Riforma Pensioni 2020 ultime novità oggi: Quota 100 non si tocca nella manovra

Riforma Pensioni 2020 ultime novità oggi: Quota 100 non si tocca nella manovra

Anche oggi 29 ottobre 2019 continua lo scontro all’interno della Maggioranza sulla manovra finanziaria che dovrà esser approvata e dovrà garantire a Bruxell che i conti italiani siano in ordine. La riforma delle pensioni di Quota 100 è sicuramente uno dei temi principali del dibattito politico, con Italia Viva (e una frangia del PD) che ha più volte ribadito di volerla cancellare. I 5 stelle restano fermi sulla posizione di non modificare quota 100 fino alla sua naturale scadenza, e almeno per il 2020 la misura sembra salva e non dovrebbe vedere ritocchi durante la prossima legge di bilancio. Ecco tutte le ultime novità sulla riforma delle pensioni.

Ultime novità Riforma Pensioni 2019 – 2020: salve le finestre di Quota 100?

Sulla riforma delle Pensioni, il Governo ha ribadito più volte anche per bocca del Ministro dell’Economia Gualtieri che quota 100 non sarà modificata: “Quota 100 è stata pensata per durare fino alle fine del 2021. Non la aboliremo ora ma non la rinnoveremo“. Il testo della manvora dovrebbe esser presentato in parlamento all’ inizio del mese prossimo (forse il 4 novembre ma manca la data certa), e per ora l’intenzione del Governo è quella di confermare tutte le finestre di uscita di quota 100 anche per l’anno prossimo.

Si stimano maggiori risparmi rispetto alle previsioni iniziali, che consentiranno di congelare spese per 300 milioni nel 2020, 900 milioni nel 2021 e 500 nel 2022. Questo dovrebbe bastare a lasciare intatta la riforma di quota 100, nonostante la battaglia che Italia Viva farà alle camere. Infine anhce Opzione Donna e l’Ape Social troveranno rinnovo anche per tutto il 2020.

Riforma Pensioni ultime oggi 29 ottobre, gli effetti di quota 100 sugli assegni

Intanto tornando al presente, un nuovo intervento di Giuliano Cazzola sul Sussidiario.net ci riporta i dati riguardanti il flusso delle nuove pensioni erogate nel 2019 dopo l’introduzione di quota 100 diffusi dall’INPS. Cazzola scrive che quota 100 non ha convito gli aderenti, tanto che “A fine anno il dato complessivo, riguardante tutte le categorie di lavoratori privati, dipendenti e autonomi, non sarà molto superiore a quelle del 2018. Peraltro, anche l’importo medio mensile lordo è leggermente inferiore”.

Cazzola poi prosegue: ” Va notato invece il caso del crollo delle pensioni di vecchiaia. Il motivo non è casuale, ma risponde a una bizzarria della controriforma fortemente voluta dalla Lega. Il dl n. 4/2019 si è limitato a prevedere la mancata applicazione dell’aggancio automatico alla dinamica dell’attesa di vita, fino al 2026, per la sola pensione anticipata, ma per quella di vecchiaia, il cui requisito anagrafico non ha beneficiato del blocco. Rispetto agli stanziamenti previsti nella manovra per il 2019, vi sono stati dei risparmi, che si aggiungono a quelli dovuti alle performance non brillanti del reddito di cittadinanza“.

Cazzola conclude poi: “Tuttavia, a fronte dei risultati censiti, il fatto che la manovra della annunciata “discontinuità” giri alla larga delle pensioni non è certo un atto di coraggio dell’attuale Governo”. Voi cosa ne pensate Fatecelo sapere e tornate a trovarci per esser sempre aggiornati con tutte le ultime novità sulla riforma delle Pensioni!

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

Condividi l'articolo o lascia un mi piace!
Stefano Rodinò

Stefano Rodinò

Classe 1981, ho studiato scienze politiche ad indirizzo Comunicazione Pubblica. Scopri di più

38 pensieri su “Riforma Pensioni 2020 ultime novità oggi: Quota 100 non si tocca nella manovra

  1. Renziani ma vi siete i fissati con quota 100 …. dormite la notte?
    abbiamo versato i contributi per 38 anni, io ho dato un anno della mia vita alla patria per il servizio di leva, come tantissimi altri italiani, che non si sono fatti raccomandare per starsene a casa.
    Moltissimi hanno cominciato a lavorare da ragazzi e non avuto la fortuna di essere stati messi in regola, adesso si ritrovano con 65 anni di età dopo aver lavorato 50 anni con soli 38 anni di contributi, vi entra in testa,…venite qua da noi nel sud e toccate con mano la realtà
    quota 100 non si deve toccare.

  2. Sig.ra FRANCESCA cosa usa, copia incolla condivide tutto e tutti. Condivide chi commenta che quota 100 non vada toccata per il resto non gli importa nulla, non entra mai in una discussione ragionevole dell’argomento esposto dai giornalisti. Certo che lavorare nel pubblico ha proprio bisogno di quota 100, è stanca.

  3. Tutti (o quasi) commenti sacrosanti e condivisibili.
    E’ palese che i LORO (parlo dei politici) “diritti” non li toccano. Purtroppo decidono loro ma sulla pelle di chi LAVORA.
    Quota 100 è la migliore riforma fatta da un Governo e deve essere, per un fatto di giustizia sociale, messa a regime, magari con qualche ritocco: ex 40 anni di contributi o modularla con l’età. Ma deve essere INDISCUTIBILE il fatto che raggiunti i 63 anni si debba poter scegliere LIBERAMENTE se accedere alla pensione; comunque SCELTA e non obbligo o vincolo. Lo scempio è quello della L. Fornero.

  4. QUOTA 100 non si tocca Renzi smettila di voler fare il fenomeno che non ti caga nessuno ……l’Italia non è la Leopolda !!!

  5. Ma guarda! Anche il cazzuto Cazzola, vero paladino della Fornero, cacciatore di quotacentisti e oracolo delle più immani sventure sui conti INPS dice che tutto sommato Quota 100 non è male: pochi hanno aderito e l’assegno dei neo-pensionati è più basso, quindi l’INPS risparmia…

    Ma guarda, guarda,… ma non sarebbe meglio adesso, caro il mio Cazzola, starsene un po’ zitto per non reiterare le brutte figure e cercare, per quel poco che si può, di recuperare la credibilità che ha così stoltamente buttato nel cesso delle tante trasmissioni televisive cui è stato ospite?

  6. 62 x TUTTI e poi libera scelta.
    Sembra che agli Italiani questa libera scelta suoni come un obbligo.
    Come x tante altre questioni.
    Ad esempio ” il fine vita” deve essere una libera scelta!
    Non vuol dire che uccidono tutti.
    Tante contraddizioni “Non donano gli organi e si fanno cremare”.
    62 x TUTTI Deve essere una libera scelta!
    Poi se uno volesse decidere di suicidarsi fino ai 70 per me va benissimo!!!!!!!
    È questo che la gente non capisce. E non riesco a capire il perché!
    Gli esempi sono infiniti. Siamo Italiani, siamo fatti così……Purtroppo…….

  7. QUOTA 100 GIA LEGGE FINO AL 2021 COMPRESO NON SI TOCCA(E RIMANE COSI’ COME E’ ) PER NESSUN MOTIVO FINO ALLA FINE DEI 3 ANNI DI SPERIMENTAZIONE COME PREVISTO, SE SERVONO SOLDI SI DEVONO TROVARE ALTROVE, LE PERSONE DA QUANDO E’ USCITA LA LEGGE HANNO PROGETTATO E FATTO AFFIDAMENTO, NON SI POSSONO CAMBIARE LE COSE OGNI 2 ANNI, LE PERSONE COME MINIMO HANNO 62 ANNI E PROBLEMI FISICI E DI SALUTE E MANCA L’ENERGIA, GIU’ LE MANI DA QUOTA 100 FINO AL 2021 COMPRESO, POI PER IL 2022 SI INSERIRA’ UNA NUOVA RIFORMA PENSIONISTICA.

  8. Ma perché non viene prorogata anche APE VOLONTARIA visto che non costa niente allo stato. Perché chi lascia volontariamente il lavoro non può fare domanda di APE SOCIAL oltretutto che fa risparmiare soldi allo stato non percependo la NASPI x due anni.

  9. Condivido Cazzola and company si fregiano del titolo di economisti ma in realtà
    sono dei poveri mentecatti e poi avete rotto il c…. di giocare sulla pelle delle persone
    Manca poco finalmente lItalia s’e’ desta e questi schifosi poltronari verranno asfaltati

  10. Sempre quota 100,
    Non dare quanto gia versato in piu^ di 40 anni di contributi e giusto secondo i soliti Calenda-Boeri-Renzi-Cazzola ecc. ecc.
    Ma dei costi di ALITALIA , ben 12 miliardi regalati negli ultimi 9 anni, niente, li tutto OK, li non serve risparmiare i soldi buttati a FONDO PERDUTO,
    Non serve risparmiare 300-400 milioni /anno sugli stpendi Dei DIPENDENTI di Camera e Senato, parliamo di stipendi e pensionidi da 15-20 MILA EURO/ MESE in su.

    Ma qui anche i giornalisti professionisti stanno zitti, avranno il loro tornaconto probabilmente.

  11. Non credo sia possibile materialmente obbligare all uso dei pagamenti elettronici .
    Però controllare che gli scontrini fiscali si facciano .
    Anche con il contante se fanno lo scontrino devono pagare le tasse .
    Io questa estate per un lavoro di qualche giorno sono stato un po al nord e un po’ al sud Italia e per acquisti vari modesti oltre a non prendere la carta non mi hanno fatto neanche lo scontrino .
    Nord centro o sud è uguale forse cambia la percentuale di evasione .
    Ma pochi centesimi di evasione per ogni scontrino alla fine fanno miliardi .
    E inutile cercare solo i famigerati grandi evasori .
    Perché dipendenti e pensionati devono pagare tutto alla fonte ?
    Non è giusto questo sistema .

  12. Quota 100 permette a chi ha lavorato e versato almeno trentotto anni di contributi (e non sono pochi, rispetto ai politici che percepiscono la pensione con una sola legislatura o addirittura un mese della legislatura) ed ha almeno 62 anni, di decidere di andare o non andare in pensione , non e’ un obbligo . Penso che sia un diritto sacrosanto di qualsiasi lavoratore se arrivato a raggiungere quei requisiti possa decidere se andare o no in pensione . Cari ex compagni comunisti che state al governo , ma ancora insistite sull’abolizione di quota cento , continuate cosi che farete tanta strada …… a piedi .

  13. Renzi ti sei fissato con quota 100 mentre il tuo bonus costa 10 miliardi di euro l’anno è non ha creato nemmeno un posto di lavoro

  14. Si dovrebbe chiamare : “Italia ERA VIVA” prima delle loro idee barlacce. Sanno solo parlare di quota 100, mi sembra un po’ poco per un partito. Ci credo che la gente voti il centrodestra. Inoltre questa ossessione non gli porterà a nulla perché bastano 5stelle e lega a votare contro un eventuale emendamento per farlo fuori. Tutta perdita di tempo che paghiamo noi. QUOTA 100 NON SI TOCCA E DEVE ESSERE IN QUALCHE MODO MANDATA AVANTI. I giovani non lavoreranno mai se la gente lavora fino a 70 anni

  15. Non so perché, ma quando leggo i vostri commenti, e sempre leggo la parola “Renzi”, ebbene mi viene sempre in mente la frase “È come un insetto ch’anco a scacciar torna a ronzar sul volto” (mi pare che sia del Manzoni – non ricordo bene).
    Non sono bravo a fare battute, lo riconosco, Forse, è perché prendo le cose sul serio, specialmente quando si parla di lavoro e di pensioni.

    1. CLAUDIO MARIA PERFETTO, CONDIVIDO PIENAMENTE QUANTO DICE, QUOTA 100 GIA’ LEGGE, FINO ALLA FINE DELLA SPERIMENTAZIONE DEI 3 ANNI NON SI TOCCA SE SERVONO SOLDI SI DEVONO TROVARE ALTROVE!!!

  16. Renzi ma se perdevi il referendum non dovevi lasciare la politica ? …..ho capito non ti bastano ancora i calci in culo !! ……allora alle prossime elezioni te ne daremo un’altro stai sereno !!

    1. renzi arrenditi non ti pensa piu nessuno , anzi non ti ha mai pensato nessuno ,ma come cacchio lo vui capire che sei , se si facesse una graduatori dei politici il piu INDESIDERATO . VAI VIA italia viva dei miei stivali .

    2. FRANCO CONDIVIDO PIENAMENTE QUANTO DICE, QUOTA 100 GIA’ LEGGE RIMANE COSI’ COME E’ E FINO ALLA FINE DEI 3 ANNI DI SPERIMENTAZIONE 2021 COMPRESO.

  17. pare che i politici sappiano parlare solo di quota 100.
    BASTA!!!!
    Non si gioca con le speranze di vita delle persone.
    invece di pensare come riproporla dal 2022 friedmann e compagni renzi in primis non pensano ad altro che abolirla!!!
    ABOLIAMO GLI 80 EURO DEI QUALI NESSUNO SI E ACCORTO !!!!
    Sono 10 miliardi l anno. Sai quanta gente puoi mandare in pensione prima e quante tasse puoi diminuire !!!

    1. giacomo, ottimo. oltre a questo andiamo anche a recuperare , con gli interessi direi io, i furti dei ladri che con false fatturazioni evitano di pagare le tasse …. qualcuno dei nominati forse ha cadaveri eccellenti in famiglia. con il recupero del denaro sotratto da ladri infami , paghiamo tutte le pensioni passate, presenti e future.

    2. Giacomo ma sei sicuro che i 10.000.000 di persone che percepiscono gli 80 euro sono d’accordo nel voler favorire i 200.000 candidati a Quota 100. Ogni misura ha i suoi pro e i suoi contro ma credo che tutto vada visto in un’ottica che non tenga solo conto dell’interesse personale.
      Se hai la fortuna di non incassare gli 80 euro perché non rientri dei parametri reddituali non pensare che tutti la vedano come te.

      1. Signor Giacomo scusi ma mi sembra che qui in discussione non sia l’abolizione degli 80 euro ( provvedimento per me comunque molto discutibile ) ma bensì quota 100 provvedimento che è già legge da un anno quindi non mischiamo le pere con le mele il problema è che qualche fenomeno già sonoramente ‘ sfanculato ‘ dagli italiani per avere un minimo di visibilità bborrebbe abolirla . Ma gli italiani non sono cretini e lo vedremo alle prossime elezioni .

      2. Scusi Riccardo ma 10 milioni per 80 euro se non mi sbaglio fanno 800 milioni mentre a bilancio dello stato gli 80 euro costano 10 miliardi circa .
        Io sono disoccupato ho 61 anni e 39 di contributi versati .
        La platea dei quota 100 e di circa 1 milione di persone delle quali solo 550/600 mila ne usufruiranno nel triennio .
        Non si faccia fregare da Renzi con dei numeri fasulli .
        Io l ho pure sostenuto all inizio ma dopo un po mi ha deluso .
        Comunque per chiudere diciamo così : manteniamo gli 80 euro ma Renzi non rompesse le balle su quota 100.
        Io vivo con l’aiuto di amici e parenti e a volte di associazioni e non me ne vergogno .
        Vorrei solo avere una speranza .

    3. GIACOMO CONDIVIDO PIENAMENTE QUANTO DICE, QUOTA 100 GIA’ LEGGE FINO AL 2021 COMPRESO, RIMANE E COSI’ COME E’ FINO ALLA FINE DEI 3 ANNI DI SPERIMENTAZIONE, LE PERSONE DA QUANDO E’ USCITA LA LEGGE HANNO PROGETTATO E FATTO AFFIDAMENTO, NON SI POSSONO CAMBIARE LE COSE OGNI 2 ANNI, GOU’ LE MANI DA QUOTA 100 FINO AL 2021 COMPRESO!!!

  18. Tutti i giorni, tutti i giorni, tutti i giorni sempre addosso a Q100! BASTA, BASTA!!!! renzi, nannicini, marattin, cazzola, bellanova boeri e qualche altro mangia m. BASTA! ANDATE a lavorare veramente!
    Lo scrissi anche un’altra volta….spero di vivere abbastanza per vedervi TUTTI ESTINTI! Quel giorno brinderò!

    1. BETTE CONDIVIDO PIENAMENTE QUANTO DICE, QUOTA 100 FINO AL 2021 COMPRESO GIA’ LEGGE, NON SI TOCCA E RIMANE COSI’ COME E ‘ FINO ALLA FINE 2021 COMPRESO.

    1. il bun cazzola stia zitto e non cerchio insulti . vorrei sapere lui da ex sindaclista a che eta’ e’ andato in pensione.A si e’ vero i suoi sono diritti aquisiti fara’ anche ricorso perche’non puo vivere con meno di 5000 euro al mese. ma questi essri ignobili si rendono conto delle coglionate che dicono? ora ci vogliono togliere un diritto sacrosanto .

    2. GIORGIO CONDIVIDO PIENAMENTE QUANTO DICE, QUOTA 100 GIA LEGGE FINO AL 2021 COMPRESO NO SI TOCCA E RIMANE COSI’ COME E’ FINO ALLA FINE DEI 3 ANNI DI SPERIMENTAZIONE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *