Riforma pensioni 2020, ultime Nannicini e Damiano su esodati: appello al Governo

Riforma pensioni 2020, ultime Nannicini e Damiano su esodati: appello al Governo

Le ultime novità sulla riforma pensioni 2020 giungono da Cesare Damiano e dal Senatore Nannicini che con forza invitano il Governo a risolvere il dramma degli esodati rimasti esclusi ad oggi dalle precedenti salvaguardie.

Il Dirigente del Partito democratico dedica una delle sue ultime note stampa a sostegno dell’emendamento proposto da Nannicini, mentre il Senatore sulla sua pagina Facebook annuncia gli emendamenti passati ed incalza il Governo affinché non si trascurino le categorie più deboli, come appunto gli esodati. Eccovi le loro esortazioni.

Pensioni 2020, Damiano sostenere l’emendamento di Nannicini

Così Cesare Damiano in una sua recente nota stampa: “L’emendamento del Senatore Nannicini che salvaguarda gli ultimi esodati va assolutamente sostenuto dal Governo”. A proposito della legge di Bilancio in discussione, aggiunge: “La copertura necessaria è del tutto compatibile con la manovra. Se si utilizzano i parametri delle precedenti salvaguardie si arriva, in 10 anni, a circa 500 milioni di euro. Vanno anche considerati i risparmi delle precedenti 8 salvaguardie”.

Poi conclude, appellandosi al Governo sull’importanza di mettere la parola fine atale calvario previdenziale: “Risolvere conclusivamente questo problema sarebbe una scelta di giustizia sociale”.

Riforma pensioni 2020, Nannicini: il Governo non dimentichi i deboli

Nannicini in un post Facebook pubblicato ieri fa il punto sugli emendamenti alla manovra economica che la Commissione bilancio del Senato sta vagliando e votando: “Ieri qualche #buonanotizia.
✅ È passato il rifinanziamento di 50 milioni alla formazione duale, il pezzetto del Jobs Act che serve ad avvicinare scuola e lavoro.
✅ È passata l’equiparazione dei monopattini alle biciclette, perché non ci siano più multe e possa decollare la micromobilità elettrica, il modo intelligente e pulito di muoversi nella città del futuro.
✅ È stato rifinanziato per 20 milioni il fondo sulla non autosufficienza, ancora troppo poco in attesa di una riforma complessiva del nostro welfare, ma almeno un piccolo segnale nella direzione giusta. Si tratta di tre interventi sui quali avevo presentato emendamenti identici, quindi sono molto soddisfatto
“.

Poi elenca altri due emendamenti che gli stanno particolarmente a cuore e sui quali confida vi sia l’approvazione, il primo punta in estrema sintesi a conferire pari trattamento tra uomini e donne professionisti in ambito sportivo, il secondo é quello relativo al capitolo previdenziale ed agli esclusi da Quota 100. Il pensiero va a quei soggetti più deboli che attendono una risoluzione imminente al loro dramma previdenziale, tra i primi, senza dubbio, gli esodati ed i disoccupati:Adesso, spero che arrivino altre buone notizie su due fronti nei quali mi sono speso nelle ultime settimane con altrettanti emendamenti:
❗️ Quello sul professionismo delle atlete (20.2) che sembra avere l’ok del governo e spero venga approvato, per riconoscere alle donne che fanno dello sport il proprio lavoro le stesse tutele dei loro colleghi uomini.
❗️ Quelli sulle pensioni per categorie deboli, come gli esodati (58.0.10) e sui disoccupati che non riescono ad accedere all’Ape sociale (56.1).

Nannicini si dice preoccupato per il carente interesse dimostrato dall’esecutivo a tali importanti emendamenti previdenziali da lui presentati: “Sono molto preoccupato per la scarsa attenzione del governo a questi emendamenti, che darebbero un segnale importante a categorie deboli che perdono il lavoro nonostante l’età per la pensione si allontani, per di più in una manovra che sulle pensioni fa davvero poco (per colpa del tabù di quota 100) se non prendere i risparmi del fondo quota 100 destinandoli ad altri usi.

Infine il post chiude con una sorta di appello al Governo: “Spero che ci sia un ravvedimento e si faccia uno sforzo per andare incontro alle esigenze sociali di categorie svantaggiate.

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!
Erica Venditti

Erica Venditti

Mi chiamo Erica Venditti, classe 1981,! Da aprile 2014 sono giornalista pubblicista. Scopri di più

Un pensiero su “Riforma pensioni 2020, ultime Nannicini e Damiano su esodati: appello al Governo

  1. Vedo che si continua a sparare addosso alla quota 100 invece di pensare a recuperare i soldi dai tanti sprechi dell’amministrazione pubblica.
    Basterebbe eliminare le MALEFICHE ED INUTILI CONSULENZE che ingrassano ,senza motivo, i conti dei parenti e degli amici dei politici.Poi ci sono gli ENTI Inutili…
    gli uffici che si occupano del PONTE DI MESSINA etc etc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *