hanno detto Roberto Ghiselli, segretario confederale della CGIL, E Domenico Proietti, segretario confederale della Uil, con ‘il piede giusto’. Ora si spera che si riesca a proseguire nei prossimi tavoli di Governo, già fissati per l’8 settembre ed il 16 settembre nel modo migliore, al fine di poter risolvere i nodi più urgenti e pianificare quella che dovrà essere la prossima Riforma delle pensioni. Ormai é certo che quota 100 verrà portata a naturale scadenza, come più volte ha annunciato anche il Ministro del Lavoro Nunzia Catalfo, che ha assicurato altresì che porra attenzione agli ultimi esodati rimasti, al fine di riuscire a quantificarne il numero preciso. Al riguardo abbiamo ricevuto una lettera, con preghiera di diffusione, che Claudio Ardizio, coordinatore degli Esodati, ha scritto alla stessa Catalfo al fine di esplicitare alcune precisazioni. Eccovi le sue parole.

Riforma pensioni 2020, la lettera a Nunzia Catalfo da parte degli esodati

L’email che vi riproponiamo é stata, ci spiega Ardizio, inoltrata all’attenzione del Ministro del Lavoro Sen. Nunzia Catalfo , ai sottosegretari e dirigenti MdL , al presidente dell’INPS Pasquale Tridico per conoscenza al Ministero MEF , a dirigenti INPS , ai 3 Sindacati, a parlamentari

Siamo grati al Ministro Sen. Nunzia Catalfo che ha annunciato una verifica tecnica all’Inps sul numero di esodati esclusi e nel caso ci sia ancora una platea di esodati non tutelata, provvederà a dare soluzioni. Una platea di esodati ancora NON tutelati , cioè esclusi da ottava salvaguardia, esiste di certo. Basta guardare alla risposta del sottosegretario On. Cassano con dati dell’INPS, a interrogazione di Rizzetto del 2017, in cui si dichiarava esistevano 3.406 esclusi : tra cui 1.774 mobilitati = lettera a), 1.359 donne escluse nate dopo il 31/7/1956 e 273 esclusi per adeguamento aspettativa di vita. Mancavano nella risposta del sottosegretario Cassano i numeri degli esclusi delle tipologie da lettera b) c) d) e) f) .

Riforma pensioni, agli esodati non sono bastano quota 100, OD, e neppure Ape sociale

TUTTI i 3.406 ( o i circa 6.000 , se si contano anche le tipologie da lettera b) a f) e coloro che non hanno fatto domanda in ottava ) non possono aver trovato soluzioni con quota 100 , OD e neppure con APE sociale ( servono 38, 35, 30 anni di contributi per le 3 misure) .

Le 1.359 donne escluse nate dopo il 31/7/1956 , puntavano alla pensione di vecchiaia ove non era richiesto il requisito contributivo. La pensione di vecchiaia si raggiungeva in 8^ salvaguardia a 61 anni e 5 mesi ( con adeguamenti AdV e di Genere). Quindi bisogna salvare le escluse con la riapertura della ottava al 31.12.2021 con blocco AdV e blocco di incremento di genere. Ma anche in tal caso ci sarebbero poche centinaia di donne escluse che non si salverebbero al 2021 .
A queste donne servirebbe una salvaguardia illimitata o APE sociale STRUTTURALE RIDUCENDO da 30 a 20 anni i contributi richiesti ( da nostre analisi oltre 80 % delle donne escluse non raggiunge i 30 anni di contributi . ) e eliminando in APE 2 vincoli ( 3 mesi di disoccupazione e 18 mesi di lavoro a TD Tempo Determinato) .

Pensioni 2020, cosa serve agli esclusi per poter risolvere il loro dramma?

In sintesi servono i 2 testi predisposti da Sen. Nannicini per emendamenti a LdB 2020 , con poche ulteriori modifiche migliorative su APE sociale e per mobilitati in 8^ .

Tutte queste indicazioni sono state fornite dai comitati esodati nell’incontro con MdL del 9 ottobre 2019 e nell’incontro INPS del 4 novembre 2019

In attesa della verifica tecnica all’Inps sul numero di esodati esclusi e delle soluzioni che Catalfo proporrà ai 3 sindacati l’8 settembre vi auguriamo Buon Lavoro. Cordiali saluti .Claudio Ardizio Coordinatore Comitati Esodati”.

Gli esodati si ritrovano tutti nelle richieste fatte da Claudio Ardizio? Fatecelo spaere nell’apposita sezione commenti del sito, sarà nostra cura darvi voce in caso contrario.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

Erica Venditti

Erica Venditti

Mi chiamo Erica Venditti, classe 1981. Da aprile 2014 sono giornalista pubblicista Scopri di più

11 pensieri riguardo “Riforma pensioni 2020, ultime: gli esclusi scrivono a Nunzia Catalfo

  • Avatar
    11 Ottobre 2020 in 2:47
    Permalink

    sono invalido civile al 75% con 290 euro al mese devo ancora continuare x sopravvivere a cercare nei bidoni della spazzatura?

    Rispondi
  • Avatar
    19 Agosto 2020 in 8:16
    Permalink

    Che sia iniziato con il piede giusto non mi sembra dalle ipotesi lanciate dalla Ministra che pensa oggi di proporre quota 103 o 104…41 anni di contributi e 63 anni di età !!!!. O almeno così si legge sulla stampa.
    Non ci siamo proprio.. cercate di digerire al Governo che 41 anni di lavoro sono UNA VITA e siccome continuate a dire che pochi arriveranno ad avere 41 anni di contributi smettetela di pensare all’età agganciata ai 41 anni!! Tanto saremo pochi ad vere questi 41 anni. In Francia propongono ORA i 62 anni e noi parliamo addirittura di 63 ?? Ma dai. Quelle proposte dal sindacato sono le uniche sensate , che tengono conto dei costi e anche della dignità di chi lavora e non sono certo 41 anni e 63 di età! Che diavolo di flessibilità sarebbe?

    Rispondi
  • Avatar
    17 Agosto 2020 in 17:45
    Permalink

    Scusate non vedo più la domanda che avevo postato quindi anche per voi le donne del 1955 senza lavoro e senza pensione non contano nulla

    Rispondi
  • Avatar
    17 Agosto 2020 in 17:25
    Permalink

    Io come tantissime donne del 1955 non siamo venute prese in considerazione da nessuno come se noi non esistessimo ,questa è la mia storia ho cominciato a lavorare a 15 anni subito dopo le medie fra alti e bassi sono riuscita a lavorare in regola per circa 23 anni dopo di che non sono più riuscita a farmi mettere in regola da nessuno mi rispondevano che se volevo lavorare dovevo accettare il nero adesso con la crisi non riesco da parecchi anni a trovare nessun lavoro nel frattempo è subentrata la Fornero cambiando tutte le regole e io per 2 anni di età mancanti non sono riuscita ad andare in pensione[minima]quindi mi ritrovo senza pensione e senza lavoro ,devo aspettare i 67 anni per andarci non trovo sia giusto tutto questo.

    Rispondi
    • Erica Venditti
      17 Agosto 2020 in 21:53
      Permalink

      Dwve darmi il tempo di moderare…non ho solo il suo commento da approvare

      Rispondi
      • Avatar
        18 Agosto 2020 in 18:42
        Permalink

        Mi scusi lo immagino che abbia il suo ben da fare siamo in tanti che poniamo i nostri problemi non vedendo più quello che vi avevo appena scritto mi sono spaventata pensavo lo aveste tolto ,la ringrazio per la sua attenzione e mi scuso ancora .

        Rispondi
        • Erica Venditti
          18 Agosto 2020 in 22:25
          Permalink

          Di nulla Graziella era per dire che nom possiamo rispondere sempre in fretta a tutti..era un invito ad avere pazienza

          Rispondi
  • Avatar
    17 Agosto 2020 in 13:09
    Permalink

    Il Comitato 6.000 Esodati Esclusi che rappresenta gli ultimi Esodati rimasti ancora esclusi dall’Ottava Salvaguardia, da sempre mantiene l’unica posizione EQUA per la sanatoria dell’ingiustizia da noi subita come precisamente dettagliata nell’emendamento del Sen. Nannicini (sia alla Legge di Bilancio 2020 che al Decreto Milleproroghe 2020) di riapertura dei termini dell’Ottava Salvaguardia per gli Esodati che maturano il requisito previdenziale entro il 31/12/2021.
    Qualunque altra ipotesi rischierebbe di far rientrare in Salvaguardia soggetti che Esodati NON sono. Con l’ulteriore rischio che simili irrealizzabili ipotesi facciano respingere in toto la nostra giusta rivendicazione.
    Inoltre la quantificazione degli Esodati ancora esclusi è di assoluta competenza di INPS e Ministero del Lavoro, e infatti in tale senso ci è stato assicurato dal Ministro Catalfo che si sta procedendo. Non può in alcun modo essere sostituita da interrogazioni parziali, ormai risalenti a diversi anni fa.
    Sottolineiamo che il pensionato Claudio Ardizio non è stato autorizzato in alcun modo a presentare agli interlocutori politici e sindacali posizioni ufficiali da parte di tutti gli Esodati, tantomeno è stato nominato “coordinatore Comitati Esodati”.

    Rispondi
    • Erica Venditti
      17 Agosto 2020 in 15:31
      Permalink

      Grazie per le specifiche Gabriella Stojan

      Rispondi
  • Avatar
    17 Agosto 2020 in 13:06
    Permalink

    Gentile redazione,
    perché non volete occuparvi della questione dell’anticipo TFR/TFS?
    Ho postato una domanda giorni fa ma è stata cancellata.
    Vi assicuro che è un tema molto sentito, soprattutto per gli statali usciti con quota 100.
    Grazie.

    Rispondi
    • Erica Venditti
      17 Agosto 2020 in 15:30
      Permalink

      Non è stata cancellata, era in attesa di approvazione…Non appena avremmo notizie in merito sarà nostra vura parlarne

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *