Riforma pensioni, Fornero: l’età pensionabile DEVE essere alzata

TORINO – Le ultime novità sulle riforma pensioni 2017 al 6/11 arrivano dalle ultime dichiarazioni dell’ex ministro del Lavoro Elsa Fornero che rilascia un’intervista a Repubblica e si dice certa che la direzione del Governo di non bloccare l’aumento dell’età pensionabile sia corretta, così spiega le ragioni, e seppur sa di poter divenire ancora più impopolare preferisce non ‘ingannare’ la gente.

Pensioni 2017, Fornero: aumentare età pensionabile scelta giusta, basta spot elettorali ingannevoli

L’età pensionabile deve essere alzata, altrimenti si ingannano i cittadini Elsa Fornero, proprio oggi alla ripresa del dibattito tra Governo e sindacati che si pone  l’obiettivo di trovare un punto sulla platea che potrà beneficiare dello stop dell’adv in vista del prossimo incontro del 13/11,  in un’intervista a Repubblica dice la sua sull’innalzamento a 67 anni dell’età pensionabile.  Gentiloni e il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan hanno fatto bene a impedire il blocco dell’aumento dell’età pensionabile, sostiene convinta e ne spiega così le ragioni “perché è una scelta che risponde a un’esigenza di medio periodo nell’interesse generale, e non elettorale. Si è evitato di scaricare sui giovani il costo di un’operazione che avvantaggerebbe solo le generazioni più mature”.

Pensioni 2017 ultime da Fornero, la soluzione non è lasciare gli anziani a casa, ma create le occasioni di lavoro

Poi aggiunge In merito all’obiezione che lasciando i più anziani al lavoro non si liberano i posti per i giovani, “il ragionamento va capovolto: vanno create le occasioni di lavoro, anche attraverso le politiche attive per il lavoro rispetto alle quali siamo a dir poco impreparati, e non pensare che al lavoro si acceda cacciando qualcun altro” aggiunge la Fornero.

Riforma pensioni 2017, sindacati in pressing col Governo

Di parere diverso i sindacati che cercheranno di ampliare le categorie di quanti potranno essere graziati dall’aumento dell’età pensionabile a partire dal 2019, Camusso , parlando dell’incontro di oggi, asseriva preoccupata:  “Non parte sotto gli auspici migliori la stessa convocazione del tavolo tecnico si è dimenticata che i temi da affrontare non sono esclusivamente quelli dell’aspettativa di vita ma per noi è altrettanto rilevante affrontare il tema della pensione per i giovani e delle prospettive. C’è un tema che riguarda le donne e il lavoro di cura“. Gli ha fatto eco Proietti parlando di pensione anticipata come libera scelta, pensiero che siamo certi approveranno molti lavoratori che ambiscono ad uscire prima dal mercato del lavoro per godersi , specie le donne, che lamentano una grossa mancanza nel welfare, nipoti e genitori. “Per noi l’obiettivo ideale sarebbe un sistema pensionistico flessibile e volontario nel quale, a una certa età, se qualcuno non ce la fa più può mollare se invece è in buona salute, contento del suo lavoro può continuare“.

Erica Venditti

Erica Venditti

Mi chiamo Erica Venditti, classe 1981. Da aprile 2014 sono giornalista pubblicista Scopri di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *