Riforma pensioni 2021, proposta Perfetto interessante: tutti favorevoli all’uscita 55-64

Le ultime novità sulla riforma pensioni riguardano l’elaborato che il Dott Claudio Maria Perfetto ha redatto per noi nei giorni scorsi, nello specifico relativamente alle tre parti in cui é stato diviso, ci riferiamo alla seconda parte in cui esplicitava la sua proposta di un’uscita flessibile dai 55 ai 64 anni, una misura che non sarebbe un impedimento, e ne spiega le ragioni, per la crescita economica ma anzi sarebbe motivo si spinta per la stessa.

La proposta non pare aver suscitato interesse solo sui social dove se ne é discusso e sul nostro sito dove molti lettori hanno chiesto, incuriositi, ulteriori specifiche al Dott Perfetto che con il solito garbo che lo contraddistingue ha risposto alle varie specifiche richieste, ma ha destato interesse su Mondo Pensioni un canale YouTube ove é stata ripresa la teoria del pensionamento anticipato e dove il nostro sito ed il Dott Perfetto sono stati citati e su ‘Investire Oggi’, peccato però che in questo caso sebbene sia evidente la correlazione col pezzo in questione non se ne attribuisca né la paternità ad Dott Perfetto né tanto meno a noi come testata, e si faccia anche un errore che lo stesso economista ha voluto subito rettificare mandando un’email alla redazione di Investire Oggi dopo averci segnalato l’articolo titolato: “ Riforma pensioni: confermata l’uscita tra i 55 e i 64 anni” , in quanto non si tratta affatto di una misura accettata dal Governo e dunque prossima, ma di una sua proposta, al più molto ben vista dall’opinione pubblica, che ha suscitato interesse. Le specifiche ad oggi:

Riforma pensioni 2021, la proposta di Perfetto desta interesse: ripresa su Youtube da Mondo Pensioni e da Investire Oggi

Mondo pensioni, é un canale YouTube in cui si parla di pensioni ed economia, il portale ha pubblicato e ne siamo onorati le considerazioni che il Dott Perfetto ci ha rilasciato, mettendo un breve incipit al video che sta girando e che ha già raggiunto oltre 7000 visualizzazioni, che sotto vi riproponiamo: “Oggi torniamo a parlare di riforma pensioni e vediamo un interessante analisi del Dott Claudio Maria Perfetto, proposta dal sito pensionipertutti.it in cui si cerca di dimostrare che l’uscita dal mondo del lavoro delle persone dai 54 anni in poi non sarebbe affatto un impedimento alla crescita economica , come sostiene Il Consiglio europeo nel documento “Raccomandazione del Consiglio sul programma nazionale di riforma 2019 dell’Italia”,

Sotto riportiamo il video in cui emergono le argomentazioni del Dott Perfetto, per chi volesse vederlo:

Mentre per quanto riguarda l’articolo di Investire oggi, Perfetto ha voluto segnalarci alcune perplessità che ha reso noto per email alla stessa redazione e che qui riportiamo , giacché ha voluto metterci a conoscenza della stessa, affinché chi si imbattesse nel pezzo pubblicato dalla redazione possa comunque godere di queste preziose specifiche del Dott Perfetto:

Buongiorno,
vorrei segnalare la possibilità di una non corretta interpretazione che i vostri lettori potrebbe attribuire all’articolo a firma di Elena De Rossi pubblicato il 16 Giugno 2021alle ore 10:25 dal titoloRiforma Pensioni:confermata l’uscita anticipata tra i 55 e i 64 anni
Nel vostro articolo mi sembra di cogliere alcuni miei spunti diriflessione che sono stati pubblicati su pensionipertutti.it da Erica Venditti di cui vi segnalo il link.

Sento il dovere di informare la Redazione di investireoggi.it che quanto da me espresso nell’articolo a firma di EricaVenditti è a titolo puramente personale. Non si tratta pertantodi una notizia ufficiale del Governo. In altre parole, non è per nulla confermata l’uscita anticipata tra i 55 e i 64 anni (comeil vostro articolo lascerebbe intendere).

La proposta del Dott Perfetto effettivamente, basta leggere i numerosi commenti che sono stato rilasciati sul sito, ha colto nel segno, moltissimi si sono detti favorevoli ad una flessibilità in uscita dai 55 ai 64 anni così come proposta. Una flessibilità intesa come libertà di scelta per quanti non si sentissero più idonei al lavoro, che lascerebbe spazio alle nuove leve. Chissà che anche il Governo non possa, come in tanti ci hanno scritto, pensare di far sedere intorno al tavolo di confronto , non appena questo prenderà il via con le parti sociali, anche il Dott Claudio Maria Perfetto.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

14 commenti su “Riforma pensioni 2021, proposta Perfetto interessante: tutti favorevoli all’uscita 55-64

  1. SOLUZIONE PERFETTA PER SOGGETTI FRAGILI E/O INALIDI, QUESTI SOGGETTI SOFFRONO QUOTIDIANAMENTE PER LE LO MENOMAZIONI CHE SI RIPERCUOTONO SU TUTTO IL FISICO E PER TUTTA LA VITA!!! MA PER I SINDACATI IMPORTA POCO ….FORSE NON FANNO NUMERO?

  2. Buongiorno, se I governanti verificassero il numero delle persone over 50 che prendono malattia causa stress da lavoro, avrebbero un motivo in più per accogliere la strategia di Perfetto.

  3. 18 giugno 2021
    Buongiorno , siamo un gruppo di nonne che lavoriamo ancora speriamo che questa legge passi , sarebbe un grazia Divina ,che Dio possa convincere la mente di questi deputati , avendo dei nipoti sarebbe giusto aiutare i figli .

  4. la proposta è ottima ma deve essere estesa anche alla Pubblica Amministrazione che fa piangere quando ti presenti e trovi persone che non sanno neanche cos’è un pc oppure hanno sistemi operativi XP aggiornati a Windows 10 che non si accendono nemmeno, data la lentezza. inoltre come si diceva, la quota 41 è come accettare la legge Fornero perchè 41 anni fa, si iniziava a cercare lavoro dopo il congedo e ci mettevi qualche anno a trovarlo e magari iniziavi a 24 o 25 anni e neanche in maniera continuativa. se aggiungiamo 41 anni di servizio ai 25 in cui si iniziava a lavorare, sommando fanno 66 anni o 66 anni e mezza. una proposta indecente. gia hanno tolto il retributivo dal 1996 ad oggi, quindi pensioni piu misere nonostante i costi e le tasse siano aumentate notevolmente. cerchiamo di adeguarci all’europa almeno per le pensioni ( 63 e 64 anni max in tutti i Paesi) per non parlare degli stipendi che si aggirano intorno ai 3 o 4mila euro mensili.
    povera Italia come siamo ridotti

  5. Proposta interessante e molto innovativa. Claudio parla nei commenti che bisogna credere e cercare di cambiare le cose, possibilmente in meglio. Verissimo ! Tuttavia dietro alle cose , alle procedure ai progetti ci sono le persone che poi le dovrebbero portare a termine.
    Cambiare le visioni di quelle persone la vedo non tanto facile, anche di fronte a concetti come quelli espressi da Claudio che oltretutto non porterebbero a pesare sui bilanci futuri come l’attuale sistema porterebbe.
    Ci sono poi le banche di mezzo con i nostri conti correnti, sui quali guadagnano moltissimo..togliere soldi in quelli per altri conti esenti da spese con moneta digitale e statali non credo faccia la felicità delle banche.
    Spero tanto di sbagliarmi e di avere tanta tanta fiducia nelle persone che ci governano ,che aprano gli occhi a nuove idee e proposte che aiuterebbero molto entrambe le parti.

  6. Caro Sig. Perfetto, chi non sarebbe d’accordo con una opzione così, sembra che lei ci stia prendendo in giro, oppure è una mia impressione.
    Io sono d’accordo su tutto quello che il Sig. Perfetto propone tranne per l’età, secondo me penso che un’età che va dai 60 ai 64 sarebbe più corretta, oppure mettere l’opzione sempre dei 40/41 anni di contributi, perché a questo punto penso che anche i nostri politici di m***** non avrebbero molto da dire.

  7. lei , dott. perfetto, ribadisce: per convincere l’unione europea non bastano i morti per covid o i risparmi su quota 100; c’è poco da convincere l’unione europea; per loro la quota 100 è stata una tragedia rispetto alle previsioni che avevano fatto sulla legge fornero (fosse stata sempre attiva); hanno dovuto ingoiare un rospo; adesso non gli pare vero che ritorni in auge; anzi ricattano l’italia dicendo: vuoi i soldi del ricovery found ?: piena attuazione della legge fornero; e cosa fa draghi e company: a pecorina ; peccato che in c…. se la prendono gli italiani che lavorano e faticano, non certo loro; troppo comodo: mi ricordo , anche se a quel tempo non esistevo, qualcuno che disse: armiamoci e partite; come sempre ci sono gli italiani sacrificabili ai loro porci comodi e quelli mai da sacrificare.

  8. … Si deve dare la possibilità di scegliere a chi ha almeno 60 anni e un minimo di 20 anni di contributi se smettere o andare avanti e lavorare . Io personalmente smetterei e lascerei il mio posto ai giovani. Niente in contrario però per chi ha voglia di continuare.

  9. sicuramente a 55 anni di pensione becchi poco,a meno che non si abbiano almeno 41 anni di contributi, se no tanti rinunciano per la perdita economica, comunque dai 55-56 con 41 di contributi si deve uscire senza penalizazzioni.

  10. ringrazio il dott. perfetto per la spiegazione; diciamo che ho le idee più chiare; la vedo molto dura sul fronte pensioni, diciamo che non mi faccio tante illusioni, spero di sbagliarmi; tanta salute a chi ci comanda

  11. Niente male, come proposta, anche se penso che il Governo non la accetterà : la Fornero voleva farci uscire dal mondo del lavoro a 67 anni, figuriamoci se ora ci lascerebbero liberi a 54 ! Vedremo, ma sono scettica…molto !

  12. Salve!
    Questa proposta di Perfetto sarebbe una manna dal cielo. Tutti d’accordo tranne il Governo e l’Europa, sicuramente. Sarebbe bello ma impossibile, se così fosse andrei in pensione subito. Oggi l’innovazione nel mondo del lavoro corre così in fretta che noi “vecchietti” facciamo fatica a corrergli dietro. Il Governo è sordo sulla riforma, questo è preoccupante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su