Riforma pensioni 2021, scontro Salvini e Fornero su Quota 100 e Draghi

riforma pensioni, scontro Salvini e Fornero su Quota 100 e Draghi

In queste ultime ore si é acceso il dibattito tra Matteo Salvini ed Elsa Fornero, il primo pare aver aperto, cambiando in parte idea rispetto al passato, ad un confronto con Mario Draghi, dicendosi anche disposto a prendere parte al Governo, mentre Elsa Fornero non ha perso occasione per far notare la totale incoerenza del leader della Lega, che oggi ‘senza pudore’, dice, pare aver cambiato idea su Draghi pur di far parte del Governo. Poi lo scontro si sposta sulla misura cardine per Salvini, che resta quota 100, lede il patto tra le generazioni future, ora forse lo capirà.

Ultime novità Riforma Pensioni: Scontro Salvini-Fornero su Quota 100 e Governo Draghi

Salvini é tornato a parlare di Quota 100 nel corso della trasmissione ‘Il caffé della domenica” in onda su Radio 24 dove ha voluto anche spiegare il cambio di rotta nell’appoggiare un Governo guidato da un leader euopeista come Mario Draghi, lo scopo, forse quello di provare a giustificare quanti, anche tra gli elettori, stanno pensando ad un cambio troppo radicale rispetto alle idee originarie del leader della Lega, che il 6 febbraio 2017, aveva descritto Draghi come “complice di un’Unione Europea che vuole massacrare gli italiani”.

Salvini ha però voluto smorzare la polemica dicendo di voler lasciare agli altri le etichette e soprattutto che il suo appoggio non é determinato da un’improvvisa conversione europeista ma il suo contributo nella formazione del nuovo Governo é in realtà solo per il bene degli italiani , nel senso che lo scopo é quello di ‘“operare un taglio delle tasse e della burocrazia per far ripartire i cantieri e dare respiro a famiglie, commercianti e imprese”. Dunque se il Governo Draghi va in tale direzione va bene l’appoggio della Lega, l’Italia deve ripartire.

Su quota 100 ha aggiunto, ammorbidendo la posizione iniziale di voler fare barricate in caso di non rinnovo di quota 100 e del ritorno alla Fornero, che se ci saranno le condizioni alla fine del 2021, sarebbe bene, se il rinnovo fosse a costo zero, non “rinunciare ad uno strumento che dà respiro a persone che hanno almeno 62 anni e hanno lavorato per 38 anni”. La Fornero pare scagliarsi in toto contro le nuove dichiarazioni di Salvini sia su quota 100 quanto sul suo appoggio al Governo Draghi e lo attacca senza tanti giri di parole, ecco le sue dichiarazioni.

Riforma pensioni 2021 ultime news: Fornero contro Salvini: politico senza pudore

Categorica nelle sue considerazioni la Professoressa Elsa Fornero, ex ministro del Lavoro, nei confronti di Salvini e della sua conversione nei confronti di Draghi, ecco cos’ha detto a ‘Di Martedì’, su La 7: “Salvini su Draghi? Possiamo chiamarle conversioni sulla via di Damasco o prese di coscienza della difficoltà del Paese, però rimane il fatto che questi sono politici senza pudore e senza coerenza, cioè politici che oggi dicono una cosa e domani il contrario con la stessa faccia, senza ammettere di aver sbagliato“.

Su quota 100 invece ancora più categorica, facendo presente come Quota 100 sia stata e continui ad essere una mkisura iniqua che pesa sul patto tra generazioni: “Salvini non ha capito che cosa è un sistema previdenziale. Adesso magari ha un po’ più di tempo, visto che farà meno apparizioni e starà meno sui socialMagari può farselo spiegare da Giorgetti. Il sistema previdenziale è un contratto tra generazioni e quando per necessità si fa una riforma restrittiva del sistema previdenziale, si cerca di dare aiuto alle giovani generazioni, togliendo loro un po’ di oneri. Poi conclude speranzosa, forse in modo ironico che ora Draghi, visto che Salvini ha deciso di lavorarci fianco a fianco, possa fargli cambiare idea: “Questo lui non l’ha mai voluto sentire, perché ha sempre reagito dicendo: ‘Agli italiani piace il pensionamento anticipato. Questo è quello che vi do’. Ma quanto costa, chi lo paga, è una misura sensata? Non ha importanza. Adesso Salvini può andare anche a leggere cose sul sistema previdenziale che non Elsa Fornero ma Mario Draghi ha scritto”.

Voi cosa ne pensate al riguardo giusta l’apertura di Salvini nei confronti del Governo Draghi o incoerente come dice Elsa Fornero, e su quota 100 a vostro avviso sarà possibile rinnovarla a costo zero, o va da sé che é modo come un altro per anticipare agli italiani che la misura non potrà affatto essere rinnovata a scadenza?

18 commenti su “Riforma pensioni 2021, scontro Salvini e Fornero su Quota 100 e Draghi

  1. Qualcuno riesce a spiegarmi perche’ e’ giusto andare in pensione con 62 anni e 38 di contributi,
    e non co 60 anni e 41 ..41/2 di contributi !!! …DATEMI IL REDDITO Di cittadinanza cosi’ finalmente
    mi riposo….

  2. speriamo; ogni volta che penso a Monti e Fornero mi viene mal di pancia; con quota 100 si è sanata un’ingiustizia; sfigato io che tra 3 giorni raggiungerei quota 100 ma sono del 1960; speriamo per l’anno prossimo perchè sono davvero stufo

  3. Pe nso che 38 anni di contributi e 62 di età bastano per andare in pensione se poi uno ce la fa ad andare avanti…… bene, dipende sempre il lavoro che fa uno che lavora in linea di montaggio non potrà mai lavorare fino a 67 anni.

  4. La signora Fornero ha perso un’altra occasione per stare zitta. Parla di incoerenza una che piangeva per quello che aveva fatto e, un secondo dopo e per più di 10 anni continua a difendere la sua legge la più penalizzante per i lavoratori degli ultimi 100 anni…una sola parola:vergogna se lei e monti volevano recuperare i quattrini per il bilancio statale , distratti, non si erano accorti (mannaggia…) Che c’erano più di 100 miliardi l’anno di evasione. Ma li si va a toccare l ‘elite, non si può . È più facile metterlo in c…. A questi pezzenti di lavoratori morti di fame. Brava! Applausi!

  5. Io penso solo una cosa che se fortunatamente non tolgono quota 100 già quest’anno io riuscirò ad arrivare a l aggoniata pensione cosa che la legge Monti/FORNERO avrei maturato solo nell lontano 2026.
    Penso anche che mia figlia che adesso a 30 anni con la legge dei due signori di prima tenendo conto all’ adeguamento alla speranza di vita andrà in pensione a più di settanta anni suonati.
    Questo vuol dire, pensare ai giovani?! e al ricambio generazionale ?!
    Vergogna !!!!!!
    Le leggi devono essere eque per tutti e non creare conflitti tra generazione
    Oltre tutto legge scaturita dalla mente di due allegri pensionati che percepiscono ancora un reddito parlamentare. 😡

  6. Bisogna evitare di continuare a fare propaganda a quota 100, nel bene e nel male… perche’ continuando a parlarne si distoglie l’ attenzione su quello che sono le priorita’, ad esempio la quota 41 senza mistificazioni…

    1. Sarebbe l’ideale. Ma figurati se questi elementi approverebbero una cosa del genere! Oltre a quota 41 dovrebbero eliminare il discorso della speranza di vita. Anche perché la vedono a senso unico: se aumenta si aumenta l’età pensionabile. Se diminuisce si aumenta lo stesso l’età pensionabile. È già successo in passato

  7. La Signora FORNERO mi sa che non sa cosa sono 62 anni e 42 anni di lavoro, pagando contributi e permettendo tanto assistenzialismo e molto non giustificato
    vedi Reddito di Cittadinanza o a Persone che sono andate in Pensione, in passato, con solo 14 anni di contributi (dico contributi perché usare la parola lavoro forse è uno sproloquio). E poi è ora di dare LAVORO e CERTEZZE ai GIOVANI.

  8. Salvini e l autentica persona che ATTACCA IL MULO DOVE DICE IL PADRONA
    Elsa noi lavoratori abbiamo iniziato 10 anni fa a pensare ai bilanci per le future generazioni lavorando fino allo stremo mentre I politici continuano a essere stipendiati da noi lavoratori ma piu che rubare fare I furbi incollarsi alle sedia non fanno come 10 anni

  9. Sono una collaboratrice scolastica potrei uscire con opzione donna, ma dai conteggi prenderei una miseria, non riesco ad arrivare a fine mese ora figuriamoci poi…. 40 anni di lavoro e contributi versati…. è un nostro diritto andare in pensione piena, senza penalizzazioni, per prendere una miseria non adeguata al costo della vita, prendono di più il reddito di cittadinanza senza aver mai lavorato, che noi dopo 40 anni.. è una vergogna! Toglierei tutte le pensioni date precoci e quelle ai politici!!!
    Per me, ci dovrebbe essere solo una opzione, 40 anni di lavoro per tutti..ad eccezione dei disabili, lavoro usurante, ..vedi come tutti trovano lavoro per avere i contributi! Altro che reddito di cittadinanza!!

  10. Io credo che sia giusto che si faccia qualcosa in tema di riforma pensioni, in quanto ormai la maggior parte dei 62 enni non ha la lucidità e ne la forza di poter ancora lavorare fino a 67 anni. Il governo italiano dovrebbe cercare di creare una legge nuova al costo di perdere alcuni punti di percentuale sull’assegno mensile.

  11. io dico che Salvini ha ragione per 3 motivi:primo dopo avere lavorato e pagato i contributi per 38 anni ,andare in pensione non è un regalo,se l’INPS ha bisogno di soldi li vada a cercare in altro modo il chè è fortemente possibile;secondo nessuno è obbligato ad andare in pensione,è facoltativo;terzo penso che se uno va in pensione libererà il suo posto per un giovane;mi sembrano 3 motivi veramente reali e giusti che anche un bambino delle elementari riuscirebbe a capire facilmente ,ma evidentemete per la Fornero non lo è,e se vuole contare in parlamento si presenti alla prossima campagna elettorale e si faccia eleggere dal popolo come ha fatto Salvini e si vedrà

  12. Buonasera, ribadisco per l’ennesima volta che quota 100 è stata la legge più iniqua che potevano fare, mi dispiace caro Salvini ma, anche se non pensavo che l’avrei mai detto, sono d’accordo con ……… non ce la faccio neanche a scrivere il nome………. la Fornero. Alla cara Fornero invece vorrei dire che è meglio se se ne stà zitta perchè ha rovinato tante famiglie e che non ci ha fatto compassione con le sue lacrime da coccodrillo, e facile parlare delle cose che non ci toccano.
    DOPO 40 ANNI DI LAVORO LA GENTE E’ STANCA ED HA IL DIRITTO DI RIPOSARSI

    1. Probabilmente tu dici così perché sei lontano dall’età pensionabile o credi alla bufala del presunto carico generazionale che madama F. ha sciorinato in lungo e largo per giustificare la sua riforma. Quella sì che è iniqua, altro che Q100!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su