Ultime novità pensioni, le donne non preferiscono opzione donna a quota 100, sono costrette a sceglierla

Riforma pensioni 2023-24: conviene Quota 103 o meglio l’anticipata Fornero?

Il dibattito sui social pare essere vivo più che mai sulla convenienza tra pensione anticipata Fornero e attuale Quota 103, mentre al Governo il focus ora é tutto sull’art 33, ossia sulla revisione delle aliquote di rendimento per gli assegni futuri di pensione inalcuni settori pubblici, come dimostra anche l’ultimo incontro tra Governi e sindacati. Dal canto nostro continuiamo a seguire l’evoluzione post richieste dei sindacati di revisionare l’articolo 33, e daremo poi notizie maggiormente certe quando il quadro si farà più completo, al momento diamo voce al dilemma, già in parte risolto dagli stessi lavoratori, su: meglio anticipata Fornero o Quota 103 e 3/4 per chi é prossimo alla quiescenza?

Pensione anticipata Fornero o ‘nuova’ Quota 103 cosa conviene maggiormente?

Se il Governo optasse per confermare l’attuale Quota 103, potremmo dire che le condizioni paiono analoghe alla quota 103 se guardate sommariamente, occorrono 41 anni di contributi e 62 anni d’età, ma le cose cambiano scendendo nei dettagli, ossia:

  • L’assegno sarà calcolato interamente col contributivo
  • l’importo ultimo non potrà superare le 4 volte il minimo
  • Cambiano le finestre che passano da 3 a 7 mesi per i dipendenti privati e da 6 a 9 per i dipendenti pubblici
  • Fino ai 67 anni chi opterà per Quota 103 non potrà avere altri redditi da lavoro ad eccezione di un max di 5.000 euro lordi di lavoro autonomi occasionale

Dunque i paletti aggiunti rendono senz’ombra di dubbio meno accattivante per tutti questa misura di uscita flessibile rispetto alla precedente Quota 103, che comunque, per completezza va detto, vedeva già tagliate fuori moltissime donne che difficilmente arrivano a 41 anni di contributi avendo dovuto conciliare vita lavorativa e famigliare.

Pensioni 2023-2024: Ok decurtazione ma solo per opzione donna, No Quota 103

La pensione anticipata Fornero che per le donne, sempre con carriere continuative, é fissata a 41 anni e 10 mesi fino al 2026 e per gli uomini a 42 anni e 10 mesi, toglie, a nostro avviso, gli ultimi dubbi su una potenziale scelta da parte delle lavoratrici relativamente alla ‘nuova’ quota 103. In quanto con soli 10 mesi in più di lavoro si evita la decurtazione relativa al calcolo contributivo della Quota 103. Ricordiamo che dalla loro le donne sarebbero comunque pur sempre propense alla decurtazione se venisse riprestinata l’opzione donna con i requisiti vigenti fino al 31/12/2022, in quanto in quel caso gli anni contributivi richiesti erano 35, molto più in linea con le storie di vita delle donne.

Per gli uomini la scelta sarà personale, chiaro, ma anche qui dubitiamo che saranno molti coloro che dopo una vita di lavoro e sacrifici per uscire un anno e 10 mesi prima lasceranno sul piatto il 25-30% di pensione, taglio che inciderà per sempre.

Crediamo, leggendo anche i commenti che ogni giorno riceviamo sul portale, e leggendo le varie dichiarazioni delle parti sociali che invitano il Governo ad una modifica della misura, che se la Quota 103 attuale verrà riconfermata saranno davvero pochi quanti vi accederanno. Dal canto vostro, ci rivolgiamo soprattutto a quanti confidavano nella proroga della quota 103 originaria e che dunque sono prossimi alla quiescenza, opterete ugualmente per la pensione a queste condizioni? Fatecelo sapere nell’apposita sezione ‘commenti’ del sito.

Pensionipertutti.it grazie alla sua informazione seria e puntuale è stato selezionato dal servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici tramite GNEWS andando su questa pagina e cliccando il tasto segui.

137 commenti su “Riforma pensioni 2023-24: conviene Quota 103 o meglio l’anticipata Fornero?

  1. Le pensioni “anticipate”ordinarie con 43 anni di contributi previdenziali versati per maschi e 42 anni di contributi previdenziali versati per femmine con buona pace della parità di genere ed unico ambito previdenziale dove questo avviene e contro la logica delle leggi sacconi prima e fornero poi …….sono entrate clamorosamente e finalmente senza infingimenti e sempre più nel mirino ….dei riformatori e pinocchi legaioli e dei loro compagni/e di merende …… e sono quelli che mediamente hanno più pagato per ottenere una pensione ……..il pinocchio padano senza nemmeno più il nord nel logo ha permesso ai soli over 62 enni prima una quota 100 per tre anni e con soli 38 anni di contributi, poi una quota 41 (di contributi) farlocca ad un totale circa di 500.000 persone ………. ora per riquadrare i conti insieme alla draghetta bionda alla romana ………. bastona i pensionandi per anzianità contributiva sopra specificati ………aumentando a rate e nei prossimi 4/5 anni il limbo delle finestre da tre mesi a nove mesi …….. e tra qualche anno procederanno al calcolo totalmente contributivo di tutte le pensioni future in anticipo rispetto a quanto previsto dalla legge fornero stessa ……. per accontentare la Commissione Europea ….. e trovare i soldi per il fantomatico Ponte di Messina …….. che anche su Topolino è già crollato.
    Italioti popolo di smemorati ed analfabeti funzionali ……… armatevi e votateli ancora …….. proni alle prossime balle elettorali che vi prometteranno.

  2. Buongiorno, inerente all’articolo di cosa convenga legge 103 attuale o fornero,sono riuscito a farmi fare dei conteggi da un caf,in attesa di fare una consulenza pensionistica dall’inps il prossimo 19 dicembre, e uscito questo premetto che fino ad ora ho maturato 42,2 dicontributi in più posso sfruttare altri 6 mesi per un’invalidità al 75%,,
    S andassi con la legge attuale 103 dal 1 marzo prenderei € 1467,00 lordi
    se invece optassi per la fornero prenderei € 1499,00 lordi, quindi la differenza sarebbe di € 32 al mese,sperando che nel frattempo non mettano il tutto contributivo,io un’idea me la sono fatta andare subito e non guardarmi indietro,ringraziando tutti i nostri magna magna che ci hanno portato in questa situazione surreale dopo piu di 40 annni di duro lavoro,saluti a tutti.

  3. Caro Paolo Prof, è il terzo commento che faccio, speriamo questo passi: LA FACCIA DEI NOSTRI GOVERNANTI era visibile e comprensibile sino quando si sono presentati. Un saluto Lilli Reolon

    1. Cara lilli, guarda che la scorsa legge di bilancio era diversa da quella attuale, molto diversa; una quota 103 con il sistema misto è una cosa, quella attuale è molto diversa e notevolmente peggiorativa; ora quindi hanno mostrato la loro vera faccia purtroppo; tutto qui; saluti a te e ai gestori del sito

        1. Caro WAL a me pare che, la scusa l’Europa è diventata, come la fisarmonica, allarga e stringe, quindi, quando conviene, come nel caso di giustificare le prese per i fondelli di Salvini ,Meloni & C., si dice che è colpa dell’europa e viceversa nelle cose che possono servire da esempio, l’europa non centra poichè dobbiamo salvaguardare la sovranità nazionale!! bah…… questione di opinioni!!
          Spero che questo commento venga pubblicato e non venga cestinato come succede ormai spesso in questo sito. Saluti a te ed ai gestori del sito.

      1. Buongiorno… Una domanda pensione anticipata fornero sarà penalizzata solo per dipendenti pubblici o verranno coinvolti anche i privati? Da manovra 2024 non si capisce…. Solo questo… Importante…. Grazie

  4. Buongiorno signori e signore del sito, il mio commento delle 8:18 non è stato ancora reso visibile: è ancora presto o non è adeguato? Un saluto
    Lilli Reolon

  5. Oramai l’anticipo pensionistico quello delle quote lo hanno reso sempre meno appetibile, col risultato che i pochi che aderiranno lo faranno per loro circostanze sfavorevoli e quindi obbiettivo raggiunto: la quota 41 presente, i 62 anni presenti peccato per i vari paletti che dovevano restare sulle piste di sci a detta di qualcuno e pochi beneficeranno dell’uscita quota 103/2024.

  6. Devo segnalare che ai gestori del sito che a me pare che alcune volte il moderatore non funziona e che i commenti (nonostante non contengono alcuna offesa e che sono dei liberi pensieri) vengono letteralmente messi nel cestino, altri invece, duplicati, vengono pubblicati 2 o anche tre volte.
    Credo ci sia bisogno di una messa a punto!!
    Comunque grazie ugualmente e Saluti.

  7. Assegno di fine mandato

    I parlamentari hanno diritto a un assegno di fine mandato, pari all’80% dell’indennità lorda moltiplicata per il numero degli anni di mandato effettivo o frazione superiore a sei mesi. Il parlamentare contribuisce mensilmente al proprio assegno di fine mandato con una quota della sua indennità lorda, pari a 784,14 euro, che viene versata in un fondo apposito. Bastarxi due volte

  8. Assegno di fine mandato

    I parlamentari hanno diritto a un assegno di fine mandato, pari all’80% dell’indennità lorda moltiplicata per il numero degli anni di mandato effettivo o frazione superiore a sei mesi. Il parlamentare contribuisce mensilmente al proprio assegno di fine mandato con una quota della sua indennità lorda, pari a 784,14 euro, che viene versata in un fondo apposito. Bastarxi

  9. In pensione a 65 anni con 5 di mandato

    Per quanto riguarda la pensione, i parlamentari sono assoggettati d’ufficio al versamento di un contributo pari all’8,80% dell’indennità parlamentare lorda. I parlamentari che terminano il mandato, a prescindere dal momento in cui è iniziato, hanno diritto alla pensione una volta raggiunti i 65 anni di età e aver esercitato il mandato per 5 anni effettivi. Bastarxi

  10. Io non guarderò più questo sito, ho scritto vari commenti senza nessuna offesa senza male parole , ma non sono stati pubblicati, non capisco i criteri. Mi sono stufato, cercherò notizie da altri forum.

  11. ma che dilemma e’ questo?di un insulso esagerato…cosa vuol dire preferisci quota 103 oggi perdendoci o la fornero con il misto?ma se questi cambiano parere ogni 5 minuti come fa uno a sciegliere?era meglio dire :sei disposto a mettere la mano sul fuoco ed aspettare una Fornero che non si sa come sara’?

    1. La Fornero rimane com’è, sono le nuove formule di anticipo che saranno sempre meno convenienti fino a far desiderare la famigerata legge della professoressa dalla lacrima facile. E a quel punto la riforma sarà compiuta lasciando solo quella con tanto di ripartenza dell’aspettativa e contributivo puro che incalza.

      1. sono felice che tu sia ottimista e pensi che la Fornero rimarra’ cosi per sempre. Al momento si sa solo che rimarra’ cosi’ per il 2024 poi si vedra’………io ho i miei dubbi ,e se rimarra’ in auge sono pronto a scommettere che sara’ solo con ricalcolo contributivo.

        1. Il calcolo contributivo arriverà comunque all’esaurimento del misto, che dal 2026 o forse prima sarà sempre più lontano per i futuri pensionandi. Piuttosto mi chiedo come mai dal 2011 in poi non è stato fatto nulla per rimediare alla porcata della Fornero e nessuno è sceso in piazza per protestare.

    2. Caro Seba, la domanda è legittima; questi non cambiano idea ogni 5 minuti, bisogna leggere tra le righe ; chi comanda ha ben chiara la situazione : contano le agenzie di rating? certo che contano anche perchè i nostri titoli di stato sono ad un passo minimo dall’essere considerati spazzatura; detto questo con l’unione europea che ti dice : ti do i soldi del pnrr a patto che non li usi per le pensioni : 3 per mille cioè quasi niente; all’Unione Europea la legge Fornero sta bene, tutte le forme agevolate NO; QUINDI? o ti costringono a stare a lavorare o ti convincono togliendoti soldi della parte retributiva; ma esiste un ma: tutti decideranno di rimanere a lavorare per i requisiti Fornero? non lo possiamo sapere cosa passa per la testa della gente; ci può essere quella persona che non ne può più , che fa un lavoro durissimo e dice basta; anche 6 mesi, 1 anno per lui o lei sono troppi; sceglie perciò il male minore; tutto chiaro seba? io la penso così; saluti a te e ai gestori del sito

  12. Questi qua ci stanno piano piano togliendo tutti i diritti, è stato palese fin dall’inizio. Mi continuo a chiedere “come si fa a votare questo trio malefico…”?

  13. NON SI TOCCHINO LE PENSIONI DI VECCHIAIA DEI DIENDENTI DELLE FUNZIONI LOCALI! lE PENALIZZAZIONI VANNO APPLICATE SOLO PER LE PENSIONI ANTICIPATE. E’ IMMORALE CHE GENTE POSSA ANDARE A 57 ANNI PERCHE’ HA AVUTO LA POSSIBILITA’ DI COMINCIARE A LAVAORE DA GIOVANE E ALTRI DEVONO ANDARE IN PENSIONE A 67 ANNI PURE CON DECURATAZIONI.

  14. Buongiorno,
    VORREI SOTTOPORRE questa “lamentela” ai SINDACATI.
    Vorrei sottolineare che l’art. 33 del DDL, dovrebbe essere modificato per disparità di trattamento dei lavoratori, in quanto il comma 1, Disposizioni in materia di adeguamento delle aliquote di rendimento delle gestioni previdenziali cita:
    Le quote di pensione a favore degli iscritti alle diverse Casse per le pensioni ai dipendenti degli Enti locali, dei sanitari e agli insegnanti di asilo e di scuole elementari parificate, liquidate a decorrere dal 1° gennaio 2024, secondo il sistema retributivo per anzianità inferiori a 15 anni, sono calcolate con l’applicazione dell’aliquota prevista nella tabella di cui all’Allegato II alla presente legge.
    Per le anzianità superiori a 15 anni seguita a trovare applicazione la tabella di cui all’allegato A della legge 26 luglio 1965, n. 965. (AGEVOLATI)
    Se devono aggiornare le aliquote di rendimento, lo devono fare con TUTTE LE CATEGORIE dei lavoratori del pubblico impiego SENZA DISTINZIONE DI SESSO O TIPOLOGIA DI IMPIEGO e SENZA DISTINZIONE se superiore o inferiore ai 15 anni, diversamente posticiperanno il tutto a decorrere dal 2025 con lo stesso trattamento per TUTTE LE CATEGORIE.
    SINDACATI dovete fare la guerra per TUTTI i lavoratori, pubblici e privati, dovete battervi per eliminare dispartita di trattamento per i futuri pensionandi, SIETE AL SERVIZIO DEI LAVORATORI E NON A BUSTA PAGA DEL GOVERNO LADRO.
    Se devono adeguare le succitate aliquote, che lo facciano non discuto è giusto, MA CHE LO FACCIANO CON CRITERIO, INTELLIGENZA ED UTILIZZANDO LA TESTA (che non hanno e non è un optional aggiunto alla nascita) e SENZA ALCUNA DISTINZIONE… ed E’ ILLEGALE…
    E che C…O, c’è una confusione TOTALE CON QUESTE quote, finestre da 3 a 6, da 6 a 9, SAPPIATE CHE DOPO I 40 ANNI L’ASSEGNO PENSIONISTICO NON VARIA, oltre i 40 anni di contributi SONO TUTTI REGALATI, è denaro depositato nelle casse ed utilizzato per compensare le uscite anticipate, e pensioni di chi non ha mai lavorato…
    POTETE METTERMI IN CROCE o smentirmi per quanto citato, ma non c’è distinzione tra partiti e governi passati, presenti e futuri. Anni addietro molti pensionati hanno raggiunto il rifugio oltre le Alpi, ora noi pensionandi tocca scendere in pianura. Pertanto chi ha dato, ha dato scurdiamuci o passato…
    Buona giornata.

  15. Cari gestori del sito, la mia risposta a Paolo Prof deve essere moderata? Contiene pericolose idee? Non capisco proprio. Un saluto Lilli Reolon

    1. Lilli , fai la “brava…”. Hai ancora poco più di 20 giorni di lavoro e poi si va in vacanza per tutta la vita… Spero che seguirai ancora questo sito e che ci delizierai dei tuoi perspicaci interventi. Per il resto ti faccio tantissimi auguri di buona salute e che ti possa godere la nuova lunga vita.
      Oscar

  16. Io mi chiedo, se a chi ha iniziato a lavorare dopo il 96 è permesso andare in pensione a 64 anni… perchè noi che abbiamo iniziato prima siamo penalizzati?
    Poi perchè è possibile riscattare gli anni di studio, laurea e corsi ecc. invece non si può integrare i contributi mancanti prima del 96? E’ un’ulteriore ingiustizia sommata alle quote 103.
    Attendo risposte

  17. A questo punto signori Italiani bisogna svegliarsi veramente non dobbiamo permettere ciò che ci stanno propinando o protestiamo seriamente come hanno fatto i nostri vicini Francesi o siamo perduti per l’eternità.

  18. Buonasera,
    La nuova riforma, sarà quota 41,calcolata con il sistema contributivo,parole di Durigon a Sky TG24!
    Saranno tutti contenti….di perdere il 30%
    Dell’ assegno,ma di andare in pensione
    Prima, io ho qualche dubbio.

  19. 30 giorni per decidere,per rifarmi all’articolo della sig.ra Venditti domani compio 62 anni ed o maturato 42 anni di contributi(altri 3 me li hanno spudoratamente rubati!) andare con la 103 vecchia, oppure aspettare la Fornero! tanti dicono che siamo fortunati ad avere questa opzione,ma io non mi sento fortunato mi sento defraudato dei miei diritti avendo versato per 42 anni mi trovo costretto a dover scegliere quale e il male minore per poter sopavvivere dignitosamente, questo a casa mia si chiama soppruso!dovrebbero vergognarsi per quello che stanno facendo….tutti i cantastorie che si sono succeduti su quelle poltrone in questi anni!

  20. vedrete che quando capiranno il flop di questa nuova legge,il prossimo anno metterannno mani alla fornero e non per migliorarla…se cosi si puo dire

    1. I nostri “furbi” governanti lo sanno che sarà un flop, ma è stato studiato a tavolino proprio per prendersi un altro anno, così si avvicinano sempre più alla fine della legislatura…
      Tutti furbi…. meno che uno..

      1. Caro Elio “l’originale” speriamo che la fine legislatura sia prima possibile, che arrivi un governo tecnico , tutto meglio di questi signori/e (SIC). Ogni legge, decreto e circolare che vengono emanati non sono atti a migliorare l facilitare la vita dei cittadini/e, ma a continuare nella tradizione del malgoverno unito ad una vena autocratica un “accoppiamento” letale per il nostro ordinamento ladro di libertà e fornitore di panzane. Un caro saluto.
        Lilli Reolon

          1. Provi anche a rispondere a questa domanda: “Chi ci ha portato al governo tecnico ? “. Dovrebbe sapere che ogni conseguenza ha una causa che ha portato a quella conseguenza.

          2. Direi che il magnifico governo in carica non è politico, ma è fatto da politicanti. Detto questo, il governo politico è la soluzione migliore, sempre che sia fatto di politici, non di dilettanti allo sbaraglio ubriachi di “potere”, che persistono nell’affermare che fanno tutto per le “classi meno abbienti”, salvo aumentare l’IVA e condonare (11 volte) gli evasori per questi ultimi si sono inventati il “ravvedimento operoso”. E mi fermo qui. Speriamo bene.
            Saluti Lilli Reolon

          3. Caro Falco, per fare fronte all’attuale fallimentare azione governativa ci sono 2 strade a) aspettare le prossime elezioni Parlamentari e votare per
            l’alternanza e b) sperare in una crisi di governo e andare avanti con un governo tecnico fino alle nuove elezioni e a soluzione b) non è la migliore.
            Ci terremo questo governo fino alla fine legislatura, se saremo ancora in grado di ragionare con la povertà cresce anche se si lavora perché non pagano abbastanza chi lavora per poter arrivare alla fine del mese!!!! Un saluto Lilli Reolon

      2. Non potevano mica dire che non prorogavano quota 103 e APE sociale. Pareva brutto. Anche nei confronti degli elettori delle Europee…

    2. Andrea, non credo proprio che saranno sorpresi dal flop di questa nuova legge. E’ tutto calcolato! L’hanno fatto apposta perché non vogliono attuare alcuna agevolazione al prepensionamento.
      Ma siccome sanno di essere dei bugiardi hanno costruito tutta questa ‘messa in scena’ per fare una cortina fumogena e confondere la gente.
      Stanno cercando di salvare la faccia, ma la loro puzza di ‘fogna’ arriva fino a qui.

  21. Pian pianino ci sposteranno verso la Fornero tutto contributivo( come piace tantissimo alla commissione UE) . Ma perché ogni riforma è sempre peggiorativa rispetto alla precedente? La commissione UE guarda la nostra riforma con i fucili spianati.

    1. La neo-lingua prevede l’uso di termini con accezione positiva quando invece questi nascondono un enorme cetriolo: la parola riforma è uno di questi termini, un’altra è progresso.

      1. Caro Mariano, ha detto una cosa sacrosanta: la corruzione del linguaggio porta dritta dritta alla dittatura, è già successo non bisogna fidarsi di chi chiama democrazia l’oscurantismo e la cultura del divieto. Sono troppo occupati a mistificare che si dimenticano di governare e se lo fanno lo fanno contro i settori più bisognosi avendo il coraggio di dire che la manovra va incontro ai ceti più poveri! Un saluto Lilli Reolon

    2. Mi sembra che la commissione UE guardi solo la riforma dell’Italia con i fucili spianati.
      In Francia e Germania e nella maggior parte dei paesi europei il limite della pensione è 64 anni, e non le toccano perché altrimenti nei loro paesi ci sarebbe la rivolta popolare. Perché in Italia dovremmo portarla a oltre i 67?

  22. L’anticipata Fornero per me è sicura solo nel 2024 a questo punto, visto che la legge finanziaria da approvare entro dicembre non la tocca.Ma dal 2025 in poi aspettatevi qualsiasi cosa.Per questo motivo ho pagato sei mesi di buchi contributivi durante il corso di laurea come studente _lavoratore per pensionarmi nel 2024. A mio parere potrebbero mettere un tetto massimo di pensione fino alla vecchiaia o allungare le finestre nel 2025, è altamente probabile questo.

    1. sono d’accordo ,dal 2025 saranno lacrime e sangue;chi puo’ vada in pensione ed eviti di dare voti a vanvera a chi ha promesso tutto e non ha fatto niente…anzi ha peggiorato la fornero

  23. Capisco la rabbia e i propositi di vendetta (mancato voto o voto all’altra fazione) ma onestamente a me paiono sfoghi sterili. Dire che non si darà il voto a chi sta al governo è esattamente quello che si leggeva da tutte le parti con la precedente legislatura. Perché la realtà dei fatti è inconfutabile: chiunque governi deve sottostare ai dictat dell’Europa; l’aumento del debito pubblico, il calo delle nascite e alla crescita di spesa per la previdenza obbligano a risparmiare da qualche parte. Quella parte è rappresentata da quelli che come me sono vicini alla pensione. Un ventre molle che chiunque governi si può permettere di deludere perché ormai conta poco. Rendiamoci conto che anche grazie alla promesse mancate nei nostri confronti non abbiamo ricevuto bocciature dall’Europa ma soprattutto non abbiamo avuto declassamenti dalle agenzie di rating. Rendiamoci conto che se Moody’s, Standard & Poor’s e compagnia cantante lo avessero fatto avrebbe reso i nostri titoli di stato spazzatura in quanto per statuto tutti i fondi comuni di investimento avrebbero dovuto venderli mandando l’Italia in default. Di fronte a questo baratro possibile, davvero pensate che CHIUNQUE fosse stato al governo avrebbe favorito i pensionandi? La realpolitik è una brutta bestia che non guarda in faccia nessuno! Io ho visto sfuggirmi dalle mani sempre per poco le varie “quote” succedutesi in questi anni ma se fossi riuscito ad agguantarle oggi sarei additato come uno favorito dalla fortuna ai danni di chi non ce l’ha fatta. Pertanto a 63 anni e mezzo con oltre 39 anni di contributi, nonostante sia stanco del lavoro e fortemente desideroso di un po’ più di tempo libero mi sono fatto la croce sperando la data di pensione del 30/06/2027 (a 67 anni compiuti) non sia ulteriormente procrastinata.

      1. Per me un commento arrendevole quanto basta ,per scagionare i nostri politici, che la pensione,e lauta,se la godono dopo 5 anni di lavoro ……..le storielle delle agenzie di rating ce le vendono a loro piacimento,ma evidentemente le minacce funzionano….

          1. Personalmente ne questa ne la precedente quota 103. Poco o tanto che ci si rimetta non ci si può rimettere nulla. Per esempio questa mattina notavo che il tonno in scatola in 12 mesi è quasi raddoppiato. Mancano 20 cents al raddoppio. Va peggio di come ce la raccontano, guarda caso balle anche qui, e tutti abbiamo elementi di verifica nella spesa periodica. Se salta l’anticipata ordinaria nella forma attuale con salvaguardia del misto per molti è la povertà. Piuttosto concentrarsi sulla evasione ed elusione dove la metà degli italiani è gravemente carente o totalmente assente. E non è un problema di oggi visto che su 16 milioni di pensionati solo 8,5 milioni è regolarmente contribuita mentre 7,5 milioni sono parzialmente o totalmente assistiti. E su questa direzione l’Europa spinge poco e praticamente nulla.

          2. e’ proprio la complessita’ creata ad arte e divulgata a chi ha paraocchi, che confonde chi non ha ben presente le cose semplici e chiare…

          3. io la trovo piu’ semplice di quanto ci vogliono far credere….e’ che complicandola molti abboccano.

        1. Rispondo a Bernardo.
          Il tuo commento è azzeccato. Lo è sia per gli aumenti generalizzati dei prezzi (io ora acquisto solo offerte) sia per il commento su chi ha versato e chi non ha mai versato un contributo o quasi.
          Il mantenimento INALTERATO della forma ANTICIPATA è la sola che abbia un senso.

    1. Tra Giuseppe ci intendiamo sono perfettamente d’accordo con te…..ciò che non posso perdonare è l’incoerenza, l’ipocrisia la falsità e l’arroganza dei signori leghisti che riconquistato il potere stanno facendo l’opposto di quanto promesso

    2. Hai perfettamente ragione, siamo un paese a sovranità limitata e dobbiamo sottostare – chiunque governi !! Sono anche io nella tua stessa situazione di dover raggiungere la vecchiaia dei 67

    3. Concordo col ragionamento ma, riguardo al default dell’Italia, questo comporterebbe il crollo dell’Euro e con la moneta dell’intera Europa.
      La Grecia è stato solo un assaggino e, nel vecchio continente, non servirebbe a nessuno si ripetesse.
      Meglio agire sul welfare è stata la scelta.
      Chi si dice contrario ora pensa a governi ombra mentre l’intera Europa è stata messa in riga … basta gas a basso costo e trincee a tutto spiano.
      Vale sempre il detto:”tutti vogliono cambiare il mondo ma quando si tratta di lavare i piatti nessuno aiuta mamma”.

    4. Caro Giuseppe, quanto vorrei darti torto ma nel tuo commento hai ragione al 1000% purtroppo; saluti a te e ai gestori del sito

    5. Scusa Giuseppe, ma se le cose stanno in questo modo come mai questi signori illusionisti e venditori di fumo del governo hanno promesso che l’asino vola?? e continuano a strizzare l’occhio agli evasori fiscali? incompetenza, malafede o entrambi?
      a me pare che l’Europa e le agenzie di rating li utilizzano ad uso e consumo!
      E per chi non l’avesse capito questo è solo l’inizio!!!

    6. Giuseppe hai fatto un analisi corretta. Anche io mi sono vista sfuggire opzione donna e la prossima possibilità sarà marzo 27 con anticipata. Sfuggira’ anche questa?

    7. Da Giuseppe a Giuseppe ottima delucidazione e considerazione ciò non toglie l’ipocrisia e la falsità soprattutto da parte di Salvini e soci che hanno pure la spocchia di dire che hanno mantenuto le promesse….infami maledetti

    8. Probabilmente avrai 2 mesi di aspettativa di vita in più del biennio 27/28.
      Per il resto credo che andrai nel 2027 senza ulteriori problemi.

    9. 670 milioni per la Società Ponte sullo Stretto ce li stanno mettendo (anche) i mancati prepensionati. Posso chiederle che lavoro fa, Giuseppe?

    1. Io non guarderò più questo sito, ho scritto vari commenti senza nessuna offesa senza male parole , ma non sono stati pubblicati, non capisco i criteri. Mi sono stufato, cercherò notizie da altri forum.

  24. La domanda di Erika non mi tocca, a 64 anni ( quasi 65) non posso prendere né una né nell ‘altra possibilità (causa le mie sfortune lavorative)
    Domanda per gli addetti ai lavori (governanti sindacati etc.) Per quali oscure ragioni politiche non prendono in considerazione quanto autorevolmente proposto e consigliato dalla Corte de Conti di uniformare l ‘uscita anticipata a 64/65 in forma OPZIONALE per tutti con la penalizzazione?
    D ‘altronde, anche se con varianti, è la stessa proposta fatta da Tridico, Damiano, Rizzetto ed altri !
    Considerato che la proposta viene dalla Corte dei Conti non si possono nascondere dietro l ‘alibi che non ci sono i soldi!!
    Saluti ai gestori del sito

    1. Ottima riflessione Lucky, ma il problema è che questi dittatori al governo se ne fottono di tutto e tutti, compreso la Corte dei Conti, dando prova di essere una macchina schiacciasassi che non si ferma davanti a nulla, calpestando e schiacciando chiunque trovano sulla loro strada , in preda alla loro sfacciataggine e al delirio di onnipotenza che li contraddistingue.

        1. Caro Lucky, rifattela ti potrebbe servire, non bisogna ritirarsi dal voto, meglio andare ed annullare la scheda con un barzelletta, una parolina sagace oppure un disegnetto. Un caro saluto Lilli Reoon

          1. In 45 anni che voto li ho provati tutti: sinistra , destra , centro ora basta ….mi fanno venire il vomito . Un saluto

        2. Anche io ho fatto lo stesso , non serve a niente andare a votare , tanto chiunque vada al governo pensa a fare cassa sui lavoratori che sono una fonte sicura di denaro . MI VERGOGNO di essere da 62 anni italiano

    2. Perchè una opzione del genere favorirebbe i pensionamenti e invece la Commissione europea ci dice che il rapporto lavoratori/pensionati sta squilibrando e che se continua così ci sculaccia.

  25. Continuo a ritenere che i poveri ULTRA60ENNI devono essere pensionati. Anche col contributivo. La proposta Tridico andava in questo senso. Diamo la precedenza a chi ha un lavoro? Continuo a scriverlo ma mi sento solo.

  26. Se avessero prorogato quota 103 di quest’anno alle stesse condizioni avrei sicuramente accettato.
    Avrei accettato anche quota 104, ma con le condizioni di Q103-2023.
    Q103-2024 con questi vincoli è una presa in giro!!!

  27. L’anticipata Fornero per me è sicura solo nel 2024 a questo punto, visto che la legge finanziaria da approvare entro dicembre non la tocca.Ma dal 2025 in poi aspettatevi qualsiasi cosa.Per questo motivo ho pagato sei mesi di buchi contributivi durante il corso di laurea come studente _lavoratore per pensionarmi nel 2024. A mio parere potrebbero mettere un tetto massimo di pensione fino alla vecchiaia o allungare le finestre nel 2025, è altamente probabile.

    1. Caro Nicola, se riesci ad andare in pensione nel 2024 fallo, aspettare novità in questo periodo non è bene, guarda la serie di quote che ci hanno propinato.
      Un caro saluto Lilli Reolon

    1. Il fatto è che ormai si desidera sia un robusto incentivo alle dimissioni sia un robusto intervento dello Stato. Ma se poi saltano le regole apriti cielo.

  28. Trovo anticostituzionale che dopo che il dipendente ha firmato x l’uscita dal lavoro con il calcolo fatto con il vecchio sistema misto gli venga poi imposto un ‘altro calcolo .Parlo di quella che si definisce pensione anticipata.Allora si dovrebbe avere anche la possibile di cambiare e scegliere di continuare fino si 65 anni

    1. Per firmato cosa si intende … si era per caso in cassa integrazione e nel frattempo succede che cambiano le regole di calcolo.

  29. Studiate e leggete. Ponetevi domande. Vedrete che capirete la realtà e non digerirete tutte le palle che vi raccontano. In tutti i campi. Io ho cominciato a riscrivere la storia.

  30. La versione del 2023 l’avrei accettata, ma questa versione ulteriormente massacrata certo che no. Aspetto l’anticipata Fornero nel 2025.
    Questa 103 che maturo nel 2024 con 62 anni e 42 di contributi me la tengo per eventuale paracadute in futuro per non auspicabili porcate sulla Fornero.

    1. Don ,io sono esattamente nelle tue stesse condizioni,il problema e’ che non mi fido di questo governo,non vorrei che mangiassero pure i diritti acquisiti nel 2024 con quota 103 e dal 2025 la Fornero sia tutta contributiva…tu la metti la mano sul fuoco?sono troppo indeciso, se accettare o no, questa porcata del secolo, partorita da Leghisti e FDI

  31. A questo punto tanto valeva lasciare quota 104; con minori penalizzazioni forse qualcuno avrebbe anche potuto aderire. Una 103 e 3/4 con ricalcolo contributivo è, come ha detto giustamente qualcuno, una vera presa per il c…

  32. Avrei un dubbio da condividere:se faccio 42 anni a marzo 2026 ed aggiungo 10 mesi arrivo a gennaio 2027 quindi non rientro nemmeno nella Fornero?
    Devo sperare che, nonostante i proclami, venga prorogata?
    Che tristezza.
    Un grazie ai gestori di questo sito

    1. La Fornero secondo me non riusciranno a toglierla, almeno è quello che mi auguro perché questi sono capacissimi di peggiorarla pure.
      Le quote varie se ci saranno ancora, saranno praticamente inaccessibili per le penalizzazioni che già mettono adesso..

      1. Fornero senza cambiamenti?il punto e’ quello….chi se la sente di rischiare alzi la mano!!io vedo piu’ una quota 41 per tutti contributivo altrimenti esci a 67,cioe’ la quota bara.

    2. la fornero non scade nel 2026 e, se non fanno qualche intervento che stravolga l’impianto della legge, probabilmente nel 2027 Lei subirà unicamente il ricalcolo dell’aspettativa di vita, quindi magari dovrà aggiungere 2-3 mesi in più.

    3. caro Mimmo 60; trova il lato positivo: comunque andrà nel 2027 andrai in pensione che sia con l’anticipata Fornero o con la vecchiaia; è una magra consolazione; speriamo in qualcosa prima ma visti i personaggi che ci comandano la vedo brutta; in che mani siamo; saluti a te e ai gestori del sito

      1. Dicevano :”Bisogna aiutare i ricchi, tanto i poveri s arrangiano”. Perciò lasciare neanche 5 anni di contributi ai nostri parlamenrari….altrimenti non riuscirebbero ad arrangiarsi….Chissà se mai un giorno avremo regole uguali per tutti i cittadini…

    4. io non mi fiderei di questi pseudo politici….credo sara’ comunque a ricalcolo contribuito anche quella ,ormai la strada e’ segnata:vuoi uscire prima dei 67?ti rubiamo quello che hai versato .punto

    5. Caro Mimmosessanta, la pensione anticipata fornero non deve essere prorogata è in vigore: dal 01/10/2027 ci sarà un aumento di 2/3 mesi di lavoro, non la possono abolire perché costerebbe troppo. Quello che fanno è “bypassarla con quote varie” che non accontentano nessuno. Siamo proprio in un bel guazzabuglio medievale! Un caro saluto. Lilli Reolon

  33. Avrei accettato la 103 del 2023. La 103 con calcolo contributivo e finestra di 7 mesi mi sembra una vera presa in giro, visto che lavorando qualche mese in più le donne possono accedere all’anticipo della Fornero con 41+10 con il sistema misto e senza penalizzazioni. E gli uomini con 42+10

    1. Io non sarei così certo che nel 2025 sarà ancora 42+10……e se si probabilmente con ricalcolo contributivo,tanto vale se uno raggiunge quota 103 nel 2024 uscire subito che almeno si campa un anno in più.

      1. seba, attenzione; chi comanda vuole che la gente vada in pensione con la legge fornero; quindi anche questa quota 103 ultima è una mazzata potente; chiaro che vogliono fregare gli anni di retributivo che sono circa un terzo dei complessivi; tutto chiaro? poi ognuno in base alla propria situazione personale, di lavoro, familiare decide; io la penso così; saluti a te e ai gestori del sito

  34. È umanamente assurdo e disumano pretendere solo dai noi LAVORATORI CONTRIBUTI VERSATI X OLTRE 41 ANNI!!!! Mi kiedo e chiedo: perché I SIGNORI POLITICI AVRANNO LA PENSIONE ANCHE E SOLO X UNA LEGISLATURA? XKE?!?!? E non parliamo di tutti gli altri benefici!

  35. Q. 103 tutta contributiva così come è stata modificata non vale nulla perché uno che ha contribuito per ben 41 anni son si può vedere tagliato l’assegno in maniera così consistente. E dire che la tanta gente è andata in pensione con appena 15 o 20 anni di contributi (vedi baby pensioni) e adesso non bastano 41 anni di contributi per giunta con taglio del contributivo ma di che stiamo parlando, dico possibile che questo Governo dopo tutte le promesse della campagna elettorale adesso ci propina delle condizioni assurde impossibile da accettare, l’oro però i politici oramai sono in sella ai loro privilegi e in quel posto a chi li ha votati ed ha contribuito per l’intera vita.

      1. Caro Wal in nome del timore per il PCI hanno fatto le baby pensioni- e chissà cos’altro-, e ora questi soloni della destra fanno peggio senza alcun timore per nessuno. Ma questa nuova quota 103 raggiunge livelli di “penalizzazioni (SIC)” mai viste . Lavorare non è un delitto perché i lavoratori e le lavoratrici devono essere trattati come criminali ed avere decurtazioni sulla pensione? Un caro saluto Lilli Reolon

      2. Caro WAl, pensaci erano pavidi di fronte alle necessità della gente, altro che paura del PCI! Tanto sono caduti senza bisogno del PCI!!! Ciao. Lilli Reolon

  36. “Anticipata Fornero” … alla faccia dell’anticipata. Direi piuttosto: “Posticipata Fornero”. Quota 103 e tre quarti, è una vera presa per il culo (scusate il francesismo)

    1. Ormai c’è poco da commentare con queste porcate che stanno facendo, abbiamo capito che quota 103 è una rapina sociale, nuova quota donna e’ la truffa sociale e l’ ape social e’ la farsa sociale- quindi poche chiacchiere e vogliamo i fatti , specie dopo l’incontro coi sindacati che sono usciti di nuovo coi pesci in faccia e con la Meloni che se ne frega di loro e di noi- perciò o Landini e Bombardieri fanno i . Sindacalisti seri, altrimenti togliamoci il pensiero e sopportiamo tutto.

      1. i sindacalisti alzano un po’ la voce tanto per giustificare i loro lauti stipendi…..ma chi glielo fa fare a questi di cambiare lo status quo mettendo a repentaglio i loro stipendi da manager?solo scena ,tutto fumo niente arrosto

  37. con questa norma hanno veramente mostrato la loro vera faccia; la Meloni si vanta che l’italia ha ottenuto la 4° rata del pnrr; per le pensioni? nulla; stendiamo un velo pietoso; in che mani siamo; e magari alle prossime europee le daranno pure il voto; saluti ai gestori del sito

    1. Pensi Paolo Prof ha anche detto che ha mantenuto gli impegni presi con gli Italiani.Non c’è mai fine alla vergogna e falsità di questo governo.

      1. Carissimi tutti, lasciate che Meloni parli, che sia definita la leader più influente in Europa da Politico Eu (Magazine Usa della Virginia), che ci racconti quanto è brava e rispetta il patto con gli italiani (SIC). Più in alto si sale più brutta è la caduta. Un caro saluto Lilli Reolon

    2. Ciao Paolo Prof, la Meloni è stata giudicata da Politico.eu la leader più influente d’Europa: ( Politico è un magazine della Virginia, sentano a capire la loro politica e adesso hanno aperto anche il magazine europeo. Ma penso al vecchio detto più in alto sali più brutta sarà la caduta. Un caro saluto
      Lilli Reolon

      1. alla fine la Meloni vincerà le europee; guarda i sondaggi: perde la lega e lei è stabile; speriamo in bene; saluti a te e ai gestori del sito

          1. Marco, fanno apposta a comportarsi così; loro sperano che la gente strappi le tessere elettorali o non vada a votare; i loro amici ci vanno eccome a votare e alla fine dicono: abbiamo vinto con il 40 % anche se a votare è andato il 60 %; tutto qui; saluti a te e ai gestori del sito

        1. Caro Paolo Prof, con l’ultima trovata di ieri a Firenze Salvini ha messo un piede in un settore politico (lontano mille miglia da un partito conservatore) che che è di estrema destra “sovranista” con lo scopo di distruggere l’Unione Europea ed instaurare un succursale putiniana in Europa. Può avere successo questa accozzaglia di bassa Lega? Un saluto
          Lilli Reolon

    3. Caro Paolo Prof, la faccia di questi era ben visibile anche alle elezioni non era difficile da capire: un partito FDL di destra populista e sovranista, la Lega sappiamo com’è, FI rimasuglio di chi ha avuto anni e anni di governo a larga maggioranza senza partorire altro che la “sparizione del reato di falso in bilancio” mi pare pochino. E’ sotto gli occhi di tutti la palese inadeguatezza del Meloni Team a governare anche un pollaio. Ciao
      Lilli Reolon

    4. Caro Paolo Prof, la loro faccia era chiaramente facile da vedere eppure nonostante ciò alle elezioni il “corpo elettorale” (che detiene la sovranità mediata dalla rappresentanza) non è andato compatto a votare con i risultati che vediamo e non sappiamo quando finirà tutto questo guazzabuglio medievale travestito da governo. Un caro saluto.
      Lilli Reolon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su