Riforma Pensioni 2021 ultimissime oggi su manifestazioni e uscita anticipata

Pensioni anticipate 2021, post quota 100 flessibilità in uscita

Ha riscosso successo l’intervista che abbiamo proposto ieri in esclusiva sul nostro sito al segretario confederale della CGIL Roberto Ghiselli che ha parlato anche delle due manifestazioni organizzate questa settimana, una dai lavoratori a Roma il 24 giugno e una proprio dai sindacati il 26 giugno in 3 piazze Italiane (Firenze, Bari e Torino) per la difesa del lavoro, pensioni e welfare.

Pensioni ultime novità oggi 21 giugno 2021: i commenti a Ghiselli

Ecco alcuni dei commenti più interessanti da parte dei nostri lettori relativi all’intervista a Ghiselli e arrivati sul sito o tramite i canali facebook di pensionipertutti.it. Alberto solleva un tema interessante e chiede che non siano dimenticati i caregiver: “Spero tanto che l’incontro governo sindacati per la riforma pensioni avvenga il prima possibile perchè per i lavoratori dipendenti è necessario sapere cosa accadrà dal 2022 in poi in modo da poter pianificare l’uscita dal lavoro con certezza! In particolare spero che all’interno del confronto si tenga un occhio di riguardo per i lavoratori caregiver che necessitano tantissimo di tempo da dedicare all’assistenza del o dei propri familiari invalidi”.

Brigida in riferimento all’intervista chiede: “Non viene specificato quale sistema verrà applicato sull’uscita a 62, se misto, per chi ne ha diritto, o tutto contributivo. Strana dimenticanza. Parteciperò alla manifestazione solo se dettagliano la proposta”. Ancora Marcella lancia la sua proposta: “Ho 63 anni 14 di contributi, ma non posso più lavorare perche’ sono invalida come posso arrivare a 41 anni di contributi? Uscita a 62 anni a prescindere di quanti contributi uno ha versato. Chi ha versato meno prenderà meno, gli altri prenderanno di più ma i soldi versati sono nostri, non dell’ inps”. La Segue Mirella: “Flessibilità in uscita da 62anni massimo per tutti e specialmente per noi donne lavoratrice sia nel pubblico che nel privato da SUBITO con quello che si è versato senza penalizzazione”.

Riforma Pensioni 2021 ultime news: la proposta di un lettore

Infine il nostro lettore Antonio Pace propone una articolata riflessione sulla riforma delle pensioni che vi proponiamo qui di seguito: “In realtà, a prescindere dalle formule specifiche, ritengo sarebbe opportuno un cambio nel paradigma di fondo, cioè per attuare una riforma profonda che consenta una ripresa del lavoro giovanile non è sufficiente “dare la possibilità” o “lasciare la libertà” ai lavoratori che abbiano raggiunto una soglia minima di accesso di decidere se andare, o meno, in pensione. Bensì, una volta stabilito il criterio e le soglie d’accesso (vuoi quota 100, vuoi una soglia d’età quale ad esempio 62 anni, o i 41 anni di contribuzione) occorrerebbe L’OBBLIGO e non la facoltà di ritirarsi in quiescenza vieppiù se lavoratori dipendenti, vuoi pubblici vuoi di tutto il settore privato.

Solo così si darebbe spazio e si creerebbero le condizioni (a tal punto necessarie) per l’assunzione delle coorti di giovani. In sintesi, stabilito un livello minimo d’accesso (purché ciò contempli comunque un emolumento minimo sufficiente, secondo determinati parametri da stabilirsi) occorrerebbe che il pensionamento avvenisse in maniera pressoché automatica, e comunque con termini non dilazionati o dilazionabili dal singolo; cioè una volta raggiunta quella soglia il lavoratore DEVE andare in pensione. Solo così si creerebbero gli spazi per una ripresa occupazionale dei giovani“. Voi cosa ne pensate di queste parole? Come sempre il dibattitto è aperto nei commenti qui di seguito, vi aspettiamo!

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

13 commenti su “Riforma Pensioni 2021 ultimissime oggi su manifestazioni e uscita anticipata

  1. Io vorrei fare una considerazione e cioè:” Secondo i sindacati ed il Governo il lavoro svolto nelle aziende private è uguale a quello eseguito nel Pubblico?” Noi che lavoriamo nel privato non dobbiamo guardare all’orario di lavoro alle ferie e a tutte quelle cose che sono nel diritto del lavoratore ma che alla fine non hai. Il fatto di essere mal pagati di non usufruire di tutte le ferie di lavorare nei giorni festivi senza essere pagati non è usurante? Tutto questo nel pubblico non accade ovviamente, però vengono considerati usuranti i lavori come quello del Militare, del Poliziotto o Carabiniere che se eseguito nelle grandi città è sicuramente rischioso ed usurante, se invece sei in un paesino o una piccola città? Noi lavoriamo in condizioni a dir poco disagiate ma veniamo ignorati, causa crisi prendiamo lo stipendio dopo 3 mesi e questo non è usurante? Adesso gli infermieri, giustamente sono considerati degli eroi, ma finita la situazione pandemica ritorneranno ad una vita normale ma lavoreranno come altre attività pubbliche 5 anni in meno del sottoscritto. Io faccio 45/50000 km annui ma questo non è usurante fare la maestra d’asilo si.

  2. Faccio una domandina…nel mio caso,ipoteticamente, arriverei 63 anni come età pensionabile.. con 45 di contributi…essendo considerata pensione anticipata e quindi contributivo puro…che assegno potrebbe essere realistico??

    1. Calcola fra il 70% e 75% del tuo attuale stipendio lordo mensile, tredici mensilità (anche verso l’80% se da qui a 10 anni).
      PS: bisognerebbe conoscere con precisione l’estratto conto contributivo per dare una risposta.

  3. Io sono – nel caso si dovesse perdere il lavoro – per una pensione anticipata a 64 anni ed almeno 20 anni di contributi ….. ma questo non vuol dire che dobbiamo abbandonare le persone di minore età e con minore contributi ….. ogni cittadino a qualsiasi età se non ha un lavoro ha diritto ad un REDDITO …. perchè senza reddito SALTA il dovere di pagare le TASSE ….. Grazie

  4. Visto che si parla tanto di digitalizzazione, ma con chi la si vuole fare con noi sessantenne, é l’occasione /motivo di anticipare la pensione ed assumere i giovani, invece di spendere i soldi in corsi per noi sessantenne.

  5. Penso che la decisione sulle pensioni che deve affrontare il governo la paragono a una bomba.sta proprio in quello che decidono se sarà un bomba innescata ho una bomba di forte esplosione sociale quota 41

  6. io non potrò partecipare a nessuna manifestazione, nè quella del 24 a Roma e nemmeno a quelle del 26; troppo distanti dal veneto dove vivo e oltretutto, anche se non ho esami di maturità, sono a disposizione fino al 30 giugno; i sindacati rischiano perchè se non patrocinano quella del 24 vedrete quante tessere sindacali non verranno più pagate dalla gente che si sarà stufata della loro latitanza; mentre voi dormite e ve ne fregate, la gente muore perchè non ce la fa più; svegliatevi e fate il vostro dovere; è quello di tutelare i lavoratori casomai ve lo siate scordato capitoooooooooooooooooooooooooooo

  7. Mi sembra di percepire un assordante silenzio dei grandi media riguardo al tema delle pensioni e dei diritti dei lavoratori.
    Il pensiero unico si è imposto e nei confronti del Governo dei banchieri manca qualsiasi senso critico. Altro che Turchia.
    Intanto i nostri ossequiosi politici dibattono sul portare o meno le mascherine all’aperto, volendo farci credere che sia quello il nostro problema.
    Miserie morali e intellettuali.

  8. 👋Salve.
    Sono un operaio (magazziniere) di 58 anni. Infartuato con punteggio di invalidità del 55% e caregiver riguardo mia suocera…
    Vorrei solo dire, arrivando al sodo e, senza entrare in polemica:
    ” fate andare in pensione, agevolate l’accesso alla pensione, aiutate in tutti i modi possibili, le persone ormai prossime ai 60’anni, Stanche, Demotivate, non più al passo dei tempi (tecnologicamente parlando) ad ANDARE IN PENSIONE.
    Non so in che modo, non so per quali vie, non so come (ma d’altronde, non è questo il lavoro per il quale vengo pagato…)
    Ma so, che solo così, ci sarà il cosiddetto “ricambio generazionale” e solo così, i giovani non saranno più a spasso mentre i “vecchi” sono a lavorare.
    Autateci! Grazie 🙏

    1. CONCORDO PERFETTAMENTE, VI DICO DI PIÙ CHE LA PROPOSTA DEL PROF PERFETTO E’ PERFETTA PROPRIO PER GLI IN INAVALIDI , CHE ANSICHÈ FARLI LAVORARE (CON TUTTI I DOLORI E PROBLEMI CHE HANNO) ,POTREBBERO LASCIARE IL POSTO A TANTI GIOVANI E FORTI CHE PERCEPISCONO IL R.D.C.

  9. Buongiorno sono una donna di 63 anni prendo la pensione di reversibilità che non supera 8000mila al anno ho fatto tutto le domande ma non ho ricevuto niente vivo da sola non ho niente e ne anche un figlio se lei mi potete aiutare gli Italiani che soffrano sofrano fatemi sapere

    1. Quale domanda ha fatto Luljeta? Intende l’aumento della pensione di invalidità? Mi faccia sapere bene perché non saprei come aiutarla, ho compreso poco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su