Riforma pensioni quota 100, ultime Cottarelli: correttivo sbagliato alla legge Fornero

La quota 100? Per Carlo Cottarelli presente in studio da Floris nel programma ‘Di Martedì’ la Quota 100 non é stata il giusto correttivo alla Riforma Fornero. Anzi é stato un errore introdurla, in quanto é stata un’apertura generalizzata al pensionamento che non ha tenuto conto, fa intendere, di aspetti più importanti.

Su questo punto é spesso intervenuta anche Elsa Fornero che ha sempre ribadito che la riforma che porta il suo nome, fatta in 15 giorni in emergenza data la situazione italiana dell’epoca, non era perfetta e che dunque avrebbe potuto essere corretta nel tempo dai politici anziché essere demonizzata, aggiungendo che Quota 100 é stato un dispendio di risorse in quanto non ha modificato la legge Fornero, ma é stata fatta per ottenere voti, ed ha concesso ad una platea generalizzata, e per giunta non quella che aveva maggiori necessità, la pensione. Ragione per cui se si voleva aprire una finestra di uscita avrebbe dovuto essere più selettiva nelle categorie d’accesso, chiaro che ormai vige, ha sempre detto la professoressa, e sarebbe anche errato farla cessare prima. Ecco le parole di Cottarelli.

Pensioni 2019, Quota 100? sbagliata, pensionamento generalizzato

Cottarelli intervenuto in studio dopo la testimonianza di un precoce che faceva notare come i politici dovrebbero davvero provare a fare qualche lavoro pesante, per 41 anni, prima di legiferare e scegliere le categorie dei mestieri che a detta loro sono usuranti, ha risposto a questa domanda di Floris: “ Con quali criteri sono stati scelti gli italiani da mandare in pensioni prima in Italia?

Così Cottarelli: ” Il criterio dovrebbe essere quello dei lavoratori usuranti, purtroppo però qualcuno é rimasto escluso, il problema però é che si é fatta una riforma Fornero che era necessaria perché si vive più a lungo e si fanno meno figli, poi si sono fatti correttivi che pure erano necessari ma sono stati fatti in fretta, poi si é fatta quota 100, che non é un correttivo mirato ma un’ apertura generalizzata al pensionamento, secondo me sbagliata ” Su una cosa quasi tutti, se escludiamo i Renziani che hanno apertamente detto di volerla abolire prima della scadenza, concordano ormai c’é e vada mantenuta fino al 2021 sebbene non debba essere rinnovata.

Pensioni, cosa ne pensano le persone di quota 100?

Tanti sostengono, leggendo i commenti rilasciati sul nostro portale, che la quota 100 non sia stata la legge perfetta ma che almeno abbia dato respiro ad alcune categorie. Altri ribadiscono con forza, specie i precoci, che questa apertura verso il pensionamento anticipato é stato concesso in realtà a chi meno ne aveva bisogno, quanti hanno lavorato di più sono rimasti ‘bloccati’ sul posto di lavoro, chi ha versato solo 38 anni contributivi anziché 41, invece, paradossalmente é riuscito ad uscire. Poi vi sono le donne e quanti hanno avuto carriere discontinue che sono rimaste al palo, non raggiungendo i 38 anni di contributi richiesti ed infine vi sono gli esodati a cui la quota 100 non ha certo risolto il problema.

Voi in quale categoria siete, avete avuto la ‘fortuna’ di essere tra i beneficiari di quota 100 e siete riusciti grazie alla misura ad andare finalmente in pensione, oppure ritenete che andrebbe rivista da subito per permettere correttivi prima del 2021 affinché quanti sono rimasti esclusi dal provvedimento possano avere una chance di rientrarci?

Erica Venditti

Erica Venditti

Mi chiamo Erica Venditti, classe 1981. Da aprile 2014 sono giornalista pubblicista Scopri di più

9 pensieri riguardo “Riforma pensioni quota 100, ultime Cottarelli: correttivo sbagliato alla legge Fornero

  • Avatar
    15 Novembre 2019 in 11:30
    Permalink

    Buon giorno a tutti. Tutti i politici, e chi non conosca cosa sia il lavoro, si riempiono la bocca dicendo che però si vive più a lungo. Ma visto che la media degli uomini e di poco più di 80 anni e se uno va in pensione a 62 percepisce la pensione per 18 anni, e che l’importo è circa il 65% della retribuzione, sfido a fare i conti se si percepisce quanto versato. Questo per dire a chi propina la teoria delle generazioni future che:
    1) una persona che ha pagato per una vita le tasse ha permesso al sistema di arrivare a oggi.
    2) quello che ha versato è superiore a quello che percepirà (sicuro) se poi è tra quelli che abbassano la media non ne parliamo, o che a pochi mesi dalla pensione viene a mancare e nessuno dei suoi famigliari percepisce nulla.
    La vergogna per qualcuno non esiste, e la mamma degli stupidi è sempre in aspettativa.

    Rispondi
  • Avatar
    15 Novembre 2019 in 9:54
    Permalink

    Buongiorno a tutti anche io sono tra i ” fortunati ” che potrà usufruire di quota 100 il prossimo anno sperando che non la tocchino però! Anche io ho avuto la fortuna di iniziare a lavorare molto giovane e a ottobre 2020 compirò 62 anni e considerati i 6 mesi di finestra lascerò il lavoro con 41 anni di contributi. Potrei rimanere e andare con i requisiti previsti dalla Fornero quindi altri 10 mesi più tre di finestra. Ma sono stanca e anche se il mio lavoro non è ” gravoso o usurante ” molto volentieri scelgo di fermarmi. Per dare spazio alla mia famiglia e ai miei nipotini: Sono stanca di alzarmi ogni giorno alle 5.00, di fare oltre 70 km nel traffico per andare e tornare dal posto di lavoro, con l’incombenza di seguire anche la casa, la famiglia. Non mi sento di far torto a nessuno se a questo punto della mia vita mi fermo e dico grazie a quota 100 che al momento è l’unica chance che mi consente di avere la meritata tranquillità e serenità.

    Rispondi
  • Avatar
    14 Novembre 2019 in 13:35
    Permalink

    Bravo Cottarelli , un altro fenomeno che spara sentenze a buon mercato ! Sappiamo benissimo tutti da che parte stai e cioè spre contro i più deboli , grazie a persone come te Salvini andrà al 60 per cento !! Quota 100 è un grande provvedimento , il migliore che un governo abbia mai varato negli ultimi vent’anni , fattene una ragione Cottarelli …..il vento è cambiato ….

    Rispondi
  • Avatar
    14 Novembre 2019 in 12:56
    Permalink

    Sì, io ho avuto ‘fortuna’.
    Ho avuto fortuna di nascere nel 1956.
    Ho avuto fortuna di aver trovato lavoro a 24 anni.
    Ho avuto fortuna di avere avuto una carriera continua.
    Ho avuto fortuna che è nato Salvini.
    Ho avuto fortuna che è nato Di Maio.
    Ho avuto fortuna che è nato Conte.
    Ho avuto fortuna che si è formato il Governo giallo-verde.
    Ho avuto fortuna che è stata varata la Quota 100.
    Ho la fortuna di poter scegliere se lavorare ancora o andare in pensione
    Ebbene sì: ho la ‘fortuna’ di essere tra i beneficiari di Quota 100.
    “Homo faber fortunae suae” (mi hanno insegnato a Liceo).
    1. È l’uomo che costruisce il proprio destino, la propria sorte, la propria ‘fortuna’.
    2. Se pensi che non sia così, torna al punto 1.

    Rispondi
    • Avatar
      14 Novembre 2019 in 17:03
      Permalink

      Novanta minuti di applausi!

      Rispondi
      • Avatar
        15 Novembre 2019 in 8:31
        Permalink

        No Salvatore 90 minuti sono troppi ma per 1 minuto io ti applaudo per quello che hai scritto

        Rispondi
  • Avatar
    14 Novembre 2019 in 12:48
    Permalink

    L’unico neo che presenta Quota 100 è il nome: Quota 100.
    Da qui tutta una ridda di lagnanze e piagnistei da parte di chi ne è rimasto escluso: “io ho 45 anni di contributi e non posso andare in pensione, lui ne ha 38 ed invece va!!” E via di questo passo.
    E solo per un nome impropriamente attribuito ad una validissimo legge!
    Chiamiamola allora per quello che effettivamente è: “Pensione anticipata a 62 anni, se hai almeno 38 anni di contributi”. Stop!
    Hai 50 anni di contributi ma non hai 62 anni? E allora non puoi accedervi, proprio come un uomo non può fruire della opzione donna anche se ha più di 58 anni di età e 35 di contributi, senza mettersi ad inquinare di continuo i forum con le sue scorie di rancore e maledizioni.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *