Riforma pensioni 2021, news oggi su Ape sociale: via alle domande, i requisiti

Le ultime novità sulla riforma delle pensioni 2021 ci giungono da Domenico Cosentino, responsabile Area Formazione& Digital Learning Patronato INPAS, che ringraziamo per averci inoltrato questa circolare informativa sull’Ape sociale. Misura che lo ricordiamo é stata prorogata dal Governo nell’ultima legge di bilancio per tutto il 2021. Sono riaperte le domande per chi fosse interessato, ecco allora quali requisiti é necessario rispettare per poter beneficiare di tale provvedimento e come é possibile presentare istanza di pensione anticipata. I dettagli all’11 gennaio 2021:

Riforma pensioni 2021, prorogata Ape sociale: chi potrà beneficiarne? Requisiti e come fare domanda

La legge di Bilancio 2021 ha prorogato la sperimentazione dell’APE sociale al 31 dicembre 2021. L’INPS con il messaggio n. 62 dell’8 gennaio 2021 ha comunicato la riapertura della piattaforma per l’invio delle richieste. Lo stesso Istituto Previdenziale ha ribadito che possono presentare domanda di riconoscimento delle condizioni di accesso al beneficio dell’APE Sociale i soggetti che, nell’anno 2021 maturano i requisiti previsti dall’art. 1, commi 179 e succ., della legge 232/2016 e ss.mm.li., nonché i soggetti che hanno perfezionato i requisiti negli anni antecedenti il 2021 e non hanno ancora presentato domanda.

Si ricorda che l’APE sociale è un beneficio di accompagnamento alla pensione di vecchiaia o al trattamento anticipato di pensione, cui possono accedere i lavoratori con almeno 63 anni di età e che possono far valer una contribuzione pari o superiore a 30 anni appartenenti a specifiche categorie. A titolo semplificativo:

  • Età anagrafica 60 anni
  • Contribuzione valida: 30 anni
  • Disoccupati;
  • Invalidi;
  • Caregives;
  • Addetti mansioni
    gravose

Riforma pensioni 2021, gli ultimi chiarimenti sui lavori gravosi da parte dell’INPS

In merito alle condizioni da rispettare l’Istituto Previdenziale, nel riconfermare i requisiti già in essere per il passato 2020, ha preannunciato la pubblicazione di apposita circolare esplicativa in cui verranno meglio individuati i requisiti relativi allo stato di disoccupato e all’ampliamento della platea dei lavori gravosi, situazioni che sono state oggetto d’intervento della Confsal ai tavoli di confronto Ministeriali.

Il beneficio dell’Ape Sociale decorre dal mese successivo alla presentazione della domanda di accesso alla prestazione. Ciò premesso, chi perfeziona il requisito nell’anno 2021, o lo abbia già perfezionato, deve presentare richiesta di verifica e certificazione delle condizioni di accesso e contestualmente anche la domanda di pagamento dell’Ape sociale. Restano confermati anche per l’anno 2021 i tre scaglioni temporali di presentazione delle istanze di verifica: dal 1° gennaio al 31 marzo, dal 1° aprile al 15 luglio e dal 16 luglio al 30 novembre.

Quanti tra di voi riusciranno ad accedere all’Ape sociale per il 2021? fatecelo sapere nell’apposita sezione commenti del sito, e quanti invece avrebbero preferito altre misure all’interno della Legge di bilancio, nel caso diteci anche quali.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

Erica Venditti

Erica Venditti

Mi chiamo Erica Venditti, classe 1981. Da aprile 2014 sono giornalista pubblicista Scopri di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *